Pagina 1 di 1

irreperibilità bambino 1894

MessaggioInviato: giovedì 28 marzo 2019, 19:05
da Wane
Salve a tutti,
scrivo dalla Calabria. ho iniziato a fare ricerche sulla mia famiglia perchè mi sono sempre chiesta come mai il mio bisnonno non avesse nè fratelli, nè sorelle (quesito che feci a mio nonno, il primo dei suoi 11 figli, il quale mi rispose che suo padre aveva solo una sorella che abitava in un paese vicino, niente più).
Inizio a cercare negli archivi del mio Comune e scopro che il mio bisnonno nacque nel paese vicino al nostro e che venne legittimato all'età di 18 anni attraverso il matrimonio dei suoi genitori naturali (che al tempo erano rimasti entrambi vedovi) riuscendo a risalire così anche al cognome che gli era stato assegnato alla nascita.
A questo punto mi reco nel Comune di nascita del bisnonno e cerco il suo atto di nascita. Lì c'è scritto che una levatrice si presenta davanti all'ufficiale di stato civile con il bimbo a cui vuole dare un determinato nome (che risulta poi essere uguale a quello del padre naturale) insieme a 2 testimoni e ad una balia per la custodia e l'allattamento. A margine di questo atto è annotato l'atto di matrimonio dei suoi genitori naturali e sotto questa scritta si nota un'altra annotazione (probabilmente cancellata) da cui si riesce a leggere solo la dicitura "trasferimento + Comune di residenza del padre naturale + il nome", il resto è coperto dalla scrittura soprastante.
Il punto è che vorrei cercare di capire dove è stato prima di essere legittimato e trasferirsi dal padre naturale e il problema che negli archivi anagrafici e di famiglia del comune di nascita non risulta essere presente, ho come l'impressione che sia stato volutamente tenuto "al riparo". Ho provato anche a cercare nella storia della balia e della levatrice, ma niente. Chi lo ha conosciuto ricorda bene che sapeva leggere e scrivere, quindi era istruito e considerando l'anno di nascita (1894) mi sembra un privilegio per un bimbo di genitori ignoti.
Può essere stato dato in affido o portato in seguito in un befotrofio? E in quest'ultimo caso non bisognava annotarlo sull'atto di nascita?
Ogni idea e/o aiuto sono graditi.
Grazie

Re: irreperibilità bambino 1894

MessaggioInviato: giovedì 28 marzo 2019, 23:10
da Alessio Bruno Bedini
In genere le madri povere partorivano un figlio e poi dicevano di averlo trovato e se lo facevano affidare.
In questo modo prendevano un sussidio come balie per sette anni.
Ovviamente era un meccanismo conosciuto da tutti e avveniva con il bene placito degli ufficiali di stato civile.

Re: irreperibilità bambino 1894

MessaggioInviato: venerdì 29 marzo 2019, 8:06
da Wane
In questo caso non credo sia stato così poiché i suoi genitori naturali lo hanno legittimato sposandosi in età adulta (lui 82, lei 64). Perché prendersi una responsabilità simile a titolo gratuito a quel tempo oltre al fatto di essere giudicati?

Re: irreperibilità bambino 1894

MessaggioInviato: domenica 31 marzo 2019, 9:38
da enza
Conosco la storia di alcuni figli illegittimi i quegli anni per quanto riguarda la storia della mia zona, i figli lasciati al comune venivano affidati ad una balia che veniva pagata e con l'obbligo di far frequentare la scuola elementare, ho conosciuto una signora nata nel 1895 che era l'unica femmina della famiglia ad avere il "proscioglimento" di terza elementare. Enza

Re: irreperibilità bambino 1894

MessaggioInviato: lunedì 1 aprile 2019, 16:49
da Wane
Grazie Enza.
Quindi cosa mi consiglieresti? Cercare tra gli elenchi di scuola dell'epoca?
Mi ha attraversato il pensiero che potesse aver vissuto con la balia prima che il padre andasse a riprenderlo, ma non ho trovato nessun atto di famiglia [confused.gif]