Pagina 1 di 1

il padre come procuratore speciale

MessaggioInviato: mercoledì 13 febbraio 2019, 14:50
da VictorIII
nell'Ottocento in Sicilia in una pubblicazione di matrimonio trovo il padre della sposa notato due volte nello stesso documento: prima menzionato dopo lo sposo, "puro comparso", il suo nome e la sua età, professione di possidente, e poi "procuratore speciale" ”. Subito dopo questa annotazione il documento menziona poi la sposa, quindi "figlia di" ... lo stesso uomo procuratore speciale, suo padre, anch'esso di nuovo qui chiamato possidente. poi firmando, il documento è sicuramente il padre identificabile nella sua firma. inoltre, controllando gli omonimi del luogo, sicuramente quest'uomo è una sola persona, solitamente chiamata possidente o proprietario ma solo questa volta speciale procuratore. quindi ... perché ?? è questo per suggerire che c'era una sorta di giudizio o dote dato insieme al matrimonio che sarebbe stato necessario un procuratore speciale e in questo caso unico era in grado di essere il padre ?? sono confuso

thank you!

Re: il padre come procuratore speciale

MessaggioInviato: mercoledì 13 febbraio 2019, 15:08
da VictorIII
*pure comparso

Re: il padre come procuratore speciale

MessaggioInviato: martedì 26 febbraio 2019, 20:42
da VictorIII
Forse le mie domande erano troppo ambigue. Tentativo di semplificare le domande...

1. Perché sarebbe necessario un procuratore speciale oltre a ricoprire il ruolo dei genitori per il permesso matrimoniale?
2. Altri hanno visto casi del padre come procuratore speciale?


Thank you!

Re: il padre come procuratore speciale

MessaggioInviato: sabato 2 marzo 2019, 17:28
da GENS VALERIA
Viene ( ed è ) imposta questa figura di rappresentante a chi è incapace di agire o è momentaneamente impedito.
In alcuni casi era ( ed è ) la rappresentanza imposta dalla legge ai genitori di figli minorenni .

Re: il padre come procuratore speciale

MessaggioInviato: domenica 3 marzo 2019, 15:17
da VictorIII
grazie Sergio - questo conferma la mia comprensione generale del procuratore speciale. perché allora, il padre di una signora di 21 anni doveva essere il procuratore speciale? la signora era di età adulta e come accennato, è stato il suo stesso padre che è stato nominato procuratore speciale. Qualche idea sul perché?

Re: il padre come procuratore speciale

MessaggioInviato: domenica 3 marzo 2019, 20:16
da Messanensis
VictorIII ha scritto:grazie Sergio - questo conferma la mia comprensione generale del procuratore speciale. perché allora, il padre di una signora di 21 anni doveva essere il procuratore speciale? la signora era di età adulta e come accennato, è stato il suo stesso padre che è stato nominato procuratore speciale. Qualche idea sul perché?


A volte i matrimoni erano combinati dalle famiglie e soprattutto se gli sposi vivevano in località differenti poteva agire qualcun altro in rappresentanza di uno degli sposi.

Re: il padre come procuratore speciale

MessaggioInviato: domenica 3 marzo 2019, 22:01
da VictorIII
grazie mille ... nel caso a cui mi riferisco, i coniugi hanno vissuto nella stessa comunità e hanno vissuto in questa stessa città (Caltanissetta) per tutta la vita. quindi rimango molto confuso perché la sposa ha un procuratore speciale, e perché quel procuratore speciale è suo padre ... semplicemente perché nell'altri pubblicazioni trovate in questo foglio, da quello che ricordo, quando il genitore appare per la figlia adulta, non è specificamente chiamato "procuratore speciale" tranne che in questo caso l'ho trovato.

Thank you!

Re: il padre come procuratore speciale

MessaggioInviato: lunedì 4 marzo 2019, 15:16
da VictorIII
*grazie alla gentile indicazione di sig. Basile, ho letto dei matrimoni forzati e combinati - qualcosa che non avevo considerato. curiosamente, il procuratore speciale e sua figlia provenivano da una famiglia che nel XVIII secolo proveniva da una classe più elevata della famiglia del futuro marito - ma alla fine del 19 ° secolo è la famiglia del futuro marito che è in una migliore posizione economica e sociale - quindi forse il padre desiderava alleare la sua famiglia in declino con questa famiglia in aumento?

Thank you very much

Re: il padre come procuratore speciale

MessaggioInviato: lunedì 4 marzo 2019, 21:06
da Messanensis
VictorIII ha scritto:*grazie alla gentile indicazione di sig. Basile, ho letto dei matrimoni forzati e combinati - qualcosa che non avevo considerato. curiosamente, il procuratore speciale e sua figlia provenivano da una famiglia che nel XVIII secolo proveniva da una classe più elevata della famiglia del futuro marito - ma alla fine del 19 ° secolo è la famiglia del futuro marito che è in una migliore posizione economica e sociale - quindi forse il padre desiderava alleare la sua famiglia in declino con questa famiglia in aumento?



Certamente è possibile.

Re: il padre come procuratore speciale

MessaggioInviato: martedì 5 marzo 2019, 20:17
da VictorIII
Thank you very much... e ora per esaudire completamente questa domanda, c'erano leggi nel regno d'Italia relative ai requisiti per diventare un procuratore speciale? Negli atti di Caltanissetta ho visto il procuratore speciale solo poche volte, di solito il procuratore speciale che ha come professione sacerdote o talvolta civile o possidente / proprietario. La mia inclinazione è che il procuratore speciale avesse semplicemente bisogno di essere in grado di leggere e scrivere e di solito era qualcuno rispettato nella comunità, ma sempre interessato a saperne di più.