Famiglia D'Adda

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Messanensis, Alessio Bruno Bedini, GENS VALERIA

Re: Famiglia D'Adda

Messaggioda Stef_72 » lunedì 12 novembre 2018, 17:41

Ok grazie per le utilissime informazioni. So che il test é piú completo per i componenti della famiglia maschi perché si può risalire a tutta la linea paterna e dovrebbe essere fatto sul componente piú anziano.
Stef_72
 
Messaggi: 20
Iscritto il: giovedì 8 novembre 2018, 18:09

Re: Famiglia D'Adda

Messaggioda Stef_72 » martedì 13 novembre 2018, 14:43

Cari amici, da enciclopedia famiglie lombarde il primo personaggio noto fu Leone D'Adda (1100-1180) da cui discese un Pagano D'Adda consigliere degli Sforza ed ebbe 7 figli di cui un Gaspare. Tale Gaspare si dice ebbe ben 15 figli ( fonte scoprilabrianzatuttoattaccato ). In quell' epoca mancavano gli atti di nascita e di morte inoltre non si sa quale Gaspare ebbe 15 figli se dal padre Pagano consigliere degli Sforza o da Pagano marchese di Pessano. A questo punto la genealogia risulta difficile e complessa. Considerando che i D'Adda sono un unico ceppo diviso in molti rami concentrati in una zona ben circoscritta é possibile affermare che tutti i discendenti D'Adda abbiano lo stesso aplogruppo della linea paterna ?
Stef_72
 
Messaggi: 20
Iscritto il: giovedì 8 novembre 2018, 18:09

Re: Famiglia D'Adda

Messaggioda Messanensis » martedì 13 novembre 2018, 16:20

Stef_72 ha scritto: A questo punto la genealogia risulta difficile e complessa. Considerando che i D'Adda sono un unico ceppo diviso in molti rami concentrati in una zona ben circoscritta é possibile affermare che tutti i discendenti D'Adda abbiano lo stesso aplogruppo della linea paterna ?


La risposta è no.

Non è detto che chi porta lo stesso cognome appartenga ad un'unica medesima famiglia, cioè abbia una origine e un capostipite comune. E questo vale anche se il cognome è poco diffuso e circoscritto in una zona, anzi potrebbe essere vero il contrario. Infatti poteva capitare che gli schiavi assumessero il cognome del padrone, gli ebrei convertiti quello del padrino di battesimo, in tempi più recenti che ai trovatelli fosse dato quello del sindaco o di un personaggio importante e così via.

Di conseguenza chi porta un cognome appartenuto ad una famiglia storicamente nobile non è detto che discenda da quella famiglia e che perciò ne condivida l'origine.

A dimostrazione di ciò legga per esempio qui: http://www.treccani.it/enciclopedia/gug ... grafico%29
dove ci sono notizie biografiche di un ebreo, tale Šemu’el ben Nissim Abū l-Farağ,, il quale assunse non solo il cognome, ma anche il nome del conte di Adernò Guglielmo Raimondo Moncada. Ora, se esistessero oggi dei discendenti in linea maschile di questa persona e non conoscessero la loro genealogia, chiamandosi Moncada penserebbero di avere origine spagnola (i Moncada
erano una famiglia di origine catalana), ma in realtà la loro vera origine sarebbe ebraica.

Pertanto, in conclusione, l'unico modo per scoprire le proprie vere origini è fare una ricerca genealogica, eventualmente supportata da un test genetico (che potrebbe anche "sconfessare" la genealogia ufficiale, ma qui il discorso diventa complicato...).
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1558
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Re: Famiglia D'Adda

Messaggioda Stef_72 » martedì 13 novembre 2018, 16:51

Si tratta di tempi molto remoti sono consapevole dell' impresa quasi impossibile in cui non vi é certezza di risalire alla documentazione. L' unica prova rimane il test del DNA collegandolo a quelle leggende e agli avvenimenti storici.
Stef_72
 
Messaggi: 20
Iscritto il: giovedì 8 novembre 2018, 18:09

Re: Famiglia D'Adda

Messaggioda Messanensis » martedì 13 novembre 2018, 17:03

Per specificare meglio in maniera breve l'ultima mia frase, mi riferivo al cosiddetto "non-paternity event", cioè un evento che causa una rottura nella coincidenza tra il cognome ereditario e il cromosoma Y, sicché il figlio utilizza un cognome differente rispetto al proprio padre biologico (questo può avvenire per diversi motivi, per esempio un'adozione segreta, un concepimento a seguito di una relazione adulterina, ecc.).

da Stef_72 » mar nov 13, 2018 3:51 pm

Si tratta di tempi molto remoti sono consapevole dell' impresa quasi impossibile in cui non vi é certezza di risalire alla documentazione. L' unica prova rimane il test del DNA collegandolo a quelle leggende e agli avvenimenti storici.


Mi permetto di dirle che dovrebbe fare innanzitutto una ricerca genealogica per verificare il collegamento con la famiglia D'Adda a cui fa riferimento, dato che a quanto ho capito non ha dati sicuri in merito.
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1558
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Re: Famiglia D'Adda

Messaggioda Stef_72 » martedì 13 novembre 2018, 17:36

Fino al trisnonno ho prove certe poi dovrei andare ricercare nel comune di Milano e Trezzo. Un' altra riprova potrebbe essere far fare il test a piú componenti di Famiglie D' Adda e vedere la percentuale piú alta di compatibilità. É possibile che un componente dell' albero genealogico riportato su Wikipedia sia stato un trovatello all' epoca?
Stef_72
 
Messaggi: 20
Iscritto il: giovedì 8 novembre 2018, 18:09

Re: Famiglia D'Adda

Messaggioda Stef_72 » martedì 13 novembre 2018, 18:03

A pensarci bene allora non siamo certi del nostro cognome d' origine. In una famiglia antichissima chissà quante relazioni segrete ci sono state ed é praticamente impossibile verificare tutto cio'.
Stef_72
 
Messaggi: 20
Iscritto il: giovedì 8 novembre 2018, 18:09

Re: Famiglia D'Adda

Messaggioda Messanensis » martedì 13 novembre 2018, 18:25

Stef_72 ha scritto:Fino al trisnonno ho prove certe poi dovrei andare ricercare nel comune di Milano e Trezzo.


Esattamente. E' quello che le consiglio di fare.

Un' altra riprova potrebbe essere far fare il test a piú componenti di Famiglie D' Adda e vedere la percentuale piú alta di compatibilità.


Sono sicuro che le varie famiglie analizzate non avranno un unico aplogruppo di appartenenza. Comunque senza i dati genealogici delle persone su cui viene eseguito il test, i dati genetici sono scarsamente utili (se non per dire con questi D'Adda ho origine comune e con questi altri no).

É possibile che un componente dell' albero genealogico riportato su Wikipedia sia stato un trovatello all' epoca?


Ovviamente no.
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1558
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Re: Famiglia D'Adda

Messaggioda Messanensis » martedì 13 novembre 2018, 18:41

Stef_72 ha scritto:A pensarci bene allora non siamo certi del nostro cognome d' origine. In una famiglia antichissima chissà quante relazioni segrete ci sono state ed é praticamente impossibile verificare tutto cio'.


In ogni caso senza una ricerca genealogica lei non può essere certo del suo cognome d'origine. I cognomi in passato non erano immutabili. Un suo antenato può aver acquisito questo cognome per i motivi più diversi. Le ho già fatto l'esempio dell'ebreo convertito...

Le relazioni extraconiugali che interessano sono quelle che hanno causato un concepimento e quindi un non-paternity event (NPE), cioè la nascita di un figlio il cui cognome non corrisponde a quello del padre biologico. Secondo FTDNA per ogni generazione c'è la possibilità dell'1% -2 % che si verifichi un NPE. Si possono scoprire questi eventi con i test sul DNA, ma solo dopo una ricerca genealogica. Se abbiamo vari individui con lo stesso cognome che, in base ai documenti, hanno un capostipite comune, si esegue il test e si controlla se il risultato genetico sul cromosoma Y è compatibile tra loro oppure no (come già le ho detto bisogna fare un test come quello che esegue FTDNA; quello di 23andme non va bene). Se si ha la fortuna di poter testare appartenenti a diversi rami che, in base alla ricerca genealogica, hanno un antenato comune lontano nel tempo (per esempio vissuto nei primi del '500) e tutti escono con lo stesso aplogruppo e gli stessi SNP (oppure con una distanza genetica che coincide con la loro distanza genealogica, se vengono esaminati solo i marcatori) allora possiamo essere sicuri che almeno a partire dai primi del '500 non ci sono stati NPE. Viceversa se soltanto una persona differisce nel risultato significa che nella sua linea in un certo momento è successo qualcosa che ha causato l'evento di non paternità (probabilmente una relazione extraconiugale, ma non per forza).
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1558
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Re: Famiglia D'Adda

Messaggioda Stef_72 » martedì 13 novembre 2018, 20:49

Grazie mille, avevo sottovalutato la variabile extraconiugale. A mia favore esiste già un albero genealogico della famiglia D'Adda. Nella speranza di intrecciare qualche componente sapere se esiste un albero piú completo ?
Stef_72
 
Messaggi: 20
Iscritto il: giovedì 8 novembre 2018, 18:09

Re: Famiglia D'Adda

Messaggioda Stef_72 » mercoledì 14 novembre 2018, 16:04

Purtroppo non sono un esperto in biologia. Vorrei porre una domanda . Nella linea paterna analizzata da FTDNA confluiscono anche i dati delle linee femminili delle varie generazioni o solo i puri dati del capostipite? Mi sa che dovrò riprendere in mano i libri di biologia. Grazie.
Stef_72
 
Messaggi: 20
Iscritto il: giovedì 8 novembre 2018, 18:09

Re: Famiglia D'Adda

Messaggioda Stef_72 » mercoledì 14 novembre 2018, 16:37

Opss scusate mi sa che ho scritto una cavolata. Il cromosoma y viene trasmesso da padre in figlio.
Stef_72
 
Messaggi: 20
Iscritto il: giovedì 8 novembre 2018, 18:09

Precedente

Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti