origine dei cognomi

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Alessio Bruno Bedini, Messanensis, GENS VALERIA

origine dei cognomi

Messaggioda Gianciri » domenica 18 settembre 2016, 10:26

Buon giorno a tutti,
facendo ricerche sulla mia famiglia (Cirielli) ho appreso che esisterebbe del materiale di studio inedito del professor Emidio De Felice, raccolto per la sua pubblicazione "Dizionario dei Cognomi Italiani". In particolare in questa documentazione di lavoro le famiglie Cirielli e Ciriello verrebbero indicate come provenienti da un unico ceppo familiare avente origine albanese.Tali dati non sarebbero stati pubbicati nell'opera data alle stampe perché le famiglie Cirielli-Ciriello erano statisticamente poco rilevanti per numero di individui. La domanda è sapere se, dopo la morte del professor De Felice, il suo carteggio di studio sia rimasto nella disponibilità dei suoi eredi oppure, come talvolta succede, sia stato donato a biblioteche pubbliche e/o agli archivi di Stato e se quindi sia consultabile. Ringrazio chi vorrà avere la pazienza di rispondere.
Gianciri
 
Messaggi: 9
Iscritto il: venerdì 16 settembre 2016, 19:53

Re: origine dei cognomi

Messaggioda Romegas » domenica 18 settembre 2016, 11:35

Nel "Dizionario ragionato dei cognomi italiani "del Francipane, si dice che tale cognome sia di origine greca e per alcuni persiana.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4018
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: origine dei cognomi

Messaggioda Gianciri » domenica 18 settembre 2016, 15:01

Ringrazio il sig. Romegas per il suo contributo. Posso aggiungere che mio fratello, nell'effettuare un test del DNA, nell’ambito del progetto scientifico “Genographic”, promosso dalla rivista National Geographic, volto a ricostruire le origini e le migrazioni delle popolazioni mondiali, ha appreso che il suo cromosoma Y, quello trasmesso dal padre, proviene da popolazioni greche.
Dalle mie ricerche e precisamente dai testi di Massila del XVI secolo e di Beatillo del XVII risulta una famiglia Kyri Elia che, fin dal 785 d.C., si sarebbe trasferita a Bari da Costantinopoli, al seguito del Kiri Giovanni Dottola, incaricato di curare la riscossione delle entrate imperiali in Puglia. Membri di questa famiglia di origine greca, iscritta fino al 1726 nella Piazza dei Nobili di Bari, si distinsero in epoca angioina possedendo numerosi feudi in Puglia. L'appellativo kiri (signore) risultava all'epoca incorporato nel cognome, variamente trasformato nei diversi documenti riguardanti Roberto e Sparano da Bari in Kyrihelie, Kyrielie, Chyurieliae, Churielia, fino a divenire dal XVI secolo Chiurlia, cognome della famiglia che mantenne il titolo nobiliare.
Data la forte assonanza dei cognomi Ciriello e Cirielli con i Kyri Elia, ed in considerazione della assai concentrata localizzazione geografica pugliese degli attuali Cirielli (e Ciriello), ho fatto la personale ipotesi che questi ultimi possano aver ereditato il cognome, con una variazione tutto sommato poco significativa, magari da rami collaterali della famiglia Kiri Elia.
Il fatto che esistano oggi Ciriello e Cirielli tra la Romagna, il Veneto ed il napoletano, territori che nel basso medioevo erano di influenza bizantina, mi porta a pensare che membri della stessa famiglia potessero all'epoca vivere in importanti città portuali bizantine (Ravenna, Chioggia, Napoli), magari per curare interessi commerciali comuni.
Circa la provenienza albanese di cui parlerebbe il De Felice, ho saputo dell'esistenza di alcuni antichi documenti che potrebbero forse confermare questa ipotesi.
Nel 1375 sarebbe vissuto un “Johannes q. Ariperthi Cirieli” comparso fra i testimoni di un atto redatto a Zara, con il quale Carlo III d'Angiò-Durazzo nominava un messo da inviare a Palermo ed il Cirieli risultava essere suo connestabile della cavalleria a Durazzo. Invece, nel 1501 sarebbero citati in un documento veneziano “de Cirielli durazini quattro homeni de' quali tre con fameja e jera in tutti 15”, che una nave veneziana portò in salvo a Polignano, dall'Albania occupata dai turchi.
Questi Cirielli erano imparentati ai Kiri Elia ? Parrebbe che il Cirieli del 1375 fosse un dignitario angioino, sebbene con un ruolo non primario, come lo erano stati Roberto e Sparano da Bari, alti dignitari di Carlo I e Carlo II d'Angiò. Ed i Cirielli durazini in fuga dai turchi sbarcarono in Puglia per ricongiungensi e trovare aiuto dai parenti pugliesi? Sono alla ricerca di conferme.
Le mie ipotesi, fatte da principiante - neofita di studi storico genealogici, sono campate in aria? Se qualche iscritto al forum ha qualche contributo sarò felice di leggerlo.
Gianciri
 
Messaggi: 9
Iscritto il: venerdì 16 settembre 2016, 19:53

Re: origine dei cognomi

Messaggioda GENS VALERIA » lunedì 19 settembre 2016, 14:20

Gianciri ha scritto:Ringrazio il sig. Romegas per il suo contributo. Posso aggiungere che mio fratello, nell'effettuare un test del DNA, nell’ambito del progetto scientifico “Genographic”, promosso dalla rivista National Geographic, volto a ricostruire le origini e le migrazioni delle popolazioni mondiali, ha appreso che il suo cromosoma Y, quello trasmesso dal padre, proviene da popolazioni greche.
Dalle mie ricerche e precisamente dai testi di Massila del XVI secolo e di Beatillo del XVII risulta una famiglia Kyri Elia che, fin dal 785 d.C., si sarebbe trasferita a Bari da Costantinopoli, al seguito del Kiri Giovanni Dottola, incaricato di curare la riscossione delle entrate imperiali in Puglia. Membri di questa famiglia di origine greca, iscritta fino al 1726 nella Piazza dei Nobili di Bari, si distinsero in epoca angioina possedendo numerosi feudi in Puglia. L'appellativo kiri (signore) risultava all'epoca incorporato nel cognome, variamente trasformato nei diversi documenti riguardanti Roberto e Sparano da Bari in Kyrihelie, Kyrielie, Chyurieliae, Churielia, fino a divenire dal XVI secolo Chiurlia, cognome della famiglia che mantenne il titolo nobiliare.
Data la forte assonanza dei cognomi Ciriello e Cirielli con i Kyri Elia, ed in considerazione della assai concentrata localizzazione geografica pugliese degli attuali Cirielli (e Ciriello), ho fatto la personale ipotesi che questi ultimi possano aver ereditato il cognome, con una variazione tutto sommato poco significativa, magari da rami collaterali della famiglia Kiri Elia.
Il fatto che esistano oggi Ciriello e Cirielli tra la Romagna, il Veneto ed il napoletano, territori che nel basso medioevo erano di influenza bizantina, mi porta a pensare che membri della stessa famiglia potessero all'epoca vivere in importanti città portuali bizantine (Ravenna, Chioggia, Napoli), magari per curare interessi commerciali comuni.
Circa la provenienza albanese di cui parlerebbe il De Felice, ho saputo dell'esistenza di alcuni antichi documenti che potrebbero forse confermare questa ipotesi.
Nel 1375 sarebbe vissuto un “Johannes q. Ariperthi Cirieli” comparso fra i testimoni di un atto redatto a Zara, con il quale Carlo III d'Angiò-Durazzo nominava un messo da inviare a Palermo ed il Cirieli risultava essere suo connestabile della cavalleria a Durazzo. Invece, nel 1501 sarebbero citati in un documento veneziano “de Cirielli durazini quattro homeni de' quali tre con fameja e jera in tutti 15”, che una nave veneziana portò in salvo a Polignano, dall'Albania occupata dai turchi.
Questi Cirielli erano imparentati ai Kiri Elia ? Parrebbe che il Cirieli del 1375 fosse un dignitario angioino, sebbene con un ruolo non primario, come lo erano stati Roberto e Sparano da Bari, alti dignitari di Carlo I e Carlo II d'Angiò. Ed i Cirielli durazini in fuga dai turchi sbarcarono in Puglia per ricongiungensi e trovare aiuto dai parenti pugliesi? Sono alla ricerca di conferme.
Le mie ipotesi, fatte da principiante - neofita di studi storico genealogici, sono campate in aria? Se qualche iscritto al forum ha qualche contributo sarò felice di leggerlo.

Gianciri ha scritto:Buon giorno a tutti,
facendo ricerche sulla mia famiglia (Cirielli) ho appreso che esisterebbe del materiale di studio inedito del professor Emidio De Felice, raccolto per la sua pubblicazione "Dizionario dei Cognomi Italiani". In particolare in questa documentazione di lavoro le famiglie Cirielli e Ciriello verrebbero indicate come provenienti da un unico ceppo familiare avente origine albanese.Tali dati non sarebbero stati pubbicati nell'opera data alle stampe perché le famiglie Cirielli-Ciriello erano statisticamente poco rilevanti per numero di individui. La domanda è sapere se, dopo la morte del professor De Felice, il suo carteggio di studio sia rimasto nella disponibilità dei suoi eredi oppure, come talvolta succede, sia stato donato a biblioteche pubbliche e/o agli archivi di Stato e se quindi sia consultabile. Ringrazio chi vorrà avere la pazienza di rispondere.



Evitando voli pindarici , Ciriello /i è la forma napoletana di Cirillo ipocoristico vezzeggiativo di Ciro , da Kirios ( greco ) = appartenente al Signore e Sovrano .

Eviterei ulteriori spremiture di cervello ! :)

Benvenuto nel forum
Chi è ... è , chi non è ... non può essere.

Sergio de Mitri Valier Immagine
Avatar utente
GENS VALERIA
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 4955
Iscritto il: domenica 24 giugno 2007, 22:39
Località: Chiavari

Re: origine dei cognomi

Messaggioda fama78 » lunedì 19 settembre 2016, 15:41

GENS VALERIA ha scritto:Eviterei ulteriori spremiture di cervello !

Bene.
A volte le soluzioni più semplici e più intuitive, risultano le più giuste.
Al mio esordio in questa splendita materia, anche io fui ingannato dall'etimologia (vera o presunta) del mio cognome, riportandolo dal nord Africa e/o al centro Italia. Per la fretta o più semplicemente per "fame" di poter conoscere la Storia della mia famiglia, accettavo ogni indicazione e presunte congiutture al riguardo, forse anche per dare un tono al mio casato e per raggiungere memorie perse nel tempo della Storia antica. Ma aihme, più andavo avanti e più mi sorgevano dubbi e perplessità su quanto avevo fino ad allora scoperto con tanta facilità ed in poco tempo (ero divenuto di colpo marchese, nobile, patrizio, ecc. con tanto di stemma e feudi sparsi per l'Italia).
Oggi, con una ricerca che dura da quasi 10 anni, la mia FELICITA' non ha paragoni nel ciò che ho conquistato e conquisto tutt'ora nella ricerca sul campo, consultando registri, testi ecc... senza nascondere una dose di tanta fortuna che mi ha aiutato ed immancabilmente i consigli datemi da chi ne sa più di me (vedi questo I NOSTRI AVI).
Per farla breve, non so da quanto Lei ha iniziato la ricerca genealogica ma un consiglio che Le posso dare è il solo ed unico: andare sul campo. Partendo dal nonno ed andare a ritroso...scoprirà molte cose che la renderanno estremamente felice del risultato ottenuto.
Buona ricerca e benvenuto.
Avatar utente
fama78
 
Messaggi: 151
Iscritto il: sabato 31 maggio 2014, 17:18

Re: origine dei cognomi

Messaggioda Gianciri » lunedì 19 settembre 2016, 17:13

ringrazio tutti per l'apporto prezioso. Ho iniziato questa ricerca genealogica da poco tempo, circa un anno e per ora, utilizzando fonti documentali certe (atti anagrafici e catasto onciario), sono giunto alla individuazione di un avo nato nel 1703. Non ho ancora consultato i registri parrocchiali che sicuramente saranno il prossimo step. Ho raccolto anche testi bibliografici e documenti in pergamena che, pur non riferiti alla mia diretta ascendenza, o quantomeno non ho alcun elemento di riferibilità, possono probabilmente riferirsi alle famiglie Ciriello-Cirielli in generale. Ad esempio ho rinvenuto e visto questi documenti:

1) ASN struttura gerarchica 00030.00001.00007 - Regia Camera della Sommaria. Segreteria. Partium - Inventario 1468 - 1688
serie Segreteria. Partium - titolo e estremi cronologici Vol. 1283/II , 1592 segnatura volume 1283/II Partium 63 anni 1592. Camera quinta, lictera h, scanzia seconda, numero 93.
f. 26t. Magnifici Papilio Bigotto et Stefano Corrado, possessori d' un feudo nominato li Cirielli seu Pampaneo sito nella terra di Cassano con peso d' adoho alla Regia Corte.
il quale indicherebbe un feudo " li Cirielli seu Pampaneo sito nella terra di Cassano (Murge??)". Cassano Murge è un paese che dista pochi chilometri da Acquaviva delle Fonti (paese di origine della mia famiglia) ed il feudo di Acquaviva, anche in epoca moderna XVIII-XIX secolo, era più ampio dell'attuale territorio comunale;

2) Sovraintendenza archivistica Puglia http://www.sapuglia.it/Schedatura/13_sc ... et=403&da= , pergamena Unita' archivistica n. Q23 Data: 1589/10/15 (Sec. XVI) la quale parla di una località Ciriello nella quale insisteva un uliveto locato da tale Giovanni di Nicola de Giuliano, detto di Modugno, di Bari, concede in locazione perpetua a tale Geronimo de lo Prencipe, di Cassano dimorante a Bari, gravato da un censo annuo di 24 carlini da pagarsi agli eredi del defunto Giovanni Francesco Caracciolo, di Napoli.

Mentre sto cercando di rinvenire e vedere i documenti da me citati e riferiti a Cirielli di Durazzo, la cui indicazione purtroppo vaga mi è stata data da un professore universitario di storia medioevale.

Ho per ora cercato di essere aderente alle fonti, salvo consentirmi l'ipotesi di riferibilità delle famiglie Ciriello-Cirielli alla famiglia Kiri Elia di origine greca, dichiarata con assoluta incertezza e solo sulla base di una coincidenza geografica delle famiglie interessate.

In realtà nessuna fonte documentale mi ha indicato la riferibilità di Ciriello /i alla forma napoletana di Cirillo ipocoristico vezzeggiativo di Ciro, che così gentilmente mi ha indicato il moderatore del forum, al quale chiederei se tale indicazione deriva da fonti antiche documentate oppure deriva solo da testi bibliografici, peraltro un pò apodittici in quanto non indicanti le fonti (quale ad esempio il recente "Origine e storia dei cognomi italiani - ETTORE ROSSONI Melegnano 2014, pag. 782 - 783: CIRIELLI CIRIELLO Cirielli è specifico di Acquaviva delle Fonti e Bari nel barese e di Laterza nel tarentino, Ciriello è diffuso in Campania, nel napoletano a Napoli, Pollena Trocchia, Pomigliano d'Arco, San Sebastiano al Vesuvio, Sant'Anastasia, Torre del Greco, Cercola e Massa di Somma, nel casertano a Sessa Aurunca, Mondragone, Cellole, Vitulazio e Teano, nell'avellinese a Flumeri, Grottaminarda ed Avellino, ed a Benevento, in Basi-licata nel potentino a Ginestra, Marsico Nuovo e Potenza, ed in Puglia, a Bari e Cassano delle Murge nel barese, a Ginosa e Palagiano nel tarentino ed a Cerignola nel foggiano, do-vrebbero derivare da una forma ipocoristica dialettale del nome latino di origine persiana Cyrus (vedi CIRO)).

In ogni caso mi spiace se ho dato l'impressione di voler per forza affermare una nobile discendenza alla mia famiglia, non era mia intenzione e non mi interessa, mentre mi interessa conoscere ogni utile notizia, tratta da fonti documentali, relativa alle famiglie CIRIELLI / CIRIELLO. Per questo la mia iniziale domanda riguardava gli studi del professor De Felice.
Cordiali saluti ai lettori / iscritti al fornum
Gianciri
 
Messaggi: 9
Iscritto il: venerdì 16 settembre 2016, 19:53

Re: origine dei cognomi

Messaggioda GENS VALERIA » lunedì 19 settembre 2016, 18:21

Gianciri ha scritto:
...In ogni caso mi spiace se ho dato l'impressione di voler per forza affermare una nobile discendenza alla mia famiglia, non era mia intenzione e non mi interessa, mentre mi interessa conoscere ogni utile notizia, tratta da fonti documentali, relativa alle famiglie CIRIELLI / CIRIELLO. Per questo la mia iniziale domanda riguardava gli studi del professor De Felice.
Cordiali saluti ai lettori / iscritti al fornum

Gentile amico ,nello studio dei cognomi , eventuali origini nobili , non sono minimamente interessanti.

Una prima ricerca sul Dizionario dei cognomi italiani di Emidio De Felice non ha condotto ad alcun riferimento al cognome in questione , tuttavia esso viene riportato (v. Cirillo ) a pagina 807 e ( Ciriello, nap ----> Cirillo ) a pagina 67 del Dizionario ragionato dei cognomi italiani di Michele Francipane. ed BUR , 2007.

E' noto che il suffisso latino -illus .a. um è ipocoristico- vezzeggiativo Ciro ---> Cirillo , mentre - iello . a è il corrispondente meridionale/ campano / napoletano. es Gennariello , Masaniello ecc.
Deriva comunque , come ha correttamente osservato dal termine greco kirios ... re , signore , sovrano.

Cordiali saluti
Chi è ... è , chi non è ... non può essere.

Sergio de Mitri Valier Immagine
Avatar utente
GENS VALERIA
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 4955
Iscritto il: domenica 24 giugno 2007, 22:39
Località: Chiavari

Re: origine dei cognomi

Messaggioda Gianciri » lunedì 26 settembre 2016, 16:43

Ringrazio per i contributi chi è intervenuto citando alcuni dizionari di cognomi italiani, i quali peraltro si riferiscono espressamente solo ad una possibile origine dei cognomi Cirielli – Ciriello, da una forma ipocoristica dialettale del nome latino di origine persiana Cyrus / Ciro, senza alcuna affermazione di certezza.
L’utilizzo nel caso concreto del suffisso - iello . a . i “corrispondente meridionale/ campano / napoletano” del latino illus .a. um, mi parrebbe non aderente alla antica presenza dei cognomi Cirielli – Ciriello in una regione del nord: il Veneto.
Infatti, nell’ “Archivio Veneto ed. 1882 tomo XXIII parte prima” si cita (pag. 392), dalla Cronaca Boscolo esistente nella Biblioteca del Seminario di Chioggia, la presenza della famiglia Cirielli compresa nell’elenco delle Famiglie che rimasero in Consiglio della serrata del 1401.
Dalla stessa fonte si rilevano le trascrizioni di alcuni manoscritti:
- In un atto redatto dal notaio Gio. Carlo D. Lisatti il 24 feb. 1522, tratto dal libro VIII dei Consigli, pag. 13 tergo, Arch. Antico municipale di Chioggia si cita un S. Sebastiani Cirielo quale uno dei tre “justitiarii Comunis”. (pag. 377)
- Ancora tra le famiglie citate nel Libro d’oro dei Cittadini Giurati di Chioggia esistente all’epoca di poco precedente la caduta della Repubblica di Venezia, è citata la famiglia Ciriello (pag. 550-551)
- Infine, nel Libro Privilegii pag. 62 t. del 31 ott. 1581 dopo il “Cattalogo delle Famiglie Popolari che pretendeano l’aggregazione al Consiglio di Chioza” seguiva il “Cattalogo delle Famiglie capaci delli Consigli, et Ufficii della Magnifica Comunità di Chioza” nel quale risulta la famiglia Cirielli (pag. 559-561).

La presenza di questi cognomi nel nord Italia, ed in particolare nell’area veneziana, che come è noto rimase sotto l’influenza bizantina per diversi secoli, mi fa credere che i cognomi predetti si siano formati attraverso la fusione dell’appellativo kirie (dal termine greco Kyrios), utilizzato nel medioevo per indicare i notabili di origine greca, ad un nome familiare diverso quale ad esempio “Elia”, storicamente accertato nel barese (vedi cronache di Massilla o storia del Beatillo).
E non come si sostiene, dall’aggiunta del suffisso ipocoristico- vezzeggiativo latino -illus o napoletano –iello al nome Ciro. Se il cognome derivasse da un capostipite Ciro ed il meccanismo di trasformazione del cognome fosse legato all’uso del suffisso ipocoristico- vezzeggiativo, forse nel veneto avremmo avuto la famiglia Cirillo e non la famiglia “napoletana” Ciriello.
In ogni caso non mi interessa molto questo tipo di speculazione sull’origine del cognome, fondando entrambe su ipotesi, quella di Ciro e quella di Kirie Elia, nessuna delle due più o meno pindarica dell’altra, né approfondire il contenuto di una stringata frase copiata da un dizionario dei cognomi, scritta dagli autori in formula dubitativa.

Forse sarebbe molto più interessante conoscere se qualcuno, nel fare ricerche su questi cognomi, avesse trovato riscontri documentali dai quali desumere, con dati storici, l’origine di queste famiglie.

Ringrazio e saluto tutti
Gianciri
 
Messaggi: 9
Iscritto il: venerdì 16 settembre 2016, 19:53

Re: origine dei cognomi

Messaggioda DavCer » giovedì 15 giugno 2017, 14:54

Gianciri ha scritto:Ringrazio per i contributi chi è intervenuto citando alcuni dizionari di cognomi italiani, i quali peraltro si riferiscono espressamente solo ad una possibile origine dei cognomi Cirielli – Ciriello, da una forma ipocoristica dialettale del nome latino di origine persiana Cyrus / Ciro, senza alcuna affermazione di certezza.
L’utilizzo nel caso concreto del suffisso - iello . a . i “corrispondente meridionale/ campano / napoletano” del latino illus .a. um, mi parrebbe non aderente alla antica presenza dei cognomi Cirielli – Ciriello in una regione del nord: il Veneto.
Infatti, nell’ “Archivio Veneto ed. 1882 tomo XXIII parte prima” si cita (pag. 392), dalla Cronaca Boscolo esistente nella Biblioteca del Seminario di Chioggia, la presenza della famiglia Cirielli compresa nell’elenco delle Famiglie che rimasero in Consiglio della serrata del 1401.
Dalla stessa fonte si rilevano le trascrizioni di alcuni manoscritti:
- In un atto redatto dal notaio Gio. Carlo D. Lisatti il 24 feb. 1522, tratto dal libro VIII dei Consigli, pag. 13 tergo, Arch. Antico municipale di Chioggia si cita un S. Sebastiani Cirielo quale uno dei tre “justitiarii Comunis”. (pag. 377)
- Ancora tra le famiglie citate nel Libro d’oro dei Cittadini Giurati di Chioggia esistente all’epoca di poco precedente la caduta della Repubblica di Venezia, è citata la famiglia Ciriello (pag. 550-551)
- Infine, nel Libro Privilegii pag. 62 t. del 31 ott. 1581 dopo il “Cattalogo delle Famiglie Popolari che pretendeano l’aggregazione al Consiglio di Chioza” seguiva il “Cattalogo delle Famiglie capaci delli Consigli, et Ufficii della Magnifica Comunità di Chioza” nel quale risulta la famiglia Cirielli (pag. 559-561).




La presenza di questi cognomi nel nord Italia, ed in particolare nell’area veneziana, che come è noto rimase sotto l’influenza bizantina per diversi secoli, mi fa credere che i cognomi predetti si siano formati attraverso la fusione dell’appellativo kirie (dal termine greco Kyrios), utilizzato nel medioevo per indicare i notabili di origine greca, ad un nome familiare diverso quale ad esempio “Elia”, storicamente accertato nel barese (vedi cronache di Massilla o storia del Beatillo).
E non come si sostiene, dall’aggiunta del suffisso ipocoristico- vezzeggiativo latino -illus o napoletano –iello al nome Ciro. Se il cognome derivasse da un capostipite Ciro ed il meccanismo di trasformazione del cognome fosse legato all’uso del suffisso ipocoristico- vezzeggiativo, forse nel veneto avremmo avuto la famiglia Cirillo e non la famiglia “napoletana” Ciriello.
In ogni caso non mi interessa molto questo tipo di speculazione sull’origine del cognome, fondando entrambe su ipotesi, quella di Ciro e quella di Kirie Elia, nessuna delle due più o meno pindarica dell’altra, né approfondire il contenuto di una stringata frase copiata da un dizionario dei cognomi, scritta dagli autori in formula dubitativa.

Forse sarebbe molto più interessante conoscere se qualcuno, nel fare ricerche su questi cognomi, avesse trovato riscontri documentali dai quali desumere, con dati storici, l’origine di queste famiglie.

Ringrazio e saluto tutti


Queste ipotesi potrebbero valere anche per il cognome CERIELLO?
DavCer
 
Messaggi: 21
Iscritto il: mercoledì 14 giugno 2017, 20:00

Re: origine dei cognomi

Messaggioda GENS VALERIA » giovedì 15 giugno 2017, 18:57

DavCer ha scritto:Ringrazio e saluto tutti

Queste ipotesi potrebbero valere anche per il cognome CERIELLO?

Certamente !
Chi è ... è , chi non è ... non può essere.

Sergio de Mitri Valier Immagine
Avatar utente
GENS VALERIA
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 4955
Iscritto il: domenica 24 giugno 2007, 22:39
Località: Chiavari

Re: origine dei cognomi

Messaggioda DavCer » venerdì 16 giugno 2017, 9:46

GENS VALERIA ha scritto:
DavCer ha scritto:Ringrazio e saluto tutti

Queste ipotesi potrebbero valere anche per il cognome CERIELLO?

Certamente !

La ringrazio per la risposta ! Se fosse così , quale sarebbe il blasone rappresentante della famiglia ? ( forse quello dei Chiurlia che da quanto ho capito sono gli 'antenati ' dei Cirilli o Cirillo)
DavCer
 
Messaggi: 21
Iscritto il: mercoledì 14 giugno 2017, 20:00

Re: origine dei cognomi

Messaggioda Cawdor » venerdì 16 giugno 2017, 12:04

DavCer ha scritto:
GENS VALERIA ha scritto:
DavCer ha scritto:[...] , quale sarebbe il blasone rappresentante della famiglia ? ( forse quello dei Chiurlia che da quanto ho capito sono gli 'antenati ' dei Cirilli o Cirillo)


forse si fa prima a vedere l'immagine stemma del suo palazzo Ceriello
la sua località/collocazione del palazzo
la storia del palazzo (quando è stato costruito, l'architetto, e il committente)
Avatar utente
Cawdor
 
Messaggi: 633
Iscritto il: martedì 29 aprile 2008, 14:48

Re: origine dei cognomi

Messaggioda DavCer » venerdì 16 giugno 2017, 14:56

Cawdor ha scritto:
DavCer ha scritto:
GENS VALERIA ha scritto:
DavCer ha scritto:[...] , quale sarebbe il blasone rappresentante della famiglia ? ( forse quello dei Chiurlia che da quanto ho capito sono gli 'antenati ' dei Cirilli o Cirillo)


forse si fa prima a vedere l'immagine stemma del suo palazzo Ceriello
la sua località/collocazione del palazzo
la storia del palazzo (quando è stato costruito, l'architetto, e il committente)

Non so come si inseriscono le immagini , quindi le spiego come è fatto il blasone (che ho erroneamente scambiato con quello dei Ceriana Mayneri). Il blasone ha una fascia con 3 gigli allineati e ai lati di questa fascia ci sono due leoni o ghepardi rampanti. Per quanto riguarda la storia del palazzo dovrei consultare gli archivi e al momento non sono a casa
DavCer
 
Messaggi: 21
Iscritto il: mercoledì 14 giugno 2017, 20:00

Re: origine dei cognomi

Messaggioda Cawdor » sabato 17 giugno 2017, 11:49

manca di sapere la location di riferimento allo stemma, al cognome, al palazzo. forse Napoli?, Sant'Anastasia(NA), Venezia?
x la sua immagine la può inserendo andando nel sito sotto indicato e far copia e incolla del link che le verrà indicato
1) https://postimage.io/ (non occorre nemmeno iscriversi o registrarsi)
2) cliccare "Scegliere le immagini" (scegliere 1 o + immagini)
3) se fatto con 1 immagine esce subito una scheda dei link
io spesso uso il link "Anteprima per forum:" selezioni tutto il link indicato e lo copi qua nel forum in un suo msg

ESEMPI dalla sua descrizione
Immagine
Avatar utente
Cawdor
 
Messaggi: 633
Iscritto il: martedì 29 aprile 2008, 14:48

Re: origine dei cognomi

Messaggioda DavCer » domenica 18 giugno 2017, 0:01

Cawdor ha scritto:manca di sapere la location di riferimento allo stemma, al cognome, al palazzo. forse Napoli?, Sant'Anastasia(NA), Venezia?
x la sua immagine la può inserendo andando nel sito sotto indicato e far copia e incolla del link che le verrà indicato
1) https://postimage.io/ (non occorre nemmeno iscriversi o registrarsi)
2) cliccare "Scegliere le immagini" (scegliere 1 o + immagini)
3) se fatto con 1 immagine esce subito una scheda dei link
io spesso uso il link "Anteprima per forum:" selezioni tutto il link indicato e lo copi qua nel forum in un suo msg

ESEMPI dalla sua descrizione
Immagine



https://postimg.org/image/o8zcm9gcn/ Blasone del Palazzo preso da foto antica
Per quanto riguarda le informazioni relative al palazzo dovrei consultare gli archivi e in questo momento non mi trovo in città , il palazzo si trova tra Sant'Anastasia (NA) e Pomigliano D'Arco (NA)
DavCer
 
Messaggi: 21
Iscritto il: mercoledì 14 giugno 2017, 20:00

Prossimo

Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 9 ospiti