CALDARERA di Randazzo e Sant'Angelo di Brolo

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Messanensis, Alessio Bruno Bedini, GENS VALERIA

Re: CALDARERA di Randazzo e Sant'Angelo di Brolo

Messaggioda Halcedo » venerdì 2 gennaio 2015, 20:59

Buonasera,
Allego altro stemma dei Marchesi Natoli, anch'essi antenati dei CALDARERA attualmente esistenti. La moglie di Nicolò Placido CALDARERA fu infatti Francesca Natoli, sorella del Marchese Vincenzo Natoli.
Immagine
Potremmo ipotizzare che la torre col leone che vi si arrampica sia un riferimento ai Natoli e la A un riferimento agli Amato....
Halcedo
 
Messaggi: 22
Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 21:17

Re: CALDARERA di Randazzo e Sant'Angelo di Brolo

Messaggioda Halcedo » sabato 12 ottobre 2019, 23:05

Buongiorno,

vorrei ritornare sull'analisi di uno stemma che era sulla torre di Piano Croce - Sant'Angelo di Brolo.
STEMMA CALDARERA ANGOTTA (1).jpg


Inequivocabilmente riconoscibile sono gli stemmi CALDARERA ed ANGOTTA.
Prima nota.
Lo stemma Angotta è "brisato" perchè nel campo in basso le due barre e le stelle sono disposte a salire da sinistra a destra, ma negli stemmi ufficiali si trova un altra disposizione, specchiata rispetto a quella dello stemma in questione. Qui di seguito le barre sono tre e disposte a salire da destra a sinistra.
p-7-7-8-27_67_108778_0.jpg
p-7-7-8-27_67_108778_0.jpg (72.36 KiB) Osservato 162 volte

Questa brisatura dello stemma Angotta mi fa pensare che anche gli altri possano essere brisati e modificati o semplificati rispetto agli ufficiali.
Io penso che forse per esigenze artisitiche/limiti tecnici di rappresentazione i due stemmi nei quarti inferiori siano "pezzi" brisati di altri stemmi.
Da qui le mie riflessioni di cui vorrei rendervi partecipi ed avere una vostra opinione.
Nel quarto inferiore sinistro vedo un leone rampante, coronato, e tre stelle. Io credo alla luce dei numerosi matrimoni contratti sempre fra le stesse famiglie, questo stemma sia una parte dello stemma Basile.
url.jpg
url.jpg (11.65 KiB) Osservato 162 volte

Nel quarto inferiore destro, mi pare di vedere un uccello con un pennaccio sul capo (fenice? pavone?) che vola verso un grande sole sito nell'angolo in alto a sinistra. Da qui io penso che questa sia una semplificazione ed una brisatura dello stemma di casa Saporito (SIC) (Sant’Angelo di Brolo) Titolo: barone di Scarapullè e Danile, d’azzurro partito da un palo d’argento. 1° alla fascia d’argento accompagnata in capo da un leone sormontato da una stella il tutto d’oro, nel 2° alla roccia sostenente un pavone il tutto al naturale dal sole d’oro
Saporito.png
Saporito.png (209.65 KiB) Osservato 162 volte


Questo stemma lapideo sembrerebbe rappresentare un individuo con quattro quarti di nobiltà derivante delle 4 nobili famiglie dei suoi quattro nonni: CALDARERA-ANGOTTA-BASILE-SAPORITO. Credo che a sinistra vi siano i nonni ed a destra le nonne: nonno Caldarera, nonna Angotta, nonno Basile e nonna Saporito. Credo si tratti dello stemma di un Caldarera che ha voluto mettere assieme lo stemma del padre, Caldarera-Angotta e di una Basile-Saporito.

Cosa ne pensate?
Halcedo
 
Messaggi: 22
Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 21:17

STEMMA CALDARERA

Messaggioda Halcedo » lunedì 14 ottobre 2019, 21:32

Buonasera,

dopo qualche riflessione, andando per deduzioni ed esclusioni, vorrei tornare un attimo a parlare di questo stemma:
STEMMA CALDARERA ANGOTTA (1).jpg

Dal quarto Angotta, vedo una prima brisura o licenza sulla rappresentazione dello stemma: infatti nello stemma lapideo le barre e le stelle dello stemma angotta vanno a salire da sinistra a destra. Nello stemma ufficiale le barre sono disposte in altro modo:
p-7-7-8-27_67_108778_0.jpg
p-7-7-8-27_67_108778_0.jpg (72.36 KiB) Osservato 138 volte

Questa è una prima modifica che potrebbe far pensare che lo scultore adattasse gli stemmi per limiti tecnici o licenza artistica... Quindi penso abbia avuto lo stesso approccio ai due stemmi inquartati in basso.
Secondo me in basso a sinistra troviamo una brisura dello stemma dei Basile di Sant'Angelo (parenti dei Caldarera per numerosissimi matrimoni) ed in particolare credo che il leone rampante e coronato con le tre stelle provenga dai BASILE:
url.jpg
url.jpg (11.65 KiB) Osservato 138 volte

Nel quarto in basso a destra, io vedo un uccello volante verso un grande sole ad ali spiegate con in capo una sorta di pennacchio, una coda a ruota (poco sviluppata), ai lati della coda qualcosa che forse rappresenta una collinetta. Potrebbe essere lo stemma col pavone dei SAPORITO (parenti dei Caldarera per numerosissimi matrimoni).
Saporito-1.png
Saporito-1.png (209.65 KiB) Osservato 138 volte


Trattasi forse di un individuo i cui nonni erano CALDARERA, ANGOTTA, BASILE, SAPORITO.
Cosa ne pensate?
Halcedo
 
Messaggi: 22
Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 21:17

Re: CALDARERA di Randazzo e Sant'Angelo di Brolo

Messaggioda Messanensis » martedì 15 ottobre 2019, 9:43

Vorrei far notare alcune cose:

1) Quando si inquartavano le armi gentilizie dei propri avi solitamente si ponevano nel 1° e 3° quarto (cioè nel lato destro dello scudo) gli stemmi degli avi paterni mentre nel 2° e 4° quarto (cioè nel lato sinistro dello scudo) gli stemmi degli avi materni. Pertanto, secondo la sua interpretazione, dovrebbe trattarsi di un Caldarera-Basile che sposa una Angotta-Saporito.
2) Il quarto Angotta non è brisato, come si può vedere nella seguente immagine tratta dal manoscritto "Blasone palermitano" del Villabianca (il quale riportò lo stemma presente sulla sepoltura seicentesca di Francesco Angotta in una chiesa di Palermo)
angotta.jpg
Ne troviamo conferma anche nel Nobiliario di Sicilia del Mango: http://www.bibliotecacentraleregionesic ... ngotta.jpg
3) Come ho già scritto in un precedente post, lo stemma lapideo di Piano Croce è settecentesco, quindi non può contenere elementi di stemmi creati ex novo negli anni '20 del secolo scorso. Per questo motivo nutro forti perplessità che il terzo quarto possa essere Basile.
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1563
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Re: CALDARERA di Randazzo e Sant'Angelo di Brolo

Messaggioda Halcedo » martedì 15 ottobre 2019, 13:17

Salve Rosario,

" quindi non può contenere elementi di stemmi creati ex novo negli anni '20 del secolo scorso." cosa significa? Perchè fa riferimento al 1920?
Halcedo
 
Messaggi: 22
Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 21:17

Re: CALDARERA di Randazzo e Sant'Angelo di Brolo

Messaggioda Messanensis » martedì 15 ottobre 2019, 15:28

Halcedo ha scritto:Salve Rosario,

" quindi non può contenere elementi di stemmi creati ex novo negli anni '20 del secolo scorso." cosa significa? Perchè fa riferimento al 1920?


Lo stemma Basile con il leone e tre stelle che lei ha inserito è quello che fu riconosciuto al barone Carlo Emanuele Basile nel 1926, ma il padre senatore Achille e gli altri Basile di S. Angelo usavano uno stemma diverso...
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1563
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Re: CALDARERA di Randazzo e Sant'Angelo di Brolo

Messaggioda Halcedo » martedì 15 ottobre 2019, 19:28

Molto chiaro.
Potremmo cercare di andare per esclusione prendendo in considerazione tutti i casati nobili di Sant'Angelo di Brolo? O che con Sant'Angelo hanno avuto relazioni?
Angotta, Amato, Lancia, Natoli, Tedeschi, Taviano, Saporito, Giuffrè, Faranda.... Se avete altri nomi/stemmi da suggerire...
Halcedo
 
Messaggi: 22
Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 21:17

Precedente

Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot], Google [Bot] e 7 ospiti