Richiesta di aiuto Archivio di Stato Napoli

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Alessio Bruno Bedini, Messanensis, GENS VALERIA

Re: Richiesta di aiuto Archivio di Stato Napoli

Messaggioda Nicolella De Vicaris » giovedì 17 maggio 2018, 12:57

Altro link sulla storia di Locorotondo e dei Loffredo:

http://digilander.libero.it/locomind/st ... la%201.htm

Se mi darai tempo e pazienza, appena possibile vado a Locorotondo in detta chiesa e ti posto le foto del cavaliere Ottaviano Loffredo con relativo stemma, di cui esiste il cenotafio databile al XV secolo in fondo alla navata sinistra di Santa Maria la Greca.

Saluti cordiali,

N.H. don Damiano Alessio Nicolella De Vicaris de Venusio
patrizio napoletano, marchese di Santa Lucia.

P.S.: Tra l'altro (verifico fra i miei documenti) i Loffredo furono partecipi della fondazione di Alberobello e, forse, del tragico assedio di Otranto del 14 agosto 1480. Possiedono il titolo di principe.
Nicolella De Vicaris
 
Messaggi: 24
Iscritto il: martedì 10 aprile 2018, 19:38

Re: Richiesta di aiuto Archivio di Stato Napoli

Messaggioda Vincenzo Loffreda » giovedì 17 maggio 2018, 14:51

Grazie mille gentilissimo Damiano!
:)
Vincenzo Loffreda
 
Messaggi: 182
Iscritto il: domenica 29 agosto 2010, 15:24

Re: Richiesta di aiuto Archivio di Stato Napoli

Messaggioda Nicolella De Vicaris » lunedì 21 maggio 2018, 12:32

]Buongiorno Vincenzo,

di ritorno da Locorotondo ti fornisco le seguenti notizie (in ordine cronologico):

- 1485 Miglionico (Basilicata) castello del Malconsiglio: i baroni del Regno di Napoli si ribellano a re Ferrante I d'Aragona (figlio di re Alfonso V il Magnanimo) e ordiscono la celebre "Congiura dei Baroni" (documentata dallo storico Polizio con un libello di alcuni anni dopo e ripresa in corteo storico dalla Pro Loco il 14 agosto (http://www.prolocomiglionico.it); i baroni ribelli saranno dispersi, incarcerati, e molti giustiziati a Napoli;

- Aghelberto Del Balzo Orsini, barone di Locorotondo succeduto ai Carafa (attestati a Locorotondo nel 1449), coinvolto nella congiura, viene spossessato del feudo, che negli anni successivi, nella redistribuzione dei feudi del Regno di Napoli fatta dai d'Aragona ai loro fedeli, viene assegnato a Pirro di Loffredo. Riporto testualmente (inclusi gli errori ortografici) dalla "Descrittione del Regno di Napoli" di Scipione Mazzella (pubblicato in Napoli nel 1601);

"Havendo il Re Ferrante I soggiogati i Baroni ribelli del Regno, donò a Pirro di Loffredo per causa della sua fedeltà, e servitij fatti in detta guerra la Baronia di Carovigna, e di Locorotondo, e lo creò Governatore delle Province di Basilicata di Principato, e di terra d'Otranto, nel qual tempo fu ancora dallo stesso Re, Roberto di Loffredo, donandole la Baronia di Nocera, e di Canna";

- la chiesa tardogotica extramoenia di Santa Maria la Greca a Locorotondo, probabile antica tappa di pellegrinaggi sull'istmo Taranto-Egnazia (a causa di una distruzione di documenti avvenuta in età moderna il documento più antico pervenutoci su di essa è del 1520, ma è sicuramente risalente nelle forme più antiche, sopravvissute nell'abside, ai secoli XII-XIII) custodisce,in fondo alla navata sinistra (dopo la distruzione degli altari laterali avvenuta nell'800) la statua (probabile resto di un "cenotafio" ovvero monumento funebre senza la salma) di un cavaliere inginocchiato orante in armatura quattrocentesca (del tipo in uso alle truppe aragonesi), sul cui basamento è incisa la dicitura in rozzi caratteri "Pirrus princeps Tarent. S.P.P. [seguono lettere indecifrabili]". Stando il succitato documento, costui dovrebbe essere appunto, caro Vincenzo, Pirro di Loffredo principe di Taranto (quest'ultimo attributo è da verificare comparando la storia di Taranto a fine '400);

- sull'altare maggiore, dedicato alla Madonna delle Rose e Santi con pregevole polittico rinascimentale in pietra, è riportato lo stemma dei Loffredo, stemma che ho tratto dalla succitata "Descrittione" e che qui vi sottopongo:

[attachment=0]loffredo.png[/attachment

Spero (come al solito) di averti fatto cosa gradita. A breve vi inserisco la foto della statua. Cordialmente,

N.H. don Damiano Alessio Nicolella De Vicaris de Venusio,
patrizio napoletano, marchese di Santa Lucia
Allegati
loffredo.png
Lo stemma dei Loffreo
loffredo.png (44.61 KiB) Osservato 24 volte
Nicolella De Vicaris
 
Messaggi: 24
Iscritto il: martedì 10 aprile 2018, 19:38

Re: Richiesta di aiuto Archivio di Stato Napoli

Messaggioda Vincenzo Loffreda » lunedì 21 maggio 2018, 15:50

E' cosa più che gradita gentilissimo Damiano, anche in considerazione del fatto che sono spesso in Puglia, dove ho numerosissimi parenti tra Bari e Taranto.
Le notizie sono molto interessanti: sono stato a Locorotondo qualche mese fa ma non ho visitato la chiesa in questione...ci tornerò volentieri! ;)
Mi preme comunque sottolineare nuovamente che tra l'illustre famiglia napoletana che ebbe la baronìa di Locorotondo e la mia famiglia non sussiste alcun tipo di collegamento genealogico, malgrado il racconto fantasioso di un paio di storici locali dell'800.
Grazie ancora!
Vincenzo Loffreda
 
Messaggi: 182
Iscritto il: domenica 29 agosto 2010, 15:24

Precedente

Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti