Famiglia Moscati

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Messanensis, Alessio Bruno Bedini, GENS VALERIA

Messaggioda Zaccheo » domenica 13 gennaio 2008, 19:34

Franz Chiarizia de Molise ha scritto:....e cosi' facendo magari salta fuori il Colonnello Domenico Moscati....


Il colonnello Domenico Moscati nacque a Santa Lucia di Serino nel 1768. Egli era figlio di Francesco e Prudenza Sparano che oltre a lui ebbero altri tre figli maschi.
Domenico Moscati aderì agli ideali giacobini che, giungendo in quel periodo da oltralpe, infiammarono gli animi di molti giovani eruditi del suo tempo.
Fece la carriera militare e, giunto Napoleone, raggiunse il grado di colonnello nel suo esercito.
Stando probabilmente di stanza a Napoli, conobbe e sposò nel 1792 Maria Carmela Chiarizia, figlia di un noto avvocato partenopeo. Dai due nacque solamente Luigi, morto in giovane età prima del 1831, anno in cui morì suo padre.
Uno dei fratelli del colonnello Domenico Moscati, di nome Filippo, trasferì la propria residenza da Santa Lucia di Serino a Salerno. Di questo ramo della famiglia, insignito nel 1942 del titolo di "nobile" (m.f.), si è già fatto cenno in questo dibattito.

Queste notizie mi sono state cortesemente segnalate da un discendente della famiglia Moscati che :) mi permetto di ringraziare a nome del forum I.A.G.I.

Cordialmente,
Ferrante
"Gli Israeliti si accamperanno ciascuno vicino alla sua insegna con i simboli dei casati paterni" (Numeri 2,2)
Avatar utente
Zaccheo
 
Messaggi: 2244
Iscritto il: domenica 7 agosto 2005, 22:51
Località: Roma

Messaggioda Franz Chiarizia de Molise » domenica 13 gennaio 2008, 19:44

Ho avuto anche io un colloquio telefonico con questa squisita persona, che mi ha riferito quanto scritto dal sempre gentilissimo amico Zaccheo..

Appena sapro' qualcosa di nuovo sarà mia premura postarlo qui nel forum.

Grazie a tutti per l'aiuto!

FCdM
"...io non domando per la mia antica nobiltà, ne cariche ne onori..."
Generale Pietro Odoardo Chiarizia 1815

Turbo Procella e Ria Stagion Non Teme
Socio I.A.G.I
Socio A.I.O.C
Avatar utente
Franz Chiarizia de Molise
 
Messaggi: 686
Iscritto il: martedì 3 agosto 2004, 14:34
Località: Roma

Messaggioda Zaccheo » mercoledì 16 gennaio 2008, 13:26

Il giorno 11 ottobre 1657 il sacerdote Alessandro Vigorita impartiva il sacramento cristiano del Battesimo a Francesco Giuseppe Solimene, nato a Canale di Serino il 4 ottobre dello stesso anno.
E’ noto chi sia quel bambino e quello che da grande, firmandosi “Solimena”, avrebbe rappresentato per l’arte italiana ( http://it.wikipedia.org/wiki/Francesco_Solimena ).
Padrino di battesimo del Solimena fu il dott. Carlo Moscati fratello di Domenico, antenato diretto di San Giuseppe Moscati.

Una ulteriore curiosità: nella chiesa del Gesù Nuovo di Napoli, a pochi metri di distanza dalla stupenda ed enorme opera del Solimena intitolata “La cacciata di Eliodoro dal tempio” fu ubicata, secoli dopo e in modo del tutto casuale, la tomba del “Medico dei poveri”.


Immagine
Autoritratto di Francesco Solimene ("Solimena").

Cordialmente,
Ferrante
"Gli Israeliti si accamperanno ciascuno vicino alla sua insegna con i simboli dei casati paterni" (Numeri 2,2)
Avatar utente
Zaccheo
 
Messaggi: 2244
Iscritto il: domenica 7 agosto 2005, 22:51
Località: Roma

Re: Famiglia Moscati

Messaggioda L.A.S. » mercoledì 7 maggio 2008, 18:35

Riprendo l'interessante discussione, perché proprio in questo momento mi è caduto fra le mani il volume di Francesco Barra, Chiesa e società nel Mezzogiorno d'Italia (Elio Sellino editore, Pratola Serra 2002), in cui si trova, alle pp. 109-115, lo scritto dal titolo Le radici familiari di S. Giuseppe Moscati, condotto su diverse fonti dell'Archivio di Stato di Avellino. Ne riporto di seguito alcuni stralci, certo di fare cosa gradita:

[...] Il forte rapporto [di S. Giuseppe Moscati] con le proprie radici, del resto, caratterizzava tutti i Moscati. Esamplare è il caso di un grande maestro di storia e di vita quale fu Ruggero Moscati (1909-1981). Pur essendo vissuto...lontano da S. Lucia di Serino, egli ebbe e conservò sempre una vera e propria venerazione per l'Irpinia in genere e per S. Lucia in particolare, che considerava la culla della sua famiglia. [...] L'opera dell'indimenticabile "don Ruggero" non esaurisce la storia della famiglia Moscati, per più aspetti singolare. E ciò a cominciare dall'origine. I "ricchissimi e nobilissimi" Moscati - come li definisce lo storico di Serino Alfonso Masucci - appaiono infatti sostanzialmente tali già nei primi decenni del XVI secolo, quando cioè inizia la loro presenza documentata nel Serinese. La loro origine era certamente estranea all'Irpinia. [...] Moscati deriva in effetti dall'arabo-siculo Muscat, ossia Sinagoga. La forma originaria del cognome - attestata dal primo documento del 1529 - era per l'appunto Muscato. Il cognome [...] getta una forte luce sulle origini della famiglia, che doveva quasi sicuramente provenire dalla Sicilia, da dove era giunta sul continente dopo l'espulsione degli ebrei decretata nel 1492. [...] A conferma di ciò, si aggiunga che sin dagli inizi i Moscati appaiono dotati di cospicui capitali liquidi, di una notevole ricchezza in gioielli e di un forte spirito imprenditoriale e che [...] essi esercitavano la medicina e l'attività farmaceutica: tutte caratteristiche, queste, tipiche delle famiglie meridionali di estrazione ebraica. Agli inizi del '500 vivevano a Serino Jacopo e Antonio Moscati [...] che gestivano tra l'altro una "apotheca aromataria", cioè una farmacia [...]. Più copiose notizie abbiamo a proposito di un altro Moscati, don Marco [...], un anziano sacerdote animoso e attaccabrighe, infaticabile collezzionatore di benefici e detentore di un cospicuo patrimonio [...] Uno dei nipoti di questi primi Moscati fu Palmerio [...], al quale si deve la ristrutturazione del palazzo di Fontanelle, mentre nel borgo originario di Ribottoli rimasero la torre dei Moscati e la vecchia casa palazziata. Anche Palmerio fu un apprezzato medico [...] e assistette tra l'altro la contessa di Serino Giovanna Piccolomini, vedova di Francesco della Tolfa, la quale nel suo testamento [...] gli legò 300 ducati. [...] L'ascesa della famiglia proseguì anche dopo la morte, nel 1560, di Palmerio, e già l'anno successivo il primogenito Giovanni Antonio ottenne da Filippo II un privilegio di nobiltà. La figura più rappresentativa dei Moscati della nuova generazione fu tuttavia Fabio (+600), anch'egli dottore in medicina, più volte Sindaco di Serino e ricco imprenditore armentario. Marito di Porzia de Sotiis, figlia del barone di S. Nicola Manfredi, Fabio trasferì nel 1592 la sua residenza nel "casale" di S. Lucia, con la cui Università, priva di medici, egli stipulò una vera e propria convenzione [...] E nella sua nuova residenza Fabio fece cosruirsi dai Lambiase, una famiglia di esperti "mastri fabricatori" di Cava, un robusto quanto elegante palazzotto [...]. Grazie agli stretti legami con i Caracciolo principi di Avellino, divenuti nel 1626 anche conti di Serino, i Moscati riuscirono a superare anche la grave crisi del '600. Domenico (1607-1675), figlio di Marcantonio [a sua volta figlio di Fabio], fu infatti "uditore generale" dello "Stato" feudale dei Caracciolo [...] Si avviava contemporaneamente l'ascesa nobiliare di un ramo dei Moscati (estintosi nell'800), con l'acquisizione dei feudi di Volturara Irpina, Olevano sul Tusciano, Albanella e Poppano. [...] I rapporti del magistrato Francesco Moscati (1836-1897), padre del Santo, con Michele Capozzi (1836-1917), a lungo dominatore della vita politica irpina, furono intimi e stretti, come pure quelli dei suoi fratelli minori Domenico (1841) e Alfonso (1850), periti entrambi tragicamente nel terremoto di Casamicciola del 28 luglio 1883. S. Lucia di Serino faceva infatti parte del collegio di Atripalda, rappresentato alla Camera per l'appunto dal Capozzi dal 1867 al 1904, con la sola eccezione del 1876-1880 [...]
L.A.S.
 
Messaggi: 522
Iscritto il: giovedì 18 ottobre 2007, 14:04
Località: P.n.a.l.m.

Re: Famiglia Moscati

Messaggioda alfonsodp » lunedì 23 marzo 2009, 21:00

Mi inserisco nella discussione, fresco di lettura del libro dello storico Ruggero Moscati, "Una famiglia "borghese" del mezzogiorno, Ed. Scientifiche Italiane Napoli 1964 in cui viene descritta con molti dettagli la famiglia Moscati fino a meta' del 1800. Non sono riuscito pero' a trovare collegamenti con la Famiglia Moscati di Bonito(Av) cui apparteneva mia nonna Elaisa. I suoi fratelli minori Federico, farmacista, e Camillo (1887-1961), magistrato di Cassazione, erano figli di Francesco Moscati e Giuseppina Miletti, vissuti verso la meta' dell'ottocento. I Moscati di Serino erano proprietari sino a tempi recenti di possedimenti in Mirabella Eclano, poco distante da Bonito.
Oltre che fare delle ricerche in loco presso gli archivi comunali, mi chiedevo se qualche partecipante al forum e' in grado di aiutarmi in questa ricerca. Grazie in anticipo,
Alfonso

PS: Francesco aveva due fratelli: Nicola e Giuseppe, e forse 3 sorelle. Chiamo' la figlia Elaisa dal nome del personaggio di Elaisa di Benevento del melodramma Il Giuramento di Mercadante, probabilmente era un appassionato d'opera...

Aggiornamento agosto 2009:
Ho trovato a Pietradefusi (AV) il certficato di nascita del mio bisnonno Francesco Filomeno Muscati (n.1845), da cui risulta figlio di Federigo Muscati (n. 1813 circa) marito di Orsola Pascucci, ma non sono riuscito a trovare altri indizi a Pietradefusi. Continuero' la ricerca all'Archivio di stato di Avellino...
Aggiungo altri particolari per chi vorra' aiutarmi: che mio zio Camillo aveva sposato Rosalia De Falco di Fisciano, figlia di Bernardino De Falco, mentre sua sorella Ermelinda (altro nome di un personaggio d'opera...) era moglie di Domenico Urcioli di Misciano.

Aggiornamento settembre 2009:
Trovato negli archivi dell'Universita' di Bologna Oscar Moscati di Nicola, nato il 12/03/1881a Pietradefusi (AV), Facoltà di Farmacia, 1921-22 II anno Già laureato in Veterinaria; proviene dall'Università di Parma (1918-19 II anno).
Si tratterebbe del tenente Oscar Moscati che partecipo' alle 5 giornate di Fiume. Il padre Nicola dovrebbe essere il fratello del mio trisavolo Federigo.

Aggiornamento febbraio 2010:
Orsola Pascucci in Moscati era figlia di Francesco Pascucci, fratello del famoso magistrato Dionisio Pascucci. La contessa Giulia Viti di Altamura, bellissima e giovanissima moglie del magistrato, fu molto ammirata in un ballo alla corte di Gioacchino Murat, con cui apri' le danze. Anche i re Borboni furono ospiti della casa del magistrato a Pietradefusi.
Madre di Dionisio e Francesco Pascucci era Orsola Miletti, di Bonito, figlia di Emilia Cassitto (era la sorella di Romualdo, che sposo' la nipote della moglie Saveria Miletti) e di Gregorio Miletti, fratello di Basilio il fisico, padre di Saveria che fu la progenitrice degli illustrii Cassitto di Bonito.
Marzo 2010:
Ho avuto dati piu' precisi sulla discendenza dai Moscati di S. Lucia di Serino:
Il mio trisavolo Federigo Moscati era nato a S. Lucia da Giuseppe Moscati e Maria Giuseppa Iorio
Questi i figli:
G.Timoteo n.30/11/1842 m.06/08/1910
Fr.Filomeno n.21/06/1845 , il mio bisnonno
Filomena n.30/10/1846
Nicolino n.27/04/1848 m.16/08/1852
e un altro Nicola, padre di Oscar Moscati, legionario Fiumano
Il quadrisavolo Giuseppe potrebbe essere un cugino del magistrato Francesco, padre del Santo...
Qualcuno puo' confermare?
Il padre del magistrato si chiamava Gennaro, potrebbe essere il Gennaro Moscati dei moti del 1820?
Idem per Giuseppe Moscati, padre di Federigo?
Ringrazio in anticipo chi e' in possesso di qualche conferma...
Ultima modifica di alfonsodp il giovedì 5 agosto 2010, 15:44, modificato 1 volta in totale.
alfonsodp
 
Messaggi: 4
Iscritto il: giovedì 19 marzo 2009, 10:47

Re: Famiglia Moscati

Messaggioda marko » mercoledì 5 maggio 2010, 17:31

Gentili amici , mi accorgo solo adesso del forum del sito “inostri avi “ e con gioia vedo che c'è stata una ricerca sulla famiglia Moscati da più parti d'Italia ; chi vi scrive è un discendente della fam. Moscati di Accumoli (RI)in merito ad un'eventuale nesso genealogico tra la mia famiglia e quella del santo Giuseppe di Napoli . Noi risaliamo la nostra discendenza , con certezza assoluta , a partire dai primi del '500 e cioè da Amerigo Moscati padre del giudice Ulisse Moscati nativi di Accumoli e giudice nel processo a Beatrice Cenci , passando per Giovanni Andrea Moscati , sempre di Accumoli , che partecipò alla famosa battaglia di Lepanto ( tra la flotta cristiana e quella ottomana nell' Ottobre del 1571 d.c.) insieme ad un manipolo di paesani dei borghi limitrofi ( rievocazione storica a Spelonga di Arquata del Tr. ) . Nel corso dei decenni si sono sempre succeduti personaggi illustri del casato ( dottori , notari , professori e religiosi ) , anche se poi nell'inizio del '700 la nostra famiglia ebbe un periodo di decadenza , non si sa in quali circostanze , e si ritirò a Tufo vicino ad Accumoli , da cui dipendeva ( attualmente è comune di Arquata del Tronto ) . La nostra casa paterna di Tufo , datata 1530 , probabile convento di frati prima , ospitò l'ultimo illustre parroco di Tufo , divenuto poi sacerdote , don Domenico Moscati ; tutt'ora si notano , sopra l'antico portone d'entrata , le iniziali e lo stemma di famiglia . E' soprattutto tramite l'apporto della memoria tramandata di generazione in generazione nei secoli che asserisco con assoluta certezza , che non esiste alcun nesso tra il casato dei Moscati di Accumoli a quello del santo di Napoli , almeno a partire dai primi del '500 , anche se è evidente il ruolo , l'impronta religiosa ed i personaggi illustri che hanno caratterizzato le due famiglie nel corso dei secoli . Dico questo per ribadire il concetto , visto che all'inizio di questo forum , c'era qulacuno che asseriva ad un nesso tra i due casati senza essere smentito con sicurezza da altri . Distinti saluti .
marko
 
Messaggi: 1
Iscritto il: venerdì 23 aprile 2010, 11:57

Re: Famiglia Moscati

Messaggioda Zaccheo » mercoledì 5 maggio 2010, 18:20

Gentile Signore,
con piacere le rivolgo il mio saluto di benvenuto nel forum IAGI e nel presente dibattito riguardante la famiglia Moscati (da cui nacque San Giuseppe, "medico dei poveri") originaria dell'Irpinia. Spero che alle interessanti notizie da lei accennate in merito all'omonima famiglia Moscati di Accumoli possano seguire numerosi interventi correlati.

Ferrante M.L.
"Gli Israeliti si accamperanno ciascuno vicino alla sua insegna con i simboli dei casati paterni" (Numeri 2,2)
Avatar utente
Zaccheo
 
Messaggi: 2244
Iscritto il: domenica 7 agosto 2005, 22:51
Località: Roma

Re: Famiglia Moscati

Messaggioda PAOLO COGNETTI » giovedì 6 maggio 2010, 13:48

Non ho dati, la famiglia Moscati è imparentata con la mia famiglia a metà settecento. Questo ramo Moscati era di Bitonto.
Un caro saluto, Paolo Cognetti
PAOLO COGNETTI
 
Messaggi: 10
Iscritto il: martedì 27 aprile 2010, 20:32

Origine da S.Lucia di Serino dei Moscati di Bonito (Av)

Messaggioda alfonsodp » giovedì 5 agosto 2010, 15:39

Carissimi,
sono riuscito a ricostruire la discendenza dei Moscati di Bonito, anche grazie al prezioso aiuto delle tavole esposte nella parrocchia di S.Lucia.

A S.Lucia di Serino:

Palmerio Moscati(+1560) Medicinae artium doctor sposa Potenza Fasano di Solofra
Fabio (+1600) sposa Portia de Sotiis figlia di Marcangelo,Barone di S.Nicola Manfredi (BN)
Marcantonio (1557-1637) sposa Lucrezia della Monica di Napoli
Alessandro (1603-1664) sposa Angela Conte figlia di Gian Vincenzo, Barone della Ginestra (S.Giorgio del Sannio BN)
Giuseppe (1649-1706), signore di Toccanisi (BN), sposa Anna Melfluo (nel 1701vende il feudo ad Andrea dell'Aquila)
Giacomo (1704-1768) sposa Teresa Magnacervi
Fabio (1741-1817)sposa Rosa Brescia
Giuseppe (1776-) sposa Maria Giuseppa Iorio
Federico Donato(1814-) sposa Orsola Pascucci e si trasferisce a Dentecane nel comune di Pietradefusi
Francesco Filomeno (1845-1891) sposa M. Giuseppina Miletti e si trasferisce a Bonito

Chiusa questa ricerca mi sono dedicato ad un'altra, molto interessante, sulla discendenza dei Cassitto dagli Ortenburg Carinziani, un saluto e...a presto!
Ultima modifica di alfonsodp il mercoledì 22 dicembre 2010, 20:40, modificato 1 volta in totale.
alfonsodp
 
Messaggi: 4
Iscritto il: giovedì 19 marzo 2009, 10:47

Re: Famiglia Moscati

Messaggioda danti73 » venerdì 6 agosto 2010, 1:30

Quali tavole sono esposte nella parrocchia di Santa Lucia?
Non facit nobilem atrium plenum fumosis imaginibus
danti73
 
Messaggi: 365
Iscritto il: sabato 4 dicembre 2004, 16:42
Località: torino

Re: Famiglia Moscati

Messaggioda alfonsodp » venerdì 6 agosto 2010, 10:40

In una cappella, io sono passato con il parroco dalla canonica e non so quindi come si accede dall'esterno, sono esposte tre tavole con i tre rami in cui il parroco ha suddiviso la discendenza dei Moscati di S. Lucia, ricavata dai registri battesimali. Mi ha anche fornito copia della registrazione del battesimo del mio avo, In latino. Ho riscontrato qualche piccolo errore nelle tavole, soprattutto nella interpretazione dei nomi dal corsivo degli originali, corretti confrontando con gli atti di nascita o con quanto riportato da Ruggero Moscati nel libro di cui si e' gia' parlato.
Il parroco mi e' sembrato molto disponibile, mentre all'anagrafe del comune ho dovuto insistere per fare io personalmente una ricerca che a loro aveva dato esito negativo...
Ho fotografato le tavole, ma a causa del riflesso le foto sono poco chiare... Posso inviarle per email a chi voglia darci un'occhiata.
alfonsodp
 
Messaggi: 4
Iscritto il: giovedì 19 marzo 2009, 10:47

Re: Famiglia Moscati

Messaggioda ottaviano de biase » mercoledì 27 aprile 2011, 13:03

navigando in rete rovo notizie riguardo gli antenati di S. Giuseppe Moscati. Dopo aver letto tutto quanto mi sento in dovere di suggerire di correggere qualche cosa su quanto si è scritto slle origini della famiglia Moscati. Chi scrive ha da poche settimane concluso una ricerca sulla nascita amministrativa e politica di Santa Lucia di Serino: sono in possesso di notizie inedite sui Moscati a partire dal XVI Sec..
In attesa, Ottaviano De Biase
ottavianodbs@aliceposta.it
ottaviano de biase
 
Messaggi: 3
Iscritto il: martedì 26 aprile 2011, 17:14

Re: Famiglia Moscati

Messaggioda L.A.S. » giovedì 28 aprile 2011, 10:41

ottaviano de biase ha scritto:navigando in rete rovo notizie riguardo gli antenati di S. Giuseppe Moscati. Dopo aver letto tutto quanto mi sento in dovere di suggerire di correggere qualche cosa su quanto si è scritto slle origini della famiglia Moscati. Chi scrive ha da poche settimane concluso una ricerca sulla nascita amministrativa e politica di Santa Lucia di Serino: sono in possesso di notizie inedite sui Moscati a partire dal XVI Sec..
In attesa, Ottaviano De Biase


Nel darti il benvenuto sul "nostro" e quindi anche "tuo" forum, mi permetto di suggerirti di ragguagliarci pubblicamente, se puoi, sui dati da correggere. Sarebbe molto utile, anche perché le notizie nel tempo sopra riportate, relative a diversi rami, e in taluni casi solo omonimi, della famiglia Moscati di Serino, richiedono ancora un lavoro di raccordo e un'adeguata sintesi. Cordialmente,
Lorenzo
L.A.S.
 
Messaggi: 522
Iscritto il: giovedì 18 ottobre 2007, 14:04
Località: P.n.a.l.m.

Re: Famiglia Moscati

Messaggioda ottaviano de biase » giovedì 28 aprile 2011, 18:49

Signor Lorenzo.
per gli appassionati di storia potrei dire molto, ma potrei anche dire cose peraltro già note. Vado per la prima. La storia dei Moscati di Santa Lucia di Serino inizia molti decenni prima dell'arrivo di Fabio. Apprendo, purtroppo, dai vari biografi del Santo, notizie molte delle quali non confermabili dalla documentazione dal sottoscritto consultata. Ma questo vuole essere solo un dettaglio rispetto alle tante nuove che mi auguro di riuscire a pubblicare quanto prima (questo lavoro su Santa Lucia - ripeto, non va oltre il XVI secolo - però dedico un intero capitolo sui Moscati ed è completamente inedito). Ma dato che mi sono posto in gioco, un contributo potrei ugualmente fornirlo. Nel novembre del 2009 (non vorrei sbagliarmi) pubblicai sul Corriere dell'Irpinia un articolo: documentai di quando Marcantonio pose a protezione della Madonna del Carmine la sua famiglia. Il Santo di Santa Lucia ne andava fiero. Purtroppo, trascrizione del documento, foto, e il mio commento, richiesero due intere pagine di giornale.
In attesa che possa suggerirmi come comportarmi, potrebbe cominciare a dirmi lei dove vive?
Cordiali Saluti da Santa Lucia, Ottaviano
ottaviano de biase
 
Messaggi: 3
Iscritto il: martedì 26 aprile 2011, 17:14

Re: Famiglia Moscati

Messaggioda ottaviano de biase » venerdì 13 maggio 2011, 10:20

S. Giuseppe Moscati era molto legato alla madonna del Carmine, le sue origini:

"Die vigesimo septimo febrarii millesimo sexagesimo trigesimo septimo in foro novo Serini. In nostra presentia costituiti Utruis Iuris Doctor Marcus Antonius Moscatus ante sibi netimum et finale condidisse testamentum manorum Notarii Angeli Viola qui testamentum reperitum ipsus Dominis Marci Antonii qui testamentum et omnia et singula legata in eo contenuta ratificat omologat et acceptat cunque post dictum testamentum non nulla sibi occurrerunt declaranda pro exoneratione sue coscientie per manum codicilli declaranti causa mortis omnique alio meliori modo sibi a iure promisso legat aidelicet. Item codicillante et suos codicillos faciendo lascia ordina e comanda che vicino la casa d’esso codicillante dove sta designato se facci una cappella della Madonna Santissima del Carmine Jus Patronato di suoi eredi della quale cappella lascia per una vice tù ducati tremila cioè ducati mille per la celebrazione di tante messe in perpetum per l’anima d’esso codicillante di suoi padre e madre e ducati duemila per il maritaggio delle figliole maritande della famiglia de Moscato del ceppo d’esso codicillante e mancandono dette figliole maritande della famiglia de Moscato del ceppo d’esso codicillante debiano eligersi altre per l’eredi d’esso codicillante istituiti in detto testamento quale cappella vole esso codicillante se facci a spese di detti suoi eredi in modo che detti ducati tremila restano expliciti quali asserisco; Item codicillante et suos codicillos faciendo dichiara esser stato soddisfatto dal Notaro Domenico Peluso di ducati dudici imprestatili per esso codicillante l’anni passati in virtù di polizza di banco quale se ritrova in poter d’esso codicillante vole le si restituisse detta polizza e per detta causa non sia più molestato. Item codicillante et suos codicillos faciendo dichiara ritrovarnosi in poter d’esso codicillante di Minico Iannella ducati cinquanta in circa fra maggior somma liberatali dal de passato fatto d’uno di Sanseverino in (…) et esso codicillante plegiò detto Minico, vole che detto Minico lo levi da plagiaria e se gli dia il denaro predetto. Item si mori contingat legat corpus suum seppelliri intus venerabile ecclesia Sancte Marie Sanitatis decta terre propre alla fossa dove fu seppellito il quondam Giovanni Angelo Moscato suo figlio; Item codicillante et suos codicillos faciendo, vole ordina e comanda che dette messe lasciate un supra se celebreno per un prete eligendo per detti suoi eredi ut supra istituiti. Item lascia all’ecclesia di S. Antonio del casale di Revottolo ducati venti per una vice tù unde. Presentibus Mariano Sabia regio ad contractus judice Pietro Moscato, Joanne Pietro Perreca, Vincenzio Nicolais, Fabio Montella, Lodovico Troisi, ac magnifico Anibale Bastano."
Mi aspetto di leggere qualche Vostro commento, Ottaviano
ottaviano de biase
 
Messaggi: 3
Iscritto il: martedì 26 aprile 2011, 17:14

PrecedenteProssimo

Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 3 ospiti