Famiglia Moscati

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Messanensis, Alessio Bruno Bedini, GENS VALERIA

Messaggioda Franz Chiarizia de Molise » domenica 23 dicembre 2007, 13:06

....e cosi' facendo magari salta fuori il Colonnello Domenico Moscati.... :wink:

Saluti

FCdM
"...io non domando per la mia antica nobiltà, ne cariche ne onori..."
Generale Pietro Odoardo Chiarizia 1815

Turbo Procella e Ria Stagion Non Teme
Socio I.A.G.I
Socio A.I.O.C
Avatar utente
Franz Chiarizia de Molise
 
Messaggi: 686
Iscritto il: martedì 3 agosto 2004, 14:34
Località: Roma

Messaggioda San Marco » domenica 23 dicembre 2007, 17:13

Franz richiede notizie su:
<Colonnello Domenico Moscati,ardente Giacobino e partecipe alle spedizioni militari della Repubblica napoletana (1780 circa) >

Moscati
Famiglia dell'Italia meridionale cui più antichi rappresentanti sono Salvatore, castellano di Rodi (1100) e Federico, falconiere di Federico II (1239).
I Moscati, Patrizi di Salerno, fiorirono nel Serinese e nel Salernitano, dove ebbero le Baronie di Olevarno, Vultarara, Albanella, Parcolise ed il Marchesato di Poppano.
Si ricordano: il gesuita Domenico Antonio (1685-1757), autore di varie opere di argomento religioso; Domenico che si distinse durante la rivoluzione del 1799: Francesco, Gennaro, Giuseppe, Vincenzo, Nicola e Raffaele, che presero parte ai moti del 1820; Enrico (1821-1757) che diffuse la Società Nazionale del Salernitano e contribuì alla repressione del brigantaggio; Giuseppe (1880-1927), santo: medico insigne, per la sua testimonianza cristiana è stato beatificato (1975) e canonizzato (1987).
Un ramo del Moscato, stabilitasi nell' Italia centrale fu illustrato da Pietro.

Fonte: Biblioteca Treccani Enciclopedia Biografica Universale
Avatar utente
San Marco
 
Messaggi: 1832
Iscritto il: venerdì 10 novembre 2006, 19:40

Messaggioda sdeaco » domenica 23 dicembre 2007, 20:46

Per lo stemma vedrò cosa posso fare in seguito per darne esatta descrizione. Nelle mie ricerche non sono solito affermare quanto non suffragato da autentici e pubblici documenti. Per quanto riguarda la Città, luogo d'origine del Santo, effetivamente ho preso per buono quanto disse Mons. Morgante nella già citata omelia. Lo stesso Vescovo effettivamente potrebbe essere incorso in errore e con un eccesso di zelo verso i suoi ex parrocchiani potrebbe averli resi soddisfatti con l'affermare il Santo loro concittadino. Per la cronaca, Mons. Morgante "alienò", circa 30 anni fà, parte della Diocesi di Ascoli, Accumoli Amatrice e terre limitrofe a favore della Diocesi di Rieti, non so per qual motivo, e non sta a me fare indagini. A suo favore però posso dire: era un personaggio veramente colto, fine dicitore, convinto assertore delle Sue idee, non parlava assolutamente senza cognizione di causa. Per le notizie storiche sulla Famiglia Moscati di Accumoli, un interessante capitolo appare ne :"Ascoli nel '500", voll.2, Ascoli 1957, di Don Giuseppe Fabiani, con rigorose note documentarie. Cordialissimi auguri a tutti, Sdeaco.
sdeaco
 
Messaggi: 68
Iscritto il: lunedì 29 gennaio 2007, 1:55

Messaggioda Franz Chiarizia de Molise » domenica 23 dicembre 2007, 21:10

Moscati
Famiglia dell'Italia meridionale cui più antichi rappresentanti sono Salvatore, castellano di Rodi (1100) e Federico, falconiere di Federico II (1239).
I Moscati, Patrizi di Salerno, fiorirono nel Serinese e nel Salernitano, dove ebbero le Baronie di Olevarno, Vultarara, Albanella, Parcolise ed il Marchesato di Poppano.
Si ricordano: il gesuita Domenico Antonio (1685-1757), autore di varie opere di argomento religioso; Domenico che si distinse durante la rivoluzione del 1799: Francesco, Gennaro, Giuseppe, Vincenzo, Nicola e Raffaele, che presero parte ai moti del 1820; Enrico (1821-1757) che diffuse la Società Nazionale del Salernitano e contribuì alla repressione del brigantaggio; Giuseppe (1880-1927), santo: medico insigne, per la sua testimonianza cristiana è stato beatificato (1975) e canonizzato (1987).
Un ramo del Moscato, stabilitasi nell' Italia centrale fu illustrato da Pietro.


Questi personaggi quindi fanno parte tutti dello stesso Ramo Salernitano??

Cordialità

FCdM
"...io non domando per la mia antica nobiltà, ne cariche ne onori..."
Generale Pietro Odoardo Chiarizia 1815

Turbo Procella e Ria Stagion Non Teme
Socio I.A.G.I
Socio A.I.O.C
Avatar utente
Franz Chiarizia de Molise
 
Messaggi: 686
Iscritto il: martedì 3 agosto 2004, 14:34
Località: Roma

Messaggioda San Marco » domenica 23 dicembre 2007, 21:46

<Questi personaggi quindi fanno parte tutti dello stesso Ramo Salernitano??>

Sembra proprio di si, almeno che i ricercatori-collaboratori della Treccani non abbiano commesso errori.
Avatar utente
San Marco
 
Messaggi: 1832
Iscritto il: venerdì 10 novembre 2006, 19:40

Messaggioda L.A.S. » lunedì 24 dicembre 2007, 0:12

San Marco ha scritto:Franz richiede notizie su:
<Colonnello Domenico Moscati,ardente Giacobino e partecipe alle spedizioni militari della Repubblica napoletana (1780 circa) >


Tra i deportati a Marsiglia nell'ottobre 1799 v'era un Domenico Moscati di Serino. Questi aveva capeggiato i "patrioti" della stessa Serino, sostenendo le forze repubblicane al comando del generale Ollivier che sconfissero le masse sanfediste al valico di Monteforte (2-3 maggio 1799). La consorte di Moscati, Maria Carmela Chiarizia, fu invece rinchiusa, insieme al figlio, nel "Castello del Carmine", in quanto cassiera del "Comitato Rivoluzionario".
Traggo tali notizie da:
Raffaele Palladino, Il ruolo nella provincia di Montefusco di Costantino De Filippis di Serino, capo realista e sanfedista durante la Repubblica partenopea del 1799, in F. Barra (a cura di), Avellino e l'Irpinia nel 1799, ("Studi meridionali", Quaderni del Centro Dorso, 9), Edizioni del Centro Dorso, Avellino 2004, pp. 459-474 (riferimento p. 471).
Cordialmente,
Lorenzo
L.A.S.
 
Messaggi: 522
Iscritto il: giovedì 18 ottobre 2007, 14:04
Località: P.n.a.l.m.

Messaggioda San Marco » lunedì 24 dicembre 2007, 0:50

L.A.S. gentilmente ci riporta che:
<Tra i deportati a Marsiglia nell'ottobre 1799 v'era un Domenico Moscati di Serino >,
come riportato dalla Treccani:
<I Moscati, Patrizi di Salerno, fiorirono nel Serinese e nel Salernitano >.
Avatar utente
San Marco
 
Messaggi: 1832
Iscritto il: venerdì 10 novembre 2006, 19:40

Messaggioda Zaccheo » lunedì 24 dicembre 2007, 1:20

Ottimo lavoro, gentili amici, :wink: permettetemi di sottolinearlo.

Ora non resta che dimostrare l'effettivo collegamento genealogico tra i Moscati del Salernitano, quelli del Serinese (da cui, lo ribadisco, nacque il "Medico dei poveri") e quelli di stanza ad Accumoli.

A tal fine, anche se ciò non fornirebbe nessuna prova documentale certa, sarebbe utile ed interessante effettuare una comparazione tra gli stemmi utilizzati dalle tre rispettive famiglie (quello dei Moscati di Santa Lucia di Serino è già visibile).

Cordialmente,
Ferrante
"Gli Israeliti si accamperanno ciascuno vicino alla sua insegna con i simboli dei casati paterni" (Numeri 2,2)
Avatar utente
Zaccheo
 
Messaggi: 2244
Iscritto il: domenica 7 agosto 2005, 22:51
Località: Roma

Messaggioda San Marco » lunedì 24 dicembre 2007, 11:24

Da internet:
Giuseppe Moscati
Benevento 1880 - Napoli 1927
Dove si trova via Cisterna dell'olio 9 - Napoli, NA
Categoria scienze e tecniche
Segnalato da Lucio Ciccone

Medico ospedaliero, ricercatore, insegnò Clinica Medica a Napoli. Fu beatificato nel 1975 e santificato nel 1987.


Immagine
Avatar utente
San Marco
 
Messaggi: 1832
Iscritto il: venerdì 10 novembre 2006, 19:40

Messaggioda Zaccheo » venerdì 11 gennaio 2008, 13:15

Cari amici e colleghi,

a seguito di questo interessante e :roll: vivace dibattito sono stato contattato da alcuni gentilissimi discendenti dei Moscati che, con molta disponibilità, mi hanno fornito alcune informazioni relative alla storia della loro famiglia.
Riporto di seguito una breve parte di quanto mi ha scritto la già menzionata sig.ra Maria Luisa Perrottelli:

"Il legame tra i Moscati di Santa Lucia di Serino (Av) e quelli di Salerno esiste eccome!
Nel 1700 di due fratelli Moscati di Santa Lucia di Serino uno restò al paese e l'altro si trasferì a Salerno. So per certo che i due rami sono ancora in contatto tra loro.
Capostipite dell'albero genealogico della famiglia è il medico Palmiero Moscati (1480-1560), nato a Rivottoli (frazione di Serino, comune composto da svariate frazioni, i due comuni limitrofi sono San Michele di Serino e Santa Lucia di Serino) che sposò donna Lorenza Fasano di Solofra. Il nipote Marc'Antonio si trasferì a Santa Lucia di Serino"
(v. quanto scritto in precedenza).

Chi mi ha contattato esclude eventuali collegamenti genealogici tra i Moscati di Serino-Salerno e quelli di Accumoli.
Le stesse persone rimangono, tuttavia, disponibili a ricevere informazioni a tal riguardo, ammesso che siano seriamente documentate.

Altre notizie più dettagliate :) giungeranno nei prossimi giorni. Per ora si conferma anche il legame coniugale tra il colonnello Domenico Moscati, "ardente giacobino e partecipe alle spedizioni militari della Repubblica Napoletana (1780 circa)", e Carmela Chiarizia.

Cordialmente,
Ferrante
"Gli Israeliti si accamperanno ciascuno vicino alla sua insegna con i simboli dei casati paterni" (Numeri 2,2)
Avatar utente
Zaccheo
 
Messaggi: 2244
Iscritto il: domenica 7 agosto 2005, 22:51
Località: Roma

Messaggioda L.A.S. » venerdì 11 gennaio 2008, 15:22

Zaccheo ha scritto: Per ora si conferma anche il legame coniugale tra il colonnello Domenico Moscati, "ardente giacobino e partecipe alle spedizioni militari della Repubblica Napoletana (1799)", e Carmela Chiarizia. Cordialmente,
Ferrante


Grazie delle notizie, egregio Zaccheo. Direi però che, per quanto riguarda il legame fra Domenico Moscati e [Maria] Carmela Chiarizia, si possa essere certi, anche perché quella fonte che ho citato sopra è molto ben documentata e il relativo apparato dà conto, a sua volta, delle numerose carte utilizzate, con riferimenti archivistici precisi. Vorrei anche far presente che, secondo me, rispetto all'opera del "colonnello" in questione, apparirebbe tanto più importante quanto, mi sembra, meno indagata quella, appunto, della moglie. E, forse, meriterebbe un apposito studio, al pari di sue più note "colleghe" del triennio giacobino (penso fra tutte alla Eleonora de Fonseca Pimentel).
Cordialmente,
Lorenzo
L.A.S.
 
Messaggi: 522
Iscritto il: giovedì 18 ottobre 2007, 14:04
Località: P.n.a.l.m.

Messaggioda Guido10 » venerdì 11 gennaio 2008, 16:40

Cari amici,

sapete se (e come) sia possibile consultare i documenti utilizzati durante la causa di beatificazione di S. Giuseppe Moscati?

Un saluto

Guido10
"Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati” (Mc 2,17)

Siamo solo maglie nell'eterna catena della parentela. (H.H.)
Guido10
 
Messaggi: 255
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 13:09
Località: Napoli

Messaggioda Zaccheo » venerdì 11 gennaio 2008, 17:16

L.A.S. ha scritto:per quanto riguarda il legame fra Domenico Moscati e [Maria] Carmela Chiarizia, si possa essere certi

E' proprio quello che, esprimendomi in modo poco chiaro, intendevo dire, caro Lorenzo.

Come già accennato, per questa ed altre notizie maggiormente dettagliate sui Moscati, non ci resta che :) rimanere in attesa di novità da parte dei menzionati eredi.

Cordialmente,
Ferrante
"Gli Israeliti si accamperanno ciascuno vicino alla sua insegna con i simboli dei casati paterni" (Numeri 2,2)
Avatar utente
Zaccheo
 
Messaggi: 2244
Iscritto il: domenica 7 agosto 2005, 22:51
Località: Roma

Messaggioda L.A.S. » venerdì 11 gennaio 2008, 17:47

Guido10 ha scritto:Cari amici,

sapete se (e come) sia possibile consultare i documenti utilizzati durante la causa di beatificazione di S. Giuseppe Moscati?

Un saluto

Guido10


Io proverei a visitare l'Archivio Segreto Vaticano (http://asv.vatican.va), per vedere se tra i fondi versati vi sia anche quello della Congregazione delle cause dei Santi, che ha "potestà" in materia di beatificazione e canonizzazione, e che, essendo stata istituita nel 1969, ha affrontato anche le cause relative a S. Giuseppe Moscati (beato nel 1975, santo nel 1987). Nel caso vi fossero, temo che non potrebbero essere consultati, essendo notoriamente possibile accedere all'ASV solo per la documentazione anteriore al 10 febbraio 1939. Se, invece, la documentazione è ancora in mano alla Congregazione, forse un lumicino di speranza in più potrebbe esservi...Ma proverei in ogni caso ad indirizzare un'e-mail all'archivio, per richiedere informazioni in merito.
Cordialmente,
Lorenzo[/url]
L.A.S.
 
Messaggi: 522
Iscritto il: giovedì 18 ottobre 2007, 14:04
Località: P.n.a.l.m.

Messaggioda L.A.S. » venerdì 11 gennaio 2008, 17:49

Zaccheo ha scritto:E' proprio quello che, esprimendomi in modo poco chiaro, intendevo dire, caro Lorenzo.
Ferrante


Chiedo venia per non averlo afferrato subito, caro Ferrante.
Un cordiale saluto,
Lorenzo
L.A.S.
 
Messaggi: 522
Iscritto il: giovedì 18 ottobre 2007, 14:04
Località: P.n.a.l.m.

PrecedenteProssimo

Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti