Cognomi rari

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Alessio Bruno Bedini, Messanensis, GENS VALERIA

Cognomi rari

Messaggioda Lorenzo_ » sabato 5 gennaio 2013, 20:42

Da profano mi chiedevo: i cognomi che contano al massimo 300 unità e provengono da una stessa area geografica,stessa regione o al massimo da regioni limitrofe , derivano da un capostipite comune il piu delle volte? forse una domanda stupida :oops: ma spesso me la sono posta.
-Faber est suae quisque fortunae.

-Nullum magnum ingenium sine mixtura dementiae fuit .

-In dubis abstine
Avatar utente
Lorenzo_
 
Messaggi: 17
Iscritto il: mercoledì 19 dicembre 2012, 18:52

Re: Cognomi rari

Messaggioda Alberto Lubelli Prasca » domenica 6 gennaio 2013, 0:18

Caro Lorenzo,
è possibile, ma tutto va accertato con una ricerca genealogica. Perché se in una particolare area geografica trovo un cognome raro è possibile che gli attuali viventi discendano da uno stipite comune, oppure abbiano assunto quel cognome come soprannome per essere stati a servizio di un ricco o potente con quel cognome, oppure diventavano figliocci del potente che dava il proprio cognome come nome al bimbo, poi la consuetudine faceva il resto, oppure il ricco e potente proteggeva un orfanatrofio e magari anche in questo caso i bimbi invece di chiamarsi solo Mario o Giuseppe degli Esposti si chiamava Mario Sforza degli Esposti e l'altro Giuseppe Sforza degli Esposti...
Come vede tante ipotesi sono possibili, questo però con cognomi poco consueti.
Un caso particolare: i "de Baldissero" signori allodiali di quel paese della provincia di Cuneo, noti alle cronache antiche per la loro "vivacità", desiderosi di ripulirsi e di diventare signori feudali, ad un certo punto assunsero il cognome e lo stemma "Colonna". Non ho approfondito, ma alcuni autori li definiscono "usurpatori". Il fatto interessante è che in quel paese vi sono attualmente persone comuni (non nobili) con il cognome Colonna, cognome certamente non piemontese. Questi signori possono essere discendenti ultrogeniti, cadetti dei Colonna, oppure il cognome può essere diventato tale per essere stato usato come soprannome per servi, mezzadri, fattori dei Colonna. Il soprannome chi lo porta non lo sceglie, sono gli altri ad attribuirlo a qualcuno - ed ai suoi discendenti - per identificare la famiglia.
Come vede solo una seria ricerca negli archivi può dare una risposta al suo quesito.
Cordialmente.
A.L.P.
JE L'ENDURE
Avatar utente
Alberto Lubelli Prasca
 
Messaggi: 61
Iscritto il: giovedì 31 maggio 2007, 21:45

Re: Cognomi rari

Messaggioda Lorenzo_ » domenica 6 gennaio 2013, 3:38

Caro Alberto
Trovo la sua risposta esaustiva.
Come immaginavo solo una ricerca genealocica puo fugare ogni dubbio.
Cordialmente
Lorenzo
-Faber est suae quisque fortunae.

-Nullum magnum ingenium sine mixtura dementiae fuit .

-In dubis abstine
Avatar utente
Lorenzo_
 
Messaggi: 17
Iscritto il: mercoledì 19 dicembre 2012, 18:52

Re: Cognomi rari

Messaggioda GENS VALERIA » mercoledì 9 gennaio 2013, 11:09

Lorenzo_ ha scritto:Da profano mi chiedevo: i cognomi che contano al massimo 300 unità e provengono da una stessa area geografica,stessa regione o al massimo da regioni limitrofe , derivano da un capostipite comune il piu delle volte? forse una domanda stupida :oops: ma spesso me la sono posta.

Dipende dal cognome ovvero se nella zona vi è una località con quella o simile denominazione potrebbero esservi stati più ceppi ( cognome toponomastico ) , lo stesso si può dire di un nome di battesimo, quando il cognome è raro, localizzato e privo di riferimenti diretti a nomi e luoghi molto probabilmente deriva da un unico capostipite.
Chi è ... è , chi non è ... non può essere.

Sergio de Mitri Valier Immagine
Avatar utente
GENS VALERIA
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 4838
Iscritto il: domenica 24 giugno 2007, 22:39
Località: Chiavari

Re: Cognomi rari

Messaggioda Lorenzo_ » lunedì 4 febbraio 2013, 20:38

La ringrazio per la sua risposta.

Cordialmente

Lorenzo
-Faber est suae quisque fortunae.

-Nullum magnum ingenium sine mixtura dementiae fuit .

-In dubis abstine
Avatar utente
Lorenzo_
 
Messaggi: 17
Iscritto il: mercoledì 19 dicembre 2012, 18:52

Re: Cognomi rari

Messaggioda antonio33 » sabato 4 marzo 2017, 19:09

Purtroppo non posso citare il cognome in questione.
Fino a metà ottocento una sola famiglia si chiama così. Poi nascono due fratelli e si dividono i due rami, che attualmente sono composti da circa una ventina di persone in tutto. Il cognome sembrerebbe semplice e le origini sono relativamente umili, anche se c'è qualche sospetto che un'insolita eredità sia dovuta a una relazione illegittima.

L'etimo del cognome dovrebbe essere scontato e forse molto antico, direi un patronimico che alluderebbe alla guerra, anche se mi pare davvero strano che si sia evoluto in tal modo solo in una famiglia. Per intenderci, digitando il nome forse originario su Google, compare solo una persona nel tredicesimo secolo.
Caso vuole che sia vissuta proprio nel paese di origine della famiglia di cui sopra...

Mi chiedo: quanti sono i cognomi così rari in Italia, e quali potrebbero essere i motivi per i quali soltanto una famiglia li ha adottati?


Saluto tutti.
Antonio
Princeps probitas iusti
Avatar utente
antonio33
 
Messaggi: 1054
Iscritto il: domenica 19 giugno 2011, 13:21


Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti