Famiglia Satta

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Alessio Bruno Bedini, Messanensis, GENS VALERIA

Re: Famiglia Satta

Messaggioda Destavara » giovedì 9 maggio 2013, 17:35

Salve a tutti,
Salvennor, grazie per questo contributo al topic, evidenzia un aspetto noto delle cognomizzazioni in Sardegna e dimostra con altro esempio concreto la trasversalità del fenomeno nei ceti e nelle diverse zone dell'isola.
Saluto tutti, D.
Destavara
 
Messaggi: 448
Iscritto il: mercoledì 19 maggio 2010, 20:57

Re: Famiglia Satta

Messaggioda Salvennor » sabato 11 maggio 2013, 18:38

Su Google Libri ho rilevato un documento dove viene citato un Pedro Satta, uomo d'arme


http://books.google.it/books?id=PuwiAQA ... a%22&hl=it


Si legge:
...para con los vezinos ser guarnecida aquella plaça, y juntamente por sargento mayor de la gente a Pedro Satta soldado muy esperimentado. ...


Se non sbaglio viene anche indicato un grado militare, "Sergente Maggiore", che nei secoli passati comunque corrispondeva, da quanto sapevo, a grado gerarchico più elevato rispetto al periodo contemporaneo; il contesto sembrerebbe relativo al nord Sardegna.


A proposito, lo sapevate che in una località vicina a Cagliari era sepolto un hidalgo seicentesco reduce di imprese e spedizioni nelle Americhe? Forse dove sorgeva una chiesa campestre poi scomparsa (notizia riportata da altre persone, non so altro, si parla anche di una medaglia rinvenuta).
AntonMaria
Avatar utente
Salvennor
 
Messaggi: 1014
Iscritto il: giovedì 1 gennaio 2009, 17:19
Località: CAGLIARI

Re: Famiglia Satta

Messaggioda Destavara » sabato 21 dicembre 2013, 19:48

Salve a tutti,
purtroppo non ho tempo e la quiescenza del topic Satta forse, stando a me, si protrarrà ancora.
Intanto volevo farvi sapere che trovo notizie concrete sui nobili Satta di Pattada fino a tutto il settecento, ancora non so per i secoli successivi.
I Satta di Ozieri invece giungono fino al secolo XX in quella cittadina, ove sono imparentati anche in epoca recente con i Carta nobili del luogo (Salvennor, di questo ti ho fatto vedere le prove tempo fa via email, se ben ricordo). Credo che anche il noto ingegner Orazio Satta Puliga sia di questi Satta di Ozieri, se così fosse sarebbe da menzionare un ramo torinese.
Saluto tutti, e se non dovessi intervenire prima porgo i miei auguri per le prossime festività
D.

PS. Mi domandavo se Ansermaeli fosse venuto nel frattempo a capo dei rami discesi in Bitti e/o Orune da Antonio Liberato Satta, e se costui avesse fratelli o cugini con discendenza.
Destavara
 
Messaggi: 448
Iscritto il: mercoledì 19 maggio 2010, 20:57

Re: Famiglia Satta

Messaggioda Salvennor » martedì 24 dicembre 2013, 18:59

Salve.
Destavara, a proposito dei Satta, qualora ancora non l'abbia visionato ti segnalo che l'utente Ansermaeli ha recentemente postato nel topic Carta un contenuto relativo ai Satta di Bitti e alcune loro parentele.
Per quanto riguarda il citato ing. Orazio Satta Puliga, credo che sia altamente probabile la sua appartenenza a linea equestre dei Satta di Ozieri/Monte Acuto.
Un mio conoscente e alcuni miei professori dell'Università conobbero, per motivi professionali, tale progettista/manager.

Grazie per gli Auguri.
Porgo anche a Te e a tutti gli utenti e moderatori/amministratori del forum i miei Auguri di Buon Natale.
AntonMaria
Avatar utente
Salvennor
 
Messaggi: 1014
Iscritto il: giovedì 1 gennaio 2009, 17:19
Località: CAGLIARI

Re: Famiglia Satta

Messaggioda Ansermaeli » lunedì 13 gennaio 2014, 20:55

Destavara,salve.Riguardo alla discendenza di Antonio Liberato Satta di Bitti,mi risultano,per certo,cinque discendenti maschi,mentre permane il dubbio per una figlia Grazia,che in un atto pubblico viene nominata come sorella consanguinea dei fratelli.Si dovrebbe dunque pensare ad un precedente matrimonio di Liberato. Per quanto invece riguarda fratelli o cugini di Liberato,non possiedo proprio alcuna informazione,così come pure degli ascendenti.Posso anche dirti che attualmente vi è ancora discendenza di tre dei suoi figli.Ringrazio Te e anche Salvennor per l'interessamento a questa famiglia.Ansermaeli
Ansermaeli
 
Messaggi: 4
Iscritto il: sabato 2 febbraio 2013, 16:06

Aggiornamento parentele Satta

Messaggioda Destavara » sabato 22 febbraio 2014, 21:38

Ho aggiornato il post delle parentele dei Satta con l'inserimento delle seguenti famiglie: Costi-Garau, Ladu(o), Meloni, Sequi. Si tratta di imparentamenti dei rami ozieresi (eccetto i Meloni che riguardano invece la Barbagia).
Se volete vedere (per chi non la conoscesse) una bella rappresentazione a colori dello stemma dei Satta Gayas (alias Satta Grixoni di Pattada e Ozieri) cercate sul web notizie o foto sulla casa Costi Garau di Ozieri restautata da poco tempo: figura sul soffitto tardo-ottocentesco o primo-novecentesco di una sala del palazzo.
Ansermaeli, grazie a te per aver risposto, vedrai che col tempo ricaveremo qualche notizia utile.
Saluto tutti,D.
Destavara
 
Messaggi: 448
Iscritto il: mercoledì 19 maggio 2010, 20:57

Satta a Ittiri

Messaggioda Destavara » sabato 29 marzo 2014, 20:39

Pare che i Satta nobili abbiano espresso personaggi anche ad Ittiri (SS), ad oggi non ne ero al corrente (ma ho anche problemi di memoria [arf2.gif] ). Se e quando sarò più sicuro aggiornerò il messaggio luoghi
Saluto tutti, D.
Destavara
 
Messaggi: 448
Iscritto il: mercoledì 19 maggio 2010, 20:57

Re: Famiglia Satta

Messaggioda leone passante » sabato 12 aprile 2014, 1:28

Un aggiornamento sui Satta. Il Tola Grixoni mi ha recentemente aggiornato in merito alle sue ricerche sulle linee Satta titolate.
I pattadesi Filippo Satta Gaya e a Giuseppe Satta Grixoni che ottennero nel 1775 lo stemma e nel 1777 i privilegi non discenderebbero né dai Satta di Tempio-Ozieri, cavalieri dal 1599 in persona di un Antonio, né dai Satta di Bitti privilegiati nel 1642 in persona di un Francesco ma sarebbero iniziatori di due nuove casate nobiliari. Essi non avrebbero ricevuto dunque alcun riconoscimento di un'antica nobiltà ma ottenuto delle vere e proprie nuove concessioni.
Invero la tesi del riconoscimento si scontrava con la concessione di un nuovo stemma. Perché mai -se davvero fossero stati discendenti diretti di quell'Antonio o di quel Francesco- all'atto del loro riconoscimento avrebbero dovuto abbandonare il blasone avito della fanciulla coronata d'alloro ed armata di un dardo che cavalca il cervo? Al contrario, il riconoscimento avrebbe comportato la conferma dello stemma avito.

Destavara, studioso delle stirpi pattadesi, potrà confortarci ulteriormente in merito alla conclusione cui è giunto l'illustre genealogista.
leone passante
 
Messaggi: 295
Iscritto il: domenica 29 gennaio 2012, 1:19

Satta a Pattada

Messaggioda Destavara » sabato 12 aprile 2014, 12:49

leone passante ha scritto:Un aggiornamento sui Satta. Il Tola Grixoni mi ha recentemente aggiornato in merito alle sue ricerche sulle linee Satta titolate.
I pattadesi Filippo Satta Gaya e a Giuseppe Satta Grixoni che ottennero nel 1775 lo stemma e nel 1777 i privilegi non discenderebbero né dai Satta di Tempio-Ozieri, cavalieri dal 1599 in persona di un Antonio, né dai Satta di Bitti privilegiati nel 1642 in persona di un Francesco ma sarebbero iniziatori di due nuove casate nobiliari. Essi non avrebbero ricevuto dunque alcun riconoscimento di un'antica nobiltà ma ottenuto delle vere e proprie nuove concessioni.
Invero la tesi del riconoscimento si scontrava con la concessione di un nuovo stemma. Perché mai -se davvero fossero stati discendenti diretti di quell'Antonio o di quel Francesco- all'atto del loro riconoscimento avrebbero dovuto abbandonare il blasone avito della fanciulla coronata d'alloro ed armata di un dardo che cavalca il cervo? Al contrario, il riconoscimento avrebbe comportato la conferma dello stemma avito.


Sono allora curioso di conoscere questo studio, così posso confrontare con quanto risulta a me. Attenderò, se non altro per verificare eventuali confusioni (anche e soprattutto da parte mia) di persone per omonimie con altri Satta di Pattada qualificati come nobili prima delle concessioni a questi homines novi, in particolare nelle persone di Pietro, Andrea, Antonio Michele e Michelangelo, con le loro mogli, nobildonne pattadesi e di Ozieri, appunto.
Leone passante, vedo che hai cambiato idea sulle modalità di concessione dei blasoni: tempo fa sostenevi una sorta di pigrizia da parte degli araldisti che, a tuo dire, disegnavano stemmi pressochè identici per famiglie omonime ma non parenti. In questo caso invece avrebbero correttamente svolto il proprio lavoro, mi pare di capire, bene!

Saluto tutti, D.
Ultima modifica di Destavara il venerdì 25 aprile 2014, 23:13, modificato 3 volte in totale.
Destavara
 
Messaggi: 448
Iscritto il: mercoledì 19 maggio 2010, 20:57

Re: Famiglia Satta

Messaggioda leone passante » sabato 12 aprile 2014, 14:45

Non capisco dalla tua risposta se condividi o dissenti dalla conclusione cui è giunto lo studioso sardo e ancor meno comprendo quali esiti attenda se te li ho già forniti e richiesto un tuo parere in tal senso. La difficoltà è data proprio dalla compresenza nello stesso territorio delle antiche linee ozieresi, discendenti da Antonio armato cavaliere nel 1599.
Ti ricordo che la opinione da me espressa è che la comunanza di stemma tra due famiglie non è prova certa di comune origine ma può avere al più valore indiziario e non vedo come detta opinione confligga con l'affermazione che i riconoscimenti -e dico i veri riconoscimenti- di precedente concessione comportino la conferma dello stemma già utilizzato.
leone passante
 
Messaggi: 295
Iscritto il: domenica 29 gennaio 2012, 1:19

Satta Ozieri sec. XVIII

Messaggioda Destavara » lunedì 23 giugno 2014, 21:49

Salve,
segnalo un nucleo familiare Satta esistito ad Ozieri nel '700: resta (ma lo apprendo da fonte secondaria) nell'archivio storico di Cagliari una lettera dell'Intendente don Gerolamo Pitzolo con riferimento ad una supplica da parte dei coniugi Satta-Ladu (don Filippo e donna Lorenza) per ottenere immunità ed esenzioni spettanti ai nuclei familiari con dodici figli (legittimi e naturali).
I figli della coppia, residenti ad Ozieri in "Sa Ena" erano Pietro, Giovanni Gerolamo, Francesca, Ignazio, Maria, Antonianna, Maria Lucia, Serafina, Giovanna Maria, Antonio Michele, Francesca Luisa, Giovanni Maria.

Saluto tutti, D.
Destavara
 
Messaggi: 448
Iscritto il: mercoledì 19 maggio 2010, 20:57

Re: Famiglia Satta

Messaggioda leone passante » sabato 28 giugno 2014, 10:35

E' quasi certamente discendente dei coniugi Satta Ladu ozieresi di cui parli quell'Antonio Michele Satta Ladu deceduto nella seconda metà dell'800 di cui al monumento funebre che trovi nel seguente link
http://www.europeana.eu/portal/record/0 ... 4E3D0.html
leone passante
 
Messaggi: 295
Iscritto il: domenica 29 gennaio 2012, 1:19

Antonio Michele Satta Ladu (1793-1881)

Messaggioda Destavara » sabato 28 giugno 2014, 12:17

L'Antonio Michele del busto marmoreo è nato nel 1793 e morto nel 1881. Potrebbe essere nipote dei due coniugi, o magari uno dei figli citati. E' ad ogni modo lo stesso ramo dei Satta Grixoni - Satta Gaya della concessioone araldica settecentesca che coinvolse i Satta di Pattada (poi trasferitisi ad Ozieri).

Imparentamenti di questi Satta di Ozieri: Tola, Carta, Garau, Basoli, Angeletti, Mesalimba, Costi, Azara, Lopez, Mulas, Grixoni, Sequi. I Costi Garau ereditarono il palazzo dei Satta.
Destavara
 
Messaggi: 448
Iscritto il: mercoledì 19 maggio 2010, 20:57

Per Ansermaeli

Messaggioda Destavara » domenica 29 giugno 2014, 18:52

Per Ansermaeli,
ci sei ancora? Mi piacerebbe poterti essere utile sul ramo dei Satta di tuo interesse, se sei ancora presente in forum e se vuoi, puoi contattarmi.

Saluto tutti, D.
Destavara
 
Messaggi: 448
Iscritto il: mercoledì 19 maggio 2010, 20:57

Re: Famiglia Satta

Messaggioda Destavara » domenica 6 luglio 2014, 22:37

Per Ansermaeli di nuovo,
buonasera. Ho appena risposto in privato, ma forse faccio prima a scusarmi qui: ho sbagliato il nome della mia antenata. Non si chiamava Rosalia ma Maria. Ho confuso il suo nome con quello di sua figlia, che appunto era una Rosalia.

Saluto tutti, D.
Destavara
 
Messaggi: 448
Iscritto il: mercoledì 19 maggio 2010, 20:57

PrecedenteProssimo

Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite