Paolo, alias Giuseppe, e sette cigni reali

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Messanensis, Alessio Bruno Bedini, GENS VALERIA

GHINASSI - SAULI

Messaggioda Delehaye » venerdì 27 luglio 2012, 21:26

sui Ghinassi ho trovato queste informazioni, per caso già le hai in albero? sono tutti parenti fra loro:

Agnese Ghinassi (sposata Ancarani)
Antonio Ghinassi *1874 +1960
Caterina Ghinassi (sposata Livi)
Clementina Ghinassi (sposata Chines) *1909 +1988
Elisabetta Ghinassi (sposata Chini)
Francesco Ghinassi
Francesco Ghinassi
Gianmario Ghinassi *1912 +1940

Emilia Argelli (sposata Ghinassi) *1926 +2000
Adalgisa Branzanti (sposata Ghinassi)
Ida Bianchi (sposata Ghinassi) *1887 (Capraia - Talla - Arezzo) +1962 (Capraia - Talla - Arezzo)
Domenica Palma Geltrude Tampieri (sposata Ghinassi) *1884 +1975

poi qualche notizia sulla Contessa Clementina Sauli-Ghinassi (*1846 +1892) e su altri Ghinassi:

pag. 131 http://books.google.it/books?id=bsQLAQA ... Dvg&edge=0
"...teriore, la naturalezza e la rara capacità di individuazione che fanno di ciascun ritratto un unicum, una personalità, non un tipo.
Essi raffigurano (ndr: Angelo Marabini fecit) rispettivamente Gianbattista Ghinassi (tav. VII) (ndr.: Piatto tondo liscio), il Conte Giacono Zauli Naldi (tav. VIII) (ndr.: Medaglione ovale liscio), la Contessa Faustina Magnaguti Rondinini (ndr.: Contessa) Zauli Naldi (tav. IX) (ndr.: Medaglione ovale liscio), Maria Giuseppina de Marchesi Cattani Zauli Naldi (tav. X), il Conte Francesco Zauli Naldi (tav. XI), la Contessa Clementina Sauli-Ghinassi (tav. XII), Giuseppe..."


pag. 138 http://books.google.it/books?id=bsQLAQA ... 23A&edge=0
"Pittura policroma su maiolica.
Eseguita dal pittore Angelo Marabini.
Ritratto della Contessa Clementina Sauli-Ghinassi (1846-1892)
Nel verso autografo: "Contessa Clementina Sauli-Ghinassi, Faenza 1877 Ang.o Marabini dipinse - Fabbrica Ancherani".
Nella cornice in legno sono scolpiti gli stemmi della famiglia Sauli e della famiglia Ghinassi.
Proor. privata - Faenza"


pag. 159 http://books.google.it/books?id=bsQLAQA ... P5Q&edge=0
"(ndr: Giuseppe Ghinassi)... sul Rubicone, nacque il 13 aprile 1844 in condizioni dunque agiate. Visse nella casa di famiglia di via Porta del Ponte all'angolo con via marescalchi (l'attuale Corso Saffi, 15), fu signore d'animo e di modi, sposò una contessa forlivese Clementina Sauli e visse poi la tragedia della morte dell'unica figlia Teresa di vent'un anni.
Allievo di Achille Farina, per gusto e diletto si dedicò con passione all'arte della ceramica. Fu e rimase quindi un dilettante, che si esercitava in solitudine in una..."


pag. 91 http://books.google.it/books?id=bsQLAQA ... v2w&edge=0
"... dal pittore Sante Ghinassi (1924-2000) di Riolo Terme per i ritratti su ceramica. Stimolato dal suo maestro, il pittore romagnolo Luigi Varoli di Cotignola, che all'opera di Farina si ispirò, Ghinassi ha tenuto vivo il filone pittorico della maiolica obbediente agli insegnamenti: "[Varoli] mi suggerisce di fare tante prove fino ad impossessarmi della tecnica pittorica del grande maestro faentino Achille Farina" (Docci)48. Per esattezza va detto che Ghinassi oltre la maiolica ha impiegato la..."

pag. 159 http://books.google.it/books?id=bsQLAQA ... 57Q&edge=0
"Giuseppe Ghinassi (1844-1903)"

pag. 160 http://books.google.it/books?id=bsQLAQA ... vrQ&edge=0
"Fig. 70 - Giuseppe Ghinassi. Rose. Piatto. Proprietà Marta Martini Palumbo. Faenza.
... uno a fiori, citato da Golfieri4. Il piatto con fiori (inv. n. 149) documenta un aspetto della pittura di Ghinassi profondamente radicato nella tradizione faentina. Raf-..."


fonte: Santa Cortesi, "La pittura su maiolica a Faenza nel secondo Ottocento", "Stefano Casanova Editore" - Tipografia Faentina (http://www.tipografiafaentina.com/editoria.html), Faenza, 2002 (libro che dovresti o vedere o acquistare, ci sono MOLTISSIME informazioni utili!!! Sauli è citata in 5 pagine e Ghinassi in 28 pagine).

ma i Zauli citati... c'entrano con la Sauli??? [hmm.gif]

La famiglia della nostra Clementina Sauli è in realtà Sauli-Visconti da come si può vedere da questo atto:

Diego Tajani, "Nella causa formale a istanza Sauli Visconti conte cav. Antonio... contro Ospedale di Forli... e march. Domenico Rusconi, Ghinassi Giuseppe,... in punto a nullita di disposizione testamentaria - note difensive nell'interesse dell'attore Conte Sauli", (Luogo di pubblicazione non indicato - s.n.), stampa 1895 (Forli - tip. Croppi) - Testo Monografico
fonte: http://www.adamoli.org/libri/sanita-osp ... GE1526.HTM

inoltre a Forlì esiste una "Villa Clementina", che ufficialmente si chiamava prima "Villa Sauli-Visconti" e poi successivamente "Villa Petrucci":
Immagine

VILLA PETRUCCI: Già Sauli Visconti circondata da antico parco e costruita nel 1880 dal capomastro Giuseppe Pasini (padre del ciclista campione di tandem Ettore Pasini) a somiglianza del Castello dell'Innominato di manzoniana memoria, E' arredata con mobili del '600 romagnolo. Nella biblioteca sono raccolte anche stampe e carte geografiche di particolare interesse storico.
DORGAGNANO: E' una delle tredici parrocchie del comune di Bertinoro che faceva capo alla Diocesi di Bertinoro (oggi Forlì - Bertinoro) poiché quelle di S. Maria Nuova, di S. Pietro in Guardiano, sempre del comune di Bertinoro, fanno capo alle Diocesi di Cesena e Ravenna. Nella Chiesa si venera San Giorgio e le mamme, seguendo un antico rituale, portavano a benedire gli indumenti dei loro bambini per proteggerli dal malocchio e preservarli in serenità. Esiste ora in loco una casa - famiglia 'Emanuel" per l'infanzia, che vive anche con la caritatevole solidarietà dei bertinoresi.

fonte: http://bertinoro5ville.altervista.org/percorso.htm

Villa Petrucci già Sauli - Visconti
La villa del XIX secolo si staglia nel panorama dei colli con la sua forma di castello con un'alta torre dalla quale lo sguardo spazia largamente per la pianura romagnola fino al mare.
Indirizzo: Via Consolare Telefono: +39.0543.469213
Accessibilità: Da Bertinoro prendere la Via Consolare e proseguire per circa 2 km. La villa è sulla destra.
Testo analitico: La villa fu costruita nel 1880 per la famiglia dei conti Sauli-Visconti da un capomastro muratore, Giuseppe Pasini, che volle edificare, al posto di una preesistente costruzione, il Castello dell'Innominato quale l'aveva immaginato o probabilmente visto in qualche illustrazione del celebre romanzo del Manzoni. Nel 1902 la villa passò alla nobile famiglia Petrucci di Firenze. E' circondata da un vasto ed antico parco fatto di lecci, pini e cipressi. Nel piazzale antistante spicca uno splendido cedro del Libano di imponenti proporzioni.

fonte: http://www.turismoforlivese.it/servizi/ ... px?ID=4019

Villa che dissanguò finanziariamente il suo costruttore, il Conte Cavalier Antonio Sauli-Visconti:
pag. 46 http://books.google.it/books?id=3b9HAQA ... caQ&edge=0
"...vane Antonio Sauli Visconti, le cui sostanze sembra siano state dissipate in un decennio appena, da un lato nella costruzione della sontuosa villa Clementina di Bertinoro (quasi di fronte villa Norina, espressione della più solida nobiltà terriera e possi-..."

pag. 58 http://books.google.it/books?id=3b9HAQA ... Rjw&edge=0
"Il crack della Banca Popolare Forlivese avvenne nell'aprile 1894 e trascinò con sé, con un devastante effetto a catena, le poche, precarie iniziative imprenditoriali faticosamente costruite in quegli anni: Brasini e la sua filanda ne uscirono a pezzi, poi toccò a Sauli..."

fonte: http://books.google.it/books?id=3b9HAQA ... ud_r&cad=5

con una puntatina nel bergamasco:

perchè il nostro Conte Antonio Sauli-Visconti di cui sopra...:
Acquisto dell'acqua di irrigazione dal conte Antonio Sauli Visconti (roggia Brembilla, cavi Consacolo e Muello, fontana Borgoratto). (1889 - 1896)
fonte: http://www.lombardiabeniculturali.it/ar ... IUD0D8688/

ed infatti c'è un altro tassello:

Nel 1272, a seguito delle lotte per il possesso del Ducato milanese, Brignano passa ai Torriani, per poi ritornare nel 1310 e restare stabilmente sotto la signoria dei Visconti - tranne che per un breve periodo di dominazione veneta – fino al 1892, quando si è spenta Antonietta Visconti Sauli, l’ultima erede di un ramo cadetto della nobile famiglia milanese.
fonte: http://www.comune.brignano.bg.it/categoria.php?ID=190

ma la famiglia Sauli-Visconti la ritroviamo imparentata con i Gerez nel 1893 a Rimini:
"Fra i signori riminesi, che fabbricarono villini, sono il Conte Ruggero Baldini, il Cav. G. F. Guerrieri, i signori Gentili, Ligiotti, Gaddini la cui proprietà é oggi passata alla Contessa Gerez Sauli-Visconti..."
fonte: http://www.balnea.net/default.asp?cmd=category&id=90

poi il tutto s'ingarbuglia un po'... [hmm.gif] .. una lettera...:

pag. 24 http://books.google.it/books?id=gdUeAQA ... d9Q&edge=0
"...cocemente. Già nei primi mesi di matrimonio, Giovanni Grillenzoni, zio materno dello 'sposo' il conte Ferdinando Sauli, scriveva ad un amico: "La Ninì (ndr: Antonietta Visconti Ajmi) è capricciosa, di un carattere stizzoso, irriflessiva. Non solo, ma quello che è peggio, senza cuore". Antonietta era giovane, inesperta e aveva, come diceva Giovanni..."

pag. 28 http://books.google.it/books?id=gdUeAQA ... 24Q&edge=0
""Cara mamma, [...] mi faccio coraggio a dirigerle questo secondo (biglietto), per pregarla di nuovo a volermi perdonare. Almeno se la mia vista non le può più far piacere, accetti le mie scuse sincere e dettare da un vero pentimento di essermi lasciata trasportare. Forse non mi vorrà credere, ma io le parlo in questo momento col cuore spiacente, mi perdoni"" Antonietta Sauli Visconti Ajmi (Forlì, 17 aprile 1845), a Clementina Sauli Grillenzoni, ivi."

pag. 28 http://books.google.it/books?id=gdUeAQA ... T-Q&edge=0
"Questa altalena di trame, passioni, sotterfugi e familiari discordie, si protrasse per circa un anno, come si può constatare dai documenti, e forse non è un caso che questo periodo coincida con quello del rifiuto di Antonietta di concedersi al marito. Dai primi mesi del 1845 non se ne ha più traccia nelle lettere, la maggior parte distrutte dalla contessa Clementina per timore che la reputazione della nuora e famiglia ne venisse compromessa..."

pag. 29 http://books.google.it/books?id=gdUeAQA ... T0g&edge=0
"...vo tutto quello che ni ha disgustato: ho voluto che te ne scriva mio padre con cui da un pezzo aprii il cuore". Il comportamento di Ninì era divenuto a tal punto intollerabile per Ferdinando, da indurlo a parlare di separazione. Il proposito sembrò affrettato ed esagerato al marchese Visconti che, preoccupato per la salute della figlia, rispose al consuocero dicendo che nessun comportamento della contessina non avrebbe potuto essere..."

pag. 30 http://books.google.it/books?id=gdUeAQA ... XKg&edge=0
"Ferdinando, poi, si era fatto sempore più violento fino ad arrivare ad alzare le mani su sua moglie o, almeno, queste erano le voci che circolavano in casa Visconti. Scriveva infatti in proposito il marchese Giovanni Crotti, il 'moderatore', amico dei Sauli, inviato in soccorso di Ferdinando a Milano: "Ho sentito dire qui che Ferdinando ha percosso Ninì, io lo credo un trasporto di collera, ma non è così intesa dai Visconti, e poi le sa bene...""

pag. 32 http://books.google.it/books?id=gdUeAQA ... IKg&edge=0 + http://books.google.it/books?id=gdUeAQA ... bwQ&edge=0
"1.3 La rivincita di Antonietta - La 'tirannide' dei Sauli, come lei stessa la definiva, su Antonietta divenne ogni giorno più pesante, tanto da indurla a lamentarsene con il Marchese Paolucci, console pontificio a Forlì, perchè potesse interporre i suoi uffici, sostenendola contro la famiglia del marito. Questo provvedi- ... caro e desolato padre, onde non distaccarmi dalla mia bambina. Io dunque domenica sarò a Milano". Costretta a tornare a Forlì, Antonietta si sentiva oramai intrappolata in casa del marito nella quale doveva sottostare al controllo dei suoceri ed alle umiliazioni di Ferdinando, sempre più duro ed indifferente verso di lei."

pag. 38 http://books.google.it/books?id=gdUeAQA ... I3Q&edge=0 + http://books.google.it/books?id=gdUeAQA ... 0Og&edge=0
"Il Conte Grillenzoni scrive a sua sorella Clementina, la marchesa Sauli: "E' tempo di finirla e troncare tutto. [...] Io gli ho indicato il piano da seguire [...] la partita con sua moglie deve regolarla con severa giustizia [...] ed in ogni caso si va in tribunale senza nessun riguardo". Lettera di Giovanni Grillenzoni (Lugano, s.d.), a Clementina Sauli Grillenzoni, ivi." ... 'attraverso terzi', in esso non si riproducono le condizioni dell'amicizia, tanto che dopo pochi anni, fallisce.
Ferdinando e Antonietta si sposano, con la mediazione dello zio Giovanni Grillenzoni, discutono con l'appoggio e il sostegno delle rispettive famiglie ed infine si separano, sempre seguendo il consiglio e le direttive dei parenti. Ogni momento della vita coniugale, felice o meno che sia,...


pag. 45 http://books.google.it/books?id=gdUeAQA ... gSA&edge=0 + http://books.google.it/books?id=gdUeAQA ... CNw&edge=0 + http://books.google.it/books?id=gdUeAQA ... 2xQ&edge=0
"... Sauli, che però, una volta finito il matrimonio, si trovano in difficoltà a mantenere le promesse nuziali. Questo probabilmente è dovuto alla scarsa consistenza dei loro averi, assottigliati anche "in conseguenza de' tempi che corrono, e dell'effetto de' quali ha ella ancora sentita e sente la sua parte", come scrive Domenico Sauli al consuocero.
Anche il denaro presto o tardi, entra a far parte dei motivi di conflitto tra Sauli e Visconti, cosa prevedibile data la differenza di ricchezza, lignaggio e prestigio delle due casate. Negli atti della separazione i Sauli vengono accusati di aver intessuto una trama intorno ad Antonietta, che: "mirava a disgustarla per modo di doversi dividere dal marito, il quale così avrebbe fatta contenta la provinciale ambizione dei suoi genitori, che volevano in un solo individuo concentrata tutta la sostanza del loro partimonio... L'ipotesi, è che Antonietta e Ferdinando portino dietro di sè e fanno confluire nel matrimonio, due patrimoni di notevole entità. Molto più consistente però, è quello di Antonietta, la cui famiglia sembra essere più prestigiosa, ricca e titolata di quella di suo marito. Di conseguenza, la dote della ragazza, a cui però non si fa riferimento preciso nei documenti, figlia unica di una tale onorata famiglia, deve aver fatto molto gola ai Sauli..."


Fonte: Università degli Studi di Urbino, "Studi urbinati: Scienze umane e sociali", Università degli Studi di Urbino, Urbino 2005
http://books.google.it/books?ei=DQQTUL3 ... QAAMAAJ&dq

qui http://books.google.it/books?id=Ip0nFNp ... si&f=false invece il riscontro delle famiglie Sauli, Ghinassi e Grillenzone...
Ultima modifica di Delehaye il sabato 28 luglio 2012, 2:12, modificato 2 volte in totale.
"Venne anche preso lo stendardo da battaglia (guðfani), che chiamavano "Corvo"."
Avatar utente
Delehaye
 
Messaggi: 2334
Iscritto il: martedì 28 febbraio 2012, 1:42
Località: Napoli

Re: Paolo, alias Giuseppe, e sette cigni reali

Messaggioda antonio33 » sabato 28 luglio 2012, 2:01

bardo ha scritto:
lea1959 ha scritto:Per Bardo: la fam.Quadrelli di Savignano offre un canto nuziale tradotto da Giovanni (che ha sposato Teresa Quadrelli) per le nozze di Domenico Turchi di Balignano con Filomena Massani di S.Savino nel 1856 per amicizia.


In ritardo una notula brevissima e concisa in attesa di consultare qualche manoscritto alla Biblioteca Gambalunga.
La famiglia Quadrelli di Savignano venne aggregata alla nobiltà cittadina di Rimini nelle persone di Gaspare e discendenti il 16 settembre 1818.

un saluto ;)
Luca


Sì, Luca, ma devo inquadrare Filomena. E pure Domenico. Ci toccherà San Savino... [hmm.gif]

Ciao a tutti. [zzsoft.gif]
Antonio
Princeps probitas iusti
Avatar utente
antonio33
 
Messaggi: 1125
Iscritto il: domenica 19 giugno 2011, 13:21

Re: Paolo, alias Giuseppe, e sette cigni reali

Messaggioda bardo » sabato 28 luglio 2012, 2:16

Qualche nota sparsa sui Sauli e poi Sauli Visconti, e su Villa Clementina a San Giorgio in Dorgagnano, presso Bertinoro.

La villa nasce come casino di caccia della famiglia Albicini di Forlì, e solo nel 1882 viene trasformata nell'attuale villa di gusto neogotico. Nella mappa del Catasto Gregoriano l'edificio è segnalato come casino Petrignani. Nel 1821 passa di proprietà al conte Domenico Sauli il cui nipote Antonio Sauli (1848-1903) nel 1878 aggiunge al proprio il cognome materno, Visconti (di Brignano). E' Antonio Sauli Visconti a far erigere, su progetto dell'ingegnere forlivese Giuseppe Pasini, l'attuale villa Clementina. Nel 1903, alla morte del conte, il complesso venne acquistato da Luigi Petrucci, e ai suoi discendenti tuttora appartiene. Traggo queste informazioni da Ville e paesaggio a Bertinoro (1985), bella pubblicazione facente parte dei Quaderni della rivista Romagna arte e storia.

Se interessa posso fornire una discreta bibliografia sulla villa. ;)

Il conte Antonio Sauli Visconti è sepolto presso il Cimitero Monumentale di Forlì. Era figlio del conte Ferdinando e della marchesa Maria Antonietta Visconti Aimi (+ Brignano, 24 gennaio 1892).

La contessa Sauli Visconti Gerez suppongo sia Camilla Sauli Visconti, née Gerez (figlia di Giovanni ed Elisa Bertini), che andò sposa nel 1875 al conte Antonio (all'epoca solo) Sauli. E se proprio proprio vogliamo divagare, il villino della famiglia Gaddini, poi passato alla contessa Sauli Visconti, era il Villino Aprusa:

Immagine

La questione genealogica è in realtà molto semplice, come si evince dal seguente albero genealogico (si perdoni la qualità elementare :D ):
Immagine

Credo quindi che il nome della villa, se qualche attinenza con i personaggi delle famiglie Sauli e Visconti Aimi deve avere, debba derivare più probabilmente da Clementina Grillenzoni, moglie del conte Domenico Sauli che acquistò la villa nel 1821. Dal'altra parte si può ipotizzare con un certo grado di ottimismo - pur non avendo prove per suffragare la mia tesi - che la Clementina in questione, sposa Ghinassi, sia sorella maggiore del conte Antonio Sauli Visconti. Le date sia di nascita che di morte abbastanza ravvicinate, il nome stesso che potrebbe essere ripreso dalla nonna, fanno riflettere (almeno me, in quest'ora notturna :D ).

Temo tuttavia che con queste vicende forlivesi ci si allontani un po' dai Bianchini. ;) Urge visitare San Savino!

un saluto ;)
Luca
Tempus loquendi, tempus tacendi.

Associazione Storico-Culturale RiminiSparita
Avatar utente
bardo
 
Messaggi: 1448
Iscritto il: martedì 23 marzo 2010, 1:45
Località: Rimini

Re: Paolo, alias Giuseppe, e sette cigni reali

Messaggioda lea1959 » sabato 28 luglio 2012, 13:28

Gentile Delehaye,dubito che esistano emoticon tali da esprimere quello che provo in questo momento [winner_first_h4h.gif] grazie ancora grazie [woot_jump.gif] . Mi ci vorrà un pò di tempo per visualizzare il tutto, ma per prima cosa: di dove sono questi Ghinassi? Purtroppo essendo spalmati per buona parte del litorale romagnolo oltre che altrove, ho bisogno di riscontri geografici.
Non ho molte notizie delle femmine perchè cambiano cognome e sono talmente tante....e tutti, maschi e femmine, con gli stessi nomi|
Quanto a Sauli e Zauli non so se siano parenti tra loro ma non credo per mezzo dei Ghinassi: di sicuro sono concittadini e amici.
Non li ho nell'albero anche perchè per la privacy sono troppo recenti e non so di che città siano.
Vorrei dire, in questa mia breve esperienza,che ho incontrato persone veramente deliziose, sia nel forum che altrove: se lo fossero stati altrettanto anche nel clero, il mio albero arriverebbe ad Adamo ed Eva!!!
Caro Bardo che piacere rileggerti! Mi sei mancato. Mi dispiace se ci perdi il sonno ma grazie mille [clapping.gif] per le delucidazioni,perfette nonostante l'ora.
Ora vado ad applicarmi alle ultime novità:grazie a tutti e a presto. Lea
lea1959
 
Messaggi: 153
Iscritto il: martedì 7 febbraio 2012, 18:04

Re: Paolo, alias Giuseppe, e sette cigni reali

Messaggioda bardo » sabato 28 luglio 2012, 14:01

Cara Lea,
non preoccuparti, è divertente rispolverare le vicende di queste antiche famiglie forlivesi. ;)
Non appena ho un po' di tempo faccio un salto in Gambalunga per la questione Quadrelli.

un saluto ;)
Luca
Tempus loquendi, tempus tacendi.

Associazione Storico-Culturale RiminiSparita
Avatar utente
bardo
 
Messaggi: 1448
Iscritto il: martedì 23 marzo 2010, 1:45
Località: Rimini

Re: Paolo, alias Giuseppe, e sette cigni reali

Messaggioda Delehaye » sabato 28 luglio 2012, 15:50

"Venne anche preso lo stendardo da battaglia (guðfani), che chiamavano "Corvo"."
Avatar utente
Delehaye
 
Messaggi: 2334
Iscritto il: martedì 28 febbraio 2012, 1:42
Località: Napoli

Re: Paolo, alias Giuseppe, e sette cigni reali

Messaggioda lea1959 » domenica 29 luglio 2012, 7:30

Caro Bardo,grazie, spero ci sia l'aria condizionata... [thumb_yello.gif]
Caro Delehaye, bel rametto, [clapping.gif] anche il mio alberello si sta allargando! Per favore non dimenticare di dirmi di dove sono quei Ghinassi o dove li hai trovati, forse riesco a collocarli.
Ho poi trovato un don Alfredo Giuseppe che ha avuto il beneficio parrocchiale a S. Giovanni Battista di Coriano RN con regio decreto del 7/2/1904: c'è modo di saperne di più senza passare per il clero? Perchè poi l' avrebbe avuto dal re e non dalla chiesa?
Grazie ancora a tutti Ciao a presto Lea
lea1959
 
Messaggi: 153
Iscritto il: martedì 7 febbraio 2012, 18:04

Re: Paolo, alias Giuseppe, e sette cigni reali

Messaggioda bardo » domenica 29 luglio 2012, 13:33

Cara Lea,
durante la mia gita domenicale a Faenza mi sono imbattuto in questi Ghinassi. Sono sepolti all'interno della Basilica Cattedrale. Forse ne eri già a conoscenza. ;)

Immagine

Immagine

un saluto ;)
Luca
Tempus loquendi, tempus tacendi.

Associazione Storico-Culturale RiminiSparita
Avatar utente
bardo
 
Messaggi: 1448
Iscritto il: martedì 23 marzo 2010, 1:45
Località: Rimini

Re: Paolo, alias Giuseppe, e sette cigni reali

Messaggioda Delehaye » domenica 29 luglio 2012, 14:10

lea1959 ha scritto:Ho poi trovato un don Alfredo Giuseppe che ha avuto il beneficio parrocchiale a S. Giovanni Battista di Coriano RN con regio decreto del 7/2/1904: c'è modo di saperne di più senza passare per il clero? Perchè poi l' avrebbe avuto dal re e non dalla chiesa?


quello regio è solo un'approvazione del relativo decreto ecclesiastico per il riconoscimento degli effetti civili della qualità di Parroco.
col Concordato del 1929 la materia fu regolata da:
- Articolo n° 4 della Legge n° 848 del 27.05.1929
- Articolo n° 7 del Regolamento con R.D. n° 2262 del 02.12.1929
- Articolo n° 46 del Regolamento con R.D. n° 228 del 29.01.1931
- Legge n° 455 del 06.04.1933

di seguito ti allego il link per scaricarti la G.U. in cui c'è ufficializzato il R.D. del Ghinassi:

In Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia n° 107 del 06 Maggio 1904, a Pag. 2183
Visionabile qui: http://augusto.digitpa.gov.it/gazzette/ ... 1904107_PM

MINISTERO DI GRAZIA E GIUSTIZIA E DEI CULTI
Disposizioni fatte nel personale dipendente:
[... omississ...]
Culto.
Con R. decreto del 7 febbraio 1904:
E stato concesso l'Exequatur alle Bolle Pontificie, con le quali furono nominati:
[... omississ...]
Ghinassi sac. Alfredo Giuseppe al beneficio parrocchiale di San Giovanni Battista in Coriano, Comune di Forli.
[... omississ...]


e questi sono i siti della Parrocchia di San Giovanni Battista di Cerasolo e Mulazzano:
http://www.cerasolomulazzano.135.it/
http://www.diocesi.rimini.it/parrocchie ... attista-6/
Ultima modifica di Delehaye il domenica 29 luglio 2012, 19:37, modificato 2 volte in totale.
"Venne anche preso lo stendardo da battaglia (guðfani), che chiamavano "Corvo"."
Avatar utente
Delehaye
 
Messaggi: 2334
Iscritto il: martedì 28 febbraio 2012, 1:42
Località: Napoli

Il codice Ghinassi di rime antiche

Messaggioda Delehaye » domenica 29 luglio 2012, 16:58

Ezio Levi nel 1908 da alle stampe "Il codice Ghinassi di rime antiche"... da cui si comprende la "mania" filologica di Giovanni Ghinassi di scrivere sonetti nuziali...
http://iccu01e.caspur.it/ms/internetCul ... +braidense
Ultima modifica di Delehaye il domenica 29 luglio 2012, 19:37, modificato 1 volta in totale.
"Venne anche preso lo stendardo da battaglia (guðfani), che chiamavano "Corvo"."
Avatar utente
Delehaye
 
Messaggi: 2334
Iscritto il: martedì 28 febbraio 2012, 1:42
Località: Napoli

Ultima guerra e Ghinassi

Messaggioda Delehaye » domenica 29 luglio 2012, 17:02

e ci sono anche storie tristi, di uccisioni... :(

in questo libro http://books.google.it/books?hl=it&id=L ... si&f=false puoi trovare alcune notizie su dei Ghinassi romagnoli durante l'ultima guerra.

ti ho estrapolato dei micro rami d'albero genealogico:
http://postimage.org/image/5e2bk5srt/ (Vincenzo, Oreste, Giuseppe, Elio GHINASSI, Antonia CESTINI, Luisa VENTURI) * La figura di Giovanni BERTONI è interessantissima!
http://postimage.org/image/7i067ufjj/ (Costante, Pietro GHINASSI)
http://postimage.org/image/ueaxuwniv/ (Maria GHINASSI, Luigi VISTOLI, Antonio VISTOLI)
http://postimage.org/image/ybabkle19/ (Aurelia GHINASSI)
http://postimage.org/image/imuf5t1kl/ (Francesco GHINASSI & Aurelio GHINASSI)
"Venne anche preso lo stendardo da battaglia (guðfani), che chiamavano "Corvo"."
Avatar utente
Delehaye
 
Messaggi: 2334
Iscritto il: martedì 28 febbraio 2012, 1:42
Località: Napoli

Re: Paolo, alias Giuseppe, e sette cigni reali

Messaggioda lea1959 » domenica 29 luglio 2012, 20:13

Caro Luca, non ero a conoscenza di queste mie parenti perchè in un libro del Lanzoni,biografia di Giovanni Ghinassi, c'era scritto che lui era stato sepolto in cappella privata nella sua villa poco fuori Faenza insieme ad altri congiunti.Ho contattato" La memoria dei sacramenti" e mi hanno fornito un email di una diocesi di Faenza da cui però non ho ricevuto risposta. E' vero che non ho elementi per chiedere informazioni... però, magari, un bel "và a quel paese,così controlli di persona!!
Ho fatto richiesta all'anagrafe ma Giovanni pare sia nel cimitero comunale, e queste donne non appaiono da nessuna parte. Giovanni ebbe un funerale in pompa magna proprio nella cattedrale ma poi fu sepolto altrove: perchè invece queste sono sepolte lì?
Non mi dice niente nemmeno il cognome Garelli che non ho incontrato in nessun libro dedicato ai Ghinassi.
Ma tutto è spunto per nuove ricerche! Grazie mille e a presto [thumbup.gif]

Caro Delehaye, ho già questo libro perchè è uno di quei pochi che ho potuto leggere gratis su Google:per altri ho richiesto prestiti interbibliotecari negati perchè libri troppo vecchi, ma sono riuscita ad averli in dvd a pagamento.
Non è proprio una storia edificante, ma poi ho trovato altri parenti con meriti migliori.
Per quanto riguarda il Codice Ghinassi: l'ho cercato per tanto tempo! [mf_bookread.gif] Ma come fate? [clapping.gif]
Un salutone a tutti Lea
lea1959
 
Messaggi: 153
Iscritto il: martedì 7 febbraio 2012, 18:04

Folli, Garelli e Ghinassi

Messaggioda Delehaye » domenica 29 luglio 2012, 22:40

lea1959 ha scritto:Non mi dice niente nemmeno il cognome Garelli che non ho incontrato in nessun libro dedicato ai Ghinassi.


Quando donna Maria Beatrice Scolastica Antonia del Sacro Cuore di Gesu al secolo Filomena Folli professava i voti solenni nel venerabile monistero di S. Umilta, Luigia Garelli Ghinassi in segno di parentela e verace esultanza pubblicava il seguente sonetto
Faenza - dalla tipografia di Pietro Conti all'Apollo, 1855
Saggio Monografico
fonte: http://www.adamoli.org/libri/gesu-a-con/PAGE0635.HTM

Professando i sacri voti nel chiarissimo e venerabile monastero di S. Umilta in Faenze ( ) dell'ordine Vallombrosano donna Maria Beatrice Scolastica Antonia del Sacro Cuor di Gesu al secolo Filomena Folli, Maria Boschi vedova Garelli zia della monacanda con vero giubilo offre il seguente sonetto / V.C
Faenza - Tipografia Marabini, (ca. 1850)
Saggio Monografico
fonte: http://www.adamoli.org/libri/edifici-re ... GE1313.HTM
Ultima modifica di Delehaye il lunedì 30 luglio 2012, 15:08, modificato 1 volta in totale.
"Venne anche preso lo stendardo da battaglia (guðfani), che chiamavano "Corvo"."
Avatar utente
Delehaye
 
Messaggi: 2334
Iscritto il: martedì 28 febbraio 2012, 1:42
Località: Napoli

Re: Paolo, alias Giuseppe, e sette cigni reali

Messaggioda Delehaye » domenica 29 luglio 2012, 23:54

in questo documento https://docs.google.com/viewer?a=v&q=ca ... -pJQB3JPOw se inserisci in altro a destra "ghinassi" ci saranno 36 corrispondenze... ;-)
"Venne anche preso lo stendardo da battaglia (guðfani), che chiamavano "Corvo"."
Avatar utente
Delehaye
 
Messaggi: 2334
Iscritto il: martedì 28 febbraio 2012, 1:42
Località: Napoli

Re: Paolo, alias Giuseppe, e sette cigni reali

Messaggioda lea1959 » lunedì 30 luglio 2012, 14:12

Caro Delehaye, grazie!! Questo era un altro sito che avevo perso nei meandri del computer e non sapevo come tornarci [clapping.gif] [clapping.gif] .
Ma, ragazzi, quando dormite? Beata gioventù!
Comunque, se puoi, se ti capita, se proprio non vai al mare, per favore continua a mandarmi qualunque cosa...sei veramente bravo [thumbup.gif]
A presto Lea
lea1959
 
Messaggi: 153
Iscritto il: martedì 7 febbraio 2012, 18:04

PrecedenteProssimo

Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti