Famiglie della piccola nobiltà sarda

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Alessio Bruno Bedini, Messanensis, GENS VALERIA

Famiglia Sini

Messaggioda Destavara » domenica 19 ottobre 2014, 0:00

Buona... notte a tutti!
Grazie CAV. per la sua risposta. Non ero al corrente dllo stemma Fois inquartato con quello dei Gaya Sini. L'ho ricercato nel sito e vedo che comunque la partizione che concerne i Sini raffigura probabilmente il cigno.
Lo stemma di concessione cui facciamo riferimento è proprio di una nobilitazione successiva probabilmente riferibile ad altri Sini. la famiglia di Torralba mi interessava per il periodo del pieno '600, in cui visse don Filippo. Il Floris tratta questi Sini in un'unica "scheda" familiare,e per comunanze geografiche e onomastiche forse ha ragione a farlo: purtroppo in questa scheda si parla di nobiltà molto antica (immemorabile) ed è presumibile che non si conosca concessione nè stemma relativo, sempre che quest'ultimo non figuri da qualche parte (questa è la mia pur debole speranza) o si sia tramandato in qualche maniera. Per gli altri Sini invece conosciamo concessione e blasone. Ora come ora mi è impossibile fare supposizioni o capire meglio la situazione di questa/e famiglia/e [crybaby.gif] . Grazie CAV.
Saluto tutti, D.

PS: per Ansermaeli
La questione sugli antenati Guiso e Satta (che siano davvero comuni ad entrambi!!! :D ) non mi è passata di mente nè ho intenzione di trascurarla, ma purtroppo non ho ancora avuto modo di prendere giusti contatti... Ti farò sapere, spero presto.

SE UN MODERATORE DOVESSE LEGGERE QUESTO MESSAGGIO: giorni fa un utente del forum mi ha inviato quattro messaggi ma quando oggi mi sono reso conto ed ho provato ad aprirli risultavano cancellati: da cosa dipende questo fatto? E' il sito che li cancella dopo qualche giorno o è un altro genere di problema?
Grazie :-)
Ultima modifica di Destavara il domenica 19 ottobre 2014, 12:14, modificato 2 volte in totale.
Destavara
 
Messaggi: 446
Iscritto il: mercoledì 19 maggio 2010, 20:57

Re: Famiglie della piccola nobiltà sarda

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » domenica 19 ottobre 2014, 1:18

No, significa che l'utente prima li ha scritti e poi li ha cancellati prima che tu potessi leggerli. Dovresti chiedere a quell'utente..
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6225
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Famiglie della piccola nobiltà sarda

Messaggioda Cav.OSSML » domenica 19 ottobre 2014, 10:20

Per Destavara
Buongiorno
reperire gli stemmi delle famiglie sarde che hanno ottenuto la generosità in tempi molto antichi è difficile, non riportando i diplomi di concessione del titolo anche la concessione dello stemma.
Gli stemmi venivano assunti o concessi a tali famiglie in un periodo successivo.
Io stesso conoscendo solo la concessione e sapendo soltanto vagamente quale è la blasonatura dello stemma delle mia famiglia, sono riuscito soltanto dopo lunghe ricerche a reperirne una riproduzione in uno stemmario custodito dal Collegio Araldico di Roma.
Spero che con riferimento alla famiglia Sini che Le interessa riesca in qualche modo a reperire lo stemma che cerca.
Cordiali saluti
Ultima modifica di Cav.OSSML il domenica 19 ottobre 2014, 13:05, modificato 1 volta in totale.
Le tradizioni sono le patenti di nobilità dei popoli.
Avatar utente
Cav.OSSML
 
Messaggi: 159
Iscritto il: giovedì 29 settembre 2011, 15:40
Località: Castrum Maiense

Re: Famiglie della piccola nobiltà sarda

Messaggioda leone passante » domenica 19 ottobre 2014, 11:50

Lo stemma con il cigno o la fenice è senz'altro quello concesso nel 1741 al Dr. Antonio Sini di Tempio che campeggia ancora nell'altare della Cappella da lui eretta nella Collegiata di San Pietro Apostolo. E' quasi certamente un homo novus che nulla ha a che fare con i Sini del Monteacuto e di Torralba.
leone passante
 
Messaggi: 294
Iscritto il: domenica 29 gennaio 2012, 1:19

Re: Famiglie della piccola nobiltà sarda

Messaggioda Destavara » domenica 19 ottobre 2014, 12:11

Buongiorno anche a lei CAV, e grazie per l'augurio... Chissà se col tempo verrà fuori qualcosa senza che passino ere geologiche :?
Altra speranza sarebbe quella di incappare in atti notarili di qualche notaio Sini con sigillo blasonato, magari!
Saluto tutti, D.

Ringrazio il moderatore per la sua risposta, tutto chiaro.
Destavara
 
Messaggi: 446
Iscritto il: mercoledì 19 maggio 2010, 20:57

Re: stemma dei Sini

Messaggioda padre chircante » lunedì 3 novembre 2014, 19:07

Il quadro della chiesa di S. Francesco di Bolotana che riporta lo stemma dei Sini, il cigno appunto, inquartato con quello dei Fois e dei Gaya è stato realizzato intorno alla fine della prima metà del '600.
La sua realizzazione fu autorizzata dal Capitolo dei Cappuccini tenuto ad Oristano nel 1643. Nella parte inferiore è riportata la scritta:"Fundadore desta Iglesia y Cobejo Don Onofrio Foys y Dona Caterina Foys y Gaya
por haverlo assilegado Don Bayngio Gaya suegro y padre dellos - ano 1600"
La moglie di Don Onofrio, Donna Caterina appunto era una Gaya Sini di Bottida.
Ritengo che il richiamo nello stemma sia un omaggio alla donna che, secondo la vulgata, si prodigò per far finanziare la costruzione della chiesa e del convento dei Cappuccini.
Nello stesso periodo era presente a Bolotana anche un Sini di Pattada, don Gabriele, rettore, che aveva avuto un figlio dalla perpetua, don Salvatore che sposerà donna Rosa Fois Gaya.
Un saluto a tutti.
padre chircante
 
Messaggi: 6
Iscritto il: venerdì 14 settembre 2012, 18:15

Re: Famiglie della piccola nobiltà sarda

Messaggioda Destavara » lunedì 3 novembre 2014, 23:32

Grazie del contributo padre chircante,
quindi cosa possiamo dedurre? Lo stemma che raffigura il cigno esisteva di già per i Gaya Sini dell'area del Goceano già circa cento anni prima della concessione settencentesca ai Sini della Gallura?
Saluto tutti, D.
Destavara
 
Messaggi: 446
Iscritto il: mercoledì 19 maggio 2010, 20:57

Re: Famiglie della piccola nobiltà sarda

Messaggioda Salvennor » lunedì 3 novembre 2014, 23:49

Interessanti tali notizie. Il post di padre chircante mi ha ricordato una presunta vicenda. Saluti.
AntonMaria
Avatar utente
Salvennor
 
Messaggi: 1009
Iscritto il: giovedì 1 gennaio 2009, 17:19
Località: CAGLIARI

Re: Famiglie della piccola nobiltà sarda

Messaggioda Andrea Madau » mercoledì 8 luglio 2015, 13:31

Salve.
Ho letto che insieme ad altre citate la famiglia MADAU in particolare nella persona di Don Salvador Madau.
Mi chiamo Andrea Madau, vivo da 53 anni a Villacidro e sono alla ricerca di dati e notizie che conducano alle origini della mia famiglia.
Sono in possesso dell’attestato Nobiliare, pergamena originale, che Filippo IV di Spagna concede a Salvador Madau nel 1649, non 1648 come qualcuno scrive, con firma originale del Re Filippo IV di Spagna, per cui se qualcuno volesse consultarlo e contestualmente darmi ulteriori notizie possiamo confrontarci.
L’attestato l’ho ereditato da mio padre Vittorio Madau, nato nel 1907 e deceduto nel 1974, che a sua volta lo ha avuto da mio nonno Don Peppino Madau, conosciuto e chiamato in tutta la cittadina di Villacidro proprio col titolo Nobile di Don Peppino, nato nel 1854 e morto nel 1937.
Nonno Peppino, che ovviamente non ho mai conosciuto, già alla fine del 1800, era usciere comunale qui a Villacidro, trascriveva le sedute del Consiglio Comunale (ho anche queste) e sapeva leggere e scrivere, aspetto non da poco per quegli anni.
L’attestato Nobiliare è scritto in spagnolo misto al latino.
Tramite ricerche ho trovato anche il testo che descrive lo Stemma Araldico concesso a Salvador Madau a seguito della sua nomina di Cavaliere nel 1639 sempre a firma del Re di Spagna Filippo IV.
L’icona dello scudo non sono riuscito a trovarla da nessuna parte per cui, in base al testo che la descrive dettagliatamente, ho cercato di costruirla graficamente e a detta di un esperto araldico, è stata riprodotta fedelmente.
Ho intrapreso altresì contatti con la Soprintendenza Archivistica di Cagliari che ora dovrà tradurre l’attestato Nobiliare in maniera dettagliata e catalogarlo per poi restituirlo e metterlo a disposizione della collettività.
In casa ho comunque l’attestato Nobiliare, originale del 1649, e lo Stemma Araldico del 1639 da me fedelmente riprodotto in base al testo originale.
Se qualcuno volesse contattarmi sono a disposizione.
Saluti.
Andrea Madau architetto.
09039 Villacidro (VS)
Cell. 338 4631364
andrea.madau@alice.it
andreamadau@pec.it
Andrea Madau
 
Messaggi: 1
Iscritto il: sabato 4 luglio 2015, 18:48

Cognome Quigini

Messaggioda Destavara » lunedì 13 giugno 2016, 22:03

Salve a tutti,
mi piacerebbe conoscere, nel caso in cui qualcuno, specie tra gli utenti interessati alle famiglie sarde, la conoscesse, l'origine del cognome Quigini e la relativa accentazione. Grazie a chi potrà aiutarmi.
Saluto tutti, D.
Destavara
 
Messaggi: 446
Iscritto il: mercoledì 19 maggio 2010, 20:57

Re: Famiglie della piccola nobiltà sarda

Messaggioda leone passante » sabato 21 gennaio 2017, 21:28

Si tratta della trascrizione ispanizzante del cognome ligure Ghigino, poco diffuso e non troppo frequente.
In Sardegna è attestato nelle forme Quixinu e Quiginu sin dal '500 sia nei documenti della diocesi di Galtellì che nei capitoli di grazia del Giudicato d'Ogliastra, sempre portato da soggetti di condizione sociale elevata ma non nobili, pur trattati dell'appellativo di riguardo mossen.
Probabilmente si tratta di una stessa stirpe, discesa dalle Baronie verso l'Ogliastra analogamente a quanto accaduto per i Puliga ed i Guiso.
La famiglia ogliastrina, discendente da un Sebastiano Quigino, Capitano d'Ogliastra nel 1594, si nobilitò nel 600 ed ottenne il titolo comitale nell'800 nel ramo Quigini-Puliga, estinguendosi nel '900.
La famiglia baroniense, rimasta in condizione borghese, è attestata a Bitti fino al '900 ed ora dovrebbe risiedere a Cagliari.
leone passante
 
Messaggi: 294
Iscritto il: domenica 29 gennaio 2012, 1:19

Re: Famiglie della piccola nobiltà sarda

Messaggioda Cav.OSSML » domenica 22 gennaio 2017, 20:28

Andrea Madau ha scritto:Salve.
Ho letto che insieme ad altre citate la famiglia MADAU in particolare nella persona di Don Salvador Madau.
Mi chiamo Andrea Madau, vivo da 53 anni a Villacidro e sono alla ricerca di dati e notizie che conducano alle origini della mia famiglia.
Sono in possesso dell’attestato Nobiliare, pergamena originale, che Filippo IV di Spagna concede a Salvador Madau nel 1649, non 1648 come qualcuno scrive, con firma originale del Re Filippo IV di Spagna, per cui se qualcuno volesse consultarlo e contestualmente darmi ulteriori notizie possiamo confrontarci.
L’attestato l’ho ereditato da mio padre Vittorio Madau, nato nel 1907 e deceduto nel 1974, che a sua volta lo ha avuto da mio nonno Don Peppino Madau, conosciuto e chiamato in tutta la cittadina di Villacidro proprio col titolo Nobile di Don Peppino, nato nel 1854 e morto nel 1937.
Nonno Peppino, che ovviamente non ho mai conosciuto, già alla fine del 1800, era usciere comunale qui a Villacidro, trascriveva le sedute del Consiglio Comunale (ho anche queste) e sapeva leggere e scrivere, aspetto non da poco per quegli anni.
L’attestato Nobiliare è scritto in spagnolo misto al latino.
Tramite ricerche ho trovato anche il testo che descrive lo Stemma Araldico concesso a Salvador Madau a seguito della sua nomina di Cavaliere nel 1639 sempre a firma del Re di Spagna Filippo IV.
L’icona dello scudo non sono riuscito a trovarla da nessuna parte per cui, in base al testo che la descrive dettagliatamente, ho cercato di costruirla graficamente e a detta di un esperto araldico, è stata riprodotta fedelmente.
Ho intrapreso altresì contatti con la Soprintendenza Archivistica di Cagliari che ora dovrà tradurre l’attestato Nobiliare in maniera dettagliata e catalogarlo per poi restituirlo e metterlo a disposizione della collettività.
In casa ho comunque l’attestato Nobiliare, originale del 1649, e lo Stemma Araldico del 1639 da me fedelmente riprodotto in base al testo originale.
Se qualcuno volesse contattarmi sono a disposizione.
Saluti.
Andrea Madau architetto.
09039 Villacidro (VS)
Cell. 338 4631364
andrea.madau@alice.it
andreamadau@pec.it

Egregio Arch. Madau,
la famiglia Madau viene ampiamente menzionata e documentata nella letteratura più importante circa la nobiltà sarda. Viene ad esempio menzionata dal Conte Vittorio Prunas Tola nella sua fondamentale opera "i privilegi di stamento militare nelle famiglie sarde", che oltre a fornire le notizie da Lei riportate, la descrive come insediata a Villacidro e Samugheo e rappresentata nello stamento militare al passaggio dell'Isola sotto la Real Casa di Savoia nell'anno 1720.
L'arma gentilizia della famiglia Madau viene così descritta e blasonata: "inquadrato, nel primo d'argento alla vite fogliata e fruttata al naturale; nel secondo d'azzurro al destrocherio vestito di porpora, movente dal fianco sinistro dello scudo, la mano di carnagione con tre dardi d'argento male ordinati, quasi in atto di cadere, il superiore tenuto ancora dalla mano; nel terzo di rosso al carro campestre d'oro sormontato da un crescente d'argento; nel quarto di verde al destrocherio di carnagione tenente un falcone al naturale".
Analoga descrizione dello stemma della famiglia Madau viene fornita tra l'altro anche da G. B. di Crollalanza nel suo famoso "dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti".
In tempi più recenti (2009) il Prof. Francesco Floris nel suo "dizionario delle famiglie nobili della Sardegna" menziona la famiglia Madau, fornendo ivi oltre a notizie generali sulla famiglia anche ampie fonti documentali e bibliografiche.
La famiglia Madau viene menzionata nell'elenco provvisorio delle famiglie nobili sarde dell'anno 1896; e da ultimo detta famiglia viene citata altresì nell'elenco nobiliare sardo (edizione del 1921).
Se mi permette un consiglio, prenda visione, qualora non dovesse averlo già fatto, nella letteratura che Le ho indicato sopra e consulti l'ottimo sito dell'Associazione Araldica Genealogica Nobiliare della Sardegna (http://www.araldicasardegna.org). Lei è veramente fortunatissimo ad avere in Sua proprietà la pergamena originale di concessione della nobiltà alla famiglia Madau.
Nella viva speranza di non averLa eccessivamente tediata con informazioni di cui magari era già in possesso, Le invio i miei più Cordiali saluti
Le tradizioni sono le patenti di nobilità dei popoli.
Avatar utente
Cav.OSSML
 
Messaggi: 159
Iscritto il: giovedì 29 settembre 2011, 15:40
Località: Castrum Maiense

Re: Famiglie della piccola nobiltà sarda

Messaggioda Salvennor » lunedì 23 gennaio 2017, 15:05

Salve. Non avevo ancora letto tali nuovi argomenti nel presente topic. Per quanto riguarda i Quigino mi sono ricordato che da qualche parte avevo letto che è documentata la proprietà di uno stagno (e credo anche relativa peschiera) da parte di individui di tale famiglia, credo in Ogliastra. Li avevo citati anche nel topic CARTA, per via di alcune parentele delle linee ogliastrine, ma con poche notizie. Probabilmente in origine erano mercanti liguri arrivati nelle Baronie a inizi '500 o a fine '400, a volte con legami parentali anche relativamente alle zone interne. Invece per quanto concerne i Madau segnalo la presenza a Cagliari, nel quartiere Marina, di alcuni Madau titolati (nobili Don), in particolare di uno gruppo di sorelle, le più documentate, nel periodo 1780-1820 e forse anche dopo. Ignoro se tali Madau siano citati in censimenti nobiliari di inizi '800, può anche essere di no, e ciò caratterizzava anche altre famiglie o individui, tipo un certo Michele Masala, originario di Alghero, inquadrato come militare di artiglieria e trasferito a Cagliari nel quartiere Marina ai primissimi '800; portò con se un fratello. Erano senza dubbio titolati, ma mai appellati con titoli di sorta; da altri documenti si nota parentela (cugini di primo e secondo grado) con altri Masala algheresi esplicitamente appellati con il titolo di nobili don o almeno di cavaliere (titoli risalenti ai primi del '500). Ho citato questi Masala dato che il topic si riferisce anche alla nobiltà sarda in generale. Tutte queste notizie sono relative a ricerche di terzi (non mie) credo ancora in corso, anche se ricordo che anche io avevo notato tali nominativi sfogliando i registri del quartiere Marina.
AntonMaria
Avatar utente
Salvennor
 
Messaggi: 1009
Iscritto il: giovedì 1 gennaio 2009, 17:19
Località: CAGLIARI

Precedente

Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 7 ospiti