Le decorazioni di Amedeo di Spagna

Per approfondire la conoscenza delle decorazioni, della loro conservazione e compravendita.
Deepening knowledge about decorations, their preservation and buy and sell.

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Le decorazioni di Amedeo di Spagna

Messaggioda Mario Volpe » sabato 10 ottobre 2009, 14:54

Come noto, nel tormentato periodo che seguì la fine del regno di Isabella II, sul trono di Spagna fu insediato per volere delle Cortes un Re di origine italiana: Amedeo Ferdinando di Savoia (1845-1890), figlio dell’allora Re d’Italia Vittorio Emanuele II e fratello del futuro Re Umberto I.
Il Regno di Amedeo – primo Duca d’Aosta e capostipite del ramo cadetto della dinastia sabauda - fu però assai difficile e travagliato e, nell’arco di soli due anni (egli regnò materialmente dal gennaio 1871 al febbraio 1873), il monarca si rese conto dell’impossibilità di continuare a governare in un Paese profondamente diviso tra repubblicani, monarchici progressisti o costituzionalisti, nonché rivoltosi carlisti, e decise di rinunciare al trono. Egli abdicò quindi il’11 febbraio 1873, pronunciando un discorso dinanzi alle Cortes, per rientrare subito dopo profondamente deluso nella sua Torino.
Nel suo breve e complesso periodo di regno comunque, Amedeo trovò il tempo e il modo per fondare un Ordine di Merito, che intitolò in onore della consorte, la Regina Maria Vittoria (nata Principessa dal Pozzo della Cisterna, una delle poche famiglie aristocratiche del Regno di Sardegna a portare il titolo principesco).

Immagine Immagine
(ritratti di Amedeo e Maria Vittoria)

Istituito da Amedeo il 7 luglio del 1871 (dopo pochi mesi dal suo insediamento sul trono di Spagna), l’ ORDEN CIVIL DE MARÍA VICTORIA doveva rappresentare nelle intenzioni del suo fondatore un “premio de eminentes servicios prestados a la instruccion publica, creando, dotando o mejorando establecimientos de enseñanza, publicando obras cientificas, literarias o artisticas de reconocido merito, o fomentando de cualquier otro modo las ciencias, las artes, la literatura o la industria”.
L’Ordine comprendeva tre gradi: Gran Croce, Prima Classe e Seconda Classe, e presentava delle insegne piuttosto particolari in forma di croce potenziata dalla estremità appuntite e tripartite, sui cui bracci campeggiavano gli stemmi di Castiglia, Leon, Aragona e Navarra, oltrechè… Savoia, e sui quali erano incise al verso le parole “ARTES, LETRAS, INDUSTRIA, CIENCIAS”.

Immagine Immagine
(insegna di Prima Classe e disegno della placca di Gran croce)

La più singolare caratteristica di questa rara distinzione, era rappresentata dal fatto che essa veniva conferita con un nastro di colore diverso a seconda del settore di merito, ricalcando i colori tipici delle varie facoltà universitarie spagnole dell’epoca:
Medicina: Amarillo de oro
Teologia: Blanco
Derecho: Rojo
Farmacia: Morado
Filosofia y Letras y Diplomatica: Azul celeste
Ciencias exactas, fisicas y naturales: Azul turques
Escuelas industriales, artes y oficios, comercio: Turques y negro
Bellas artes: Rosa
Arquitectura y construcciones civiles: Turques y rosa
Ingenieros de montes: Turques y violeta
Ingenieros de minas: Turques y anaranjado
Nautica y construcciones navales: Negro y verde mar
Enseñanza primaria: Blanco y verde

Il brevissimo periodo di esistenza di questa distinzione, ed il conseguente esiguo numero di concessioni che ne caratterizzò le attività, rende oggi estremamente raro e difficile trovare in circolazione degli esemplari delle sue decorazioni. Grazie al recente “passaggio” di una di queste in una casa d’asta europea, posso mostrarvene un’immagine del recto e del verso:

Immagine

Questa invece, è l’unica medaglia che mi risulta sia stata coniata con il profilo del Re Amedeo durante il suo breve periodo di regno, la Medaglia della Squadra del Mediterraneo del 1871:

Immagine
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3639
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Re: Le decorazioni di Amedeo di Spagna

Messaggioda Tilius » domenica 11 ottobre 2009, 8:33

Mi perplime un po' il disegno della placca, dallo stile apparentemente assai poco ottocentessco... sembrerebbe più la reinterpretazione moderna di un disegnatore che aveva a disposizione solo una descrizione. In particolare sparisce la crocetta bianca, cambia la forma dei bracci, cambia la grafia del monogramma.
Magari si voleva distinguere scientemente il massimo grado rispetto a quelli inferiori (un po' come la Corona d'Italia, dove la placca di gran croce non ha graficamente nulla a che vedere con le insegne delle classi sottostanti).
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12708
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Le decorazioni di Amedeo di Spagna

Messaggioda Mario Volpe » domenica 11 ottobre 2009, 10:41

Il disegno (colorato alla buona) è ricavato dall'ormai storico "Order and Decorations of All Nations" di Robert Werlich, la cui pubblicazione risale agli anni sessanta (poi ristampato in diverse riedizioni fino al 1990). E' l'unico esempio di illustrazione che sia mai riuscito a trovare della placca di quest'Ordine, della quale non mi è mai capitato di vedere un esemplare reale (sarà mai veramente esistito ?). La riproduzione al tratto della croce, presente anch'essa nell'opera del Werlich, sembra corrispondere abbastanza fedelmente alle reali decorazioni dell'Ordine, e devo quindi presumere che lo sia anche quello della placca... Ma in mancanza di un originale, chi può dire se sia veramente cosi ?

Immagine
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3639
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Re: Le decorazioni di Amedeo di Spagna

Messaggioda Mario Volpe » giovedì 31 ottobre 2013, 11:04

Aggiungo foto di una altro esemplare di Cavaliere reperito in rete ( http://www.coleccionesmilitares.com ):

Immagine
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3639
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma


Torna a Faleristica



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti