Medaglie Olimpiche

Per approfondire la conoscenza delle decorazioni, della loro conservazione e compravendita.
Deepening knowledge about decorations, their preservation and buy and sell.

Moderatori: Tilius, Mario Volpe, nicolad72

Medaglie Olimpiche

Messaggioda Mario Volpe » sabato 23 agosto 2008, 14:55

L'argomento non presenta certo molte affinità con la faleristica "classica", e del resto le medaglie olimpiche non costituiscono (almeno credo) degli articoli da collezione come le altre "normali" decorazioni e medaglie civili e militari, ma credo che questa particolare ed importante categoria di distinzioni sportive meriti comunque una citazione nel panorama della "medaglistica" generale, sia per la grande rilevanza che esse rappresentano a livello sportivo per ogni nazione, sia per le singolari caratteristiche tecniche che contraddistinguono queste speciali distinzioni olimpiche.
Come tutti ricorderanno, grazie all'iniziativa del (barone) francese Pierre De Coubertin nel 1894 fu costituito a Parigi il primo Comitato Olimpico Internazionale (CIO) e nel 1896 fu organizzata ad Atene la prima Olimpiade dell'era moderna. Il percorso iniziale delle manifestazioni olimpiche non fu certamente facile e le prime edizioni delle olimpiadi - alle quali presero parte ben poche nazioni ed un numero assai limitato di atleti (inizialmente solo uomini e rigorosamente dilettanti) rappresentarono più un evento collaterale e folcrolistico delle Esposizioni Universali che tra la fine dell'800 e l'inizio del '900 costituivano il principale evento organizzato a livello internazionale.
Bisognerà quindi attendere l'edizione di Londra del 1908 per assistere ai primi veri Giochi Olimpici, con una valida ed efficiente organizzazione logistica e sportiva. Naturalmente, dalla situazione estremamente pionieristica di questo periodo iniziale in poi, l'organizzazione dei Giochi ha continuato a registrare una continua evoluzione in tutti gli aspetti organizzativi, normativi e tecnologici, fino a giungere all'immane impegno economico, industriale e finanziario che la realizzazione di una Olimpiade comporta al giorno d'oggi.

Immagine

Fin dalla prima edizione dei Giochi moderni però, si è consolidata la tradizione di assegnare ai vincitori delle varie gare olimpiche in programma una speciale medaglia coniata per l'occasione, inizialmente solo in argento e bronzo per i primi due classificati e solo successivamente allargata anche ai terzi classificati con l'introduzione della medaglia in oro per i vincitori.
E' interessante notare come le medaglie olimpiche del CIO delle prime edizioni presentarono una variegata tipologia nel disegno, nelle forme e nelle rappresentazioni che furono adottate per la loro realizzazione, mentre a partire dall'edizione del 1928 ad Amsterdam il disegno e la forma delle decorazioni sono rimaste praticamente inalterate per lungo tempo, con minime variazioni soltanto nelle iscrizioni del dritto e - soprattutto - nelle raffigurazioni del rovescio. Questo fino alla recente edizione di Sydney del 2000 e, ancora di più, per quella di Atene del 2004, nelle quali il disegno generale ha invece subito una sostanziale modifica. Le attuali medaglie olimpiche di Pechino 2008, anche se hanno ripreso il disegno generale da quelle di Atene del 2004, presentano però una soluzione decisamente innovativa nel verso, che riporta un inserto circolare in giada di vari colori.

Immagine

Ma vediamo di fare qualche esempio pratico, avvalendoci soprattutto delle illustrazioni del bel sito ufficiale delle Olipiadi di Pechino 2008 (http://fr.beijing2008.cn/97/52/medailles.shtml).

Le medaglie delle prime edizioni dal 1896 al 1920:

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Il modello delle Olimpiadi di Amsterdam del 1928 che rimase a lungo inalterato:

Immagine

La variante di Roma del 1960 con l'aggiunta della ghirlanda di alloro intorno alla medaglia:

Immagine

Alcuni esempi di variazioni al verso della medaglia:

Immagine
Immagine
Immagine

La variante di Sydney 2000:

Immagine

ed il modello innovativo di Atene 2004:

Immagine

Ben diverso invece il discorso relativo alle medaglie per i Giochi Invernali, nelle quali la scelta dei soggetti e delle caratteristiche delle decorazioni sono state molto variabili e sempre diverse per ciascuna edizione (la prima si svolse nel 1924 a Chamonix).
Molti ricorderanno infatti la singolare soluzione adottata per le Olimpiadi Invernali di Torino nel 2006, nella quale furono adottatte delle medaglie "col buco":

Immagine

oppure la caratteristica soluzione adottata ad Albertville nel 1992, in cui fu addirittura sfruttata la trasparenza del cristallo:

Immagine

Cordialmente,

Mario Volpe
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3386
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Re: Medaglie Olimpiche

Messaggioda adj » sabato 23 agosto 2008, 17:56

A mio modesto avviso, per la solita voglia di inseguire la novità per la novità, tra Albertville 1992 e Torino 2006 è una bella gara per il podio della bruttezza.
C'erano una volta i Francescani dell'Immacolata. C'era una volta il peccato di adulterio. C'era una volta il Sovrano Militare Ordine di Malta.
Poi è venuta la Misericordia.

Lorenzo Stecchetti junior, Francescheide. Sono una freccia che punta ad Io
Avatar utente
adj
 
Messaggi: 3710
Iscritto il: domenica 21 gennaio 2007, 19:21
Località: Torino

Re: Medaglie Olimpiche

Messaggioda Tilius » lunedì 25 agosto 2008, 19:40

...a me la ciambella di Torino non dispiace. :D
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11191
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Medaglie Olimpiche

Messaggioda Elmar Lang » lunedì 25 agosto 2008, 19:50

Salve,

benché io, in tema di faleristica, sia un "codino reazionario", le medaglie olimpiche, anche con strane innovazioni, non mi dispiacciono. Devo dire sinceramente che anche la "ciambella" delle Olimpiadi invernali di Torino... è riuscita col buco.

Anche le medaglie olimpiche, hanno un loro "assatanato" pubblico di collezionisti!

A presto,

Enzo Calabresi (Elmar Lang)
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2245
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Medaglie Olimpiche

Messaggioda Tilius » lunedì 25 agosto 2008, 19:59

Elmar Lang ha scritto:Salve,

benché io, in tema di faleristica, sia un "codino reazionario", le medaglie olimpiche, anche con strane innovazioni, non mi dispiacciono. Devo dire sinceramente che anche la "ciambella" delle Olimpiadi invernali di Torino... è riuscita col buco.

Anche le medaglie olimpiche, hanno un loro "assatanato" pubblico di collezionisti!

A presto,

Enzo Calabresi (Elmar Lang)


Se a naso ipotizzassi un altrettanto assatanato mercato dei falsi e delle imitazioni , andrei lontano dal vero?
Il mio timore deriva dalla considerazione, meramente statistica, che i pezzi originali sono limitati a poche centinaia per ogni tornata olimpica (poche decine per i giochi più antichi...).
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11191
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Medaglie Olimpiche

Messaggioda Marcello G. Novello » lunedì 25 agosto 2008, 21:32

Se non mi sbaglio, la Germania coniò nel 1936 delle medaglie olimpiche "non sportive" per ricompensare il personale militare e civile che aveva contribuito alla riuscita dei Giochi. Altre Nazioni fecero lo stesso?
Marcello G. Novello
"Ogni rovescio ha la sua medaglia". Marcello Marchesi
Avatar utente
Marcello G. Novello
 
Messaggi: 1004
Iscritto il: giovedì 17 febbraio 2005, 20:07

Re: Medaglie Olimpiche

Messaggioda Mario Volpe » martedì 26 agosto 2008, 12:06

Dalla Gazzetta dello Sport di oggi:

La provocazione di Pollio
"Vendo la mia medaglia"
Il lottatore oro a Mosca 1980 pensa al gesto clamoroso: "Dopo tanti anni di rabbia ho deciso di vendere la mia medaglia olimpica su internet perchè mi dà fastidio essere ricordato solo quando conviene a qualcuno. Senza alcun aiuto non si va avanti"

NAPOLI, 26 agosto 2008 - Un gesto clamoroso, provocatorio, amaro. E' quello che ha in mente Claudio Pollio, 50 anni, napoletano, unica medaglia d’oro della lotta libera: conquistata a Mosca ’80. "Dopo tanti anni di rabbia covata ho deciso. Metto in vendita la mia medaglia olimpica: lo farò su internet. Davanti alla tv mi sono esaltato per la vittoria di Minguzzi nella greco-romana: un successo dovuto alla passione vera di una famiglia che coltiva questa disciplina. Passione che non ha la nostra federazione, gestita come un monopolio privato".
Perché lo fa e cosa si attende?
"Mi dà fastidio essere ricordato solo quando conviene a qualcuno. Quel podio rimane dimezzato, perché nell’Olimpiade dell'80 noi azzurri non avevamo né l’inno né il tricolore sul podio. Allora di premi in denaro manco a parlarne. Mi verrebbe voglia quasi di cancellarmi dall’albo d’oro. Spero in un intervento sportivo-istituzionale o di qualche imprenditore che ami la lotta".
Ma allora il presidente della repubblica Pertini intervenne e questo le consentì di trovare un’occupazione, nella banca dove ancora lavora.
"Vero. Poi ho continuato per anni a fare l’istruttore in una palestra di Secondigliano. Ma senza alcun aiuto non si va avanti e ho dovuto smettere, mentre i federali incassano i soldi dal Coni e non li investono sui giovani. Il mio è un grido disperato, davanti alla morte di una specialità dura e affascinante".
Maurizio Nicita
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3386
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Re: Medaglie Olimpiche

Messaggioda adj » martedì 26 agosto 2008, 13:27

La mia controprovocazione.
Bravissimi gli atleti che vincono medaglie alle Olimpiadi, e anche tanti altri che per sfortuna o circostanze avverse non le vincono.
Ma possibile che qualcuno pensi davvero che per aver dato qualche pugno ben assestato, o aver corso o saltato meglio di qualcun altro, la nazione debba farsi carico del loro mantenimento vita natural durante?
Discorso che vale particolarmente per quegli sport non così poveri (questo non credo sia il caso di Pollio), dove gli eroi di un giorno in pochi giorni sperperano lauti guadagni, per poi lamentarsi della patria ingratitudine.
Ben altre ingratitudini sono state, sono e temo saranno consumate, ai danni di più meritevoli e meno petulanti cittadini.
C'erano una volta i Francescani dell'Immacolata. C'era una volta il peccato di adulterio. C'era una volta il Sovrano Militare Ordine di Malta.
Poi è venuta la Misericordia.

Lorenzo Stecchetti junior, Francescheide. Sono una freccia che punta ad Io
Avatar utente
adj
 
Messaggi: 3710
Iscritto il: domenica 21 gennaio 2007, 19:21
Località: Torino

Re: Medaglie Olimpiche

Messaggioda nicolad72 » martedì 26 agosto 2008, 15:34

Immagine
Immagine
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 9304
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: Medaglie Olimpiche

Messaggioda Mario Volpe » giovedì 28 agosto 2008, 10:28

Marcello G. Novello ha scritto:Se non mi sbaglio, la Germania coniò nel 1936 delle medaglie olimpiche "non sportive" per ricompensare il personale militare e civile che aveva contribuito alla riuscita dei Giochi. Altre Nazioni fecero lo stesso?


Istituita il 31.7.1936, la "Medaglia Commemorativa dei Giochi Olimpici" fu concessa a tutti coloro che - tedeschi o stranieri - presero parte alle Olimpiadi del 1936 (estive a Berlino e invernali a Garmisch-Partenkirchen) in ruoli "non-competitivi". Ne furono assegnate oltre 54.000.

Immagine

Per ricompensare coloro che svolsero un ruolo significativo nell'organizzazione dei Giochi del 1936, fu inoltre istituita il 4.2.1936 una speciale "Decorazione al Merito Olimpico" in due classi. Ne furono assegnate oltre 760 di Prima ed oltre 3.300 di Seconda Classe.

Immagine Immagine

Credo che anche altre nazioni abbiano occasionalmente istituito delle medaglie commemorative o delle decorazioni di merito in occasione di Giochi Olimpici organizzati nel proprio paese. Come questo esempio svedese coniato in occasione delle Olimpiadi di Stoccolma del 1912:

Immagine Immagine

o quest'altro esempio austriaco emesso in occasione dei Giochi Invernali di Innsbruck del 1976:

Immagine Immagine

Ricordo inoltre in quest'ambito anche la "Croce al Merito Olimpico" - in due classi - e la "Medaglia al Merito Olimpico" istituite dalla Finlandia il 21.7.1951 per ricompensare coloro che collaborarono all'organizzazione dei Giochi di Helsinki del 1952:

Immagine Immagine Immagine

Cordialmente,

Mario Volpe
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3386
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Re: Medaglie Olimpiche

Messaggioda Marcello G. Novello » giovedì 28 agosto 2008, 11:09

Mario, alcune volte mi sembri la lampada di Aladino. Basta sfregare e si ottiene quel che si cerca! Grazie :wink:
Marcello G. Novello
"Ogni rovescio ha la sua medaglia". Marcello Marchesi
Avatar utente
Marcello G. Novello
 
Messaggi: 1004
Iscritto il: giovedì 17 febbraio 2005, 20:07

Re: Medaglie Olimpiche

Messaggioda Mario Volpe » giovedì 28 agosto 2008, 11:15

Grazie a te :wink: ...
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3386
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Re: Medaglie Olimpiche

Messaggioda Lord Acton » venerdì 29 agosto 2008, 12:32

Marcello G. Novello ha scritto:Se non mi sbaglio, la Germania coniò nel 1936 delle medaglie olimpiche "non sportive" per ricompensare il personale militare e civile che aveva contribuito alla riuscita dei Giochi. Altre Nazioni fecero lo stesso?

Già che ci troviamo vi faccio vedere anche il Collare che venne realizzato nel 1936 per i membri del Comitato Olimpico Internazionale

Immagine

Da qualche parte on line ce ne dovrebbe essere anche una immagine molto più grande e particolareggiata e le immagini particolareggiate dei singoli medaglioni del collare.

Lord Acton
Amiamo il servizio straordinario... le imprese giudicate assurde o impossibili (A. Dumas)
Lord Acton
 
Messaggi: 2880
Iscritto il: giovedì 10 aprile 2003, 13:42
Località: Napoli

Re: Medaglie Olimpiche

Messaggioda Marcello G. Novello » venerdì 29 agosto 2008, 12:46

Ho come il sospetto che i Russi in occasione delle Olimpiadi di Mosca abbiano fatto qualcosa, ma non ho ancora trovato nulla. Mi pare difficile che abbiano resistito alla tentazione...
Marcello G. Novello
"Ogni rovescio ha la sua medaglia". Marcello Marchesi
Avatar utente
Marcello G. Novello
 
Messaggi: 1004
Iscritto il: giovedì 17 febbraio 2005, 20:07

Re: Medaglie Olimpiche

Messaggioda Mario Volpe » martedì 9 marzo 2010, 15:58

Mi pare doveroso a questo punto aggiornare questo topic (e chiedo scusa per il ritardo), mostrando qualche immagine anche delle singolari medaglie "ondulate" utilizzate per le recenti Olimpiadi Invernali di Vancouver:

Immagine

Immagine
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3386
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Prossimo

Torna a Faleristica



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite