I dettagli delle onorificenze

Per approfondire la conoscenza delle decorazioni, della loro conservazione e compravendita.
Deepening knowledge about decorations, their preservation and buy and sell.

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Messaggioda adj » mercoledì 30 gennaio 2008, 19:42

Il venditore stesso parla di questo difetto nella descrizione, quindi senz'altro non si tratta di marchio, ma di ammaccatura o riparazione.
adj
 

Messaggioda Guido5 » mercoledì 30 gennaio 2008, 21:36

Cari amici,
Se l'esempio postato da Tilius vale più di 1.000 parole, questo ne vale almeno il doppio...

Immagine

La concessione risale al 1931 e la medaglia dovrebbe essere dell'epoca. Osservate perle e gemme della corona e paragonatele all'altra.

Ciao a tutti!
Guido5
Guido Buldrini - Fides Salvum Fecit
Guido5
Amministratore
 
Messaggi: 5160
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2005, 16:16
Località: Roma

Messaggioda Guido10 » martedì 5 febbraio 2008, 10:20

Cari amici,

sempre in attesa dei vs. interventi su questo argomento :roll:, vi informo che la decorazione, le cui foto ci sono state proposte da Tilius, è stata venduta per 191€ (+ spese); che ne pensate? :wink:

Un saluto

Guido10
"Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati” (Mc 2,17)

Siamo solo maglie nell'eterna catena della parentela. (H.H.)
Guido10
 
Messaggi: 255
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 13:09
Località: Napoli

Messaggioda Tilius » giovedì 14 febbraio 2008, 14:21

Guido10 ha scritto:Cari amici,

sempre in attesa dei vs. interventi su questo argomento :roll:, vi informo che la decorazione, le cui foto ci sono state proposte da Tilius, è stata venduta per 191€ (+ spese); che ne pensate? :wink:

Un saluto

Guido10


Un dispendio eccessivo di denaro da parte di una persona inabile a valutare oggettivamente l'acquisto.
The unspeakable in full pursuit of the uneatable: l'ineffabile nel pieno perseguimento dell'immangiabile.
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12821
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

ineffabile

Messaggioda Fulvio Poli » giovedì 14 febbraio 2008, 14:51

perché sbilanciarsi senza sapere le motivazioni

io personalmente ho pagato uno sproposito una banale medaglia perché era stata di un mio parente
Fulvio Poli
Fulvio Poli
 
Messaggi: 351
Iscritto il: giovedì 13 settembre 2007, 17:22

Re: ineffabile

Messaggioda Lord Acton » giovedì 14 febbraio 2008, 15:30

Fulvio Poli ha scritto:io personalmente ho pagato uno sproposito una banale medaglia perché era stata di un mio parente

E ha fatto benissimo... io, da collezionista, dico che non capisco le persone che, senza una vera necessità, pongono in vendita le onorificenze o, addirittura, le medaglie al valore del padre o del nonno.

Lord Acton
Amiamo il servizio straordinario... le imprese giudicate assurde o impossibili (A. Dumas)
Lord Acton
 
Messaggi: 2890
Iscritto il: giovedì 10 aprile 2003, 13:42
Località: Napoli

Messaggioda Guido10 » giovedì 14 febbraio 2008, 15:45

Credo che il messaggio di Tilus fosse carico di un'ironia non del tutto percettibile. :wink:

Un saluto

Guido10
"Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati” (Mc 2,17)

Siamo solo maglie nell'eterna catena della parentela. (H.H.)
Guido10
 
Messaggi: 255
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 13:09
Località: Napoli

Re: ineffabile

Messaggioda Tilius » giovedì 14 febbraio 2008, 17:30

Fulvio Poli ha scritto:perché sbilanciarsi senza sapere le motivazioni



Guido10 ha scritto:Credo che il messaggio di Tilus fosse carico di un'ironia non del tutto percettibile. :wink:


Esattamente.
Mi permettevo il mordace commento solo perchè si tratta di... autoironia. Infatti l'acquirente dell'oggetto in questione sono io.
Inoltre, con la citazione da Oscar Wilde, mi sono espresso in maniera ambigua... quando dicevo "immangiabile" intendevo letteralmente.
Nel senso che quella che ho speso é stata un cifra non piccola (almeno per le mie gracilissime finanze... al cui confronto le vaccherelle magre stecchite di manzoniana memoria sono dei bei manzoni texani iper-ormonizzati :roll: ) e che non la ho spesa per acquistare pane.
Il pezzo in sé è bellissimo. :2:
Sicuramente VEII (i nodi di Savoia sono talmente grossi che sembrano i cavi d'attracco di una corazzata :wink: ), come d'altro canto la sua scatola.
La coroncina sullo smalto celeste (lo so... lo so... l'equazione smalto celeste = Re Galantuomo é una leggenda metropolitana, nel senso che avolte é celste, a volte non lo é... però fa piacere illudersi che sia vera :wink: ) é ingenuamente rozza, dal punto di vista prospettico, al punto giusto, vorrei dire... proprio quel tipo di incertezze esecutive che ti aspetteresti nelle insegne di un nuovo ordine da pochissimo istituito e per i quali la prassi esecutiva non risulta essere ben consolidata ma ancora in progress.
E le caratteristiche "primitive" delle insegne VEII ci sono tutte:
:D smalto celeste quasi opaco invece del classico azzurro intenso trasparente guilloche;
:D nodi di Savoia in filo d'oro di spessore pari ai cavi telgrafici transoceanici invece del classico filo ritorto sottilissimo che sembra evaporare al semplice sguardo...;
:D coroncina di impostazione non proprio finissima, priva dei classici giri di perline smaltate... i cui esemplari più fini ho visto in epoca UI, mentre durante VEIII si conferma il modello definitivo... non finissimo ma abbondantemente perlinizzato in microgocce di smalto bianco;
:D aquila di savoia dal disegno un po' ingenuo (per quanto fine esecutivamente), che, causa la posizione che sembra "accosciata" da un effetto vagamente buffo... quasi da pollo arrosto.

Spero che questa breve disamina sia sufficientemente scientifica.
Metterò le foto dell'interno del coperchio x chiedere aiuto nell'identificazione del fabbricante.
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12821
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Messaggioda Tilius » giovedì 14 febbraio 2008, 18:58

Non dimentichiamo la scatola, con le cifre reali VE in quel particolare corsivo che é proprio di VEII.

Esterno - notare il punto di abbreviazione, e solo dopo la V. -
Immagine

Interno:
Immagine

...quel che rimane del marchio del fabbricante, nel piatto superiore dello scatolino:
Immagine

Su entrambi i lati del simbolo, in basso, sembra distinguersi (in colore più scuro) la cifra "6", ripetuta appunto sia a sinistra che a destra.
Subito a fianco del primo "6", dello stesso colre pare esserci la scritta "VIA..." ma é solo una impressione.
Al centro c'era un doppio (o triplo) stemma sotto manti di ermellino coronati (lo stemma sulla destra sopravvive circa per metà, quello sulla sinistra conserva solo quello che era il bordo estremo, lo stemma al centro é solo ipotetico).
Sopra i "6" e sotto gli stemmi correva un'iscrizione di cui é ituibile solo la prima parte della prima parola "GIOIEL..." e la parte finale dell'ultima parola "...ECORAZIONI".
In alto correva una scritta che probabilmente era quello che si cercava: il nome del costruttore. Peccato che sia largamente illeggibile, al punto che non una sola lettera é leggibile con certezza.
La prima (ammesso che sia tale: la prima di cui é rimasta una debole traccia, poco più di un avvallamento nel tessuto) sembra quasi un "5", ma chiaramente non può essere. Forse una "F".
La seconda parrebbe una "A".
Le successive tre possono essere, ciascuna di esse, o una "B" o una "R".
La sesta forse é una "I" (ma potrebbe anche essere l'unica gambetta superstite di una "V" se la scritta si incurvasse in quel punto...

Ergo, largo alle ipotesi :D

Potrebbe esserci scritto "FABBRI"... ma magari c'era solo scritto "FABBRICA GIOIELLI & DECORAZIONI..." e il nome effettivo del produttore stava sotto agli stemmi...
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12821
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: ineffabile

Messaggioda Lord Acton » giovedì 14 febbraio 2008, 19:00

Tilius ha scritto:...sullo smalto celeste (lo so... lo so... l'equazione smalto celeste = Re Galantuomo é una leggenda metropolitana, nel senso che a volte é celste, a volte non lo é... però fa piacere illudersi che sia vera :wink: )

Ma non è nemmeno detto che sia sbagliata... io dico che quelle in smalto celeste sono certamente VEII... ma che all'epoca si sono fatte anche decorazioni in smalto blu... come, un giorno che ho tempo, vi farò vedere.

Lord Acton
Amiamo il servizio straordinario... le imprese giudicate assurde o impossibili (A. Dumas)
Lord Acton
 
Messaggi: 2890
Iscritto il: giovedì 10 aprile 2003, 13:42
Località: Napoli

Messaggioda Tilius » giovedì 14 febbraio 2008, 19:02

Ritengo che le lettere di colore verdino siano quelle dove la doratura si é consumata ma é sopravvissuto il substrato (collante?) verdastro che incollava la doratura alla tela.

Purtroppo, sfortuna vuole che, essendo il simbolo nella parte alta del coperchio, detto simbolo, a scatola chiusa, vada a posarsi e a sfregare direttamente sopra l'insegna... da cui il cattivo stato del marchio dorato, in ispecie al centro.
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12821
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Messaggioda Tilius » giovedì 14 febbraio 2008, 19:16

Elmar Lang ha scritto:Salve,

è assai probabile si tratti di una decorazione prodotta dall'orafo Pernetti, con laboratorio in "Dora Grossa" a Torino.

A presto,

E.L.


La citazione del sempre gentilissimo Elmar Lang l'ho recuperata da un altro topic (dove avevo proposto una commenda SSML, sempre VEII, con la scatola di analoga tipologia... chiaramente verde e più decorata quella del SSML).
Cosa ne dite? Là in mezzo, immediatamente sotto la scritta "GIOEL... ... ...CORAZIONI", ci può stare "PERNETTI" ?
Effettivamente le ultime lettere sembrerebbero proprio "...TTI"

Certo che la paleografia é una scienza invero frustrante. :D
Ultima modifica di Tilius il giovedì 14 febbraio 2008, 20:01, modificato 1 volta in totale.
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12821
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Messaggioda Lord Acton » giovedì 14 febbraio 2008, 19:18

Si... potrebbe essere...

Lord Acton
Amiamo il servizio straordinario... le imprese giudicate assurde o impossibili (A. Dumas)
Lord Acton
 
Messaggi: 2890
Iscritto il: giovedì 10 aprile 2003, 13:42
Località: Napoli

Messaggioda Tilius » giovedì 14 febbraio 2008, 21:50

Confermo anche quella che era stata l'impressione iniziale sulla strana ammaccatura sul nodo di savoia... trattasi precisamente di sonora botta... e nulla più.
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12821
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Precedente

Torna a Faleristica



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti