Gli Ordini di Giuseppe

Per approfondire la conoscenza delle decorazioni, della loro conservazione e compravendita.
Deepening knowledge about decorations, their preservation and buy and sell.

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Gli Ordini di Giuseppe

Messaggioda Mario Volpe » mercoledì 12 dicembre 2007, 1:38

Giuseppe Bonaparte, fratello di Napoleone, si insedia sul trono di Napoli il 15 febbraio 1806.

Immagine Immagine

Esattamente due anni dopo, il 24 febbraio 1808, istituisce l’Ordine Reale delle Due Sicilie con la finalità di ricompensare quei sudditi che lo avevano aiutato nella conquista del regno o che, comunque, avevano reso importanti servigi allo Stato. L'ordine delle Due Sicilie si componeva delle tre classi di Dignitari, Commendatori e Cavalieri.

Immagine Immagine

Pochi mesi più tardi, con decreto del 5 novembre 1808, l’Ordine fu confermato ed in parte modificato dal successore di Giuseppe sul trono di Napoli, Gioacchino Murat, che continuò a conferirlo fino alla perdita del trono nel 1815.

Immagine

L’Ordine fu poi mantenuto dal Re Ferdinando IV il 4 giugno 1815, ma in seguito, nel 1819, lo stesso Sovrano lo soppresse per sostituirlo con l'Ordine di San Giorgio della Riunione.

Immagine

La decorazione era una stella d'oro a cinque punte smaltata di rosso recante nel recto lo stemma di Napoli (un cavallo rampante), con il motto "pro renovata patria" e nel verso quello della Sicilia (le tre gambe della trinacria) con la scritta "Joseph Neapoles Siciliarum rex instituit" (più tardi sostituito dal nome di Gioacchino Murat). La stella era sormontata da un’aquila imperiale dorata, sopra la quale si aggiunse in seguito una corona traforata. Il nastro dell’Ordine era azzurro marezzato.

Immagine

Nei sette anni che caratterizzarono la vita dell’Ordine, le sue insegne subirono alcune modifiche, che diedero vita ad una serie di varianti successive.
Con l’ausilio di alcune illustrazioni (alcune delle quali relative ad esemplari conservati nel Museo Militare Reale di Bruxelles), cercherò di fornirvi una selezione di alcune di queste varianti.

Un primo tipo ancora senza la corona:
Immagine

Un secondo tipo con corona:
Immagine

Un singolare esemplare con l'aquila sostituita da un giglio (secondo il Museo di Bruxelles, un prototipo non meglio identificato. Ma probabilmente potrebbe trattarsi di un esemplare del periodo della restaurazione di Ferdinando IV)
Immagine

Alcuni esemplari del periodo di Murat:
Immagine

Immagine

Immagine

Un modello di placca in metallo:
Immagine

...ed un altro in stoffa ricamata:
Immagine

Secondo alcune fonti, l'insegna originale sormontata da un'aquila fu modificata da Ferdinando IV tramite la sostituzione dell'aquila con la corona reale, nonché ponendo nel recto assieme alle armi di Napoli e Sicilia la nuova iscrizione "Ferdinandus Borbonius utriusque Siciliae Rex P.F.A.", e nel verso un giglio con le parole: "Felicitati restituta X Kal., Jun. MDCCCXV". Non ho però mai avuto l'occasione di osservare un esemplare di quest’ultima versione dell’Ordine.

Cordialmente,

Mario Volpe


P.S. Sull'argomento ricordo anche il bel topic aperto da Nicolad72: viewtopic.php?t=4629&highlight=ordini+napoleone
Ultima modifica di Mario Volpe il mercoledì 12 dicembre 2007, 10:46, modificato 1 volta in totale.
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3675
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Messaggioda Mario Volpe » mercoledì 12 dicembre 2007, 10:42

Dopo la breve esperienza napoletana, Giuseppe fu nominato Re di Spagna (ovviamente dal fratello Napoleone), dove si insediò il 6 luglio 1808.
Nello stesso anno Giuseppe fondò l'Ordine Reale di Spagna, in tre classi come il precedente, destinato a ricompensare meriti e servizi resi alla corona dai sudditi spagnoli.
Le insegne di quest'Ordine, la cui vita fu ancora più breve del precedente dato che Giuseppe fu costretto dal Duca di Wellington a fuggire da Madrid il 13 giugno 1813 perdendo il trono di Spagna, sono oggi rarissime.
L'insegna era costituita ancora una volta da una stella a cinque punte in smalto rosso con al recto un medaglione circolare recante una torre merlata di Castiglia circondata dall'iscrizione "Jos. Nap. Hisp. et Ind. Rex Inst.", mentre al verso compariva un leone con il motto "Virtute et Fide". Il nastro dell'Ordine era rosso marezzato.
Servendomi ancora una volta della straordinaria collezione del Museo Militare di Bruxelles, vi mostro un'insegna da Cavaliere ed una placca di Gran Croce (in stoffa ricamata) di questa poco conosciuta onorificenza:

Immagine Immagine

Immagine
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3675
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Complimenti

Messaggioda equites » mercoledì 12 dicembre 2007, 12:56

Caro dott. Volpe, ancora una volta complimenti!


A titolo di pura curiosità mi piacerebbe sapere se qualcuno è riuscito mai a fregiarsi di due o più versioni di questa onorificenza, elargite da sovrani diversi....
"...e per rincalzo il cuore"
equites
 
Messaggi: 826
Iscritto il: lunedì 20 agosto 2007, 22:17
Località: Taranto

Messaggioda Mario Volpe » mercoledì 12 dicembre 2007, 14:23

Ne dubito. I Gran Maestri potevano anche cambiare, ma i registri ed i "quadri" degli Ordini rimanevano gli stessi. Non credo fosse possibile ricevere per mano di diversi Gran Maestri più investiture in uno stesso Ordine, semmai poteva verificarsi una promozione ad una classe superiore. Ma in quest'ultimo caso, ci si fregiava solo della classe più elevata, mettendo da parte le vecchie insegne del modello precedente...
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3675
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Messaggioda Mario Volpe » mercoledì 12 dicembre 2007, 18:01

Ancora un paio di immagini dal mio archivio dell'Ordine Reale di Spagna, una Gran Croce, una variante di placca metallica ed un Gran Collare:

Immagine Immagine Immagine
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3675
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Messaggioda Tilius » mercoledì 12 dicembre 2007, 18:31

Murat in abiti reali col collare dell'Ordine delle Due Sicilie...

Immagine
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12823
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol


Torna a Faleristica



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti