Un gruppo interessante

Per approfondire la conoscenza delle decorazioni, della loro conservazione e compravendita.
Deepening knowledge about decorations, their preservation and buy and sell.

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Messaggioda emax » lunedì 15 ottobre 2007, 12:36

Non mi sembrano pero' in ottime condizioni...mi sembrano invece un po' ossidate, con nastrini sbiaditi...o sbaglio=? Grazie
emax
 
Messaggi: 57
Iscritto il: sabato 8 settembre 2007, 22:29

Messaggioda Tilius » lunedì 15 ottobre 2007, 15:45

emax ha scritto:Non mi sembrano pero' in ottime condizioni...mi sembrano invece un po' ossidate, con nastrini sbiaditi...o sbaglio=? Grazie


La normale e anzi doverosa patina del tempo... :roll:
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12821
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Messaggioda Emibro » lunedì 15 ottobre 2007, 15:46

... Si parla pur sempre di pezzi che hanno intorno ai 150 anni, alcuni anche di più...


E*
---- Orbis Non Sufficit ----

**** Fortuna Defuit non Virtus ****

"Carri armati nemici fatta irruzione a sud. Con ciò "Ariete" accerchiata. Trovasi circa cinque chilometri nordovest Bir el Abd. CARRI "ARIETE" COMBATTONO!"
Emibro
 
Messaggi: 312
Iscritto il: lunedì 2 maggio 2005, 19:15
Località: Ducato di Parma

Messaggioda Elmar Lang » martedì 16 ottobre 2007, 17:08

Beh, non andrei tanto per il sottile... Le medaglie del Messico e della Cina di N. III sono molto interessanti col nastro originale, anche se sbiadito.

Il gruppo, in sè è molto bello e, sinceramente, ci farei un pensierino (se sapessi dove trovarlo sul "noto sito di aste online").

A presto,

Elmar Lang
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 3379
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Messaggioda Lord Acton » martedì 16 ottobre 2007, 20:19

Elmar Lang ha scritto:Beh, non andrei tanto per il sottile... Le medaglie del Messico e della Cina di N. III sono molto interessanti col nastro originale, anche se sbiadito.

Concordo in pieno...

Lord Acton
Amiamo il servizio straordinario... le imprese giudicate assurde o impossibili (A. Dumas)
Lord Acton
 
Messaggi: 2890
Iscritto il: giovedì 10 aprile 2003, 13:42
Località: Napoli

Messaggioda emax » martedì 16 ottobre 2007, 21:51

Ma non sarebbero piu' interessanti con il nastrino non sbiadito?
emax
 
Messaggi: 57
Iscritto il: sabato 8 settembre 2007, 22:29

Messaggioda Emibro » martedì 16 ottobre 2007, 22:20

emax ha scritto:Ma non sarebbero piu' interessanti con il nastrino non sbiadito?


Un Nastrino non sbiadito vorrebbe dire un nastrino non contemporaneo.

Qui si parla di oggetti che cnon hanno subito alcun internveto umano (o quasi) da un centinaio d'anni se non di più, esclusa la manipolazione.

Perché rovinarle sostituend un nastrino in buone contizione con uno nuovo di pacca e in materiali quasi certamente diversi dall'originale?

E*
---- Orbis Non Sufficit ----

**** Fortuna Defuit non Virtus ****

"Carri armati nemici fatta irruzione a sud. Con ciò "Ariete" accerchiata. Trovasi circa cinque chilometri nordovest Bir el Abd. CARRI "ARIETE" COMBATTONO!"
Emibro
 
Messaggi: 312
Iscritto il: lunedì 2 maggio 2005, 19:15
Località: Ducato di Parma

Messaggioda emax » martedì 16 ottobre 2007, 22:40

credo che esistano anche dei nastrini originali ben tenuti e non sbiaditi. Chi ha parlato di sostituzione?
emax
 
Messaggi: 57
Iscritto il: sabato 8 settembre 2007, 22:29

Messaggioda Tilius » mercoledì 17 ottobre 2007, 0:12

Emibro ha scritto:Un Nastrino non sbiadito vorrebbe dire un nastrino non contemporaneo.

Qui si parla di oggetti che cnon hanno subito alcun internveto umano (o quasi) da un centinaio d'anni se non di più, esclusa la manipolazione.

Perché rovinarle sostituend un nastrino in buone contizione con uno nuovo di pacca e in materiali quasi certamente diversi dall'originale?

E*


...sante, sante, SANTE parole.
Aggiungo che sostituire un nastrino originale in condizioni più che egregie (niente sbreghi :mrgreen: o macchie deturpanti), anzi fascinosamente "in patina", con un altro più fresco, ancorché antico, e questo semplicemente per appagare un proprio malinteso senso estetico che antepone una presunta (e discutibilissima) miglioria estetica a quella che è la veridicità storica... bé, è cosa a mio avviso semplicemente inconcepibile. Si crea un falso storico bello e buono; si sminuisce il valore, sia economico, sia estetico, sia storico dell'oggetto; si distrugge il fascino proprio dell'oggetto che risiede eminentemente nell'originalità organica di tutte le sue parti.
E tutto questo sfacelo per cosa? :roll:
Capirei integrare un nastrino mancante, con un esemplare d'epoca o anche una buona imitazione recente (sono un convinto assertore che il restauro debba innazitutto restituire leggibilità all'oggetto)... ma rimpiazzare un nastrino originale in condizioni che migliori praticamente non esistono é come grattar via lo sfondo della Gioconda e ridipingerlo perché così come é adesso é tutto sudicio e ingiallito e opaco e bleah-che-schifo... :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
A questo punto, perché non lucidare le antiche medaglie di bronzo, togliendo loro quella odiosa patina color ciccolato, così volgare, onde farle diventare di un brillante color rame-tipo-padella-della-polenta?
:wink:
PS:un nastrino di 150 non sbiadito semplicemente non ha quell'età. Dopo 150 anni il pigmento del tessuto é inevitabilmente alterato (''sbiadito'').

Ogni tanto si vedono in vendita nastrini della medaglia "messicana" dai colori quanto mai accesi. Rifacimenti moderni. E chi crede il contrario... é solo perché gli piace crederlo.
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12821
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Messaggioda pietro.i » mercoledì 17 ottobre 2007, 1:09

Lord Acton ha scritto:Bell'insieme...

Noto anche una mezza misura della Medaglia di Sant'Elena, oltre la miniatura sulla barretta.

Ma proprio questa medaglia, conferita ai reduci delle campagne di Napoleone I, mi fà sorgere qualche dubbio che possano essere appartenute alla stessa persona, non mi risulta che sia stata conferita anche ai militari in servizio in quel periodo.


Lord Acton


La medaglia di Sant'Elena fu istituita da Napoleone III nel 1857?
Saluti
"E del resto il fato non può essere sempre e comunque cinico e baro".
Avatar utente
pietro.i
 
Messaggi: 215
Iscritto il: giovedì 8 gennaio 2004, 3:31
Località: Napoli

Messaggioda Lord Acton » mercoledì 17 ottobre 2007, 10:17

Tilius ha scritto:PS:un nastrino di 150 non sbiadito semplicemente non ha quell'età. Dopo 150 anni il pigmento del tessuto é inevitabilmente alterato (''sbiadito'').

Ogni tanto si vedono in vendita nastrini della medaglia "messicana" dai colori quanto mai accesi. Rifacimenti moderni. E chi crede il contrario... é solo perché gli piace crederlo.

Esatte entrambe le affermazioni.

pietro.i ha scritto:La medaglia di Sant'Elena fu istituita da Napoleone III nel 1857 ?

Si, con decreto del 12 agosto 1857, per tutti i militari superstiti che avevano combattuto con Napoleone I dal 1792 al 1815, quindi qualcuno che nel 1815 aveva attorno ai 20 anni al momento del conferimento ne avrebbe avuti oltre la sessantina.

Lord Acton
Amiamo il servizio straordinario... le imprese giudicate assurde o impossibili (A. Dumas)
Lord Acton
 
Messaggi: 2890
Iscritto il: giovedì 10 aprile 2003, 13:42
Località: Napoli

Messaggioda Mario Volpe » mercoledì 17 ottobre 2007, 11:06

Si tratta comunque di una delle decorazioni più "classiche" e belle del periodo napoleonico, che merita di essere osservata da vicino:

Immagine Immagine

...questo era il certificato di conferimento:

Immagine

...e questo è il ritratto di un ufficiale che ne indossa una al fianco di un'insegna da Cavaliere dell'Ordine "Virtuti Militari" (dal che deduco che si tratti di un polacco)...

Immagine

Per chi volesse approfondire ulteriormente la storia di questa decorazione, suggerisco una visita al sito: http://www.stehelene.org/php/accueil.php?page=1&lang=fr

Coridialmente,

Mario Volpe
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3674
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Messaggioda emax » mercoledì 17 ottobre 2007, 12:06

Come siete polemici...!
nessuno ha mai parlato di sostituzione di nastrini (e due) e nessuno ha mai parlato di nastrini che devono essere perfetti.

Ritengo semplicemente che qualora le decorazioni si tengano nella loro custodia in un cassetto invece di metterle in cornice (creando tra l'altro composizioni di dubbio gusto) le stesse non subiscono 150 anni di sole e non si sbiadiscono...o cmq si sbiadiscono in modo accettabile.
A mio modesto parere quelle del "gruppo" in esame sono piuttosto malmesse. Se poi vogliamo scioglierci perche' ce le immaginiamo tintinnanti al petto del prode soldato, e' un altro discorso.

Io personalmente ho alcune decorazioni di un mio antenato che essendo state sempre gelosamente custodite sono fresche come una rosellina di campo, salva ovviamente la patina dell'eta'.

Discorso simile puo' farsi per l'antiquariato...anche io aborrisco certi restauri che si vedono sui mobili delle televendite, ma non sono nemmeno d'accordo con quelli che hanno gli argenti neri come la pece perche' "c'e' la patina e non si possono assolutameeeente toccare".
Saluti a tutti!:)
emax
 
Messaggi: 57
Iscritto il: sabato 8 settembre 2007, 22:29

Messaggioda Tilius » mercoledì 17 ottobre 2007, 14:58

emax ha scritto:Ritengo semplicemente che qualora le decorazioni si tengano nella loro custodia in un cassetto invece di metterle in cornice (creando tra l'altro composizioni di dubbio gusto) le stesse non subiscono 150 anni di sole e non si sbiadiscono...o cmq si sbiadiscono in modo accettabile.


Immagine Immagine Immagine

PS: i nastrini dello sdilinquiente quadretto non sono messi poi così male... é la fotografia che non é un granché.
Considerando che di "boccioli di rosa" conservati in scatolina & vecchi di 150 anni sulla piazza se ne avvistano gran pochi... i nastrini dell'esempio sono messi MOOOLTO meglio della media, a tal punto che si può tranquillamente sostenere l'ottimo stato dei medesimi.

PPS: l'argento scuro non é "in patina", é solo sudicio e può tranquillamente essere pulito (meglio se con semplice acqua e sapone e panno morbido... evitare sidol o intrugli simili).
Discorso diverso vale per rame, ottone, bronzo e tutti quei metalli/leghe che, ossidandosi, sviluppano uno strato di ossido di colore uniforme, gradevole, fortemente coeso allo strato metallico sottostante. In questo caso, una buona patina é la principale se non l'unica attestazione di autenticità. :roll:
L'ossidazione (che in realtà, nel caso dell'argento, chimicamente non é tale... dovendosi più propriamente parlare di solforazione) dell'argento NON é coesa col metallo sottostante... riprova ne sia il fatto che basta un leggero sfregamento con un panno morbido per eliminarla quasi completamente. :wink:
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12821
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Messaggioda Tilius » mercoledì 17 ottobre 2007, 15:03

E che quadretti del genere siano cose di pessimo gusto... é cosa preclara.
Però hanno il pregio di conservare insiemi storici che altrimenti difficilmente ci sarebbero pervenuti unitari.
Tutte le medaglie evidenziate possono ragionevolmente appartenere ad un singolo ufficiale francese 2° Impero di grado nemmeno particolarmente elevato... l'unica nota davvero stonata é la medaglia cosiddetta "di Sant'Elena", conferita ai superstititi della Grande Armata e quindi tutta gente già ritirata dalla vita militare attiva da un bel pezzo... Magari era del babbo del proprietario di tutte le altre.
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12821
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

PrecedenteProssimo

Torna a Faleristica



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti