Annunziata, non tutte sono identiche

Per approfondire la conoscenza delle decorazioni, della loro conservazione e compravendita.
Deepening knowledge about decorations, their preservation and buy and sell.

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Annunziata, non tutte sono identiche

Messaggioda Mario Volpe » mercoledì 28 marzo 2007, 20:25

L'Ordine Supremo della Santissima Annunziata, come noto, fu istituito nel 1362 dal "Conte Verde" Amedeo VI di Savoia, mentre i primi statuti furono emessi nel 1429 da Amedeo VIII. L'Ordine fu poi secolarizzato da Vittorio Amedeo II, e perse infine i requisiti nobiliari di ammissione nel 1869 ad opera di Vittorio Emanuele II.
Le insegne dell'Ordine, si compongono normalmente di tre elementi: un Grande Collare, un Piccolo Collare ed una placca.

Immagine Immagine

Nel corso dei secoli, il numero dei collari - a causa del numero limitato di Cavalieri che potevano essere ammessi nell'Ordine (20) - è sempre stato estremamente ridotto e controllato. Ciò nonostante, la produzione di queste insegne cavalleresche ha subito nel corso del tempo delle piccole ma significative modifiche. Segno evidente che la loro manifattura è stata eseguita da diversi artigiani. Per i frequentatori interessati, allego alcuni esempi di queste piccole differenze sia nei pendagli che nelle placche dell'Ordine. Iniziamo dai pendagli:

Immagine Immagine
Immagine Immagine
Immagine

Ed ora qualche esempio di placca:

Immagine Immagine
Immagine Immagine
Immagine

Cordialmente,

Mario Volpe
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3674
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » mercoledì 28 marzo 2007, 20:30

Differenze analoghe si riscontrano anche negli esemplari dipinti, ad esempio quelli visibili sulle carrozze sabaude conservate al Museo della Motorizzazione Militare di Roma-Cecchignola, ed oggetto della recente 7ª Visita Araldica Guidata IAGI...

...scusa il :oops: fuori tema, carissimo...

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda Mario Volpe » mercoledì 28 marzo 2007, 20:55

E' vero caro Frà Eusanio, sia con il pennello che con lo scalpello la abili mani degli artigiani di una volta producevano sempre esemplari unici...
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3674
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Messaggioda Reginella » mercoledì 28 marzo 2007, 22:58

Una domanda, e perdonate se è un poco fuori tema:
ma è vero che il collare dell'Annunziata dell'allora Principe di Piemonte era stato da Lui donato alla Patria perchè fosse fuso (al pari di tante fedi di tante nonne)?
MCM

"Non ristare!"
“SINT VT SVNT AVT NON SINT”
Avatar utente
Reginella
 
Messaggi: 904
Iscritto il: lunedì 2 ottobre 2006, 14:27
Località: Modena

Messaggioda Mario Volpe » giovedì 29 marzo 2007, 1:04

Reginella ha scritto:Una domanda, e perdonate se è un poco fuori tema:
ma è vero che il collare dell'Annunziata dell'allora Principe di Piemonte era stato da Lui donato alla Patria perchè fosse fuso (al pari di tante fedi di tante nonne)?


vedere qui: http://digilander.libero.it/fiammecremi ... i/fede.htm

Cordialmente,

Mario Volpe
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3674
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Messaggioda Luigi Scafati » giovedì 29 marzo 2007, 12:50

Egregio Dott. Volpe,
devo ringraziarLa in maniera particolare per i suoi contributi culturali-visivi con i quali, ultimamente, ci siamo beati mente e vista.
Si hanno per caso notizie in merito al Collare della Santissima Annunziata in possesso all'epoca da Benito Mussolini?

Con stima.

Luigi SCAFATI
____________

EILT DRUIN
Avatar utente
Luigi Scafati
 
Messaggi: 401
Iscritto il: lunedì 2 ottobre 2006, 14:38
Località: MAGLIANO DEI MARSI (AQ)

Messaggioda Lord Acton » giovedì 29 marzo 2007, 12:56

Un particolare interessante è che, essendo tutti i grandi collari numerati, è possibile ricostruire con certezza l'appartenenza di ogni collare a un determinato decorato, inoltre, capitava a volte che a qualche decorato venisse sostituita la decorazione con una di numero più basso che si fosse resa disponibile per il decesso del precedente titolare.

Il Collare n° 2 era quello di Vittorio Emanuele III che alla morte del padre non volle fare il cambio con il n° 1.

Il Collare n° 3 era del principe Emanuele Filiberto, Duca d'Aosta, e poi divenne del Principe Umberto di Savoia che lo utilizzo fino alla morte.

I collari dall' n° 1 al n° 8 erano riservati ai Principi Reali di Casa Savoia.

Lord Acton
Amiamo il servizio straordinario... le imprese giudicate assurde o impossibili (A. Dumas)
Lord Acton
 
Messaggi: 2890
Iscritto il: giovedì 10 aprile 2003, 13:42
Località: Napoli

Messaggioda Reginella » giovedì 29 marzo 2007, 13:45

Grazie, caro Mario.
L'intervento di Lord Acton però mi riporta fuori dal seminato.... :oops: se quello del Principe Umberto portato fino alla morte era il nr.3 quale sarà stato l'esemplare fuso? mi viene la curiosità.
Perdonate sia lei (la curiosità) che me :roll: , ve ne prego :D
MCM

"Non ristare!"
“SINT VT SVNT AVT NON SINT”
Avatar utente
Reginella
 
Messaggi: 904
Iscritto il: lunedì 2 ottobre 2006, 14:27
Località: Modena

Messaggioda nicolad72 » giovedì 29 marzo 2007, 14:39

Se ben ricordo doveva essere restituita solo la grande collana, mentre le altre insegne restavano nella disponibilità degli eredi.
Quindi presumo che ad esser satata donata e fusa fu la piccola collana dell'annunziata.

saluti a tutti!
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10924
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Messaggioda Mario Volpe » giovedì 29 marzo 2007, 14:44

nicolad72 ha scritto:Se ben ricordo doveva essere restituita solo la grande collana, mentre le altre insegne restavano nella disponibilità degli eredi.
Quindi presumo che ad esser satata donata e fusa fu la piccola collana dell'annunziata.

saluti a tutti!


mi sembra più che plausibile...
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3674
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Messaggioda Tommaso NMS » giovedì 29 marzo 2007, 16:02

Verissimo, si restituisce solo la Grande Collana.
Tommaso
Tommaso NMS
 
Messaggi: 46
Iscritto il: giovedì 30 novembre 2006, 16:30
Località: Milano

Messaggioda Francesco Lupo » giovedì 29 marzo 2007, 16:18

Buongiorno,

Il mese scorso ho acquistato presso un antiquario un dipinto ad olio raffigurante S.A.Vittorio Emanuele II Padre della Patria esattamente come nell'immagine riportata dal dr.Volpe.
Il dipinto non reca firma, ed è presumibilmente della seconda decade della seconda metà del XIX secolo.
Un amico mi diceva che questi ritratti era solito trovarli presso il Circolo Ufficiali dei reparti di Cavalleria,l'idea che mi son fatto è che questi ritratti, sicuramente riprodotti in serie, fossero commissionati dai vari enti pubblici per affigerli negli uffici un pò come oggi si fa con le foto del presidente della repubblica in carica.
Avete qualche notizia da aggiungere in merito ?
Grazie.
Francesco Lupo
 

Messaggioda Reginella » giovedì 29 marzo 2007, 16:27

Vi ringrazio tutti, siete stati (come sempre) gentilissimi e pazienti :D .
MCM

"Non ristare!"
“SINT VT SVNT AVT NON SINT”
Avatar utente
Reginella
 
Messaggi: 904
Iscritto il: lunedì 2 ottobre 2006, 14:27
Località: Modena


Torna a Faleristica



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti