Stella di Gallipoli

Per approfondire la conoscenza delle decorazioni, della loro conservazione e compravendita.
Deepening knowledge about decorations, their preservation and buy and sell.

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Stella di Gallipoli

Messaggioda Mario Volpe » domenica 25 marzo 2007, 19:41

Istituita nel 1915, la “Medaglia di Guerra” turca (in turco Harp Madalyasi) divenne rapidamente una delle decorazioni più ambite dell’Impero Ottomano. Non si trattò di una medaglia commemorativa, ma di una decorazione al merito di guerra e, contrariamente alla maggior parte delle distinzioni ottomane, essa veniva conferita dal Comandante delle Forze Armate turche Enver Pasha anziché dal Sultano (dopo la fine della Grande Guerra Mehmet VI volle comunque convalidare i conferimenti di questa decorazione).

Immagine Immagine
(a sinistra, Enver Pasha; a destra il sultano Mehmet VI)

La decorazione era formata da una stella argentata a cinque punte dalle estremità pomellate, smaltata di rosso e recante al centro una mezzaluna argentata in rilievo, all’interno della quale era applicata l’iniziale del Sultano (Tughra) e la data del calendario musulmano “1333”, corrispondente al 1915 del nostro calendario.
Le versioni più comuni di questa decorazione, divenuta ormai oggetto di interesse anche per i collezionisti, sono due: la prima di produzione turca è in lega di alluminio con le parti colorate in vernice rossa, la seconda di produzione tedesca - assai più rifinita – è in lega argentata e con le parti colorate in smalto vetroso (prodotta dalla ditta BB&Co.).

Immagine Immagine
(a sinistra, il modello di produzione turca; a destra, il modello tedesco della BB&Co.)

Questa decorazione fu conferita anche a numerosi militari tedeschi, alleati della Turchia nella Grande Guerra, e divenne ben presto famosa anche in Europa.
Durante il conflitto questa decorazione fu infatti soprannominata in vari modi, sia da parte degli alleati che la chiamarono “Gallipoli Star”, sia da parte dei tedeschi che la chiamarono “Eiserne Halbmond” (Mezzaluna di Ferro).

Immagine Immagine
(a sinistra, ufficiale turco decorato con la Medaglia di Guerra; a destra, ufficiale tedesco con la stessa decorazione)


La decorazione veniva generalmente indossata sul lato destro della casacca militare, oppure, quando in divisa da combattimento, si usava indossare solamente il nastro (rosso con una striscia bianca verso ogni lato) sull’asola della giubba, come per la Croce di Ferro tedesca. Si conoscono anche dei casi in cui la decorazione veniva indossata appesa ad una sezione di nastro, talvolta corredata di barrette metalliche trapezoidali con il nome di una specifica campagna o teatro di guerra ("Chanakkale" o "Chanak" (Gallipoli), "Kafkas", "Kanal", "Sana", e "Kut-ul-Ammara").

Immagine Immagine
(a sinistra, la Medaglia di Guerra con il diploma di conferimento; a destra, particolare della stessa decorazione montata su nastro e con barretta metallica di campagna)

Oltre alle due versioni più comuni sopra citate, si conoscono numerose altre varianti di questa decorazione, perlopiù prodotte in Germania (anche dopo la fine del conflitto), probabilmente scaturite da ordinazioni speciali da parte di ufficiali tedeschi. Ve ne mostro alcune:

Immagine Immagine
Immagine Immagine

tra le quali un modello “bombato” e, addirittura, un modello in smalto bianco:

Immagine Immagine

Cordialmente,

Mario Volpe
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3681
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Messaggioda Mario Volpe » sabato 22 dicembre 2007, 17:46

Riapro questo vecchio topic per mostrarvi ancora un paio di varianti di questa singolare distinzione:

Immagine Immagine

... nonchè per segnalare agli appassionati di decorazioni ottomane questo interessante sito tedesco, nel quale sono raffigurate e catalogate (purtroppo in tedesco) numerose monete e decorazioni del periodo:

http://www.ortacbayram.de/banknoten/personen1.htm
[img]http://www.ortacbayram.de/medalya/wappen%20II.%20mahmud.jpg[img]
[img]http://www.ortacbayram.de/medalya/1imtiyaz.jpg[img] [img]http://www.ortacbayram.de/medalya/selim37.jpg[img]
Buona visione.

Cordialmente,

Mario Volpe
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3681
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Messaggioda Emibro » sabato 22 dicembre 2007, 20:50

L'ho giusto aggiunta in collezzione a Novembre...

durante le vacanze cercherò di fare qualche foto decente...


E*
---- Orbis Non Sufficit ----

**** Fortuna Defuit non Virtus ****

"Carri armati nemici fatta irruzione a sud. Con ciò "Ariete" accerchiata. Trovasi circa cinque chilometri nordovest Bir el Abd. CARRI "ARIETE" COMBATTONO!"
Emibro
 
Messaggi: 312
Iscritto il: lunedì 2 maggio 2005, 19:15
Località: Ducato di Parma

Re: Stella di Gallipoli

Messaggioda Mario Volpe » venerdì 30 maggio 2008, 23:22

Un'ulteriore interessante variante:

Immagine

Cordialmente,

Mario Volpe
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3681
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Re: Stella di Gallipoli

Messaggioda Mario Volpe » sabato 3 gennaio 2009, 12:19

Anche qui, risistemati i collegamenti...
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3681
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Re: Stella di Gallipoli

Messaggioda Tilius » giovedì 5 novembre 2009, 20:13

Bell'esemplare di Eiserner Halbmond di tipo identico all'ultimo postato da Mario (ma purtroppo un filino sinistrato nella Tughra del Sultano: dei tre segni grafici verticali al sommo, ne sopravvivono solo due, uno dei quali sbilenco), prodotto da J.H.Werner - Berlino.
Assolutamente oversize (7 cm di diametro!) , marcato 935 + trifoglio (marchio del produttore?).
Se interessa é qui. :D
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12869
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Stella di Gallipoli

Messaggioda Tilius » giovedì 5 novembre 2009, 20:21

Immagine
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12869
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Stella di Gallipoli

Messaggioda Tilius » giovedì 5 novembre 2009, 20:23

Immagine
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12869
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Stella di Gallipoli

Messaggioda Tilius » giovedì 5 novembre 2009, 20:25

Immagine
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12869
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Stella di Gallipoli

Messaggioda Tilius » giovedì 5 novembre 2009, 20:28

Immagine
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12869
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Stella di Gallipoli

Messaggioda Mario Volpe » venerdì 6 novembre 2009, 1:29

Bel pezzo e bel prezzo...
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3681
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Re: Stella di Gallipoli

Messaggioda Tilius » venerdì 6 novembre 2009, 2:08

Mario Volpe ha scritto:Bel pezzo e bel prezzo...


Già. 815 € di realizzo finale.
Nonostante i visibili traumi meccanici subiti dal monogramma e dalle due punte della mezzaluna. Sorprendente ( [hmm.gif] ) che lo smalto rosso sottostante sia rimasto intatto.
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12869
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Stella di Gallipoli

Messaggioda Tilius » lunedì 27 dicembre 2010, 18:37

Caro Mario, invocando (se possibile) anche qui un restauro delle immagini originali, allego foto di una tipolgia di Stella di Gallipoli che negli ultimi mesi compare con cadenza regolare su ebbau, in esemplari che sono cloni identici (anche a livello conservativo) l'uno dell'altro.
La manifattura é di buona qualità ma denota una certa serialità. Il problema non sta tanto in questo, quanto piuttosto nel fatto che questa tipologia (fondo dello smalto zigrinato a rombi, bordo spesso e liscio, la tugra (monogramma) del sultano traforato e applicato, verso liscio con le teste ribattute dei rivetti) prima di uno o due anni fa non si era proprio vista!
Ora continuano a uscirne, identici e identici e identici...
In base a queste considerazioni, li ritengo falsi recenti.
Che ne pensate?
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12869
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

immagine 1/3

Messaggioda Tilius » lunedì 27 dicembre 2010, 18:42

Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12869
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

immagine 2/3

Messaggioda Tilius » lunedì 27 dicembre 2010, 18:42

Immagine
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12869
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Prossimo

Torna a Faleristica



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti