medaglia al merito aeronautico RI

Per approfondire la conoscenza delle decorazioni, della loro conservazione e compravendita.
Deepening knowledge about decorations, their preservation and buy and sell.

Moderatori: Tilius, Mario Volpe, nicolad72

medaglia al merito aeronautico RI

Messaggioda soragni ugo » sabato 3 marzo 2018, 20:24

egr. faleristi
possiedo la medaglia al merito aeronautico della RI istituita il 11 giugno 1966 n 367
Con decreto legislativo 15 marzo 2010 n° 66 è stata abrogata (art. 2268) la norma istitutiva del 1966 ed è stata nuovamente istituita (art.1439) la ricompensa con modifiche minori
Il D.P.R. 15 marzo 2010 n° 90 art. 827 comma 2 precisa che la medaglia al merito aeronautico: a) ha il diametro di mm 40; b) è coniata in oro argento e bronzo; c)riporta da un lato , nel semicerchio superiore, l'emblema della Repubblica italiana del diametro di mm. 10 e nel semicerchio inferiore un'aquila ad ali spiegate delle dimensioni di mm. 28 ecc ecc.
A quanto pare le modifiche minori consistono nella grandezza delle ali spiegate : nel vecchio modello sono di mm. 33, nel nuovo di mm.28. Ma per quante ricerche abbia fatto non sono ancora stato in grado di vederne una. Se qualcuno potesse farcela vedere .............grazie infinite
Ugo
soragni ugo
 
Messaggi: 236
Iscritto il: martedì 27 luglio 2010, 21:59

Re: medaglia al merito aeronautico RI

Messaggioda nicolad72 » sabato 3 marzo 2018, 21:16

Da giurista mi permetto di precisare che non si tratta di una abrogazione e di una re-istituzione, che sarebbe in sé priva di senso, ma semplicemente di successione di norme nel tempo, le quali sono - giustamente - convogliate in un Codice dando un assetto più organico alla materia militare, e nel caso alle sue decorazioni e onorificenze (tra l'altro è l'unico testo organico che tratti compiutamente di materia onorifica).
Le piccole modifiche, soprattutto estetiche (vieppiù nel regolamento d'attuazione) nelle fattezze non sono indicative di novazione... perché se così fosse cosa potremmo dire dell'OMRI?
Nicola Ditta
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10340
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: medaglia al merito aeronautico RI

Messaggioda soragni ugo » sabato 3 marzo 2018, 23:10

egr.avvocato
le sue considerazioni sono vere e incontestabili ma di fronte a misure sancite e ben precise, un falerista diventa curioso e brama di possedere le due decorazioni per poterle catalogare ponendole in contesti presumibilmente diversi
Ugo
soragni ugo
 
Messaggi: 236
Iscritto il: martedì 27 luglio 2010, 21:59

Re: medaglia al merito aeronautico RI

Messaggioda nicolad72 » domenica 4 marzo 2018, 8:24

Vero, ma è necessario distinguere tra ragione e passione, e la scienza appartiene alla primo aspetto e la brama al secondo, e come tutte le passioni rischia di offuscare la ragione.
Ho solo precisato che parlare di rifondazione o novazione non è esatto. Si è solo apportato qualche piccola modifica estetica. Basta chiamare le cose con il loro nome.
Nicola Ditta
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10340
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: medaglia al merito aeronautico RI

Messaggioda Tilius » domenica 4 marzo 2018, 9:46

La ricerca di tipi e varianti é cosa scientifica già di per sé.
A maggior ragione dove vi sia, come in questo caso, un supporto legislativo esplicito.

Sulle ragioni di quanto evidenziato dal Sig. Soragni, posso solo ipotizzare: non hanno ancora esaurito le scorte del modello precedente e/o i produttori hanno deciso di fregarsene, continuando a usare per ragioni di economicità i vecchi modelli, essendo le differenze di entità modesta.

Chiedo infine un parere al giurista: nello stendere gli atti legislativi, la consecutio temporum é qualcosa che non cale? Mi riferisco al buonsenso, non alla grammatica: da totale profano, parrebbemi più sensato prima abolire e poi (re)istituire, non il viceversa. [sweatdrop.gif]
Oppure viene fatto così onde evitare un potenzialmente terribile vuoto legislativo nel tempo che intercorre fra la lettura dell'articolo abrogativo e quella dell'articolo (re)istitutivo?
O piuttosto il decreto é da considerarsi applicato istantaneamente e contemporaneamente in ogni sua parte?
O é la semplice prassi (poco importa se pigrizia sclerotizzata o alta motivazione legale apparentemente in contrasto con la normale - o comunemente sentita per tale - consecutività degli eventi) quella di ingrumare le abrogazioni in fondo al testo?

Sulla perplessità derivata dal fatto che non tanto si abroghi il vecchio testo, quanto che nel nuovo si parli di istituzione quasi che prima non vi fosse nella del genere, mi permetto di fare sommessamente notare come nel caso OMRI (2001) non si (re)istituisca nulla, ma si dichiari esplicitamente, senza pericolo di confusione nemmanco da parte del profano, di operare una modifica al precedente testo (1952).

Noto infine quanto segue:
Art. 2258 Ordine militare di Savoia 1. L'Ordine militare d'Italia raccoglie e custodisce tutte le documentazioni relative ai decreti dell'Ordine militare di Savoia. 2. I decorati dell'Ordine Militare di Savoia, sono trasferiti nell'Ordine Militare d'Italia, si fregiano dei distintivi di questo e mantengono le loro decorazioni, assegnazioni e anzianità di classe e i diritti che ne derivano.

Sarei curioso di sapere se nel 2010 vi fossero decorati viventi...
Va bene che la prudenza non é mai troppa (ma, a 'sto punto, perché non menzionare anche i decorati di falere durante le campagne daciche di Traiano...)
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12222
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: medaglia al merito aeronautico RI

Messaggioda Elmar Lang » domenica 4 marzo 2018, 10:15

Credo che la diretta fons honorum delle falere traianee, sia cessata con la deposizione di Romolo Augustolo, a meno che l'impero Romano d'Oriente ed i discendenti, non vantino diritti anche sul sistema premiale "occidentale"... E qui, divagando un po', speriamo di non incappare nei proclami di "imperiali eredi bizantini" a rinnovare e concedere falere, armillae, ecc.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2982
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: medaglia al merito aeronautico RI

Messaggioda nicolad72 » domenica 4 marzo 2018, 11:18

Tilius ha scritto:La ricerca di tipi e varianti é cosa scientifica già di per sé.

Vero, ma mentre la curiosità è il sentimento posto alla base della ricerca scientifica la brama no ed a quella mi riferivo - con un pizzico di goliardia - nel mio intervento.
Tilius ha scritto:nello stendere gli atti legislativi, la consecutio temporum é qualcosa che non cale? Mi riferisco al buonsenso, non alla grammatica: da totale profano, parrebbemi più sensato prima abolire e poi (re)istituire, non il viceversa.

Nel caso in questione il problema non si pone. Si tratta di mero trasferimento normativo (un trasloco né più né meno) tant'è che vi è continuità normativa. Le norme che regolano la medaglia sono trasferite da un provvedimento speciale ad uno avente carattere generale e contestualmente il vecchio contenitore viene abolito. Viene abolito solo il contenitore perché la sostanza ha cambiato casa.
A prescindere dall'errore fatto dal Sig. Soragni, visto che il la legge 367/1966 è stata promulgata a maggio e non a giugno lo stesso usa inopinatamente i concetti di abrogata e nuovamente istituita, perché mai fu abrogata, e conseguentemente neppure fu nuovamente istituita essendoci piena continuità normativa senza alcuna soluzione di continuità tra le due norme (che in questo caso vanno considerate come luoghi di dimora della disposizione come riferimenti normativi paragonabili agli indirizzi di residenza, dove il residente - la disposizione - ha semplicemente modificato la sua residenza - il testo che la contiene - andando ad abitare la norma regolatrice e fondamentale nel codice dell'ordinamento militare, atto avente forza di legge e quindi latore di FH, necessaria per istituire una onorificenza, e quella che descrive nel regolamento di attuazione, che è atto privo di forza di legge quindi non latore di FH, ma non è necessario non disciplinando l'onorificenza in sé, ma solo il suo apparire esteriore).
Non ha senso parlare di consecutio temporum, perché non è che se un articolo precede un altro entra in vigore prima dell'altro. Tutti gli articoli di una legge entrano in vigore nello stesso momento (salvo espresse previsioni contrarie) e esplicano la loro efficacia nello stesso momento. Va poi detto che la disposizione legislativa successiva abroga implicitamente quella precedente che regoli la medesima materia (quindi l'espressa abrogazione della norma potrebbe potrebbe essere pletorica se non per eliminare definitivamente dall'ordinamento giuridico un corpo normativo ormai svuotato del suo contenuto e significato e per sancire la "degradazione" della descrizione dell'onorificenza da un atto avente forza di legge ad uno meramente regolamentare e quindi di grado e forza inferiori).

Poi non so cosa abbia letto il Sig. Soragni, ma non vedo differenze nel conio della medaglia, quantomeno a livello normativo
Immagine
Nicola Ditta
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10340
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: medaglia al merito aeronautico RI

Messaggioda nicolad72 » domenica 4 marzo 2018, 11:23

Forse sarebbe da far notare il "dettaglio" che la medaglia al valore ha il diametro di mm 33 e quella al merito di mm 40, e quindi (a parità di metallo) quella più prestigiosa a parità di spessore ha un valore economico - quantomeno a livello di materiale - inferiore rispetto a quella meno prestigiosa...
Nicola Ditta
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10340
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: medaglia al merito aeronautico RI

Messaggioda soragni ugo » domenica 4 marzo 2018, 12:26

egr avvocato
ha ragione. Mea culpa per aver letto solo D.L.66/2010
fatto sta che mi trovo fra le mani una medaglia con l'aquila di 33 mm di ali spiegate anzichè 28. Come spesso accade si stabilisce una cosa e se ne fa un'altra
Ugo
soragni ugo
 
Messaggi: 236
Iscritto il: martedì 27 luglio 2010, 21:59

Re: medaglia al merito aeronautico RI

Messaggioda nicolad72 » domenica 4 marzo 2018, 12:36

soragni ugo ha scritto:Come spesso accade si stabilisce una cosa e se ne fa un'altra

Questo è vero... considerato però che il conio della medaglia fu fatto in periodi in cui a certe cose si dava un peso i casi sono due:
1) o il volo di mm 28 risultava sgradevole alla vista o di difficile realizzazione o rendeva di scarsa qualità la definizione del conio della medaglia;
2) o fu realizzato prima il conio e poi lo stesso venne descritto in modo errato nel testo (e nessuno ebbe mai modo e tempo di correggere l'errore... magari non fu mani neppure notato cosa tutt'altro che improbabile).
Nicola Ditta
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10340
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia


Torna a Faleristica



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti