New German art export laws

Per approfondire la conoscenza delle decorazioni, della loro conservazione e compravendita.
Deepening knowledge about decorations, their preservation and buy and sell.

Moderatori: Tilius, Mario Volpe, nicolad72

New German art export laws

Messaggioda Tilius » lunedì 18 luglio 2016, 20:38

http://www.arthistorynews.com/articles/ ... t_laws_ctd

https://www.antiquestradegazette.com/ne ... comes-law/

Alla fine la nuova, oscena Kulturgutschutzgesetz (legge di tutela dei beni culturali) tedesca é passata.
In nome di un malinteso senso di salvaguardia, si blocca di fatto il commercio nel settore con pretese inesaudibili (documentazione di provenienza di ogni "bene culturale" - cosa impossibile per qualsivoglia bene "di famiglia" per più di una generazione - e licenza di esportazione necessaria per ogni bene dal valore superiore al risibilmente basso limite di 2500 € - sottoponendo quindi alla trafila anche pletore di oggetti dal valore, tanto economico quanto culturale, esiguo), accomunando di fatto in un unico calderone l'antiquariato e l'Arte, quella vera, generando così un mostro burocratico dalle proporzioni difficilmente valutabili.


Some small concessions were made to the bill before its final reading, including a last-minute exception for coins.

Sarebbe interessante capire se, in questa mostruosità legislativa, le "exceptions" per le monete riguardino anche la faleristica... :D
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11341
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: New German art export laws

Messaggioda Elmar Lang » martedì 19 luglio 2016, 22:00

Ho discusso recentemente della cosa con l'esperto di faleristica d'una nota Casa d'Aste della Germania Settentrionale: lui è molto preoccupato, perché la "eccezione per la numismatica" (nata appunto dalla forte pressione della lobby dei commercianti di numismatica, che in Germania è potente, sul mercato), è comunque debole e per la faleristica potrebbero nascere ulteriori eccezioni dovute alla "storicità" data da provenienza, appartenenza, ecc.

Cosa grave è che anche se -poniamo- un Italiano affidasse ad una Casa d'Aste tedesca una onorificenza del valore di 3.000,- Euro, anche l'Italiano dovrebbe fornire la integrale documentazione o comunque prova inoppugnabile del legittimo possesso dell'oggetto, possibilmente con la prova dei precedenti passaggi di proprietà.

La cosa nasce dalla smania (un po' ipocrita) delle autorità tedesche d'oggi sui beni che furono sottratti dai nazisti ad Ebrei o oppositori dello spietato regime hitleriano. Per la paura che sul mercato appaiano ancora beni tolti illecitamente ad Ebrei ecc.
Per assurdo, direi quindi che uniformi e cimeli d'alto valore commerciale, relativi alla NSDAP alle SS & Co. dovrebbero sottrarsi alla legge-capestro... ma in Germania esiste una legge (che raggiunge vette di irresistibile comicità) anche per queste cose.

Quei legislatori, la cui abissale ignoranza non ha confini (prova questa che anche nella rigorosa Germania della Signora Merkel si riescono a realizzare vergognose scempiaggini), sembra non si rendano conto che simili atteggiamenti, oltre a ledere forse irrimediabilmente un settore commerciale che ha una tradizione di secoli -il mercato dell'arte e del collezionismo- avrà anche come risultato la perdita del lavoro a centinaia (per difetto) di onesti lavoratori.

E per conseguenza, il rigoglio del mercato nero.

Enzo Calabresi (E.L.)
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2277
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia


Torna a Faleristica



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti