Medaglia d'Argento di Benemerenza del S.M.O.C. Giubilare

Per approfondire la conoscenza delle decorazioni, della loro conservazione e compravendita.
Deepening knowledge about decorations, their preservation and buy and sell.

Moderatori: Tilius, Mario Volpe, nicolad72

Re: Medaglia d'Argento di Benemerenza del S.M.O.C. Giubilare

Messaggioda Bessarione » domenica 16 luglio 2017, 15:44

T.G.Cravarezza ha scritto:Personalmente ho sempre espresso la mia convinzione che l'appartenenza ad ordini militanti come SMOM o OESSG, ma anche alcuni dinastici (come SMOCG, OSSML...), debba fermarsi al singolo ordine, questo perché con l'impegno cavalleresco ci si dovrebbe dedicare all'ordine scelto sia economicamente sia spiritualmente sia come obbedienza e dividere le risorse e il proprio impegno su più fronti lo trovo non opportuno.
[...]
Ancor di più troverei incoerente far parte di entrambi i rami del medesimo ordine (pensiamo allo SMOCG, ma anche recentemente all'OSSML).


Effettivamente l'appartenenza agli Ordini militanti dovrebbe idealisticamente essere limitata ad uno, anche semplicemente per il diverso carisma di questi Ordini (sempre facendo un esempio, non terziario domenicano non può/potrebbe essere anche terziario francescano). Però se la persona ha i mezzi sia materiali che spirituali per appartenere attivamente a più Ordini e ne condivide i diversi carismi, non ci vedo nulla di eccessivamente sbagliato (così come un terziario domenicano può indossare lo scapolare carmelitano o un terziario francescano può essere devoto a San Benedetto e portarne la medaglia).
Certamente però più è importante l'impegno che si ha nei confronti di un Ordine (cfr. I Cavalieri di Gistizia o in Obbedienza dello SMOM), meno opportuna è la militanza attiva anche in altri Ordini.

Per l'OSSML: esiste anche un ramo aostano?
In hoc signo vinces
Avatar utente
Bessarione
 
Messaggi: 143
Iscritto il: sabato 4 giugno 2016, 18:17

Re: Medaglia d'Argento di Benemerenza del S.M.O.C. Giubilare

Messaggioda Elmar Lang » lunedì 17 luglio 2017, 14:21

Bessarione ha scritto:Per l'OSSML: esiste anche un ramo aostano?


Spero di no, anche se sicuramente la cosa è nei sogni nastrinificanti di molti...
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2571
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Medaglia d'Argento di Benemerenza del S.M.O.C. Giubilare

Messaggioda Tilius » lunedì 17 luglio 2017, 16:27

Bessarione ha scritto:Per l'OSSML: esiste anche un ramo aostano?

Ci furono velleitarie dichiarazioni di intenti in questa direzione (più che "ramo aostano" si trattò di avocare a sé la legittimità del gran magistero mauriziano) ma non mi consta che sia seguito alcunché di concreto.
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11701
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Medaglia d'Argento di Benemerenza del S.M.O.C. Giubilare

Messaggioda Bessarione » martedì 18 luglio 2017, 8:23

T.G.Cravarezza ha scritto:poco coerente appartenere a ordini le cui dinastie hanno avuto contrasti o comunque la cui storia e tradizioni sono chiaramente distinte


Umberto II era decorato col collare del Costantiniano (ramo spagnolo), come anche Eugenio di Savoia-Genova.
Attualmente Vittorio Emanuele di Savoia dovrebbe essere membro del Costantiniano (ramo franco-napoletano), mentre il Duca di Castro è membro dell'OSSML.

Ovviamente però in questi casi l'appartenenza ad Ordini estranei al proprio patrimonio/tradizione è più una cortesia che non si concretizza in effettiva militanza.
In hoc signo vinces
Avatar utente
Bessarione
 
Messaggi: 143
Iscritto il: sabato 4 giugno 2016, 18:17

Re: Medaglia d'Argento di Benemerenza del S.M.O.C. Giubilare

Messaggioda nicolad72 » martedì 18 luglio 2017, 11:04

Bessarione ha scritto:in questi casi l'appartenenza ad Ordini estranei al proprio patrimonio/tradizione è più una cortesia che non si concretizza in effettiva militanza


Ma diviene un importante atto politico che prescinde - talvolta - dai fondamenti del diritto e della storia.
Immagine
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 9792
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: Medaglia d'Argento di Benemerenza del S.M.O.C. Giubilare

Messaggioda Bessarione » martedì 18 luglio 2017, 11:59

nicolad72 ha scritto:[...]atto politico che prescinde - talvolta - dai fondamenti del diritto[...]

Quindi anche in questo caso (concessione di Cavalierati duosiciliani ai Savoia e viceversa) i fondamenti del diritto non vengono rispettati?
A mio parere no, non essendovi* norme specifiche che vietano queste concessioni (a differenza della recente "legislazione" parmense nei confronti dei duosiciliani), ma mi rimetto al parere di chi è ben più competente di me in materia.


* o almeno io non ne sono a conoscenza
In hoc signo vinces
Avatar utente
Bessarione
 
Messaggi: 143
Iscritto il: sabato 4 giugno 2016, 18:17

Re: Medaglia d'Argento di Benemerenza del S.M.O.C. Giubilare

Messaggioda nicolad72 » martedì 18 luglio 2017, 13:07

E' la politica... funziona da sempre così. L'arte del compromesso a scapito di qualunque cosa... foss'anche la dignità (quante fanciulle son state date in spose a vecchi barbosi per pura politica!?! - il conferimento di un cavalierato al nemico è, al confronto, nulla o poco più)
Immagine
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 9792
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: Medaglia d'Argento di Benemerenza del S.M.O.C. Giubilare

Messaggioda Tilius » martedì 18 luglio 2017, 15:23

A mio parere sono due ben diverse questioni, da mantenersi ben distinte: inimicizia storica (ad es. Savoia vs. Borbone-Due-Sicilie) da un lato, e l'annosa questione di un ordine in multiproprietà (e qua l'esempio é giocoforza da individuarsi nel Costantiniano, la cui diatriba si trascina da metà '700 con lo sdoppiamento Parma-Napoli, riacutizzatosi quando Maria Luigia rilanciò l'ordine parmense, e infine riesploso nel dopoguerra con la scissione Francia vs. Spagna).
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11701
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Medaglia d'Argento di Benemerenza del S.M.O.C. Giubilare

Messaggioda Cav.OSSML » martedì 18 luglio 2017, 21:48

Tilius ha scritto:
Bessarione ha scritto:Per l'OSSML: esiste anche un ramo aostano?

Ci furono velleitarie dichiarazioni di intenti in questa direzione (più che "ramo aostano" si trattò di avocare a sé la legittimità del gran magistero mauriziano) ma non mi consta che sia seguito alcunché di concreto.

A me risulta che nell'anno 2007 Aimone di Savoia-Aosta ha rilasciato il seguente "decreto", di cui riporto il testo:
"AIMONE DI SAVOIA
DELEGATO DAL CAPO DELLA CASA REALE PER GLI ORDINI DINASTICI
PRESIDENTE DELLE COMMISSIONI PER GLI ORDINI DINASTICI
Premesso che nel senso originario gli Ordini dinastici di Casa Savoia seguiranno il criterio
base del merito e della gratuità;
nell’attesa che la Commissione di Studi presenti le opportune proposte per rendere gli Ordini
stessi compatibili con le leggi nazionali,
NOMINA E INSEDIA
la Commissione speciale, di cui al precedente comunicato del 19 Settembre 2006, con il compito
di valutare i requisiti di merito per le riammissioni negli Ordini, in base alle domande fatte pervenire dagli interessati entro il 31 gennaio 2008 e sottoporre i nominativi al Capo della Casa.
La medesima Commissione darà parere preventivo al Capo della Casa per le nuove nomine e
l’avanzamento nei gradi in cui si articolano gli Ordini.
I membri degli Ordini dinastici insigniti da S.M. il Re Umberto II saranno, come già deliberato,
senz’altro ammessi a semplice richiesta.
La Commissione dura in carica un biennio e potrà essere confermata o integrata secondo le
necessità.
Le domande dovranno pervenire al seguente indirizzo:
Commissione per gli Ordini Dinastici
di Casa Savoia
Palazzo Volpi
San Marco, 3947
30124 Venezia, Italia
Altresì le domande devono essere corredate da una succinta documentazione: Data e motivo
del conferimento, classe d’appartenenza, funzioni e cariche ricoperte.
La Commissione è tenuta a rispondere entro il 30 maggio 2008.
Decreto N. 3, del 29 settembre 2007.
Aimone di Savoia"
Il suddetto proclama venne pubblicato nel capitolo ‘Ordini dinastici’ sul sito http://www.realcasadisavoia.it.
Nemmeno io sono a conoscenza se tale singolare ed arbitraria iniziativa abbia avuto un seguito.
Le tradizioni sono le patenti di nobilità dei popoli.
Avatar utente
Cav.OSSML
 
Messaggi: 195
Iscritto il: giovedì 29 settembre 2011, 15:40
Località: Castrum Maiense

Re: Medaglia d'Argento di Benemerenza del S.M.O.C. Giubilare

Messaggioda nicolad72 » martedì 18 luglio 2017, 22:46

E poi in questi 10 anni cosa è successo?
Immagine
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 9792
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: Medaglia d'Argento di Benemerenza del S.M.O.C. Giubilare

Messaggioda Cav.OSSML » mercoledì 19 luglio 2017, 5:42

nicolad72 ha scritto:E poi in questi 10 anni cosa è successo?

Interesserebbe anche a me saperlo.
Qualcuno dei gentili forumisti ne sa qualcosa?
Un anno prima di emanare il decreto Nr. 3 del 29 settembre 2007 Aimone di Savoia-Aosta ha dettato le seguenti linee guida, il cui testo qui di seguito riporto:
"AIMONE DI SAVOIA
IN VIRTÙ DELLA DELEGA DEL CAPO DELLA CASA REALE
ANTICIPA LE LINEE GUIDA DELL’EMANANDA DISPOSIZIONE SUGLI ORDINI DINASTICI
Al fine d’assicurare la conservazione del patrimonio morale degli Ordini dinastici di Casa Savoia, di restituire loro il prestigio dovuto e di garantire la qualità dei decorati, per conservarlo degno della fama che merita per le sue origini gloriose e la sua storia ultrasecolare:
1. È sospeso il conferimento dell’Ordine Supremo della Santissima Annunziata.
Si auspica che i Grandi Collari della SS. Annunziata, non conferiti dal Re Umberto II, siano consegnati immediatamente al Duca di Savoia affinché siano custoditi nel Museo del Vitto- riano, conformemente alle Ultime volontà del Sovrano scomparso.
2. Tutti gli Ordini dinastici sono conservati secondo lo spirito degli statuti vigenti alla morte di S.M. il Re Umberto II, dovendosi considerare come non avvenuta ogni modifica successiva in quanto non proveniente dal legittimo Capo della Casa.
3. Sin d’ora è abolita ogni contribuzione in denaro, essendo gli Ordini ispirati al criterio della gratuità; saranno semplificate le cerimonie, le insegne e i distintivi.
4. E’ sospesa ogni attività degli Ordini dinastici sabaudi (ved. sopra, art.2); quella ospedaliera e benefica dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro è stata avocata dallo Stato italiano nel 1948. Naturalmente, ogni insignito può fare opere benefiche direttamente: di propria sponta- nea iniziativa o, sempre facoltativamente, su segnalazione dell’Ordine stesso, comunicando- le al Gran Maestro.
5. Tutti gli insigniti dal Re e quanti intendono adoperarsi per tramandare la fama degli Ordini stessi, operando in modo conforme alla tradizione, saranno riuniti in un apposito Corpo, in via di definizione. Di questo faranno parte di diritto gli insigniti da S.M. il Re Umberto II e quanti a domanda saranno ammessi, previa valutazione di una Commissione e il gradimento del Capo della Real Casa.
La Commissione, composta da cinque membri scelti tra personalità di chiara rettitudine e competenza, sarà presieduta dal Principe Aimone di Savoia, con la funzione di valutare: i requisiti di merito per le ammissioni, le riammissioni e l’avanzamento nei gradi in cui il Corpo stesso si articola e i casi di privazione della decorazione.
19 Settembre 2006.
Aimone di Savoia"
Le suddette linee guida sono state pubblicate sul sito Internet http://www.crocerealedisavoia.org.
Si noti come Aimone nelle suddette disposizioni appone la firma "Aimone di Savoia" e non, come sarebbe più corretto, "Aimone di Savoia-Aosta".
Su questa questione mi risulta che si sia svolta una causa in Tribunale.
A quanto mi consta il Tribunale ha condannato i Savoia-Aosta (Amedeo e Aimone) a pagare ai Savoia (Vittorio Emanuele e Emanuele Filiberto) una somma a titolo di risarcimento del danno.
Le tradizioni sono le patenti di nobilità dei popoli.
Avatar utente
Cav.OSSML
 
Messaggi: 195
Iscritto il: giovedì 29 settembre 2011, 15:40
Località: Castrum Maiense

Re: Medaglia d'Argento di Benemerenza del S.M.O.C. Giubilare

Messaggioda nicolad72 » mercoledì 19 luglio 2017, 8:10

La domanda era retorica!
Immagine
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 9792
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: Medaglia d'Argento di Benemerenza del S.M.O.C. Giubilare

Messaggioda Tilius » mercoledì 19 luglio 2017, 11:28

Cav.OSSML ha scritto:...

Le precisazioni e i richiami agli eventi pregressi, con relativi puntuali collegamenti documentari, sono sempre massimamente benvenuti. [thumb_yello.gif]
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11701
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Medaglia d'Argento di Benemerenza del S.M.O.C. Giubilare

Messaggioda Cav.OSSML » mercoledì 19 luglio 2017, 11:39

La sentenza del Tribunale di Arezzo a cui accennavo nel mio precedente intervento, almeno da quanto risulta da una intervista al quotidiano "il Giornale" rilasciata nell'aprile 2015 da Amedeo Savoia-Aosta, sembra essere stata ribaltata dalla Corte di Appello di Firenze.
Non so se poi la controversia avente ad oggetto la disputa sul cognome Savoia sia approdata o meno in Cassazione.
Le vicende legate alla suddetta vicenda processuale, mi interessano, non per una morbosa curiosità su fatti personali che non mi riguardano e non mi devono riguardare, ma per cercare di capire se il tentativo di appropriarsi degli Ordini Dinastici della Real Casa di Savoia da parte del ramo Savoia-Aosta, intrapreso nel lontano 2007, abbia trovato una battuta di arresto a causa della suddetta vicenda processuale, o se invece i motivi per cui ai sopra menzionati provvedimenti di Aimone Savoia-Aosta non siano seguiti ulteriori passi concreti siano stati altri.
In sostanza, mi interessa capire se il rischio di uno "scisma" all'interno degli Ordini Dinastici della Real Casa di Savoia, ed in particolare dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro, tra il ramo "Savoia" ed il ramo "Savoia-Aosta" sia ancora oggi configurabile o se invece detto rischio sia ormai da considerarsi passato.
Le tradizioni sono le patenti di nobilità dei popoli.
Avatar utente
Cav.OSSML
 
Messaggi: 195
Iscritto il: giovedì 29 settembre 2011, 15:40
Località: Castrum Maiense

Re: Medaglia d'Argento di Benemerenza del S.M.O.C. Giubilare

Messaggioda Tilius » mercoledì 19 luglio 2017, 11:50

Domanda (retorica ma non troppo) rivolta a tutti: pensiamo veramente che eventuali dispute dinastiche fra gli eredi di Casa Savoia possano essere risolte da un Tribunale della Repubblica? Personalmente ritengo che eventuali sentenze, ancorché efficaci su eventuali risvolti penali o civili, siano irrilevanti ai fini prettamente dinastici quali possono essere la titolarità di capo della casa reale piuttosto che la titolarità del gran magistero degli ordini sabaudi.
Precisato questo, il processo certo non deve avere contribuito a rilanciare l'operazione... anche se personalmente ritengo che il tutto si sarebbe comunque risolto nel nulla di fatto che poi effettivamente è stato.
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11701
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

PrecedenteProssimo

Torna a Faleristica



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti