k.u.k kappenabzeichen

Per approfondire la conoscenza delle decorazioni, della loro conservazione e compravendita.
Deepening knowledge about decorations, their preservation and buy and sell.

Moderatori: Tilius, Mario Volpe, nicolad72

k.u.k kappenabzeichen

Messaggioda soragni ugo » domenica 7 dicembre 2014, 22:20

sul noto sito, da qualche giorno, ci sono in vendita diverse spille e medaglie chiamate k.u.k. kappenabzeichen. Cosa sono?
E i prezzi così alti sono appropriati?
grazie infinite Ugo
soragni ugo
 
Messaggi: 214
Iscritto il: martedì 27 luglio 2010, 21:59

Re: k.u.k kappenabzeichen

Messaggioda Tilius » lunedì 8 dicembre 2014, 18:03

Sono spillini di tema reggimentale e/o patrottico, e per questo motivo tollerati, a volte venduti con finalità benefiche verso orfani o vedove di guerra, a volte per scopi meramente commerciali, assolutamente NON ufficiali, acquistati all'epoca della Grande Guerra dalla truppa austroungarica che se ne decorava il berretto.

Oggi sono accanitamente collezionati soprattutto da italiani, hanno prezzi folli e i falsi prevalgono sugli originali 99 a 1.
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11699
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: k.u.k kappenabzeichen

Messaggioda soragni ugo » lunedì 8 dicembre 2014, 23:59

grazie.
un'ultima cosa ; come si può tradurre in italiano la parola kappenabzeichen ?
ancora grazie Ugo
soragni ugo
 
Messaggi: 214
Iscritto il: martedì 27 luglio 2010, 21:59

Re: k.u.k kappenabzeichen

Messaggioda Elmar Lang » martedì 9 dicembre 2014, 11:23

Letteralmente, "Distintivi da Berretto"; dove "Kappe" è il termine per definire il berretto militare ed "Abzeichen", significa distintivo.

E.L.

P.S.: essi erano prodotti e posti in vendita dal "Kriegsfürsorgeamt" ovvero l'ufficio per l'assistenza di guerra ai famigliari, vedove ed orfani, per raccogliere fondi. Ne nacque una vera mania ed i soldati, graduati, sottufficiali ed ufficiali ne applicarono a iosa. Lo stesso imperatore Carlo I li indossava sul suo berretto.

Anni fa, in Austria, si trovavano a poco o nulla, anche quelli cosiddetti "rari". Poi, a partire dall'Italia, ne nacque una moda e per gli austriaci fu una pacchia: molti negozianti, ne avevano in deposito quantità considerevoli, di tutti i tipi: il prezzo lo fa la domanda e "hop!" i prezzi schizzarono alle stelle. C'è stato un momento, prima del 2005/2008, in cui certi pezzi superavano in costo delle belle insegne di ordini e decorazioni "ufficiali". Dopo la fine dei regimi comunisti nell'Est Europeo, anche collezionisti di quelle nazioni (specie Polacchi, Cèchi e Slovacchi ed Ungheresi, ma pure Sloveni e Croati, furono e sono avidi di acquistare i distintivi relativi a loro unità o luoghi storici ove esse operarono in guerra.

Circa le falsificazioni, sono d'accordo con Tilius, anche senza essere così drastico. I Kappenabzeichen sono stati comunque tutti falsificati, tanto quelli rari, quanto quelli comuni comunissimi, in qualità da eccellente a pessima. Anche in questo caso, occorre studio e ricerca, prima di accingersi a collezionarli.

Personalmente, non li ho mai collezionati e, per quanto io li trovi interessanti, non riesco ad attribuirgli il fascino o il "valore storico" che da tante parti è loro attribuito.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2511
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: k.u.k kappenabzeichen

Messaggioda Tilius » martedì 9 dicembre 2014, 15:50

Elmar Lang ha scritto:Circa le falsificazioni, sono d'accordo con Tilius, anche senza essere così drastico. I Kappenabzeichen sono stati comunque tutti falsificati, tanto quelli rari, quanto quelli comuni comunissimi, in qualità da eccellente a pessima.


Kappen & parafernalia nazista sono fra le cose più falsificate in assoluto.
Siccome in forum specializzati vedo spesso gabellate per vere (da fior di esperti!) delle cose che anche un bambino di 5 anni riconoscerebbe per esser state fatte ieri... tendo drasticamente al pessimismo.
[sorry.gif]
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11699
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: k.u.k kappenabzeichen

Messaggioda Lord Acton » martedì 9 dicembre 2014, 16:52

Si... ma la proporzione falsi/originali a 99/1 sembra anche a me un po esagerata...

Anche io ritengo che il "valore storico" sia piuttosto basso... dato che non sono distintivi ufficiali, non li ho mai collezionati e i pochi che mi sono capitati tra le mani li ho sempre ceduti... anche se sono da anni alla ricerca dell'unico che, a mia conoscenza, potrebbe essere di mio interesse... e non l'ho ancora trovato in vendita...

Lord Acton
Amiamo il servizio straordinario... le imprese giudicate assurde o impossibili (A. Dumas)
Lord Acton
 
Messaggi: 2889
Iscritto il: giovedì 10 aprile 2003, 13:42
Località: Napoli

Re: k.u.k kappenabzeichen

Messaggioda Elmar Lang » martedì 9 dicembre 2014, 18:52

Riguardo i Kappenabzeichen (perpietà, non chiamateli "Kappen" che mi vien il vermocàne...), come per ogni campo collezionistico ove v'è richiesta, anche in quello, la falsificazione è una naturale, per quanto deprecabile conseguenza.

Per certuni, mi dispiaccio, quando vengono imbrogliati, specie se giovani ed entusiasti; per altri, quasi dico tra me e me che se la son cercata e meritata, poiché testardamente non studiano e pretendono di fare i grandi (ricordo un tale, più ricco che benestante, il quale anni fa, su un Forum affermò stolidamente "io non ho tempo per leggere libri e studiare l'argomento: io pago bei soldi e voglio roba buona e garantita". Di conseguenza, la sua collezione divenne uno de' più fantasmagorici fòndaci e ricettàcoli d'ogni schifezza e fantasia falsificatoria.

Comunque, ribadisco che la proporzione dei falsi, tra i Kappenabzeichen è -più o meno- di 6 su 10 per quelli ritenuti rari; 8 su dieci per quelli ritenuti rarissimi; da 4 a 5 su 10 per quelli mediamente non comuni; 3 o 4 su 10 per quelli ritenuti comuni o comunissimi.

Solitamente, i falsi càpitano allorché si crede di far l'affare pagando poco. La roba rara, salvo rarissime occasioni, costa e spesso anche tanto.

A presto,

E.L.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2511
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia


Torna a Faleristica



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti