Medaglia di Villiers en Couche

Per approfondire la conoscenza delle decorazioni, della loro conservazione e compravendita.
Deepening knowledge about decorations, their preservation and buy and sell.

Moderatori: Tilius, Mario Volpe, nicolad72

Re: Medaglia di Villiers en Couche

Messaggioda Masny1991 » mercoledì 11 maggio 2011, 20:14

Salve a tutti,

ho avuto il piacere di sentire questa stessa storia dal buon Elmatr Lang in persona poco tempo fa (un vero onore) [notworthy.gif]
Avevo cercato su internet ma avevo trovato ben poco purtroppo e nessuna immagine per aggiunta.

Qualcuno possiede delle foto di esemplari originali? magari delle vecchie aste citate la Elmar o quelle presenti al museo di Vienna?
"IN PERICULO SECURITAS"

Luigi Masnata
Avatar utente
Masny1991
 
Messaggi: 156
Iscritto il: martedì 4 maggio 2010, 21:31
Località: Genova

Re: Medaglia di Villiers en Couche

Messaggioda Elmar Lang » mercoledì 11 maggio 2011, 23:01

Salve,

data l'epoca in cui ciò avvenne, i cataloghi d'asta raramente erano illustrati e non mi risulta che tanto dell'asta della collezione Hyde Greg, che della vendita Whitaker sia esistito un catalogo illustrato. La medaglia "Butler" apparve illustrata in un numero di "Spink's Numismatic Circular" del 1966, assieme alla relativa Croce di Cavaliere del MMThO; la medaglia "Pocklington" è ben illustrata in "Orden und Ehrenzeichen der Oesterreichisch-Ungarischen Monarchie" del Mericka ed in "Oesterreichisches Ordenshandbuch" di Prochazka; nel primo dei due volumi citati, è inoltre ben descritto il fatto d'arme e le ragioni che condussero alla creazione e concessione di questa curiosa onorificenza.

La storia e le vicissitudini di decorazioni quale quella di cui stiamo parlando in questa discussione, sono uno dei tanti aspetti che rendono la faleristica un campo collezionistico davvero affascinante.

A presto,

Elmar Lang
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2588
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Medaglia di Villiers en Couche

Messaggioda Tilius » giovedì 12 maggio 2011, 0:03

Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11707
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Medaglia di Villiers en Couche

Messaggioda Tilius » giovedì 12 maggio 2011, 0:50

Quella che segue é una trascrizione automatica, con le pecche del caso, tratta da
D. Hastings Irwin: War Medals and decorations, issued to the British Military and naval forces and allies from 1588 to 1910 , London: Upcott Gill, 1910


On May ist, 1798, the Emperor Francis II. of
Germany presented a gold medal and chain to eight vmicrs-en.

/v f , r i ii Crouch*,

officers of the i5th Light Dragoons, for distinguished 1794-
conduct at the Battle of Villiers-en-Crouche', near
Cambray, on April 24th, 1794. By the gallant con-

c



i8 BRITISH WAR MEDALS

duct of the I5th the Emperor was saved being taken
prisoner by the French. There were only two
squadrons engaged, and they, in conjunction with a
small body of German cavalry, drove back a body of
about 10,000 French soldiers, inflicting a loss of 1200
killed and wounded, and capturing three guns.

The following letter from the Adjutant-General of
the Forces to Lord Dorchester, Colonel of the i5th
Light Dragoons, dated May ist, 1798, gives the
King's permission to the officers to wear the
distinction conferred upon them :

My Lord, The Emperor of Germany having been pleased
to present each of the officers of the i5th Rgt., under your Lord-
ship's command, who distinguished themselves in so gallant
a manner by their spirited attack upon the enemy, with a very
inferior force, on the 24th April, 1794, near Cambray, a Gold
Medal has been struck by his Imperial Majesty's orders, on the
occasion, as a particular mark of the sense he entertained of
the signal service thereby rendered to the Allied army; I have,
therefore, the honour, by order of his Royal Highness the
Commander-in-Chief, to signify to your Lordship his Majesty's
pleasure that the above-mentioned officers shall be permitted to
wear the said medals constantly with their uniforms, as an
honorary badge of their bravery in the field of action, and an in-
ducement to all others to imitate, on every favourable occasion,
their glorious example.

I have, etc.,
WM. FAWCETT, Adjutant-General.

The officers of the regiment who received the
medal were: Major William Aylett; Captains
Edward Pocklington and Edward Ryan ; Lieutenants
Thos. Calcraft, William Keir, and Thos. Blount;
Cornets Edward Butler and Robert Wilson. The
text of the letter which accompanied the medals was
as follows :

Vienna, March 5, 1798.

Sir, The Emperor remembers with satisfaction the distin-
guished proofs of valour that you, Sir, and seven other officers
of the i5th Light Dragoons, manifested on the 24th April, 1794,



AND DECORATIONS. 19

near Cambray. His Majesty regrets that the statutes of the
Order of Maria Theresa, confirmed by constant custom, do not
allow the Cross of the Order, strictly national, to be conferred
on officers so worthy of being decorated with it; but wishing,
at the same time, to give you and your honourable companions-
in-arms a public mark of his particular esteem, his Majesty
has ordered a medal to be struck to perpetuate the remem-
brance of this brilliant action, and has commanded me to
offer you, in his name, the only impressions which have been
struck, except that which is placed in the Imperial cabinet at
Vienna.

In fulfilling the intention of his Imperial Majesty, I beg you
to accept for yourself, Sir, and to distribute to the other officers
who, in the important affair of the 24th April, 1794, fought
under your command, these medals, which for that purpose I
have delivered to Captain Ryan. I have the honour to add the
assurances of the consideration with which I have the honour
to be, Sir, &c.

LE BARON THUGUT.

To Lieut.-Col. Aylett.

This display of heroism made a lasting impres-
sion on the mind of the Emperor, for, later on, the
following letter was received by Lieutenant-Colonel
Aylett from Lord Minto, British Envoy at Vienna :

Vienna, November ;th, 1800.

< Sir, I have received from his Excellency, Baron Thugut,
eight crosses of the Order of Maria Theresa, which the Em-
peror has been pleased to confer on yourself and seven other
officers of the i5th Light Dragoons, who distinguished them-
selves in a most gallant action near Villiers-en-Crouche, on
the 24th April, 1794. His Imperial Majesty had already testified
the high sense he entertained of the brilliant and important
service which the Regiment performed on that occasion, by pre-
senting the officers engaged with a medal struck for the
purpose of commemorating that brilliant action, and affording
to those who achieved it a lasting testimony of his approbation
and gratitude. It was deemed worthy at the time of the Cross
of Maria Theresa, but at that period a doubt existed whether
this Order could be conferred on foreigners; that this difficulty
being now removed, His Imperial Majesty avails himself with
pleasure of the occasion to evince his high esteem for the Regi-
ment, as well as his regard for the individuals, by investing
with this order of merit gentlemen who have proved themselves
so worthy to wear it.
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11707
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Medaglia di Villiers en Couche

Messaggioda Tilius » giovedì 12 maggio 2011, 0:57

Da questi resoconti parrebbe trasparire neanche troppo velatamente che all'imperiale salvamento concorse un intero reggimento (o almeno due squadroni del medesimo...), e che non sia stata la solitaria impresa riportata nelle cronache agiografiche più diffuse... [hmm.gif]
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11707
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Medaglia di Villiers en Couche

Messaggioda Lord Acton » giovedì 12 maggio 2011, 11:40

Tilius ha scritto:...(o almeno due squadroni del medesimo...)...

Un maggiore, due capitani, tre tenenti e due sottotenenti o "cornets", danno appunto queste dimensioni di forza.

Lord Acton
Amiamo il servizio straordinario... le imprese giudicate assurde o impossibili (A. Dumas)
Lord Acton
 
Messaggi: 2891
Iscritto il: giovedì 10 aprile 2003, 13:42
Località: Napoli

Re: Medaglia di Villiers en Couche

Messaggioda nicolad72 » giovedì 12 maggio 2011, 12:23

Addirittura potrebbe trattarsi anche di un solo squadrone... l'idea che un capitano comandi uno squadrone è tutta italiana... il grado di maggiore in francia è appunto "comandante di squadrone"... e le compagnie in inghilterra (equivalente dello squadrone) sono comandate da maggiori... se anche allora funzionava così... direi uno squadrone articolato su 3-4 plotoni...
Immagine
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 9799
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: Medaglia di Villiers en Couche

Messaggioda Lord Acton » giovedì 12 maggio 2011, 13:11

nicolad72 ha scritto:Addirittura potrebbe trattarsi anche di un solo squadrone... l'idea che un capitano comandi uno squadrone è tutta italiana... il grado di maggiore in francia è appunto "comandante di squadrone"... e le compagnie in inghilterra (equivalente dello squadrone) sono comandate da maggiori... se anche allora funzionava così... direi uno squadrone articolato su 3-4 plotoni...

Possibile... gli Squadroni (Squadron) dei Dragoni Leggeri erano composti di 4 compagnie (Group - corrispondenti, nella cavalleria inglese, ai nostri plotoni), questo è sicuro... non so però il livello ordinativo.

Lord Acton
Amiamo il servizio straordinario... le imprese giudicate assurde o impossibili (A. Dumas)
Lord Acton
 
Messaggi: 2891
Iscritto il: giovedì 10 aprile 2003, 13:42
Località: Napoli

Re: Medaglia di Villiers en Couche

Messaggioda Tilius » giovedì 12 maggio 2011, 13:35

About pictures above, is the first medal an original strike?
What the hell is the second one?
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11707
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Medaglia di Villiers en Couche

Messaggioda nicolad72 » giovedì 12 maggio 2011, 15:09

Ho il terrore che possa essere il resto della catena... fusa per fare una medaglia da portare "all'occhiello", come si diceva all'epoca, sospesa ad un nastro dei colori della Casa d'asburgo...
Immagine
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 9799
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: Medaglia di Villiers en Couche

Messaggioda Elmar Lang » giovedì 12 maggio 2011, 15:48

Delle due medaglie in foto, la prima è sicuramente dal conio originale, benché non si veda né appiccagnolo, né catena (sembra anche una foto antica, magari "colorizzata"); la seconda, è sicuramente fatta in Inghilterra (punzoni) ed il testo al recto ed al verso appare inciso a mano. Cosa sia, beh, il campo alle ipotesi è aperto: il motto "Fortitudine" è un classico errore da stranieri nel trascrivere il motto del MMThO "Fortitudini"; il nastro è appunto quello dell'ordine militare. Magari si tratta di una esecuzione "privata" per la "medal bar" o una sorta di sostituzione per un Ordine di Maria Teresa andato perduto. Qualcuno sostiene che sia appunto la medaglia per i sottufficiali del 15°, ma senza alcuna prova, né storica, né documentale.

A presto,

E.L.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2588
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Medaglia di Villiers en Couche

Messaggioda Tilius » giovedì 12 maggio 2011, 16:27

...il confronto é agghiacciante.

Immagine
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11707
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Medaglia di Villiers en Couche

Messaggioda Montenotte » giovedì 12 maggio 2011, 16:56

Buongiorno,
riguardo alla carica vi segnalo http://www.xvld.org/villers-en-cauchies-1794.html con la descrizione tratta dal Historical Record of the 15th or King's Hussars, e la conferma della partecipazione di due squadroni più gli Ussari di Leopoldo.

Interessanti foto (una tratta dal Mericka) su http://en.valka.cz/viewtopic.php/p/323861 vi posto il collegamento in quanto chiaramente indicato il divieto di copia.

Cordialmente
When you have eliminated the impossible, whatever remains, however improbable, must be the truth.
Avatar utente
Montenotte
 
Messaggi: 757
Iscritto il: sabato 19 settembre 2009, 21:41
Località: Dipartimento del Tanaro

Re: Medaglia di Villiers en Couche

Messaggioda Elmar Lang » giovedì 12 maggio 2011, 22:32

Dimenticavo l'ottimo contributo sul forum cèco, con "ristampa" del bell'articolo di V.Mericka, tutt'ora validissimo, nonostante la traduzione internettiana dal cèco sia talvolta di scomoda comprensione. Grazie al collega Montenotte per aver riportato questo utile link.

Il collega Tilius, ha ben fatto a porre una accanto all'altra per confronto, la medaglia originale con quella offerta all'asta: la differenza risulta notevole.

Spero in un prossimo futuro si possa fare uno studio comparativo sulla Medaglia "Pro Virtute Militari": ovvero tra la originale e quella che un collega collezionista austriaco -in uno studio peraltro profondamente scientifico- ha eufemisticamente definito "Medaille Typus B" e che io, da italiano e da persona forse un po' facile al sarcasmo, definisco "immonda ciofèca".

Tornando alla medaglia di Villiers-en-Couché ed al dubbio se ad aver compiuto l'atto di valore siano stati i soli 8 ufficiali o tutto il distaccamento del 15°, beh, ci tengo a ricordare che a quei tempi il valore della truppa si identificava con il valore dei suoi comandanti sul campo. E' indubbio che i "magnifici otto" dell'Aprile 1794 abbiano compiuto gesta degne della massima lode, essendo loro stessi coinvolti nelle fasi più sanguinose e concitate della battaglia (il maggiore Aylett rimase ferito in modo serio e non poté partecipare al resto dell'azione, demandando il comando al cap. Pocklington).

La lettera inviata dall'Imperatore al Feldmaresciallo Co. Lacy il 7 Novembre 1800 dice:

"...acht Officiere des 15. Chevaux-Regiments, in Diensten des Großbritannischen Königs, velche am 24. April 1794 in der Affaire bey Cambray sich unter Meinen Augen auf eine nicht minder rühmliche als wesentliche Art ausgezeichnet hatten...".

Da ciò comprendiamo che quegli otto ufficiali diedero prova di eccezionale valore personale, pur entro i ranghi dei reparti al loro comando.

Non si conoscono altri casi, nel corso di tutte le guerre napoleoniche, in cui un sovrano delle coalizioni antibonapartiste abbia voluto esprimere il proprio sovrano compiacimento ad un livello così alto e personale: possiamo quindi pensare che -oltre alla truppa ed ai sottufficiali- il valore degli otto ufficiali sia stato straordinario e "far beyond the call of duty".

A presto,

Elmar Lang
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2588
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Medaglia di Villiers en Couche

Messaggioda Montenotte » sabato 14 maggio 2011, 12:48

Mi scuso in anticipo per [offtopic.gif] , ma per associazione di idee: sapete se la Collezione Dr. Fattovich esiste ancora e in caso affermativo se può essere visitata? [sorry.gif]
When you have eliminated the impossible, whatever remains, however improbable, must be the truth.
Avatar utente
Montenotte
 
Messaggi: 757
Iscritto il: sabato 19 settembre 2009, 21:41
Località: Dipartimento del Tanaro

PrecedenteProssimo

Torna a Faleristica



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 2 ospiti