Croci africane

Per approfondire la conoscenza delle decorazioni, della loro conservazione e compravendita.
Deepening knowledge about decorations, their preservation and buy and sell.

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Croci africane

Messaggioda Mario Volpe » lunedì 14 dicembre 2009, 18:12

Tra il 1937 e il 1940 gli “Stabilimenti Artistici Fiorentini” di Firenze hanno prodotto un’interessante serie di croci commemorative per alcune delle principali unità militari che presero parte alla campagna d’Africa e, successivamente, anche per la Guerra di Spagna e la Campagna d’Albania.
Si trattò di decorazioni non ufficiali che, come negli esemplari coniati a partire dalla fine della Grande Guerra (quando iniziarono ad essere emesse da varie fabbriche specializzate croci e medaglie commemorative per le grandi unità che vi avevano partecipato), venivano acquistate privatamente da veterani e reduci (e talvolta il ricavato delle vendite andava a favore delle relative associazioni ex-combattentistiche) ed indossate sull’uniforme senza una regolare autorizzazione.
Una delle caratteristiche principali della serie di croci commemorative realizzata dagli S.A.F., è che esse risultano piuttosto omogenee, semplici e lineari nello stile e nelle simbologie utilizzate, tutte di disegno piuttosto simile tra loro nonostante le diversità dei periodi di riferimento e dei reparti ai quali erano dedicate.
Queste decorazioni, così come le tante altre croci e medaglie commemorative prodotte dai principali fabbricanti italiani dell’epoca, sono da alcuni decenni oggetto di particolare attenzione da parte dei collezionisti di faleristica, al punto che ormai gli esemplari originali sono divenuti piuttosto rari e qualche ditta specializzata ha pensato bene di emetterne dei riconi e delle riproduzioni di qualità variabile.
Confidando anche nell’aiuto dei nostri frequentatori interessati, vorrei cercare di ricostruire una galleria di immagini di queste particolari decorazioni, il cui destino, per le avverse vicende che videro solo pochi anni dopo la loro produzione il nostro Paese uscire sconfitto dalla Seconda Guerra Mondiale, fu assai breve e molto poco ufficiale.

Unità dell’Africa Orientale Italiana

Fanteria

I, II, III, IV Corpo d’Armata e Corpo d’Armata Eritreo

Immagine Immagine
Immagine Immagine
Immagine

Divisione Granatieri di Savoia e Divisione Camice Nere Tevere

Immagine Immagine

Cavalleria

I, II, III (mancante) e IV Gruppo Cavalieri di Neghelli

Immagine Immagine
Immagine

Croci Commemorative per la Regia Aeronautica in AOI
I e II tipo e Divisione Aerea Borea

Immagine Immagine
Immagine

Unità della Guerra di Spagna
Croce Commemorativa della Divisione Volontari Littorio (mancante)

Unità della Campagna d’Albania
Croce per la Regia Aeronautica

Immagine
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3595
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Re: Croci africane

Messaggioda Aspirante » martedì 5 gennaio 2010, 19:28

Complimenti, una bellssima panoplia!
Aspirante
 
Messaggi: 99
Iscritto il: domenica 27 dicembre 2009, 18:47

Re: Croci africane

Messaggioda Tilius » giovedì 7 gennaio 2010, 12:16

Caro Mario, complimenti per la completezza di questa raccolta virtuale.
Ma se si volesse concretizzare in tutto o in parte questa collezione, che prezzi si dovrebbero attribuire a ogni singola croce? [hmm.gif]
...
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12596
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Croci africane

Messaggioda Mario Volpe » giovedì 7 gennaio 2010, 12:42

Tilius ha scritto:Caro Mario, complimenti per la completezza di questa raccolta virtuale.
Ma se si volesse concretizzare in tutto o in parte questa collezione, che prezzi si dovrebbero attribuire a ogni singola croce? [hmm.gif]


Bah, dalla mia personale esperienza possi dirti che - come in tutte le serie di articoli - i prezzi variano in funzione della reperibilità e della rarità dei singoli esemplari. Si parte da un centinaio di Euro per le croci più facilmente disponibili sul mercato, fino agli 800 ed oltre per quelle più rare. Esiste poi anche un problema di riproduzioni (ovviamente), dato che mi risulta ne siano stati realizzati dei riconi in epoche più o meno recenti e dalla qualità variabile (alcuni sono più o meno quotidianamente in offerta anche su ebbau), vedere anche qui: http://www.artedellamedaglia.it/croci_militari.html . Ma non sono un esperto in materia...
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3595
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Re: Croci africane

Messaggioda Tilius » giovedì 7 gennaio 2010, 13:03

Mario Volpe ha scritto:[vedere anche qui: http://www.artedellamedaglia.it/croci_militari.html


Oh ma che belle riproduzioni: sembrano fatte in maniera più che egregia (per essere delle repro, ovviamente).
Sugli originali, certo che hanno delle valutazioni notevoli... :o
...
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12596
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Croci africane

Messaggioda Mario Volpe » giovedì 7 gennaio 2010, 13:45

Tilius ha scritto:
Mario Volpe ha scritto:Oh ma che belle riproduzioni: sembrano fatte in maniera più che egregia (per essere delle repro, ovviamente).


Non si riesce però a vedere il rovescio e la qualità dello smalto...
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3595
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Re: Croci africane

Messaggioda Tilius » giovedì 7 gennaio 2010, 15:50

Mario Volpe ha scritto:
Tilius ha scritto:
Mario Volpe ha scritto:Oh ma che belle riproduzioni: sembrano fatte in maniera più che egregia (per essere delle repro, ovviamente).

Non si riesce però a vedere il rovescio e la qualità dello smalto...


Già. Il verso delle copie é in effetti quasi sempre la parte più... deficitaria (spesso liscia, il che quasi mai era negli originali).
Lo smalto... boh?! In concreto non penso fosse granché neanche negli originali (nessuna raffinatezza traslucida e/o bombata e/o guilloché) essendo una spianata piatta piatta di smalto opaco con non lievi tassi di impurità/porosità... [hmm.gif] L'unico (forte, a giudicare dalle fotografie sul sito) timore é che sia concavo come ahimé larga parte degli smalti a freddo é oggi... [sweatdrop.gif] Ancor peggio se fosse semplice verinice...
...
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12596
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Croci africane

Messaggioda Mario Volpe » giovedì 7 gennaio 2010, 16:09

Tilius ha scritto:Lo smalto... boh?! In concreto non penso fosse granché neanche negli originali (nessuna raffinatezza traslucida e/o bombata e/o guilloché) essendo una spianata piatta piatta di smalto opaco con non lievi tassi di impurità/porosità...


Occhio perchè in qualche caso si utilizzò un tipo di smalto semi-trasparente, in particolare mi sembra nella croce del II C.A. A.O.I., quella rossa per intenderci (che infatti è una delle più valutate in originale)...
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3595
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Re: Croci africane

Messaggioda Tilius » giovedì 7 gennaio 2010, 16:44

Mario Volpe ha scritto:Immagine

Immagine

Immagine


Ohps! C'hai ragione, as usual.
Quantomeno queste tre hanno gli smalti traslucidi (i primi due financo guilloché, ferma restando una certo moto ondoso in superficie che denota una stesura non delle più sopraffine).

Queste croci d'armata A.O.I. vennero prodotte (nel periodo consono, quindi ante '45) solamente dagli S.A.F. (come la dicitura "depositato a termini di legge" lascerebbe intendere) o sono note altre diverse manifatture?
...
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12596
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Croci africane

Messaggioda Mario Volpe » giovedì 7 gennaio 2010, 17:53

Che io sappia in quel periodo solo la SAF le ha prodotte. Dopo però, lo sa il cielo...
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3595
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Re: Croci africane

Messaggioda Mario Volpe » sabato 25 dicembre 2010, 12:48

Ne sono sbucate fuori un paio mai viste prima (dal Forum Miles), una V Armata (in africa ?):

Immagine

ed una Croce degli Operai in A.O.:

Immagine

qui invece un'altro esemplare della Divisione Tevere (di colore più nitido):

Immagine
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3595
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Re: Croci africane

Messaggioda Mario Volpe » domenica 6 marzo 2011, 19:22

Ancora un paio di croci africane della SAF mai incontrati prima, probabilmente dei prototipi mai utilizzati (dal Forum Miles):

Croce Legioni CC. NN. A.O.I

Immagine

Croce Leg. Lavorat. A.O.I

Immagine

Aggiungo inoltre la Croce per la Divisione Volontari "Littorio" in Spagna, mancante nel mio primo intervento (sempre dal Forum Miles):

Immagine
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3595
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Re: Croci africane

Messaggioda edoardo.angelini » giovedì 18 aprile 2019, 7:06

Buongiorno a tutti, sono nuovo del gruppo, e vi ringrazio per avermi accettato.... volevo sapere se qualcuno aveva le croci in AOI della Regia Aereonautica...
edoardo.angelini
 
Messaggi: 3
Iscritto il: mercoledì 17 aprile 2019, 8:36

Re: Croci africane

Messaggioda Elmar Lang » giovedì 18 aprile 2019, 9:00

Buongiorno e benvenuto.

Come avrà notato, questa è una discussione il cui ultimo intervento risale ad 8 anni fa.

Questo Forum, benché conti tra i suoi membri vari collezionisti di faleristica, è soprattutto destinato allo scambio di idee ed allo studio. In pratica, non è un Forum collezionistico ove proporre eventualmente acquisto o vendita di pezzi da collezione.

Sarà molto interessante conoscere i suoi interessi collezionistici, e condividere le nostre comuni conoscenze.

A presto,

E.L.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 3191
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Croci africane

Messaggioda edoardo.angelini » giovedì 18 aprile 2019, 9:40

ok..scusate se ho violato regole...allora se possibile stasera poste le mie croci che ho in collezione....anche perché..una delle vostre foto...è di una medaglia che ho acquistato di recente
edoardo.angelini
 
Messaggi: 3
Iscritto il: mercoledì 17 aprile 2019, 8:36

Prossimo

Torna a Faleristica



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite