Pagina 3 di 4

Re: Il Toson d'Oro... una questione di famiglia

MessaggioInviato: venerdì 2 aprile 2010, 19:47
da AndreaSperelli
Osservando il seguente ritratto di Francesco IV d'Este (Duca di Modena), eseguito probabilmente tra il 1820 e il 1830, ho notato una cerca somiglianza tra il manto che indossa e quello dei Cavalieri del Toson d'Oro. Considerando che Francesco IV era un Cavaliere del Toson d'Oro, potrebbe questa essere una variante del manto qui analizzato ?

Immagine

A.S.

Re: Il Toson d'Oro... una questione di famiglia

MessaggioInviato: venerdì 2 aprile 2010, 20:33
da nicolad72
Più che una variante mi sembra proprio quello!!!!

Re: Il Toson d'Oro... una questione di famiglia

MessaggioInviato: venerdì 2 aprile 2010, 21:01
da Tilius
Cronista di Livonia ha scritto:con forse qualche eccezione proprio per gli Ordini dinastici e relativa agli appartenenti alla Casa Reale conferente.
Il Cronista di Livonia


Snì.
Il Principe delle Asturie il suo Toson d'Oro l'ha ricevuto a 13 anni (effettivamente un po' giovincello), mentre il principe William per la Giarrettiera ha dovuto aspettare i 26 anni (quasi) compiuti (abbondantemente oltre la maggiore età).

Re: Il Toson d'Oro... una questione di famiglia

MessaggioInviato: venerdì 2 aprile 2010, 21:32
da Tilius
Francesco IV d'Austria-Este indossa l'abito del Toson d'Oro, ramo austriaco, conferitogli nel 1790 dallo zio Leopoldo II imperatore.
L'autore del ritratto é Adeodato Malatesta, il più richiesto ritrattista modenese dell'800.
Il ritratto é datato 1834.

Re: Il Toson d'Oro... una questione di famiglia

MessaggioInviato: venerdì 2 aprile 2010, 23:56
da AndreaSperelli
Ecco un altra immagine di Francesco IV, scattata questo pomeriggio a Modena, in cui il"nostro" manto viene nuovamente idossato. Non vorrei divagare troppo, ma sapete se casa d'Este o Aburgo-Este ha creato altri ordini a parte quello dell'Aquila Estense ? Mi sembra strano che dopo tanti secoli sia sato creato un "proprio" ordine solo nella seconda metà dell' '800.

Immagine

Re: Il Toson d'Oro... una questione di famiglia

MessaggioInviato: domenica 4 aprile 2010, 0:50
da Tilius
AndreaSperelli ha scritto: Non vorrei divagare troppo, ma sapete se casa d'Este o Aburgo-Este ha creato altri ordini a parte quello dell'Aquila Estense ? Mi sembra strano che dopo tanti secoli sia sato creato un "proprio" ordine solo nella seconda metà dell' '800.


Potrebbe essere un'ipotesi meno peregrina di quanto sembri.
In fondo i Savoia avevano da sempre l'Annunziata, integrata poi dalla croce bianco-verde dei Santi Maurizio e Lazzaro a metà '500... sempre negli stessi anni i Medici s'nventatavano il Santo Stefano... gli ultimi fuochi dell'indipendenza napoletana si consumavano a fine '400 sotto le insegne dell'Ermellino... a fine '600 i Farnese si compravano il Costantiniano... ì Gonzaga cent'anni prima si erigevano la loro reliquia di famiglia a Ordine del Preziosissimo Sangue del Redentore... vuoi che nel frattempo i parenti d'Oltrepò installati a Ferrara (e poi traslocati forzosamente a Modena) non si fossero inventati il proprio very-own-personal-order...?
Forse sì (che intrigante mistero [clapping.gif] )... ma anche no.
Anzi, quasi certamente no.
I ritratti dei Duchi di Casa d'Este, da Borso in poi, non evidenziano nessun ordine strano e/o non identificabile, ma solo ordini (stranieri) chiaramente riconoscibili: qualche San Michele francese, qualche Toson d'Oro, poco altro, e tutto ben noto.

Re: Il Toson d'Oro... una questione di famiglia

MessaggioInviato: martedì 21 settembre 2010, 13:36
da dpascale
Cari tutti,

vi invio un ritratto di Giuseppe II bambino in vesti di cavaliere del Toson d'Oro. Spero di non essere troppo off-topic, ma, avendo i precedenti interventi spaziato su conferimenti a infanti, manti cavallereschi e molto altro (oltre che naturalmente del Toson d'Oro), non mi faccio molti problemi. ;)

Il ritratto, insieme a quello di una sorella del giovane arciduca, passerà all'asta al Dorotheum il 23 settembre, ed è opera di Martin van Meytens. Eccolo:

Immagine


http://www.dorotheum.com/it/auktion-det ... 884cad5f14

Un caro saluto, :)


Daniele

Re: Il Toson d'Oro... una questione di famiglia

MessaggioInviato: martedì 21 settembre 2010, 13:47
da Tilius
Immagine

Bottega (prolificissima) del Meytens. :D

Re: Il Toson d'Oro... una questione di famiglia

MessaggioInviato: martedì 21 settembre 2010, 15:14
da dpascale
Tilius ha scritto:Bottega


Chiedo venia, ma la pittura austriaca del Settecento non è proprio il mio forte (ma neanche quella del Cinquecento o del Settecento ;) )... :D
E, nel frattempo, ringrazio per l'immagine in grande. :)

Saluti, :)


D.

Re: Il Toson d'Oro... una questione di famiglia

MessaggioInviato: domenica 6 marzo 2011, 11:29
da Montenotte
Buongiorno,
avrei una piccola curiosità. Osservando il ritratto di Louis XV l'occhio mi si è fermato sul Toson d'Oro. L'impressione è che S.M. Très Chrétienne lo porti in maniera piuttosto disinvolta, passato attraverso l'asola [hmm.gif] . Mi chiedevo se ciò è ortodosso. Abbastanza originale anche il fiocchetto rosso applicato alla sciarpa dell'Ordre du Saint Esprit.

Immagine

Re: Il Toson d'Oro... una questione di famiglia

MessaggioInviato: domenica 6 marzo 2011, 14:06
da Mario Volpe
Indubbiamente una soluzione originale, ma lui era un re...

Re: Il Toson d'Oro... una questione di famiglia

MessaggioInviato: domenica 6 marzo 2011, 14:14
da Lord Acton
Montenotte ha scritto:Abbastanza originale anche il fiocchetto rosso applicato alla sciarpa dell'Ordre du Saint Esprit.

Che, però, mi domando a cosa si riferisca... non potrebbe essere un richiamo all'Ordine di San Luigi?

Lord Acton

Re: Il Toson d'Oro... una questione di famiglia

MessaggioInviato: domenica 6 marzo 2011, 18:54
da Tilius
Montenotte ha scritto:Buongiorno,
avrei una piccola curiosità. Osservando il ritratto di Louis XV l'occhio mi si è fermato sul Toson d'Oro. L'impressione è che S.M. Très Chrétienne lo porti in maniera piuttosto disinvolta, passato attraverso l'asola [hmm.gif] . Mi chiedevo se ciò è ortodosso.

Nel XVIII era prassi assolutamente abituale.
Per qualsiasi ordine che non prevedesse fascia ("sciarpa") e per le circostanze in cui non fosse adeguata l'eventuale grande insegna di collare, come per il caso d'un ritratto che non contemplasse l'abito da incoronazione o specificamente l'abito fa cavaliere/gran maestro.

Qui abbiamo Ferdinando, duca di Parma (con Tosone all'asola della rendigote, e altro ordine - Santiago - a quella del gilet).
Immagine

Giuseppe II (Tosone all'asola).
Immagine

Ancora Giuseppe II con Leopoldo di Toscana (Leopoldo II). Entrambi con Tosone all'asola.
Immagine

Filippo V di Spagna con la famiglia (Tosone all'asola visibilissimo per il re e l'infante Carlo, presumibilmente portato allo stesso modo anche dal principe delle Asturie e dall'infante Luigi).
Immagine

Luigi XVI. Sempre all'asola.
Immagine

Re: Il Toson d'Oro... una questione di famiglia

MessaggioInviato: domenica 6 marzo 2011, 19:01
da Tilius
E il motivo di questo modus portandi si chiama jabot (cravattone di pizzo).
Rimasto in voga per tutto il XVIII secolo.
Sotto quella cascata di morbide trine era virtualmente impossibile portare una insegna al collo che risultasse visibile (e una insegna nascosta é una contraddizione in termini).
Da cui la dislocazione in altro loco a maggiore visibilità.
[cheers.gif]

Re: Il Toson d'Oro... una questione di famiglia

MessaggioInviato: martedì 2 aprile 2013, 0:06
da AndreaSperelli
Mi sono imbattuto il questo interessante documentare intitolato "À la poursuite du diamant bleu": http://videos.arte.tv/fr/videos/a-la-poursuite-du-diamant-bleu--7401090.html, descrive la storia del diamante blu che fece parte della collezione della corona francese, e quindi sotto Luigi XV divenne parte della sua decorazione del Toson d'Oro. Ho scoperto che nel 2010 è stata creata una ripoduzione di questa decorazione come potete vedere nelle foto sottostanti e apprendere dall'ultima parte del video.

Immagine

Immagine

A.S.