Ordine di Vitez

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Messaggioda Chris W » domenica 23 dicembre 2007, 19:25

Penso che queste foto degli imitatori potrebbero essere sull' argomento "ordini in disordine"!

E per quelli interessati, il Web site del vitezi rend VERO è: http://www.vitezirend1920.hu/

Buon Natale a tutti!

Chris W.
Avatar utente
Chris W
 
Messaggi: 76
Iscritto il: sabato 8 dicembre 2007, 3:08

Messaggioda nicolad72 » giovedì 10 gennaio 2008, 18:17

L’ordine di Vitéz è volto a ricompensare coloro e i discendenti di coloro che si distinsero ponendo in essere atti di valore svolgendo un servizio eccezionale alla nazione ungherese durante le Guerre Mondiali.

Questo status poteva essere riconosciuto a quanti furono ricompensati con decorazioni di guerra per il loro valore.

Per divenire “Vitèz” era necessario essere insigniti di almeno le seguenti decorazioni:

Prima Guerra Mondiale

Generali e Ufficiali di Stato Maggiore

Cavaliere dell’Ordine di Leopoldo con decorazione di Guerra e Spade
Immagine

Altri Ufficiali
Cavaliere dell’Ordine della Corona di Ferro con decorazione di Guerra e Spade
Immagine

Sottufficiali e truppa

Medaglia d’Argento al Valore (formato grande)
Immagine

Seconda Guerra Mondiale

Generali

Croce di Commendatore dell’Ordine al Merito di Ungheria con nastro di Guerra e Spade
Immagine

Ufficiali di Stato Maggiore

Croce di Ufficiale dell’Ordine al Merito di Ungheria con decorazione di Guerra e Spade
Immagine

Altri Ufficiali eccetto i Sottotenenti

Croce di Cavaliere dell’Ordine al Merito di Ungheria con nastro di Guerra e Spade

Immagine

Sottotenenti

“Signum laudis” con nastro di Guerra e Spade
Immagine

Sergenti

Medaglia d’Argento al Valore (formato grande)
Immagine

Altri militari di truppa
Medaglia d’Argento al Valore (formato piccolo)
Immagine
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10972
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Messaggioda Qohelet » giovedì 10 gennaio 2008, 20:45

Gentile Nicolad,
la ringrazio per l' esaustiva spiegazione, nonchè per la panoramica mozzafiato di decorazioni: non posso che rinnovare la mia molto poco cristiana invidia per il suo repertorio! Dato che, a quanto mi consta, l' ordine è concesso ancora oggi, quali sono i criteri (che debbo presumere molto elevati, data l' importanza dell' onorificenza e del rango) che reggono l' assegnazione da parte del principe d' Asburgo? Sentiti ringraziamenti

Andrea
Andrea
"Se questi erano i miei torti, preferisco le mie sventure ai trionfi dei miei avversari"
Qohelet
 
Messaggi: 532
Iscritto il: giovedì 28 giugno 2007, 12:10
Località: Milano, Pavia

Messaggioda Lord Acton » giovedì 10 gennaio 2008, 20:56

Complimenti per la carrellata di immagini e per la precisione delle notizie.

Lord Acton
Amiamo il servizio straordinario... le imprese giudicate assurde o impossibili (A. Dumas)
Lord Acton
 
Messaggi: 2890
Iscritto il: giovedì 10 aprile 2003, 13:42
Località: Napoli

Messaggioda Luca Bracco » venerdì 11 gennaio 2008, 0:53

Nicola se ultimamente hai cosi tanto tempo libero per le ricerche... qualcosina da fare te lo posso trovare...o meglio te lo avevo trovato e non lo hai ancora fatto!!! :1:

Luca Bracco
Luca Bracco
Luca Bracco
 
Messaggi: 992
Iscritto il: giovedì 2 novembre 2006, 12:43
Località: Sanremo

Messaggioda nicolad72 » venerdì 11 gennaio 2008, 11:37

Non sono ancora riuscito ad andare all'Università... a chiedere copia di quanto ti avevo detto! :wink:
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10972
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Messaggioda nicolad72 » venerdì 11 gennaio 2008, 12:00

dopo gli OT per cui chiedo venia veniamo alla discussione.

Qohelet ha scritto:la ringrazio per l' esaustiva spiegazione, nonchè per la panoramica mozzafiato di decorazioni: non posso che rinnovare la mia molto poco cristiana invidia per il suo repertorio!


Per carità diamo a Cesare quel che è di Cesare... ho semplicemente fatto una ricerca sulla rete e mi sono limitato a pubblicare le informazioni non ancora trattate. il sito è reperibile sulle "proprietà" dell'immagine.

Qohelet ha scritto:quali sono i criteri (che debbo presumere molto elevati, data l' importanza dell' onorificenza e del rango) che reggono l' assegnazione da parte del principe d' Asburgo?


Azzardo una risposta, desunta da quanto fin qui scritto. Oggi per essere insigniti dell'Ordine di Vitéz o si è discendenti di un Vitéz, oppure si è discendenti di un militare insignito di almento una di quelle decorazioni "minime" che consentivano l'accesso all'Ordine.
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10972
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Messaggioda equites » venerdì 11 gennaio 2008, 19:05

nicolad72 ha scritto:
Qohelet ha scritto:quali sono i criteri (che debbo presumere molto elevati, data l' importanza dell' onorificenza e del rango) che reggono l' assegnazione da parte del principe d' Asburgo?


Azzardo una risposta, desunta da quanto fin qui scritto. Oggi per essere insigniti dell'Ordine di Vitéz o si è discendenti di un Vitéz, oppure si è discendenti di un militare insignito di almento una di quelle decorazioni "minime" che consentivano l'accesso all'Ordine.


Immagino che questi criteri valgano per gli ungheresi....
E per gli stranieri?
"...e per rincalzo il cuore"
equites
 
Messaggi: 826
Iscritto il: lunedì 20 agosto 2007, 22:17
Località: Taranto

Messaggioda nicolad72 » venerdì 11 gennaio 2008, 19:14

Che senso avrebbe per un non ungherese essere un Vitéz?

su uno dei siti ho vistoche sono stati conferiti dei "cavalierati onorari"... ma nulla di più so dire...
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10972
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Messaggioda equites » venerdì 11 gennaio 2008, 19:31

nicolad72 ha scritto:Che senso avrebbe per un non ungherese essere un Vitéz?

su uno dei siti ho vistoche sono stati conferiti dei "cavalierati onorari"... ma nulla di più so dire...



Mah.....ci sono decine di ordini cavallereschi e/o di distinzioni onorifiche legate ad un particolare territorio o nazione che vengono concesse anche a persone, per altri motivi degne, che nulla hanno a che fare con il suddetto territorio.
Lo stesso ragionamento secondo me può essere fatto per gli ordini cavallereschi patrimonio delle case ex regnanti.
Tanto per fare degli esempi, mi pare che gli italiani non abbiano nulla in contrario a ricevere la Legion d'Onore, così come i piemontesi gradiscono moltissimo (e direi giusatmente) gli ordini cavallereschi della Santa Sede o dei Borboni, sebbene qualcuno di loro possa aver avuto un antenato bersagliere a Porta Pia oppure garibaldino in Sicilia.

Se posso permettermi di azzardare un paragone, da questo punto di vista penso che si possa dire che il "mondo" degli ordini cavallereschi stia vivendo una stagione simile a quella della Belle Epoque, quando una relativa calma ed un lungo periodo di pace (quantomeno in europa) fece in qualche modo "proliferare" la distribuzione delle onorificenze anche al di fuori dei confini statali (ricordo che in un'altra discussione fu prodotta l'immagine di un ufficiale addetto d'ambasciata che indossava praticamente TUTTE le placche "disponibili" all'epoca!).
"...e per rincalzo il cuore"
equites
 
Messaggi: 826
Iscritto il: lunedì 20 agosto 2007, 22:17
Località: Taranto

Messaggioda pierfe » venerdì 11 gennaio 2008, 22:02

Ho voluto vedere su cosa potevate ancora parlare riferendovi all'Ordine di Vitez che è fra l'altro ancora oggi uno dei meno conosciuti.
Ho letto proprio qui le più ardue congetture su a chi è destinato Vitezi Rend, e credetemi mi avete lasciato perplesso per il modo in cui traete delle considerazioni senza conoscere questa difficile materia.

Vi invito a leggere l'articolo sull'Ordine di Vitez apparso su Il Mondo del Cavaliere.

In breve perchè è giusto che la gente capisca:
1) VITEZI REND è ungherese, e l'ammissione di stranieri non è sollecitata per questioni di gelosia. Se conoscete la storia dell'Ungheria vi renderete conto del perchè sono così chiusi.
2) è così tanto importante perchè sebbene nato solo nel 1920 ha tutte le caratteristiche degli antichi ordini cavallereschi medievali (investitura compresa e praticata sempre dai tempi dell'Ammiraglio Horthy).
3) è così prestigioso perchè "concede" un titolo, VITEZ (EROE), che si potrebbe (dico si potrebbe non è) considerare un titolo nobiliare; chi è altro al mondo che concede il titolo di EROE?
4) è ereditario nel primo figlio maschio a 17 anni!

Per le ricezioni di ungheresi si guarda:
1) se discendono da Vitez
2) se discendono da eroi della Nazione (tutte le guerre)
3) se sono stati ungheresi anche quando c'era il comunismo sovietico ed hanno collaborato per creare la nuova democrazia
4) se lavorano per la rinascita dell'Ungheria sia a livello nazionale che europeo (Europa Unita)
5) se appartengono ad importanti famiglie nobili del Regno d'Ungheria

Per le ricezioni a titolo onorario di stranieri:
1) se discendono da Vitez Onorari
2) se sono militari
3) se hanno tradizioni storiche legate al Regno d'Ungheria (particolarmente per le famiglie del Lombardo Veneto, ma non solo non dimenticate Carlo VI a Napoli)
4) se discendono da eroi
5) se lavorano per la rinascita dell'Ungheria sia a livello nazionale che europeo (Europa Unita)
6) se appartengono ad importanti famiglie nobili.

Le ammissioni di stranieri devono essere validamente giustificate e sono pochissime, ma esistono e in Italia sono oggi circa 30.

Pier Felice degli Uberti
Pier Felice degli Uberti
Sine virtute nulla nobilitas
pierfe
Presidente IAGI
 
Messaggi: 2322
Iscritto il: domenica 12 gennaio 2003, 2:11
Località: Bologna

Ordine di Vitèz

Messaggioda chilly » sabato 12 gennaio 2008, 23:04

vorrei aggiungere a quanto già detto che attualmente in Ungheria esistono 5 Ordini di Vitèz nessuno dei quli è riconosciuto dal Governo Ungherese cone Ordine Cavalleresco. L'Ordine piu' numeroso e diffuso anche all'estero, specie in Francia Svezia Canada e Australia, il cui Gran Maestro è il Gran Duca Joszef Arpad è attualmente in via di scissione in quanto la maggior parte degli iscritti in Ungheria, in Canada e In Australia non hanno intnzione di riconoscere la nuova Cancelleria che ha sede in Svezia.Oltre la decorazione metallica da petto l'Ordine (che ha una classe unica quella appunto dei Vitèz) prevede una analoga rosetta metallica e una serie di decorazioni considerate benemerenze. Fino a 4-5 anni fa ?ordine era esclusivamente ereditario salvo pochissime nomime ex novo motu proprio.
grazie
archiatra
chilly
 
Messaggi: 3
Iscritto il: domenica 6 gennaio 2008, 20:37

Re: Ordine di Vitèz

Messaggioda pierfe » sabato 12 gennaio 2008, 23:28

chilly ha scritto:vorrei aggiungere a quanto già detto che attualmente in Ungheria esistono 5 Ordini di Vitèz nessuno dei quli è riconosciuto dal Governo Ungherese cone Ordine Cavalleresco. L'Ordine piu' numeroso e diffuso anche all'estero, specie in Francia Svezia Canada e Australia, il cui Gran Maestro è il Gran Duca Joszef Arpad è attualmente in via di scissione in quanto la maggior parte degli iscritti in Ungheria, in Canada e In Australia non hanno intnzione di riconoscere la nuova Cancelleria che ha sede in Svezia.Oltre la decorazione metallica da petto l'Ordine (che ha una classe unica quella appunto dei Vitèz) prevede una analoga rosetta metallica e una serie di decorazioni considerate benemerenze. Fino a 4-5 anni fa ?ordine era esclusivamente ereditario salvo pochissime nomime ex novo motu proprio.
grazie


Le sue informazioni sono sbagliate e la invito qui a specificare quali sono le fonti che affermano quanto dice.
1) gli "Ordini" che si dicono Vitez sono 7 e non cinque ovviamente 6 illegittimi, ai quali aggiungo altri 2 illegittimi in Romania.
2) Vitez Rend non è riconosciuto dal Governo ungherese come Ordine Cavalleresco perchè NON è mai stato un ordine cavalleresco, ma è oggi come già specificato altrove è una organizzazione di interesse sociale, con a Capo quello che se ci fosse il Regno d'Ungheria sarebbe il Palatino d'Ungheria. Vitez opera liberante in Ungheria dove numerosi membri del Governo ne fanno parte (e anche i partiti politici hanno alti rappresentanti).
3) il Capo dell'Ordine non è un Grand Duca (mi rendo conto che non conosce neppure il titolo del Capitano Generale).
4) nel legittimo Vitezi Rend non c è scissione e tutti militarmente ubbidiscono al Capitano Generale (autorità che può decidere quello che vuole per il bene di Vitez ed il Consiglio gli deve ubbidienza).
5) la Cancelleria non si trova in Svezia ma a Budapest che sino ad oggi non è in Svezia.
6) salvo rare eccezioni in Canada, Francia, Svezia, Sudafrica e Australia sono tutti Ungheresi o discendenti di Ungheresi.
7) in quanto all'ereditarietà delle nomine sino a 4-5 anni fa posso ben dire che già negli anni 60 facevano parte di Vitez alcuni italiani e ricordo solo: Alessandro Monti della Corte, Carlo Mistruzzi di Frisinga, Achille di Lorenzo, Carlos Gonzaga di Vescovato, Giovanni Maresca Donnorso Correale Revertera, Riccardo Mazzaccara di Celenza e Carlantino, Luciano Moricca, Francesco Guasco di Bisio... e considerando l'esiguo numero di membri questi italiani mi sembrano tanti!

A settembre sono stato in Ungheria per le ricezioni in Vitez e ho visto un organizzazione perfetta ed una devozione enorme verso S.A.R Jozsef Arpad von Habsburg, Principe d'Ungheria, nonchè la partecipazione alla celebrazione del Sovrano Militare Ordine di Malta, dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, oltre alla presenza di Vescovi Cattolici, e Vescovi di varie Confessioni Protestanti, io stesso non pensavo tanto amore verso la loro storia.

Mi piace aggiungere che oggi in Vitez non è più permesso appartenere a Self-Styled Orders...

Pier Felice degli Uberti
Pier Felice degli Uberti
Sine virtute nulla nobilitas
pierfe
Presidente IAGI
 
Messaggi: 2322
Iscritto il: domenica 12 gennaio 2003, 2:11
Località: Bologna

Vitèz

Messaggioda chilly » domenica 13 gennaio 2008, 0:04

non era mia intenzione entrare in conflitto nè offendere nessuno,so bene che nello scorso settembre c'à stata una investitura a Budapest cosi come ripeto si poteva entrare nell'Ordine per motu proprio, anche se con estrema difficoltà.Insisto nel dire che mi risulta una scissione nell'ordine che in Ungheria , almeno la parte separatasi , dovrebbe agiungere alla denominazione Vitèzi Rend il nome di Horti Miklos:
Mi scuso per l'imprecisione sul Titolo di Joszef Harpad che so benissimo essere stato presente a Casale Monferrato , ma ripeto quanto da me detto non è per far polemica ma per riportare notizie apprese recentemente anche se la mia appartenenza all'Ordine è successiva alla Sua.
grazie
archiatra
chilly
 
Messaggi: 3
Iscritto il: domenica 6 gennaio 2008, 20:37

Re: Vitèz

Messaggioda pierfe » domenica 13 gennaio 2008, 0:19

chilly ha scritto:non era mia intenzione entrare in conflitto nè offendere nessuno,so bene che nello scorso settembre c'à stata una investitura a Budapest cosi come ripeto si poteva entrare nell'Ordine per motu proprio, anche se con estrema difficoltà.Insisto nel dire che mi risulta una scissione nell'ordine che in Ungheria , almeno la parte separatasi , dovrebbe agiungere alla denominazione Vitèzi Rend il nome di Horti Miklos:
Mi scuso per l'imprecisione sul Titolo di Joszef Harpad che so benissimo essere stato presente a Casale Monferrato , ma ripeto quanto da me detto non è per far polemica ma per riportare notizie apprese recentemente anche se la mia appartenenza all'Ordine è successiva alla Sua.
grazie


Ora comprendo meglio.
Purtroppo conosciamo bene il carattere ungherese che storicamente è sempre stato turbolento, organizzando ribellioni contro l'autorità costituita.
In Vitezi Rend è successo parecchie volte ecco perche ci sono tanti Self-Styled Vitez.
Lo scorso anno sono stato informato che 2 membri del Consiglio si sono ribellati al Capitano Generale che dapprima li ha sospesi poi espulsi.
Come è già successo in passato sicuramente i fuoriusciti faranno nascere la loro organizzazione magari con lo stesso nome... ma anche questa illegittima, perchè come penso condivida ci può essere un solo Vitezi Rend ed un solo Capitano Generale che è appunto S.A.R. Jozsef Arpad Principe d'Ungheria, che ha il pieno diritto storico della successione al primario ruolo di Vitez, con la piena autorizzazione del Dr Otto d'Asburgo.
L'Arciduca Jozsef Arpad lo conosco bene da quando sono presidente dell'ICOC, perchè per tradizione tutti i presidenti sono membri di Vitez.
Dal primo nostro contatto voluto dalla Dr.ssa Walburga d'Asburgo Douglas l'ho trovato una persona meravigliosa, di una grande bontà e simpatia e solo interessato al bene dell'Ungheria.
Purtroppo ogni tanto succedono questi fatti che poi dopo un poco si sgonfiano come sempre.
Il nome degli Asburgo è la garanzia per la continuità storica di Vitez, tutto quello che fuoriesce dalla loro autorità è illegittimo.
Pier Felice degli Uberti
Pier Felice degli Uberti
Sine virtute nulla nobilitas
pierfe
Presidente IAGI
 
Messaggi: 2322
Iscritto il: domenica 12 gennaio 2003, 2:11
Località: Bologna

PrecedenteProssimo

Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti