L'età giusta per far parte di un ordine cavalleresco

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

L'età giusta per far parte di un ordine cavalleresco

Messaggioda Andrea Monteleone » sabato 31 ottobre 2020, 21:11

Salve a tutti. Mi chiedevo quale per voi sia l'età giusta per entrare a far parte di un ordine cavalleresco. So che alcuni sono titubanti nel far entrare ragazzi di giovane età(27-35anni), ma esiste una regola o è solo questione di prassi? Mi riferisco ovviamente a quando il ragazzo presenti già tutte le caratteristiche adeguate per l'ordine e sia maturo ed autonomo, con l'unico limite dell'età.
Grazie a chi vorrà rispondere
Andrea Monteleone
 
Messaggi: 6
Iscritto il: mercoledì 22 novembre 2017, 14:02

Re: L'età giusta per far parte di un ordine cavalleresco

Messaggioda cassinelli » sabato 31 ottobre 2020, 21:28

Buonasera, innanzitutto.

Il mio parere: mi sono avvicinato agli Ordini, peraltro dopo averli "respirati" da ragazzo in famiglia, verso i 35 anni di età.

Avevo entusiasmo, tempo ed energia.

Consiglio, pertanto, di avvicinarsi verso i 30: prima potrà investire qualche anno in attività di volontariato.

Mi riferisco al CISOM.

Cordialità.
Alessio Cassinelli Lavezzo
Avatar utente
cassinelli
 
Messaggi: 1913
Iscritto il: martedì 26 dicembre 2006, 21:40
Località: Milano

Re: L'età giusta per far parte di un ordine cavalleresco

Messaggioda Romegas » domenica 1 novembre 2020, 0:22

Concordo con quanto detto da Cassinelli. Meglio svolgere prima una attività di volontariato vera.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4927
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: L'età giusta per far parte di un ordine cavalleresco

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » domenica 1 novembre 2020, 1:07

In età moderna spesso le famiglie nobili chiedevano l'ammissione dei propri figli cadetti nell'Ordine di Malta appena pochi giorni dopo la nascita di questi.
Ciò perché da grandi avrebbero avuto dei privilegi avendo una anzianità di ingresso già molto avanzata.

Ancora oggi tra le famiglie nobili è rimasta la tradizione di un ingresso "precoce". Ho molti amici ricevuti nella categoria di Onore e Devozione a 25-30 anni.

Personalmente però sarei contrario a ingressi a tali età. Quello è un periodo in cui ancora non si ha una stabilità della propria vita e non si possono prendere a cuor leggero decisioni che dureranno per sempre.

Riterrei dunque più opportuna come età minima di ingresso, per donati e cavalieri, i 35 anni. Un età forse più consona per fare una scelta di vita.

Certamente fino a tale età nulla vieterebbe a un ragazzo di svolgere attività di volontariato in seno all'ordine o a una delle sue emanazioni.
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 7024
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: L'età giusta per far parte di un ordine cavalleresco

Messaggioda nicolad72 » domenica 1 novembre 2020, 10:06

Un'età minima alcuni ordini la prevedono, ma ciò non vuola dire che raggiunta quella soglia, sorga un diritto.
Un'età giusta non esiste, e reputo insensato disquisire su di essa. Esiste, comunque, una condizione giusta; ossia la capacità, la maturità e la possibilità di bene adempiere agli obblighi che la condizione equestre impone.
Quindi, ciò che rileva, oltre al mero dato anagrafico, qualora previsto dagli statuti dell'Ordine, sono:
- le capacità personali ad adempiere agli obblighi che l'ascrizione ai ruoli impongono: tempo sufficiente per la partecipazione agli incontri e alle attività dell'Ordine; godere dei requisiti personali (di stato e morali) per poter essere ascritti; garantire il mantenimento nel tempo di tale capacità (se oggi sono uno studente è facile avere il tempo per partecipare all'attività, ma se un domani voglio fare un lavoro che mi porterà in giro per il mondo, forse, tale disponibilità, non potrà più essere garantita); avere una condizione sociale adeguata allo status equestre, ossia, garantire una posizione sociale rilevante in quanto l'ordine, dall'ascrizione ai suoi ruoli di una persone deve averne un vantaggio, non vicecersa.
- la maturità per poter far parte di un ordine: avere coscienza che essere cavaliere non vuol dire potere indossare una croce (circostanza oggi tutt'altro che pacifica) io divento cavaliere per fare non per ostentare (un vecchio cavaliere mi disse che le croci si portano, non si indossano).
- la possibilità, ossia, essere in grado di poter adempiere a tutte le obligazioni di natura economica (e non è il mero pagare la quota annuale o la tassa di passaggio di stato) che la militanza equestre impongono.

Tali discorsi hanno senso per gli ordini militanti (ad oggi solo Malta e Santo Sepolcro) gli altri, essendo meri ordini di merito o ordini di merito che svolgono attività sociali, tali condizioni possono anche non sussistere tutte.
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10947
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: L'età giusta per far parte di un ordine cavalleresco

Messaggioda Andrea Monteleone » domenica 1 novembre 2020, 12:36

Ringrazio tutti per le risposte e colgo l'occasione per salutare il cav. Bedini, lei non si ricorderà ma qualche anno fa ci siamo conosciuti nella locride ad un attività organizzata dall'ordine costantiniano. Il mio dubbio era sorto perché parlando con qualche cavaliere mi è stato detto a volte che pur avendo i requisiti, lo spirito e la maturità, ancora non era il caso di accedere ad un ordine e cercavo chiarimenti in merito. Ringrazio tutti ancora
Andrea Monteleone
 
Messaggi: 6
Iscritto il: mercoledì 22 novembre 2017, 14:02

Re: L'età giusta per far parte di un ordine cavalleresco

Messaggioda nicolad72 » domenica 1 novembre 2020, 13:07

Mi consenta di aggiungere un dettaglio non trascurabile.
La classe equestre (non a caso uso il termine classe) o si ha o non si ha. Mi spiego. Una persona può essere creata cavaliere, e tale è nella sostanza, visto che l'atto - se legittimo - ha valore costitutivo di status, ma sovente (e oggi tale aggettivo è quanto mai attuale) molti cavalieri non si comportano da Cavalieri, visto che di fatto umiliano, annichiliscono e mnortificano l'onore concesso loro, per come si comportano o - altrettanto spesso -, per come l'hanno ottenuto.
Vero è che per essere ascritto ad un ordine cavalleresco occorre presentare una domanda, ma è altrettanto vero che, tale atto, dovrebbe essere posto in essere su invito, che non dovrebbe mai, in alcun modo, essere sollecitato, nè direttamente, né indidrettamente. Questo - so per certo - non avviene; i gerenti degli ordini sono quotidianamente subbissati di richiesete (dirette e indirette) a formulare l'invito.
Questa biasimevole condotta squalifica il cavaliere che non sarà mai un Cavaliere, nonostante il titolo più che legittimo.
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10947
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: L'età giusta per far parte di un ordine cavalleresco

Messaggioda Andrea Monteleone » mercoledì 4 novembre 2020, 23:28

nicolad72 ha scritto:Mi consenta di aggiungere un dettaglio non trascurabile.
La classe equestre (non a caso uso il termine classe) o si ha o non si ha. Mi spiego. Una persona può essere creata cavaliere, e tale è nella sostanza, visto che l'atto - se legittimo - ha valore costitutivo di status, ma sovente (e oggi tale aggettivo è quanto mai attuale) molti cavalieri non si comportano da Cavalieri, visto che di fatto umiliano, annichiliscono e mnortificano l'onore concesso loro, per come si comportano o - altrettanto spesso -, per come l'hanno ottenuto.
Vero è che per essere ascritto ad un ordine cavalleresco occorre presentare una domanda, ma è altrettanto vero che, tale atto, dovrebbe essere posto in essere su invito, che non dovrebbe mai, in alcun modo, essere sollecitato, nè direttamente, né indidrettamente. Questo - so per certo - non avviene; i gerenti degli ordini sono quotidianamente subbissati di richiesete (dirette e indirette) a formulare l'invito.
Questa biasimevole condotta squalifica il cavaliere che non sarà mai un Cavaliere, nonostante il titolo più che legittimo.

mi trovo in accordo con quanto afferma, di fatto è questa la normale prassi da seguire anche se spesso, come ha detto lei, non è così. credo però che un ragazzo giovane possa, come ho fatto io, chiedere di partecipare a delle attività che siano di beneficenza, volontariato ecc. organizzate dall'ordine e se dimostrerà di essere meritevole forse sarà invitato a farne parte.
Andrea Monteleone
 
Messaggi: 6
Iscritto il: mercoledì 22 novembre 2017, 14:02

Re: L'età giusta per far parte di un ordine cavalleresco

Messaggioda Elmar Lang » giovedì 5 novembre 2020, 21:23

Andrea Monteleone ha scritto:(...) nel far entrare ragazzi di giovane età(27-35anni), ma esiste una regola o è solo questione di prassi? Mi riferisco ovviamente a quando il ragazzo presenti già tutte le caratteristiche (...)


Non voglio alimentare alcuna polemica, ma trovo un po' improprio considerare "ragazzo" una persona di 27-35 anni...

Purtroppo, sembra che sia ormai invalsa l'estensione della "ragazzità" ad età anche più mature.

In tempi nemmeno lontani, si cessava d'essere un ragazzo, col raggiungimento della maggiore età, ove uno era di già considerato un "giovane uomo".

Bambino, fino ai 13 anni, ragazzo a partire da quell'età, (giovane) uomo a partire dalla maggiore età, sono la corretta misura per considerare la maturità, ancorché fisica, d'una persona.

Poi, tra amici pure ultraottantenni, ci si può benissimo appellare "ragazzi"...

Credo anche che a trent'anni, un uomo debba già ben sapere quali siano le sue responsabilità e doveri.

Con viva cordialità,

E. L.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 3381
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia


Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti