Croce Rossa & co.

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Croce Rossa & co.

Messaggioda GP90 » domenica 1 dicembre 2019, 22:16

Buongiorno,
In primo luogo mi complimento con voi tutti per la professionalità e la serietà del forum in questione.
In seconda battuta, essendo affascinato dal mondo dei cavalierati e volenteroso di ottenere, se possibile, benemerenze dalle principali associazioni umanitarie mondiali, Vi vorrei chiedere qualche informazione sui riconoscimenti della Croce Rossa, in particolare Albamese e Kosovara. Inoltre, qualora possibile, gradirei avere i contatti delle altre associazioni che conferiscono, previo atto meritorio, onoreficenze.
Grazie!
GP90
 
Messaggi: 3
Iscritto il: domenica 15 settembre 2019, 18:59

Re: Croce Rossa & co.

Messaggioda Elmar Lang » lunedì 2 dicembre 2019, 10:06

Buongiorno,

Nel mio piccolo, mi sento di esortarla ad essere (come sicuramente lei è già) un buon cittadino.

Essere un buon membro della società, attivo nel fare il proprio dovere e, dove possibile, adoperarsi per il bene del prossimo, è già di per sé una bella decorazione, anche senza che sia espressa da un "onorifico distintivo".

Circa le ass.ni di Croce Rossa alle quali lei fa riferimento, fossi in lei, lascerei perdere. Un mio caro amico, altissimo uomo politico della Repubblica Albanese, mi ha riferito con omeriche risate, della caccia alla medaglia di "benemerenza" dell'ass.ne della CRA, da parte soprattutto di italiani, aggiungendo "operino e si adoperino piuttosto, al punto da veder riconosciuti i propri meriti segnalati e ricevere un'onorificenza dello Stato!" (aggiungo che il mio amico è anche uno straordinario studioso e collezionista in ambito faleristico).
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 3272
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Croce Rossa & co.

Messaggioda nicolad72 » lunedì 2 dicembre 2019, 13:03

GP90 ha scritto: Vi vorrei chiedere qualche informazione sui riconoscimenti della Croce Rossa, in particolare Albamese e Kosovara.

Ad oggi non esiste alcuna Croce Rossa del Kosovo, non essendo riconosciuta dalla Federazione Int.le delle Società di CR e MR... quindi di cosa stiamo parlando?
a questo link la verifica

GP90 ha scritto: Inoltre, qualora possibile, gradirei avere i contatti delle altre associazioni che conferiscono, previo atto meritorio, onoreficenze.

Cosa intende per atto meritorio?
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10698
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: Croce Rossa & co.

Messaggioda GP90 » lunedì 2 dicembre 2019, 21:01

Atti meritori, ovvero tutti quegli atti che, effettuati da buoni cittadini che, da buoni membri della società, attivi nel fare il proprio dovere e, dove possibile, adoperarsi per il bene del prossimo, vengono riconosciuti come tali dalle varie associazioni che, per effetto dei predetti atti meritori, possono (di loro spontanea volontà e sulla base del proprio statuto nonché delle normative vigenti), decidere di conferire delle onorificenze, in assoluta libertà ed al fine ultimo di rendere atto del comportamento meritorio e di emularlo!
GP90
 
Messaggi: 3
Iscritto il: domenica 15 settembre 2019, 18:59

Re: Croce Rossa & co.

Messaggioda nicolad72 » martedì 3 dicembre 2019, 8:36

Io in materia sono notoriamente tignoso e romantico, si sà... quindi mi pregio di evidenziare, a beneficio di tutti, cosa sia il merito.
Meritare, mi dice il dizionario Treccani, nella sua forma più ampia (vi sono anche significati specifici che non sono pertinenti alla presente discussione). vuol dire "essere degno di qualcosa".
In tema onorifico, l'agire con il previo intento di "essere degni di qualcosa" è in re ipsa cosa assai poco onorevole.
Perché scrivo ciò?
Sempre il dizionario Treccani mi conferma che onore indica "la dignità personale in quanto si riflette nella considerazione altrui", evidenziando quindi come la stesso abbia natura eterodossa (per chi non fosse in grado di intendere letteralmente "opinione altrui").
Fatte queste premesse, dare inizio ad un agire al solo scopo di essere degno di qualcosa, ove questo qualcosa è un segno d'onore e quindi frutto dell'altrui valutazione, apre la strada a due valutazioni (non giudizi) che sono frutto di due semplici sillogismi che si fondano sulle premesse ermeneutiche testé evidenziate:
1. Il premeditato agire al fine di dare una immagine di sé nella considerazione altrui è un agire meschino (anche qua da intendersi nel suo senso etimologico - dall'arabo miskīn = povero indigente) che riferito all'agire indica poca nobiltà di intenti). Esso ha come obiettivo quello di evidenziare una immagine artefatta rispetto a ciò che realmente si è, indossando una pelle non propria, mettendosi delle maschere che celano il proprio io più intimo e quindi reale.
2. L'agire in ambito umanitario non per solidarietà ma per rendersi meritori e conseguire degli onori, contraddice il senso stesso di umanitario (ed in croce rossa, Umanità è il primo dei sette principi fondamentali) facendo divenire l'agente un mercenario: si agisce per avere un riconoscimento sociale e materiale (onore e patacca) e non per affermare, in spirito di giustizia, la carità (NB da intendersi, qui, nella sua accezione etimologica, e quindi più povera, non in quella puramente religiosa, ma molto più ampia, frutto dell'insegnamento paolino).

Ecco perché è mia ferma opinione che agire per avere riconosciuto il proprio merito sia cosa poco onorevole, se non addirittura spregevole.
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10698
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: Croce Rossa & co.

Messaggioda GP90 » venerdì 6 dicembre 2019, 22:27

Grazie per le delucidazioni...

A parte ciò, potete darmi risposta alla domanda iniziale?!
GP90
 
Messaggi: 3
Iscritto il: domenica 15 settembre 2019, 18:59

Re: Croce Rossa & co.

Messaggioda nicolad72 » sabato 7 dicembre 2019, 9:58

Come già ben saprà sono in "vendita" presso alcuni noti "commercianti" italiani. Se spera di avere informazioni e numeri di telefono in questo forum... beh se li può scordare, non concorriamo in sordide attività che sviliscono il valore dei segni d'onore.
Nel tentativo di essere delicati e poco brutali questa cosa l'abbiamo scritta in quest 3D più volte, ma di tutta evidenza l'essere "alti" nelle modalità comunicative, davanti alla fame di medaglie è assolutamente inutile.
Essere insignito di un onore non è assolutamente un diritto ed in questo forum scorciatoie, di dubbia legalità e moralità, non ne suggeriamo.
Spero di aver chiarito la posizione del Forum una volta per tutte.
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10698
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: Croce Rossa & co.

Messaggioda Elmar Lang » sabato 7 dicembre 2019, 15:31

Penso però che una cosa sia comprare delle insegne, ordini e decorazioni presso commercianti specializzati a scopo di studio e documentazione; un'altra cosa, deprecabile, sarebbe "acquistare" conferimenti (e di tali "venditori" ve ne sono, eccome).

Tanti anni fa, mio padre chiese alla londinese Hancock, uno "Specimen" di Victoria Cross per uno studio che stava conducendo sulle decorazioni al valore europee, ricevendone un cortesissimo rifiuto, accompagnato però da una ricchissima documentazione, anche fotografica, sull'evoluzione e la fabbricazione della bella decorazione britannica.

L'attuale proprietà di Hancock, da qualche anno vende a chiunque ne faccia richiesta, "copie ufficiali" della VC, avvertendo però che sono realizzate adoperando stampi diversi da quello che viene usato per creare le croci destinate ai conferimenti.

Nel mio piccolo, ho appena acquistato uno "Specimen" della Medal of Honor americana, del primissimo modello. Fu proprietà del Department of Defense, che lo vendette alcuni decenni fa, entrando a far parte d'una collezione privata. I casi della vita, han fatto giungere questo esemplare fino in Italia e si aggiungerà alla mia piccola collezione...

Ed io di certo non mi sognerei di andare in giro affermando d'essere un valoroso reduce di Gettysburg.

Insomma, una cosa è essere collezionisti, un'altra è essere dei millantatori.

Buon fine settimana,

Enzo (E. L.)
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 3272
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Croce Rossa & co.

Messaggioda nicolad72 » domenica 8 dicembre 2019, 11:14

Enzo, per "commercianti", e chi doveva capire ha capito, non intendevo chi ti vende l'oggetto medaglia per fini collezionistici... ma ben altro.
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10698
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: Croce Rossa & co.

Messaggioda Elmar Lang » lunedì 9 dicembre 2019, 10:50

Lo so, tu ti riferivi a quel genere di commercianti così bene delineati da Giuseppe Giusti (è storia vecchia, quindi!), in quei suoi versi che iniziano con:

"Quando s'aprì rivendita di onori..."
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 3272
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia


Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti