Ferdinando Pio di Borbone

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Re: Ferdinando Pio di Borbone

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » lunedì 25 marzo 2019, 23:22

Da qualche tempo penso anche alle implicazioni morali che vanno ben oltre il diritto.
E' lecito moralmente per un figlio rinnegare una promessa, un patto, un giuramento fatto da suo padre?
Non significa praticamente dire che il proprio padre è stato uno stupido?
Non significa praticamente gettare discredito sul proprio padre?
E' un discorso complesso ma mai affrontato credo..
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6808
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Ferdinando Pio di Borbone

Messaggioda GENS VALERIA » martedì 26 marzo 2019, 10:35

Beh , mettendola sul piano della morale, ed è battendo questo tasto è proprio il Diritto Canonico , secondo il mio modo di vedere , credo maggioritario:
E' immorale , perché va contro la libertà del figlio fare patti sulla sua pelle , un po' come una bambina islamica , dal padre "promessa sposa" al cugino in giovanissima età.

Nel caso dinastico del quale stiamo discutendo , faccio mio il pensiero di SAR Don Pedro:

" … effettivamente mio bisnonno firmò nel 1900 una rinuncia condizionata, personalmente non ho nessun dubbio che questa rinuncia sia priva di alcun effetto perché non si verificarono le condizioni previste per essa ... " comunque fu fatta in previsione di una felicissima situazione la quale sfumò.

Ciò non toglie l'effetto nullo di questo " patto ".
Chi è ... è , chi non è ... non può essere.

Sergio de Mitri Valier Immagine
Avatar utente
GENS VALERIA
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 5218
Iscritto il: domenica 24 giugno 2007, 22:39
Località: Chiavari

Re: Ferdinando Pio di Borbone

Messaggioda Costantino Brandozzi » martedì 26 marzo 2019, 11:44

Alessio Bruno Bedini ha scritto:Da qualche tempo penso anche alle implicazioni morali che vanno ben oltre il diritto.
E' lecito moralmente per un figlio rinnegare una promessa, un patto, un giuramento fatto da suo padre?
Non significa praticamente dire che il proprio padre è stato uno stupido?
Non significa praticamente gettare discredito sul proprio padre?
E' un discorso complesso ma mai affrontato credo..


Mi permetto di aggiungere una brevissima riflessione sulla "questione morale": ma siamo proprio certi che dopo il 1900 in famiglia non si sia più ragionato dell'atto di Cannes e delle sue conseguenze?

Immagine
Costantino Brandozzi
 
Messaggi: 16
Iscritto il: mercoledì 22 giugno 2016, 16:44
Località: Ascoli Piceno

Re: Ferdinando Pio di Borbone

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » martedì 26 marzo 2019, 11:56

Carlo Maria nato nel 1938?
L'articolo è del 1934?
C'è qualcosa che non va..
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6808
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Ferdinando Pio di Borbone

Messaggioda nicolad72 » martedì 26 marzo 2019, 11:58

Alessio Bruno Bedini ha scritto:Da qualche tempo penso anche alle implicazioni morali che vanno ben oltre il diritto.
E' lecito moralmente per un figlio rinnegare una promessa, un patto, un giuramento fatto da suo padre?
Non significa praticamente dire che il proprio padre è stato uno stupido?
Non significa praticamente gettare discredito sul proprio padre?
E' un discorso complesso ma mai affrontato credo..



Non vedo l'utilità pratica di una questione puramente etica che nulla va ad incidere sul diritto....
Sembra come quando da bambini la mamma ci dava torto su di una cosa e noi si insisteva nell'aver ragione sulla base di altri principi... che non erano quelli della madre...
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10636
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: Ferdinando Pio di Borbone

Messaggioda Costantino Brandozzi » martedì 26 marzo 2019, 12:08

Alessio Bruno Bedini ha scritto:Carlo Maria nato nel 1938?
L'articolo è del 1934?
C'è qualcosa che non va..


Carlo Maria, figlio di Carlo Tancredi Infante di Spagna e della seconda moglie la principessa Maria Luisa d'Orléans. Nato nel 1908 e morto nella Guerra di Spagna a Eibar il 27 Settembre del 1936.
Costantino Brandozzi
 
Messaggi: 16
Iscritto il: mercoledì 22 giugno 2016, 16:44
Località: Ascoli Piceno

Re: Ferdinando Pio di Borbone

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » martedì 26 marzo 2019, 12:09

GENS VALERIA ha scritto:Beh , mettendola sul piano della morale, ed è battendo questo tasto è proprio il Diritto Canonico , secondo il mio modo di vedere , credo maggioritario:
E' immorale , perché va contro la libertà del figlio fare patti sulla sua pelle , un po' come una bambina islamica , dal padre "promessa sposa" al cugino in giovanissima età.

Nel caso dinastico del quale stiamo discutendo , faccio mio il pensiero di SAR Don Pedro:

" … effettivamente mio bisnonno firmò nel 1900 una rinuncia condizionata, personalmente non ho nessun dubbio che questa rinuncia sia priva di alcun effetto perché non si verificarono le condizioni previste per essa ... " comunque fu fatta in previsione di una felicissima situazione la quale sfumò.

Ciò non toglie l'effetto nullo di questo " patto ".


La rinuncia ci fu e fu molto esplicita.
Il figlio Alfonso Maria all'epoca non era stato concepito poichè nacque esattamente 1 anno e 16 giorni dopo l'atto di Cannes.
Da un punto di vista del diritto mi sembra anche acclarato nel diritto di tutti i paesi che il nascituro non ancora concepito abbia una capacità di succedere limitata al campo della successione testamentaria.

Cosa ha disposto Carlo Tancredi nel suo testamento? E' stato pubblicato?
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6808
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Ferdinando Pio di Borbone

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » martedì 26 marzo 2019, 12:12

Costantino Brandozzi ha scritto:Carlo Maria, figlio di Carlo Tancredi Infante di Spagna e della seconda moglie la principessa Maria Luisa d'Orléans. Nato nel 1908 e morto nella Guerra di Spagna a Eibar il 27 Settembre del 1936.


Interessante. Bisognerebbe capire chi ha scritto l'articolo e con quale scopo.
Dunque in quel momento Alfonso era escluso?
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6808
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Ferdinando Pio di Borbone

Messaggioda nicolad72 » martedì 26 marzo 2019, 12:45

Alessio Bruno Bedini ha scritto:Da un punto di vista del diritto mi sembra anche acclarato nel diritto di tutti i paesi che il nascituro non ancora concepito abbia una capacità di succedere limitata al campo della successione testamentaria.


E' ancor più acclarato che negli ordinamenti giuridici di di tradizione romana (santa sede compresa) i patti successori siano nulli a prescindere da qualunque cosa.
Ma questo basilarissimo concetto giuridico vedo che fa fatica ad essere compreso... eppure non mi sembra così complicato!
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10636
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: Ferdinando Pio di Borbone

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » martedì 26 marzo 2019, 13:13

Sono tra quelli che pensano che un patto di successione non rientri nella normale casistica del diritto.
In questo senso occorrerebbe piuttosto guardare ad altri patti stabiliti nella stessa dinastia.
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6808
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Ferdinando Pio di Borbone

Messaggioda nicolad72 » martedì 26 marzo 2019, 13:53

Anche io vorrei non pagare le tasse e preferirei che non esistessero... ma la realtà è ben altra!

Non invadere il campo di competenze di altri... non ne hai gli strumenti!
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10636
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: Ferdinando Pio di Borbone

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » martedì 26 marzo 2019, 15:47

Il punto è questo: non è una pura questione di diritto!
È una questione anzitutto legata alla storia della stessa dinastia.
È una questione anche di onore o morale se vogliamo.
In questo senso anche le pretese di Luigi XX fanno sorridere..
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6808
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Ferdinando Pio di Borbone

Messaggioda Cronista di Livonia » martedì 26 marzo 2019, 16:01

Parlando del punto di vista morale leggendo il Marini Dettina si scopre che i patti successori erano espressamente vietati dal diritto degli Stati anche solo che lontanamente coinvolti dalla vicenda (Due Sicilie, Spagna, Francia, Italia) in quanto ritenuti moralmente deplorevoli e legalmente nulli.

L'Atto di Cannes fu un atto nullo e contrario alla morale. Non mi ergerei quindi a paladino della morale in quanto difensore di un simile atto, riprovevole sotto praticamente ogni punto di vista.
Cordialmente,

Il Cronista di Livonia
Cronista di Livonia
 
Messaggi: 1024
Iscritto il: lunedì 10 luglio 2006, 14:09

Re: Ferdinando Pio di Borbone

Messaggioda nicolad72 » mercoledì 27 marzo 2019, 15:35

Alessio non si può indagare nella storia senza tenere presente quanto dettato dalla legge.
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10636
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: Ferdinando Pio di Borbone

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » domenica 12 maggio 2019, 22:26

Cronista di Livonia ha scritto:Parlando del punto di vista morale leggendo il Marini Dettina si scopre che i patti successori erano espressamente vietati dal diritto degli Stati anche solo che lontanamente coinvolti dalla vicenda (Due Sicilie, Spagna, Francia, Italia) in quanto ritenuti moralmente deplorevoli e legalmente nulli.

L'Atto di Cannes fu un atto nullo e contrario alla morale. Non mi ergerei quindi a paladino della morale in quanto difensore di un simile atto, riprovevole sotto praticamente ogni punto di vista.
Cordialmente,

Il Cronista di Livonia


Ma io mi pongo domande: possibile che nessuno di coloro che hanno redatto l'atto di Cannes (Carlo Tancredi, Ferdinando Pio e Ranieri) sapesse che i patti successori erano vietati?
Il patto tra l'altro fu preteso dalla regina reggente di Spagna Maria Cristina d'Asburgo: possibile che anche in Spagna fossero tutti talmente cretini da non sapere che l'atto era nullo?

Vorrei darmi delle risposte più convincenti..
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6808
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

PrecedenteProssimo

Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti