QUESITO:Iter per la concessione di medaglia al Merito Civile

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

QUESITO:Iter per la concessione di medaglia al Merito Civile

Messaggioda 51vale » domenica 20 gennaio 2019, 0:21

Buonasera a tutti gli utenti del forum ed un grazie anticipato a chiunque potrà aiutarmi.

Scrivo per chiedere a chi, è sicuramente più esperto di me, e conosce le procedure per il rilascio della medaglia al Merito Civile (a personale militare).
La proposta di concessione trae origine da meritevole atto, compiuto nel corso di un evento alluvionale occorso nell’estate del 2015 e che ha visto impegnati 5 militari che, durante l’emergenza, hanno tratto in salvo dalle abitazioni sommerse da acqua e fango 42 persone con annessi e connessi di un’emergenza di questo tipo.
L’evento, per violenza ed entità ha avuto – come è ovvio che sia – grande risonanza sui media locali e nazionali.
Nei giorni successivi all’evento il Comando di appartenenza ha tributato encomio semplice a tutti i militari inoltrando, il mese successivo, anche richiesta per la concessione di medaglia al merito civile (all’epoca non era stata ravvisata incompatibilità tra le due ricompense, anche sulla base di una circolare di Maristat da poco uscita).

Ora, considerato che la proposta ha ricevuto il parere favorevole del Comando Regionale (l'unico di cui si ha notizia), c’è qualche modo per capire che giro fa la pratica e se può essere stata bloccata?
Il parere espresso dai Comandi sovraordinati viene valutato dal Ministero che eventualmente è titolato a concedere la medaglia? E come?
Pongo i quesiti in quanto è passato un po’ di tempo e non riusciamo ad avere notizia, nemmeno sull’eventuale rigetto della richiesta.

Un ringraziamento a chiunque potrà essere di aiuto.
51vale
 
Messaggi: 3
Iscritto il: sabato 19 gennaio 2019, 22:54

Re: QUESITO:Iter per la concessione di medaglia al Merito Ci

Messaggioda nicolad72 » domenica 20 gennaio 2019, 20:04

Dal Regolamento di esecuzione della legge 20 giugno 1956, n. 658, che ha istituito una ricompensa al merito civile

5. Il Ministero dell'interno, venuto comunque a conoscenza dei fatti che possano dar luogo alla concessione di ricompensa al merito civile, promuove l'istruttoria all'uopo occorrente.
Detta istruttoria è demandata ai prefetti, osservando la procedura di cui all'articolo seguente.
Per le azioni compiute fuori del territorio dello Stato, la istruttoria è demandata alla competente autorità consolare.

6. Le azioni per le quali può farsi luogo alla concessione di ricompense al merito civile devono risultare da apposita deliberazione di Giunta del Comune, in cui sono avvenuti i fatti, corredata da attestazioni di eventuali testimoni oculari.
Alle proposte devono, inoltre, essere uniti quei documenti che siano reputati necessari per una esatta valutazione del merito.
La documentazione deve essere corredata da una dettagliata relazione illustrativa dei sacrifici affrontati dal designato, ovvero degli studi e delle esperienze dal medesimo compiuti e dei risultati conseguiti.
Per le azioni compiute fuori del territorio dello Stato non occorre la deliberazione di cui al primo comma del presente articolo.

7. Può prescindersi dalla procedura di cui all'articolo precedente, qualora, per le circostanze di tempo e di luogo nelle quali le azioni siano state compiute o per la qualità delle persone che eventualmente vi abbiano presenziato, i fatti possano ritenersi sufficientemente accertati.
Ugualmente non occorre esperire la procedura di cui all'articolo precedente, ove si tratti di Enti, Corpi o persone notoriamente benemeriti, ovvero di avvenimenti che abbiano avuto diffusa ed eccezionale risonanza.


Dal Codice dell'Ordinamento Militare
Art. 1445 Ricompense al valore o al merito di Forza armata

1. Il parere sulla concessione delle ricompense al valore o al merito di Forza armata è espresso dal rispettivo Capo di stato maggiore ovvero dal Comandante generale dell'Arma dei carabinieri, all'atto dell'inoltro della relativa proposta, secondo le modalità di cui all'articolo 86 del regolamento.
2. Se i Capi di stato maggiore di Forza armata o il Comandante generale dell'Arma dei carabinieri non riscontrano nell'azione compiuta gli estremi di cui ai precedenti articoli 1434, 1435, 1437, 1438, 1439, comma 2, 1440, 1442 e 1443, ove comunque si tratta di atti di coraggio, può proporre l'invio dei documenti relativi al Ministero dell'interno per l'eventuale concessione di ricompense al valore o al merito civile.


Quindi la procedura utilizzata - per lo meno così come è stata raccontata - è tutta sbagliata. Un comando militare ha la possibilità di proporre per una onorificenza al merito della propria forza armata, sta poi al vertice dell'istituzione, se non dovesse ritenere che sussistano i presupposti per il conferimento del "merito" di forza armata, di inoltrare la segnalazione al Ministro dell'Interno perché avvii l'istruttoria per il conferimento del merito civile.

Se si fan le cose in modo sbagliato, non c'è da stupirsi se vi siano degli intoppi.

Potrei dire che le medaglie son come la ghigliottina... fan perdere la testa!
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10629
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29


Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti