Pagina 2 di 15

Re: Riformulazione dei gradi dello SMOCSG franco-napoletano

MessaggioInviato: lunedì 16 luglio 2018, 16:28
da nicolad72
Io partirei dall'ultimo atto pontificio noto (in noto placet dell'aprile del 1911 di San Pio X)...
Un conto è cambiare il ricamo su di un colletto... altro ristrutturare i gradi di un ordine, atto che costituisce evidentemente straordinaria amministrazione, per la quale serve - nel caso del costantiniano - l'avallo dell'autorità pontificia sul cui FH l'ordine si fonda.

Re: Riformulazione dei gradi dello SMOCSG franco-napoletano

MessaggioInviato: martedì 17 luglio 2018, 0:57
da Tilius
La domanda era un'altra: sono intercorse modifiche nei gradi del Costantiniano fra il 1911/12/16/21 (quale che sia l'ultimo atto "ufficiale" con cui SRC ha gratificato il SMOCSG) e oggi?

Se così non fosse e questa risultasse la prima modifica non sottoposta ad avallo pontificio (che mai potrebbe avvenire visto la ben nota posizione della Santa Sede in merito agli ordini cavallereschi: due e non più di due), verrebbe anche ipso facto a decadere (finalmente!) la qualifica di ufficio ecclesiastico di cui god(rebb)e tuttora il magistero Costantiniano? [hmm.gif]

Re: Riformulazione dei gradi dello SMOCSG franco-napoletano

MessaggioInviato: martedì 17 luglio 2018, 8:44
da nicolad72
No e non fondamentali - almeno fino ad oggi -
Le modifiche sarebbero nulle, ultra vires, prive di effetto.
Quindi non vi sarebbe alcuna decadenza dall'ufficio... anche se la cosa potrebbe essere interpretata come rinuncia.

Di fatto si creerebbe un neo-ordine costantiniano, senza averne i poteri (manca un trono... a differenza di Maria Luigia che un trono l'aveva quando creò il parmense) quindi non si creerebbe nulla se non mere (e poco pie) illusioni.

Re: Riformulazione dei gradi dello SMOCSG franco-napoletano

MessaggioInviato: martedì 17 luglio 2018, 10:17
da Tilius
nicolad72 ha scritto:... anche se la cosa potrebbe essere interpretata come rinuncia.

La rinuncia, ancorché implicita, dovrebbe essere accolta (o confermata) da SRC per essere effettiva?
Questo nuovo ordine Costantiniano di cui parli, che verrebbe in tal modo a generarsi, non perderebbe implicitamente (anzi, neanche tanto implicitamente...) di legittimità, avendo come dire autosabotato (per motivi vieppiù fondalmentalmente banalotti, come potrebbero esser al riorganizzazione dei gradi dell'ordine) gli ultimi barlumi di dipendenza (e legittimazione!) ecclesiastica di cui ancora godeva?

Re: Riformulazione dei gradi dello SMOCSG franco-napoletano

MessaggioInviato: martedì 17 luglio 2018, 10:27
da Morello
Permettetemi di scrivere un'altra "sciocchezza", visto che sono pratico in materia. Ho l'impressione che, in alcuni Ordini, modificare o, ancora meglio, se è avvenuto in passato, inserire nuovi gradi (io ne ho contati ben sei, attualmente, da cavaliere d'ufficio a cavaliere di gran croce), serva anche a far aumentare il numero e l'importo delle c.d. "tasse di passaggio" (di grado), "offerte", "meriti" etc.
Cordialmente.

Morello


__________________________
IN IVSTITIA ET PACE PROBITAS

Re: Riformulazione dei gradi dello SMOCSG franco-napoletano

MessaggioInviato: martedì 17 luglio 2018, 10:30
da Tilius
A pensare male si fa peccato.

Re: Riformulazione dei gradi dello SMOCSG franco-napoletano

MessaggioInviato: martedì 17 luglio 2018, 18:29
da GENS VALERIA
In casa Charles vi è passaggio di pecunia , in casa Pedro no , ormai da molti anni .
Attenzione a non sbagliare la mira dei propri pensieri .

Ferdinando I di Borbone Due Sicilie fu il primo ad introdurre i cavalieri serventi Alfonso di Borbone Due Sicilie mutò il nome in cavalieri d' ufficio
( in effetti "serventi" era un po' riduttivo )

Re: Riformulazione dei gradi dello SMOCSG franco-napoletano

MessaggioInviato: martedì 17 luglio 2018, 19:16
da Costantino Brandozzi
GENS VALERIA ha scritto: Ferdinando I di Borbone Due Sicilie fu il primo ad introdurre i cavalieri serventi Alfonso di Borbone Due Sicilie mutò il nome in cavalieri d' ufficio
( in effetti "serventi" era un po' riduttivo )


Un rispettoso saluto ai moderatori ed agli intervenuti.

Può essere di qualche interesse rilevare che già il Francesco Sansovino nell'opera "Statvti e Capitoli della Militia Avreata, Angelica Costantiniana, di S. Giorgio" (1573) citava i Cavalieri Serventi, che nel "Compendio historico dell'Ordine Equestre Imperiale Angelico Aureato Costantiniano di San Giorgio" (1680) diventano il "terzo grado ...di Cavallieri Serventi d'Officio e Guerra detto Scudieri".

Re: Riformulazione dei gradi dello SMOCSG franco-napoletano

MessaggioInviato: mercoledì 18 luglio 2018, 9:30
da GENS VALERIA
Da Francesco Farnese in poi è come ho riferito . Ciò non esclude che precedentemente la Sacra Milizia non abbia avuto cavalier serventi / di terzo grado / scudieri .

Re: Riformulazione dei gradi dello SMOCSG franco-napoletano

MessaggioInviato: martedì 24 luglio 2018, 17:05
da ironmax
Egregi lettori,

Se questa ipotesi di riforma dei gradi, relativa alla categoria di merito, dovesse realmente avvenire, il primo grado dei nuovi cavalieri e i vecchi cavalieri di ufficio dovrebbero utilizzare l'insegna che va al collo (attuale cavaliere di merito) e scomparirebbe la croce Costantiniana che va al petto?

Re: Riformulazione dei gradi dello SMOCSG franco-napoletano

MessaggioInviato: martedì 24 luglio 2018, 18:59
da nicolad72
No

Re: Riformulazione dei gradi dello SMOCSG franco-napoletano

MessaggioInviato: martedì 24 luglio 2018, 20:02
da ironmax
Quindi come sarà articolata questa ipotetica riforma dei gradi e delle relative insegne?

Re: Riformulazione dei gradi dello SMOCSG franco-napoletano

MessaggioInviato: mercoledì 25 luglio 2018, 9:08
da cesellatore
Sarebbe giusto a questo punto, per coloro che hanno oblato per il passaggio da cavaliere d'ufficio a cavaliere di merito, una promozione di grado. Comunque tra cariche a tutti i livelli che vanno e vengono, tra diplomi di benemerenza nati e spariti in breve tempo, tra nastrini e riportini di medaglie, tra accordi e successioni dinastiche varie, pare che ci sia un po' di confusione negli ultimi periodi.

Re: Riformulazione dei gradi dello SMOCSG franco-napoletano

MessaggioInviato: mercoledì 25 luglio 2018, 10:40
da ironmax
A quanto pare nessuno ha informazioni precise su come saranno riordinati gli statuti dell'ordine e le insegne che verranno adottate per i vari gradi dei cavalieri

Re: Riformulazione dei gradi dello SMOCSG franco-napoletano

MessaggioInviato: mercoledì 25 luglio 2018, 16:21
da nicolad72
Io le ho, ma per mantenere la promessa di riserbo a chi me le ha passate, non posso dire.
Però il grado di ingresso rimarrà quello di cavaliere con il nastrino alla bottoniera, nessuna decorazione da collo... fatevene una ragione!
Piuttosto chiedetevi perché dopo così tanto tempo i famosi nuovi statuti non sono stati ancora resi pubblici... forse perché da più parti si è sollevato il problema della legittimità di tali modifiche? Esattamente come ho scritto nel più totale silenzio di coloro a cui interessa solo alimentare la speranza di poter mettere un nastro intorno al collo...