disputa ramo spagna- ramo francia-napoli

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Tilius, Mario Volpe, nicolad72

disputa ramo spagna- ramo francia-napoli

Messaggioda carlotta89 » lunedì 4 settembre 2017, 13:20

salve sono nuova del forum
c'è qualcuno che sarebbe così gentile da illustrarmi in maniera chiara la disputa tra i due rami borbonici,
considerato che La disputa nacque a seguito della rinuncia al trono da parte di Carlo, che poteva aspirare al trono di Spagna allora momentaneamente senza eredi, ma firmando nel 1900 l'atto di Cannes rinunciò ai diritti sul Regno delle Due Sicilie; egli avendo sposato una reale di Spagna preferì staccarsi formalmente dal nucleo dei pretendenti al trono napoletano, per entrare a far parte della Casa Spagnola.
più nello specifico la distinzione tra i due rami in cosa consiste?
grazie
carlotta89
 
Messaggi: 1
Iscritto il: lunedì 4 settembre 2017, 11:28

Re: disputa ramo spagna- ramo francia-napoli

Messaggioda Romegas » lunedì 4 settembre 2017, 15:31

Gentile Carlotta,
intanto ti rimando a questi due testi che spiegano bene il contenzioso tra i due rami. Per il ramo spagnolo-napoletano ti consiglio il Marini Dettina, Il legittimo esercizio del Gran Magistero del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio; Per il ramo franco-napoletano al Gallo, Il Gran Magistero del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio.
Sono testi ben scritti, così potrai farti una tua idea personale in merito.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4027
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: disputa ramo spagna- ramo francia-napoli

Messaggioda GENS VALERIA » lunedì 4 settembre 2017, 17:14

Gentile amica , sostanzialmente hai descritto in termini corretti le cause della disputa, tranne che in due punti.

La rinuncia di Carlo era consequenziale e legata alla concreta possibilità di accedere al trono di Spagna , evento che avrebbe reso impossibile unire il primato delle due case regnanti in un'unica persona ( all'epoca la restaurazione della Regno delle Due Sicilie era , come ora , praticamente nullo ) quando fu chiaro che Carlo non avrebbe potuto diventare re di Spagna , caddero i presupposti che il primogenito non potesse ricoprire il proprio ruolo nella Real Casa Duosiciliana .
Carlos di Alfonso di Carlo non decise di essere considerato principe della Casa reale di Spagna né rinunciò mai alla prerogativa di appartenere alla famiglia Borbone Due Sicilie, esattamente come il cugino Carlo di Ferdinando di Ranieri , lo era di nascita e per diritto successorio , infatti entrambi i capi dei due rami quello primogenito nella persona di Don Pedro e quello ultrogenito , nella persona di Don Carlo fanno parte della linea successoria spagnola .

Di fatto , gentile amica , oggi , purtroppo anche a causa della decisione autonoma non concordata né approvata dalla Santa Sede di modificare la legge successoria a favore delle due uniche figlie ( femmine ) il ramo ultrogenito si è ulteriormente allontano , dal primogenito .
Pur auspicando un riavvicinamento , non posso non osservare, con rammarico, che ormai ci troviamo al cospetto di due separati Ordini Cavallereschi.
Chi è ... è , chi non è ... non può essere.

Sergio de Mitri Valier Immagine
Avatar utente
GENS VALERIA
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 4965
Iscritto il: domenica 24 giugno 2007, 22:39
Località: Chiavari


Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti