Copricapo Ordine Costantiniano

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Tilius, Mario Volpe, nicolad72

Copricapo Ordine Costantiniano

Messaggioda Guardia Nobile Pontificia » lunedì 10 luglio 2017, 16:50

Buonasera. VI sono immagini di cavalieri costantiniani con manto da chiesa e copricapo? È mai stato previsto e se si, quando sarebbe caduto in disuso? Si potrebbe riproporlo( tralasciando il basco utilizzato dall' obbedienza napoletana)
Guardia Nobile Pontificia
Guardia Nobile Pontificia
 
Messaggi: 318
Iscritto il: mercoledì 16 maggio 2007, 22:18

Re: Copricapo Ordine Costantiniano

Messaggioda pierpu » lunedì 10 luglio 2017, 19:54

Immagine
intende forse questo?
Immagine
Immagine
"Non è nei titoli di onorificenza che alberga sapienza, scienza e valenza; spesso in quella danza che prima del nome avanza, si cela la più cieca ignoranza".
Avatar utente
pierpu
 
Messaggi: 162
Iscritto il: domenica 9 dicembre 2012, 13:32
Località: Toscana

Re: Copricapo Ordine Costantiniano

Messaggioda Bessarione » lunedì 10 luglio 2017, 20:09

In incisioni seicentesche (e settecentesche?) si vede che l'abito da chiesa era completato da un copricapo simile a quello usato dai Cavalieri spagnoli di Santiago, Montesa, OESSG, ecc. ma con l'aggiunta di una grande calotta.
Qui alcune immagini:
http://costantinianolombardia.blogspot. ... _1615.html
http://costantinianolombardia.blogspot. ... _9301.html
http://costantinianolombardia.blogspot. ... st_22.html

Non mi sembra di aver mai visto immagini più recenti con questo copricapo*, quindi deduco che probabilmente potrebbe essere caduto in disuso nel XVIII secolo.

*: in realtà non credo vi siano in generale molte immagini di Cavalieri costantiniani in abito da chiesa risalenti al periodo compreso tra fine Settecento e primi del Novecento, o sbaglio?
In hoc signo vinces
Avatar utente
Bessarione
 
Messaggi: 140
Iscritto il: sabato 4 giugno 2016, 18:17

Re: Copricapo Ordine Costantiniano

Messaggioda Guardia Nobile Pontificia » lunedì 10 luglio 2017, 23:03

La ringrazio di cuore( e ringrazio tutti quanti hanno risposto). Mi riferivo proprio a quelli delle stampe. Sarebbe davvero interessante, riproporre come per gli ordini spagnoli il copricapo. Credo potrebbe essere una buona idea
Guardia Nobile Pontificia
Guardia Nobile Pontificia
 
Messaggi: 318
Iscritto il: mercoledì 16 maggio 2007, 22:18

Re: Copricapo Ordine Costantiniano

Messaggioda Bessarione » martedì 11 luglio 2017, 8:02

Guardia Nobile Pontificia ha scritto:La ringrazio di cuore( e ringrazio tutti quanti hanno risposto). Mi riferivo proprio a quelli delle stampe. Sarebbe davvero interessante, riproporre come per gli ordini spagnoli il copricapo. Credo potrebbe essere una buona idea

Effettivamente trovo che l'abito da chiesa costantiniano, costituito dal solo mantello, sia un po' minimale, soprattutto paragonandolo con le coccole dello SMOM, dell'OSSML o dell'Ordine di Santo Stefano, oppure a mantello (manto capitolare per i dignitari) e tocco dell'OESSG.
Però potrebbe essere troppo anacronistico introdurre un copricapo non più previsto da tre secoli. Con che forma poi? Quella seicentesca? Quella del tocco dell'OESSG? Quella dei copricapi degli Ordini spagnoli?
Secondo me la cosa andrebbe studiata con attenzione, per non scadere nel ridicolo (come coloro che hanno copiato il tipico tocco dell'OESSG cambiando solo colore e fregio).
In hoc signo vinces
Avatar utente
Bessarione
 
Messaggi: 140
Iscritto il: sabato 4 giugno 2016, 18:17

Re: Copricapo Ordine Costantiniano

Messaggioda nicolad72 » martedì 11 luglio 2017, 8:27

Bessarione ha scritto: l'abito da chiesa costantiniano, costituito dal solo mantello, sia un po' minimale,

Direi che sia perfettamente conforme a quanto richiesto dal n. 34 della Sacrosanctum Concilium riassunto nella locuzione "nobile semplicità" di quel numero o nel "nobile" ma non "sontuoso" del n. 124.
Bessarione ha scritto:soprattutto paragonandolo con le coccole dello SMOM, dell'OSSML o dell'Ordine di Santo Stefano

Sembra quasi invidia, vieppiù immotivata. Spiegaci: in cosa una cocolla (di fatto un mantello chiuso con le maniche e lungo fino alla caviglia in luogo del polpaccio) risulta essere più solenne?
Poi l'OESSG non ha mai avuto una tradizione di membri professi (da qua l'uso della cocolla, dal loro essere o essere stati un ordine religioso, anche cavalleresco) quindi l'adozione di una simile veste non avrebbe senso alcuno, quantomeno dal punto di vista storico.

Non so ma io sono dell'idea che l'abito costantiniano vada bene così com'è... poi in chiesa si va a capo scoperto.
Immagine
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 9744
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: Copricapo Ordine Costantiniano

Messaggioda Tilius » martedì 11 luglio 2017, 9:09

Immagine
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11666
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Copricapo Ordine Costantiniano

Messaggioda Bessarione » martedì 11 luglio 2017, 11:11

nicolad72 ha scritto:
Bessarione ha scritto: l'abito da chiesa costantiniano, costituito dal solo mantello, sia un po' minimale,

Direi che sia perfettamente conforme a quanto richiesto dal n. 34 della Sacrosanctum Concilium riassunto nella locuzione "nobile semplicità" di quel numero o nel "nobile" ma non "sontuoso" del n. 124.
Bessarione ha scritto:soprattutto paragonandolo con le coccole dello SMOM, dell'OSSML o dell'Ordine di Santo Stefano

Sembra quasi invidia, vieppiù immotivata. Spiegaci: in cosa una cocolla (di fatto un mantello chiuso con le maniche e lungo fino alla caviglia in luogo del polpaccio) risulta essere più solenne?
Poi l'OESSG non ha mai avuto una tradizione di membri professi (da qua l'uso della cocolla, dal loro essere o essere stati un ordine religioso, anche cavalleresco) quindi l'adozione di una simile veste non avrebbe senso alcuno, quantomeno dal punto di vista storico.

Non so ma io sono dell'idea che l'abito costantiniano vada bene così com'è... poi in chiesa si va a capo scoperto.


Di sicuro le mie affermazioni non sono mosse da invidia, giacché io non sono membro né dell'Ordine Costantiniano né di altri Ordini che non prevedono l'uso della cocolla o di un copricapo.
La mia affermazione era basata unicamente sull'estetica degli abiti da chiesa, in quanto la cocolla, essendo di origine monastica, è decisamente un abito adatto alle celebrazioni liturgiche, mentre l'uso del tocco (o velo per le Dame) dà -sempre esteticamente- un senso di maggiore uniformità.

Poi nel mio intervento ho espresso chiaramente la mia perplessità nell'uso di un copricapo da parte dei membri dell'Ordine Costantiniano, sia perché esso non è più previsto da secoli, sia perché andrebbe creato qualcosa ex novo senza cadere nel ridicolo (e di qui il discorso sulla nobile semplicità, che non ho citato esplicitamente, perché mi sembrava superfluo spiegarlo, ma la mia domanda sull'eventuale uso del copricapo con la forma seicentesca era volutamente provocatoria in questo senso) e senza, di nuovo, cadere nel ridicolo copiando copricapi aventi tradizioni diverse.

Ripeto nuovamente a scanso di equivoci: la mia era solamente un'opinione basata sul mio senso estetico soggettivo, non ho mai affermato che il Costantiniano dovrebbe usare un copricapo. Perdonatemi, la prossima volta cercherò di essere più chiaro, ma stamattina ho scritto il messaggio frettolosamente usando il cellulare in treno.
In hoc signo vinces
Avatar utente
Bessarione
 
Messaggi: 140
Iscritto il: sabato 4 giugno 2016, 18:17

Re: Copricapo Ordine Costantiniano

Messaggioda Guardia Nobile Pontificia » martedì 11 luglio 2017, 15:10

Allo stesso modo, il mio intervento era di natura estetica. Come in altri miei interventi, mi soffermo sull' estetica, il buon gusto e la tradizione storica. Per questo motivo chiedo opinioni al riguardo. Mi veniva in mente ad esempio l' ordine della giarrettiera....inoltre anche il mauriziano prevedeva il copricapo ma non so da quando sia caduto in disuso
Guardia Nobile Pontificia
Guardia Nobile Pontificia
 
Messaggi: 318
Iscritto il: mercoledì 16 maggio 2007, 22:18

Re: Copricapo Ordine Costantiniano

Messaggioda cassinelli » martedì 11 luglio 2017, 15:20

Buongiorno. Sarebbe a mio parere auspicabile un ritorno alla professione in seno all'Ordine Costantiniano, naturalmente in forma privata, prendendo spunto da quanto fatto recentemente dall'Ordine Stefaniano. Questo potrebbe prevedere l'utilizzo, da parte dei Professi, di una sorta di scapolare.
Alessio Cassinelli Lavezzo
Avatar utente
cassinelli
 
Messaggi: 1809
Iscritto il: martedì 26 dicembre 2006, 21:40
Località: Milano

Re: Copricapo Ordine Costantiniano

Messaggioda Tilius » martedì 11 luglio 2017, 17:17

cassinelli ha scritto:Buongiorno. Sarebbe a mio parere auspicabile un ritorno alla professione in seno all'Ordine Costantiniano, naturalmente in forma privata, prendendo spunto da quanto fatto recentemente dall'Ordine Stefaniano. Questo potrebbe prevedere l'utilizzo, da parte dei Professi, di una sorta di scapolare.

Il ritorno alla professione nell'Ordine Stefaniano é stato approvato da SRC?
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11666
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Copricapo Ordine Costantiniano

Messaggioda cassinelli » martedì 11 luglio 2017, 20:04

Domenico Serlupi ha scritto:Con la Bolla “His quae” del 1° febbraio 1562 Papa Pio IV° approvava la formazione del Sacro Militare Ordine di Santo Stefano Papa e Martire, con il relativo Statuto, e lo erigeva nell’ordinamento canonico; con questo atto Pio IV° estendeva al nuovo Ordine stefaniano la speciale professione emessa negli Ordini spagnoli con l’emissione dei voti di carità, castità coniugale ed obbedienza.
Anche dopo il 1859, con la scomparsa del Granducato, la milizia stefaniana ha proseguito ad esistere nell’ordinamento giuridico della Chiesa. In base al vigente Codice di diritto canonico l’Ordine di S. Stefano è un’Associazione pubblica di fedeli (can. 301) di diritto pontificio perché eretto dall’Autorità ecclesiastica.
L’art. 3 dell’attuale Statuto prevede che i “cavalieri militi di giustizia” emettano ancora le promesse di obbedienza, carità e castità coniugale (voti privati) quali erano contemplate negli antichi Statuti, le cui disposizioni continuano ad avere ancor oggi pieno vigore perché mai revocate dalla Suprema Autorità Pontificia.
Il 21 gennaio 2009 il Gran Maestro Sigismondo d’Asburgo Lorena ha emanato, nella continuità statutaria, un “Regolamento per la professione stefaniana” per meglio disciplinare la materia; è, del resto, ancora prevista (art. 7) la possibilità della “dispensa”, secondo il diritto canonico, dalla professione stefaniana.
Con questo Regolamento, che tiene conto anche della recente codificazione canonica, si è voluto ripresentare per tutti i cavalieri la possibilità di un impegno religioso più profondo, di un legame più vincolante con l’Ordine di Santo Stefano, sempre però nell’osservanza più scrupolosa e piena della pluricentenaria tradizione che lo caratterizza.
Nel novembre 2010 a Pisa, dopo un anno di noviziato, emetteranno solennemente davanti al Gran Maestro ed al Cappellano Maggiore le promesse stefaniane i cavalieri di giustizia Agostino Agostini Fantini Venerosi della Seta, Niccolò Capponi e Francesco Griccioli. Il precedente cavaliere professo, Ferruccio Pasini Frassoni, era morto nel 1928.
Per maggiori approfondimenti leggasi :“Il Sacro Militare Ordine di Santo Stefano Papa e Martire ed il diritto canonico” di Mons. Prof. Andrea Drigani, docente ordinario di diritto canonico alla Facoltà Teologica dell’Italia Centrale, in “Nobiltà” maggio-agosto 2009 e nella “Rivista di Ascetica e Mistica”, 2009 n. 3 (Convento di S. Marco, Firenze), "La professione negli Ordini cavallereschi" dell'Avv. Alfonso Marini Dettina in "Apollinaris" n. 75 (2005) p. 519 e segg. e dello stesso Marini Dettina "Natura giuridica del Sacro Militare Ordine di Santo Stefano Papa e Martire e professione dei suoi cavalieri" in "Quaderni stefaniani" 24 (2005) p.247-255.
Desidero concludere formulando due brevi osservazioni: 1°) la massima autorità ecclesiastica dell’Ordine è per Statuto interna all’Ordine stesso e si identifica oggi col Cappellano Maggiore (non è perciò prevista, come per altri Ordini, la nomina pontificia di un Assistente Ecclesiastico); 2°) per speciale “privilegio” di Pio IV° (mai revocato ed quindi ancora valido nella sua integrità a norma dei canoni 4 e 79 del C.I.C. del 1983) il Gran Maestro (“ufficio ecclesiastico”) ha la facoltà di modificare lo Statuto, sempre nel rispetto dei principi del diritto canonico, senza la necessità di approvazione pontificia.
Domenico Serlupi Crescenzi Ottoboni
Alessio Cassinelli Lavezzo
Avatar utente
cassinelli
 
Messaggi: 1809
Iscritto il: martedì 26 dicembre 2006, 21:40
Località: Milano

Re: Copricapo Ordine Costantiniano

Messaggioda nicolad72 » martedì 11 luglio 2017, 20:16

Dunque... come mai, in forza del diritto canonico un vescovo per poter erigere un istituto religioso e riceverne la professione deve chiedere l'autorizzazione alla Santa Sede ed un laico no?
Immagine
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 9744
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: Copricapo Ordine Costantiniano

Messaggioda Egon von Kaltenbach » giovedì 13 luglio 2017, 19:18

nicolad72 ha scritto:Dunque... come mai, in forza del diritto canonico un vescovo per poter erigere un istituto religioso e riceverne la professione deve chiedere l'autorizzazione alla Santa Sede ed un laico no?


Sì, in effetti la fattispecie è singolare. Del resto, assai di recente, l'attuale pontefice ha avocato a sé il potere che avevano i vescovi riguardo a tali riconoscimenti. Un esempio curioso è quel gruppo neotemplare presente in quel di Poggibonsi e che, unico nel suo genere, gode del riconoscimento dell'arcivescovo di Siena. Fatto ancor più insolito mi è capitato d'incontrare un membro di quel consesso, il quale mi ha assicurato di essere professo e pertanto di vivere conventualmente. Sarei curioso di avere maggiori informazioni su questa stranezza.
Egon von Kaltenbach
 
Messaggi: 214
Iscritto il: sabato 6 ottobre 2012, 21:08

Re: Copricapo Ordine Costantiniano

Messaggioda nicolad72 » giovedì 13 luglio 2017, 19:37

Quel riconoscimento risale ahimè ai tempi dell'arcivescovo Castellano.
Immagine
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 9744
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Prossimo

Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti