Croce Federale al Merito (Germania)

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Tilius, Mario Volpe, nicolad72

Re: Croce Federale al Merito (Germania)

Messaggioda nicolad72 » martedì 21 febbraio 2017, 16:19

Evidenzio l'off topic@
Mi permetto di ricordare che anche i servitori dello stato hanno dei diritti. Tra questi quelli politici!
Poi bisogna distinguere tra manifestazione di un pensiero politico e stupidità!
Immagine
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 9782
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: Croce Federale al Merito (Germania)

Messaggioda Elmar Lang » martedì 21 febbraio 2017, 19:52

E credo anche che l'"apologia del fascismo" e la "ricostituzione del disciolto Partito Fascista" così come espresse nella legge che le proibisce, vada considerata nel tempo in cui tale norma fu espressa, ovvero in epoca nella quale il fascismo e la sua ricostituzione potevano ancora essere un pericolo alla fragile, giovane democrazia italiana.

Oggidì, la ricostituzione del PNF è impensabile ed improponibile, a parte certe manifestazioni più macchiettistiche, che aventi peso politico.

Del resto, la storia ha dimostrato ad esempio come il comunismo abbia procurato assai maggiori lutti, devastazioni e disastri in tutto il mondo, per un periodo assai più lungo dei vent'anni che durò il fascismo ed i nemmeno 12 del nazismo (senza nulla togliere alle efferatezze commesse nel nome di queste due ideologie). Eppure, nessuno si sogna di impedire le patetiche manifestazioni del nostrano Partito Comunista Marxista Leninista.

A quanto pare, se un ingenuo mette stupidamente la fotina del duce sulla sua pagina facebook, viene additato alla pubblica esecrazione, quale attentatore della democrazia, ma non certo uno che sventolasse vessilli con il volto di Lenin e Stalin (non dimentichiamo come i fedeli di quei due figuri trattarono i nostri prigionieri di guerra in Russia).

Non dimentichiamo che quei due poliziotti, uno dei quali ferito dal truce assassino islamista, hanno avuto il sangue freddo di fermarlo ed abbatterlo, dopo che questi viaggiò indisturbato per mezz'Europa.

Il governo tedesco, con la sua scelta di non premiare due valorosi tutori dell'ordine Italiani, ha fatto una figuraccia ben peggiore di quella fatta dai due poliziotti con il "santino" del Duce e la bottiglietta "Adolf".

Ecco quelle che potrebbero essere le motivazioni delle quanto mai meritatissime decorazioni al V.M. che, assieme alla decorazione tedesca, non riceveranno mai:

"Agente in prova presso un Commissariato di Polizia, in servizio di pattuglia assieme ad un Agente più anziano, fermava un uomo dall'atteggiamento sospetto il quale, al momento del controllo, estraeva un'arma sparando e ferendo l'altro Agente. Non essendovi alternativa e valutata rapidamente la situazione di estremo pericolo anche per i civili nell'area, estraeva la propria arma d'ordinanza, abbattendo il delinquente che, alla luce dei fatti si è rivelato essere uno dei più pericolosi terroristi islamici, responsabile di una strage compiuta due giorni prima a Berlino e sfuggito alle ricerche. Esempio di alte virtù, senso del dovere ed alta capacità professionale. Sesto San Giovanni, Milano, notte del 22-23 Dicembre 2015"

"Agente di Polizia, nel corso di attività di vigilanza in area sensibile, assieme ad un collega di pattuglia fermava una persona dall'atteggiamento sospetto. Questi, al momento del controllo, estratta un'arma da fuoco con chiaro intento omicida, lo faceva segno dei colpi, ferendolo. Nonostante le ferite, continuò a supportare l'Agente che lo accompagnava, che proseguì l'azione, abbattendo l'aggressore. Notevole esempio di dedizione al dovere, di capacità e sangue freddo. Sesto San Giovanni, Milano, notte del 22-23 Dicembre 2015"
.

E.L.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2513
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Croce Federale al Merito (Germania)

Messaggioda gnr56 » mercoledì 22 febbraio 2017, 11:32

Nella sua ipotesi, perché una decorazione al "valore militare "?
gnr56
 
Messaggi: 1184
Iscritto il: giovedì 11 giugno 2009, 16:53

Re: Croce Federale al Merito (Germania)

Messaggioda Elmar Lang » mercoledì 22 febbraio 2017, 12:07

Perché gli agenti hanno compiuto il fermo e l'eliminazione di un pericoloso terrorista, pure con scambio di colpi d'arma da fuoco.

Come ricorderà certamente, per gli atti di valore nella lotta contro la delinquenza ed il terrorismo, sono state sempre conferite le decorazioni al V.M.

Se poi in tempi recenti siano state conferite decorazioni diverse, temo sia stata l'Amministrazione a sbagliare.

E.L.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2513
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Croce Federale al Merito (Germania)

Messaggioda gnr56 » mercoledì 22 febbraio 2017, 17:38

Elmar Lang ha scritto:Come ricorderà certamente, per gli atti di valore nella lotta contro la delinquenza ed il terrorismo, sono state sempre conferite le decorazioni al V.M.
E.L.


Sul sito del Quirinale, scorrendo le motivazioni, vedo che i conferimenti al valor militare a personale della Polizia di Stato si fermano al 1977, mentre i successivi sono conferiti al valore civile o al merito civile.

Non è che intervenendo la legge 121/1981 e la successiva smilitarizzazione non siano più conferibili?
gnr56
 
Messaggi: 1184
Iscritto il: giovedì 11 giugno 2009, 16:53

Re: Croce Federale al Merito (Germania)

Messaggioda Elmar Lang » giovedì 23 febbraio 2017, 1:43

Con tutta probabilità, dopo la smilitarizzazione della Polizia, si è anche snaturata la Medaglia al Valor Civile, togliendole il significato originario di decorazione per il salvataggio di vite umane. Ovvero si è pensato "ai civili, Valor Civile, ai militari, Valor Militare", a mio avviso, sbagliando di grosso.

E.L.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2513
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Croce Federale al Merito (Germania)

Messaggioda T.G.Cravarezza » sabato 25 febbraio 2017, 21:23

L'atteggiamento nervoso durante la verifica dei documenti induce i militari ad approfondire i controlli.
Militari dell'Esercito fermano un pericoloso omicida russo


​Nell'ambito dell'Operazione Strade Sicure una pattuglia del Raggruppamento "Piemonte Liguria" operante presso il confine di Ventimiglia, durante un'attività di controllo, ha fermato un cittadino russo di 53 anni con residenza a Zurigo, che aveva appena varcato la frontiera, proveniente, con ogni probabilità dal Principato di Monaco.
 
Durante le operazioni di controllo i militari hanno notato un crescente nervosismo dell'uomo tale da spingerli a chiedere alla Polizia di Frontiera ulteriori accertamenti. Dagli esiti, è emerso che l'uomo fermato era  ricercato, in ambito internazionale, per omicidio e ritenuto particolarmente pericoloso.
 
Nel corso delle successive ore, ulteriori accertamenti tramite il Servizio Interpol, hanno permesso di  scoprire che l'individuo fermato, tra il 2013 e il 2014, unitamente ad altre persone, aveva creato un'associazione criminale al fine di appropriarsi, in maniera fraudolenta, di beni immobili appartenenti ad un facoltoso cittadino russo arrivando ad eseguire anche l'omicidio dello stesso.
 
Da allora, era stato emesso un mandato di arresto internazionale con la conseguente condanna in contumacia alla pena dell'ergastolo.

Fonte: sito Esercito Italiano


Visto che per i poliziotti, stando a quanto affermava Giuseppe 71, spetterebbe minimo l'avanzamento per merito straordinario

giuseppe71 ha scritto:Sono un appartenente della Polizia di Stato ed anche un istruttore di tecniche operative.
La ricompensa che sicuramente verrà conferita ai due agenti sarà l'avanzamento per merito straordinario. Per poter ottenere tale premio bisogna avere due requisiti: straordinarietà (conflitto a fuoco e ferimento di uno dei due) e l'eccezionalità (il risultato conseguito). Requisiti presenti.
Ma secondo me avranno ben altro tipo: OMRI, MAVC (minimo), Carnegie e riconoscimento di vittime del terrorismo ( qui mi sono sbilanciato un po).



per questi due militari dell'Esercito che hanno individuato e fermato un pericoloso omicida ricercato dall'Interpol e condannato all'ergastolo, cosa spetterebbe?

Secondo me hanno dimostrato maggiore competenza anche dei due poliziotti milanesi. Infatti i poliziotti, nel caso del terrorista, hanno reagito solo perché lui ha estratto la pistola durante un controllo casuale, mentre i due militari dell'Esercito hanno richiesto appositamente maggiori controlli sul fermato e solo grazie a tale loro specifica richiesta è stato individuato questo latitante.
Cosa prevede l'Esercito in questi casi? Encomio o, come per la Polizia, avanzamento per meriti straordinari?
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6098
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Re: Croce Federale al Merito (Germania)

Messaggioda Romegas » sabato 25 febbraio 2017, 22:30

Sai quanti nervosi girano di questi tempi? Una miriade. Hanno fatto bene ad insospettirsi ma il resto è stato un colpo....di fortuna.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4028
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Croce Federale al Merito (Germania)

Messaggioda Elmar Lang » sabato 25 febbraio 2017, 23:19

Nel caso di Sesto San Giovanni, il fare dell'Amri ha fatto sì che i due agenti l'abbiano fermato: il seguito si svolse più rapidamente di quel che ci vuole a raccontarlo. Il terrorista islamico estrae la pistola, spara ad uno degli agenti (a quanto pare anche inneggiando alla grandezza di Allah), l'altro ha la prontezza e la determinazione (benché solo agente in prova) di estrarre l'arma e di freddarlo, prima che potesse fuggire o recare maggior danno.

Non dimentichiamo che Amri ha saputo organizzare un attentato dai risultati sanguinosissimi, aveva assassinato senza alcuno scrupolo il povero camionista polacco, era riuscito a sfuggire alle polizie di Germania e di altre nazioni europee. Certo, la fortuna ha avuto la sua parte, ma i due agenti sono stati davvero bravi.

Anche i due militari dell'Esercito, hanno agito bene: hanno notato che la persona sottoposta a controllo si era innervosita e bene hanno fatto ad approfondire. In questo caso, gli ulteriori controlli hanno portato alla cattura di un pericolosissimo latitante, ma il suo arresto non ha avuto connotazioni "eccezionali". Sicuramente, anche essi saranno meritevoli di ricompensa adeguata al fatto.

E.L.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2513
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Croce Federale al Merito (Germania)

Messaggioda T.G.Cravarezza » domenica 26 febbraio 2017, 0:05

Quindi per far carriera bisogna sperare che chi si ferma sia armato e tenti di spararci contro, altrimenti... pazienza, ritenta e sarai più fortunato [sweatdrop.gif]
Perdonate la battuta, ma sembra che la discriminante sia solo la presenza dell'arma da fuoco e a me non pare questo sufficiente.

Ricapitoliamo i fatti.

Terrorista di Berlino
LA DINAMICA DELLA SPARATORIA - Una "normale attività di controllo del territorio" svolta da due agenti che "hanno seguito le procedure stabilite": è finita così la fuga di Anis Amri, fermato e controllato a Sesto San Giovanni non perchè individuato come il killer di Berlino ma solo perchè alle 3 di notte si aggirava vicino alla stazione di Sesto San Giovanni. "Era degno di controllo", ha spiegato il questore di Milano e il vice questore aggiunto, dirigente del commissariato di Sesto San Giovanni racconta così la dinamica dello scontro a fuoco: "Era solo e fermo, dalla volante è sceso il capopattuglia che gli ha chiesto i documenti, mentre l'autista era un agente in prova. Amri era tranquillissimo, parlava italiano anche se con accento straniero". Spiega di essere di Reggio Calabria ma l'accento non convince Christian Movio, l'agente che sta eseguendo il controllo, che gli chiede di rovesciare il contenuto del suo zainetto sul cofano della macchina. A quel punto Amri estrae la pistola calibro 22 dalla giacca carica e pronta per l'uso e spara, colpendo Movio a una spalla. Immediata e decisiva è la reazione dell'agente in prova che si nasconde dietro la volante e risponde al fuoco, mentre Amri urla "Poliziotti bastardi". Due i colpi esplosi dall'agente, uno mortale finito nel costato di Amri. Inutile il tentativo di rianimarlo, dopo dieci minuti è morto.


Omicida russo:
Durante le operazioni di controllo i militari hanno notato un crescente nervosismo dell'uomo tale da spingerli a chiedere alla Polizia di Frontiera ulteriori accertamenti. Dagli esiti, è emerso che l'uomo fermato era  ricercato, in ambito internazionale, per omicidio e ritenuto particolarmente pericoloso.


Allora, nel primo caso, sinceramente non trovo la dinamica così "straordinaria". i due poliziotti hanno visto una persona ferma davanti alla stazione alle 3 di notte e hanno deciso di controllarne le credenziali (senza particolari sospetti). Si evince addirittura che fosse "tranquillo" durante il controllo e il tutto sia precipitato per la verifica dello zaino, quando ha estratto la pistola e ha sparato cogliendo di sorpresa il poliziotto che lo stava controllando, mentre il secondo poliziotto vicino all'auto si è riparato e ha risposto al fuoco: azione da manuale, ma per altro, da cittadino, azione che spero i nostri poliziotti siano addestrati a compiere, quindi nulla di "fuori dall'ordinario", perché se consideriamo extra-ordinario che un poliziotto sia in grado di controllare un sospetto ed eventualmente rispondere al fuoco... incomincio a temere per la sicurezza dei cittadini.

Nel caso dei militari invece è stata la loro mirata attenzione a notare il nervosismo della persona sottoposta a controllo e a richiederne una verifica che ha poi dato peso ai loro sospetti.

Quindi se si deve parlare di "fortuna", mi pare che siano stati i poliziotti ad avere pura fortuna che il sospetto avesse la pistola con sé, altrimenti lo avrebbero lasciato andare (senza contare che non so con quali motivazioni sia stato perquisito), mentre invece i militari hanno percepito qualcosa di strano e hanno richiesto maggiori verifiche.

Sinceramente i due casi mi sembrano identici (anzi, forse, proprio a voler essere puntigliosi, mi pare più "investigativo" l'atteggiamento dei militari che non dei poliziotti, immagino che la polizia di frontiera non abbia fatto i salti di gioia a dover fare ulteriori verifiche perché "supposte" da dei militari dell'Esercito quando magari c'erano altri da controllare) e l'unica differenza è che nel caso di Milano il fermato aveva un pistola, nel caso di Ventimiglia no.
Anche la "pericolosità" dei due delinquenti è tutta da dimostrare, nel senso che Amri ha ucciso il conducente del camion e poi ha compiuto l'attentato ed è scappato; il delinquente russo aveva creato un'associazione criminale e anch'egli aveva ucciso una persona e sicuramente se ne avesse avuto in futuro necessità, avrebbe ucciso altre persone, quindi...

Quindi non viene premiata l'attività "investigativa", l'individuazione di atteggiamenti sospetti, l'attenzione al fermato, ma viene premiata semplicemente la "casualità" che chi si ferma sia armato. E se dopo i controlli il fermato di Ventimiglia fosse stato perquisito e fosse stata trovata un'arma? O è necessario anche che la estragga e spari?

P.S. solo a scanso di equivoci, non voglio sminuire l'operato dei due poliziotti milanesi, ci mancherebbe altro. Solo vorrei comprendere meglio i motivi per cui in un caso si propongono addirittura medaglia al valore (militare) e nell'altro caso che a me sembra identico, si discute sull'encomio. Personalmente non trovo nessuno dei due atti "straordinario" (o, per meglio scrivere, "extra-ordinario") visto che non è stato compiuto a seguito di particolari indagini personali, investigazioni e/o capacità fuori dall'ordinario (forse di più nel caso dei militari a Ventimiglia), ma solo frutto di mera casualità (a meno che non si consideri fuori dall'ordinario per un poliziotto il saper fermare un sospetto ed eventualmente saper rispondere al fuoco nel momento in cui il sospetto spara. Perché in questo caso allora dovremmo considerare fuori dall'ordinario anche qualsiasi colpo sparato dai nostri militari in missione e conferire a tutti coloro che hanno dovuto sparare una medaglia al valore).
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6098
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Re: Croce Federale al Merito (Germania)

Messaggioda Elmar Lang » domenica 26 febbraio 2017, 20:42

Mi torna in mente il famoso pezzo "Una medaglia per Orazio Coclite"...
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2513
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Croce Federale al Merito (Germania)

Messaggioda T.G.Cravarezza » domenica 26 febbraio 2017, 20:59

Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6098
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Re: Croce Federale al Merito (Germania)

Messaggioda gnr56 » mercoledì 1 marzo 2017, 18:09

Probabilmente ai due poliziotti, in particolare a colui che è stato ferito, potrà essere riconosciuta la onorificenza della Medaglia d'Oro di Vittime del Terrorismo ai sensi della legge 29 novembre 2007, n. 222 all'art. 34, e il successivo decreto del Ministro dell'Interno del 6 maggio 2008.
gnr56
 
Messaggi: 1184
Iscritto il: giovedì 11 giugno 2009, 16:53

Re: Croce Federale al Merito (Germania)

Messaggioda Elmar Lang » mercoledì 1 marzo 2017, 18:38

Che tristezza.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2513
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Croce Federale al Merito (Germania)

Messaggioda Romegas » mercoledì 1 marzo 2017, 18:44

Tutta la vicenda è una tristezza: alle vittime neppure un centesimo dai tedeschi per una legge del 1985!!
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4028
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

PrecedenteProssimo

Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti