Commissione vaticana e SMOM

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Tilius, Mario Volpe, nicolad72

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda Romegas » giovedì 29 dicembre 2016, 16:12

Caro Elmar, purtroppo il fatto che i cristiani siano perseguitati non è vero che sia stato.detto tante volte, anzi, e non sono solo io a dirlo. Purtroppo non è questo il luogo ma potrei citare anche gli esempi di Cuba e Bolivia, ma preferisco tacere.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 3613
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda T.G.Cravarezza » giovedì 29 dicembre 2016, 17:08

Ultimo mio commento sull'argomento perché ha poco senso consigliare di non andare off topic se poi si è concausa dell'off topic [sweatdrop.gif] [cheers.gif]

Ritengo che ogni Papa abbia un suo stile che ovviamente può piacere o meno, così come abbia un suo carisma e una sua "missione" particolare dovuta sia alle necessità storico/sociali del momento sia alla sua esperienza: c'è chi dà particolare enfasi alla dottrina matrimoniale, chi alla geopolitica, chi all'unità dei cristiani, chi ai valori non negoziabili, chi ha dovuto difendere la Fede da particolari eresie et cetera. Questo non significa ovviamente che gli argomenti "tralasciati" siano per il Papa meno importanti o che siano da considerarsi "abrogati", ma semplicemente che quel Papa in quel momento storico punta la sua attenzione principalmente su una tematica (un Papa che pensa sia giunto il momento di riformare la liturgia non significa che ritenga l'azione caritatevole o le missioni meno importanti e viceversa).

L'attuale Santo Padre ha un po' "sconvolto" il mondo, sia internamente sia esternamente. Io stesso all'inizio sono rimasto un po' dubbioso su alcune sue scelte sia in ambito "estetico"-liturgico sia in ambito pastorale. Poi, però, ho incominciato a leggere con maggiore serenità d'animo i suoi interventi e i suoi scritti evitando quegli iniziali pregiudizi che sia la mia esperienza sia i media mi instillavano. Da quel momento ho iniziato ad apprezzare tantissimo l'attuale Papa e a capire che la sua missione non era ribadire i valori negoziabili o la Dottrina o la Liturgia o... tutti aspetti che lo stesso Papa ha più volte specificato non essere in discussione, che sono già stati ben fissati dal Magistero, dal Catechismo e che non serve ripetere in continuazione perché un buon cattolico già dovrebbe conoscere (cosa su cui effettivamente nutro qualche dubbio parlando con molti cattolici a cui mancano totalmente le basi). Del resto non mi pare che il rimarcare in continuazione tali argomenti abbia poi giovato molto visto che nonostante i continui richiami di Papa Giovanni Paolo II e Benedetto XVI i cattolici hanno continuato allegramente a divorziare, abortire, convivere e trasgredire alle leggi morali.
Lui punta sulla Misericordia, sul perdono, sulla Carità, sul porgere l'altra guancia, sul non dire maldicenze, sul non spargere veleno tra i fratelli... tutte cose che noto, proprio da quando c'è questo Papa, essere davvero necessarie a tanti cattolici, me compreso, che troppo spesso siamo pronti a puntare il dito, a criticare, a giudicare, a non perdonare, a trovare mille "ma" e "se" e a mettere i puntini sulle "i".
Questa nostra piccola vicenda umana denota quanto la missione del Papa sia lontana dal risultato e quanto sia necessaria: in questa stessa discussione, ma anche nei commenti di amici e vicini alla vicenda, non sento voci che cercano di stemperare gli animi, di pensare positivo, di trovare accordi, ma solo voci che gridano di "diritti", "tradimenti", "dittatura", "schieramenti conservatori contro progressisti", che alimentano il fuoco della discordia e della divisione e via discorrendo. Per carità, è normale, fa parte dell'essere umano "battagliare" e difendere le proprie posizioni e autonomie, però ritengo che davvero la "missione" dell'attuale Papa sia proprio questa, ma ciò non deve far pensare che il restante Magistero sia abrogato o passi in secondo piano, solo dovremmo tutti soffermarci, in questo momento, su tali aspetti, mantenendo inalterati gli altri.

Ritornando al tema della nostra discussione, è indubbio che il Vaticano ha agito in modo un poco avventato sia perché ha un suo rappresentante nell'Ordine, il cardinale Burke e quindi è sufficiente sentirlo per avere informazioni dirette sulle vicende dell'Ordine sia perché per avere maggiori dettagli sarebbe bastata una telefonata o una lettera al Gran Magistero in cui si richiedeva un fascicolo informativo sulla vicenda da sottoporre al Santo Padre. Istituire una commissione, al di là della questione sovranità dell'Ordine che eviterei di tirare sempre in ballo, è ovvio che sia vista come un'azione più invasiva e quindi sicuramente meno "elegante" e lo stesso discorso sarebbe valso per vicenda analoga a qualsiasi altra realtà religiosa cattolica.
Dall'altro lato, però, vorrei ricordare che stiamo parlando della Santa Sede che richiede informazioni su una vicenda di un suo ordine religioso. Possiamo girare quanto vogliamo la frittata, ma se l'Ordine di Malta vuole continuare a mantenere il suo essere ordine di cavalleria religiosa cattolica, il suo essere "Religione", la sottomissione alla Santa Sede e al Papa è imprescindibile e non c'è sovranità o indipendenza, per altro concesse dallo stesso Papa, che possano tenere. Quindi non si può limitare l'agire della Santa Sede solo ai 50 professi (mi ricordo sempre le nostre discussioni sulle precedenze tra SMOM e OESSG e come alcuni confratelli melitensi giustificassero la precedenza SMOM sull'OESSG perché esso è un ordine religioso e quando qualcuno faceva notare che solo il I Ceto era composto da religiosi, ecco le risposte piccate di qualche mio confratello che ricordava, giustamente, come ogni membro SMOM faccia parte a pieno titolo dell'Ordine e non solo quelli del I Ceto: quindi delle due l'una o siamo tutti membri di un ordine religioso o lo sono solo i professi, ma non si possono sfruttare i diritti e dimenticarsi dei doveri proprio uso e consumo) e alle questioni teologiche. Se i Domenicani domani decidessero di comprarsi una fabbrica d'armi per vendere, seppur legalmente, potrebbero farlo, non è affare religioso, ma mi pare ovvio che la Santa Sede potrebbe intervenire perché comunque i domenicani sono ordine religioso e qualsiasi cosa facciano si ripercuote sulla Chiesa. Così l'Ordine di Malta, quello che succede al suo interno e al suo esterno è affare della Chiesa e il Papa ha il diritto di esserne informato e anche di intervenire.
Cerchiamo quindi di rasserenare gli animi e anziché discutere sulle voci di corridoio, sugli schieramenti tra conservatori e progressisti, sulle malelingue, sui diritti, cerchiamo davvero di pregare affinché il tutto si risolva per il meglio senza alimentare noi stessi i veleni e i dissidi che nulla portano di buono, soprattutto quando non abbiamo notizie certe, ma solo voci di corridoio ovviamente partigiane.
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 5758
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » giovedì 29 dicembre 2016, 17:24

Cari amici nessuno però ha detto parola sulla questione "politica".
Esisteva una maggioranza di governo anglo-franco-tedesca di cui Boeselager era esponente di spicco.
Questo è il punto: il Papa é pienamente legittimato a capire se esistano o meno ampie fratture nell'Ordine.

Io non vedo questioni tradizionalisti vs liberal ma più questioni di natura nazionalista. In questo momento non è un mistero che anche gli italiani siano fuori dal governo.
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6163
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda Tilius » giovedì 29 dicembre 2016, 17:37

Alessio Bruno Bedini ha scritto:Esisteva una maggioranza di governo anglo-franco-tedesca di cui Boeselager era esponente di spicco.
...
Io non vedo questioni tradizionalisti vs liberal ma più questioni di natura nazionalista.

Se fosse così non si capisce perché il GM dovrebbe andare contro un esponente che - per nazione - dovrebbe appartenere al suo stesso blocco.
Io - e molti altri - rimaniamo su un inquadramento della faccenda in termini tradizionalisti vs. liberal. ;)
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11190
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda Romegas » giovedì 29 dicembre 2016, 18:42

Caro Tomaso, mi sembra di capire che tu hai una visione troppo superficiale di questo pontificato. Non è questo il tempo per affrontare argomenti non urgenti con quello che avviene intorno a noi. Non lo vedo un pontefice adatto ad oggi. Spesso cade in contraddizione e preferisce dialogare con noti atei piuttosto che rispondere a dei cardinali suoi collaboratori. Proprio oggi il Vaticano ha dato il numero dei fedeli ricevuti dal Papa in questi tre anni di pontificato: rispetto al 2013 il numero si è quasi dimezzato. E non diamo sempre la colpa al terrorismo.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 3613
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda T.G.Cravarezza » giovedì 29 dicembre 2016, 18:58

Romegas ha scritto:Caro Tomaso, mi sembra di capire che tu hai una visione troppo superficiale di questo pontificato.


Personalmente ritengo invece l'opposto. Anche io non mi sentivo a mio agio con molti discorsi del Papa perché li leggevo in modo superficiale, il titoletto, l'articolo del giornale, le frasi incriminate, magari con quella giusta dose di pregiudizio che mi portavo appresso. Poi ho incominciato a leggere i discorsi del Papa in modo più approfondito, a non limitarmi alla sintesi dei media, a leggerli con la mente più aperta e senza eventuali preconcetti, alla luce del Magistero e del Vangelo e mi sono rimasti davvero dentro e più sento e vedo le discordie che ci sono nel mondo e nella Chiesa anche tra gli stessi fedeli e più comprendo l'estrema necessità di un Papa che ci ricorda la Misericordia (questo senza ovviamente mettere da parte tutto il resto).
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 5758
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda Romegas » giovedì 29 dicembre 2016, 19:47

Anche il sottoscritto le ha lette in profondità e spesso ho trovato contraddizioni, cose conosciute e spesso errori scientifici. Il Vangelo non è fatto solo di misericordia anche se può rimanere scomodo dirlo. Lo spessore di un pontificato si vede da tante cose. Per fortuna che i papi passano ma la Chiesa rimane nei secoli.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 3613
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » giovedì 29 dicembre 2016, 20:02

Tilius ha scritto:Se fosse così non si capisce perché il GM dovrebbe andare contro un esponente che - per nazione - dovrebbe appartenere al suo stesso blocco.
Io - e molti altri - rimaniamo su un inquadramento della faccenda in termini tradizionalisti vs. liberal. ;)


E te ne accorgi dopo quanti anni che Boeselager é liberal? [hmm.gif]

..dai non ci prendiamo in giro.. ;)
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6163
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda giulianop » giovedì 29 dicembre 2016, 20:59

Resta comunque il fatto che il G.M. ha scritto direttamente al Santo Padre, bypassando la segreteria di Stato che aveva istituito questa famigerata commissione, dicendogli con tutto rispetto che la commissione è irricevibile.
Lettera del 23 u.s. a cui non sono seguite repliche né dal Pontefice né dalla segreteria.
Quindi nessuno andrà in via condotti ad indagare.
Sul sito dell'Ordine si può trovare quanto il magistero ha risposto alla Santa Sede.
Avatar utente
giulianop
 
Messaggi: 61
Iscritto il: martedì 19 luglio 2011, 11:32

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda Egon von Kaltenbach » giovedì 29 dicembre 2016, 22:27

Faccio presente che i dubia sull'attuale pontefice, non sono solo di alcuni fedeli di scarsa disciplina e d'imperfetta formazione, ma di qualificati principi della Chiesa. Non ultimo il Cardinale Patrono dell'Ordine e tra poco, come da esplicito annunzio, avremo, da parte di questi prelati, la correzione ufficiale e pubblica degli errori e delle molte non teologicamente fondate affermazioni di Francesco. Essere cattolici non significa aderire a una visione caricaturale del fedele disposto a tutto accettare rinunciando a ragione e giudizio. La disciplina non impone la rinuncia all'intelligenza anche perché l'esito di questo insolito procedimento (unico precedente nel XIV secolo) potrà avere esiti dirompenti e può darsi che essi pongano ognuno di noi di fronte a scelte molto difficili.
Egon von Kaltenbach
 
Messaggi: 137
Iscritto il: sabato 6 ottobre 2012, 21:08

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda Tilius » venerdì 30 dicembre 2016, 2:38

Egon von Kaltenbach ha scritto:...e può darsi che essi pongano ognuno di noi di fronte a scelte molto difficili.

In franchezza, mi riesce estremamente difficile il prefigurarmi un qualcosa che inevitabilmente passerebbe alla Storia come Scisma del Preservativo...
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11190
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda giulianop » venerdì 30 dicembre 2016, 10:51

Tornando alla discussione, sembrerebbe che dopo la risposta del Magistero con cui dichiarava irricevibile tale commissione, ad oggi nessuna risposta è reazione da oltre tevere e sono passati 7 giorni.
Avatar utente
giulianop
 
Messaggi: 61
Iscritto il: martedì 19 luglio 2011, 11:32

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda pierpu » venerdì 30 dicembre 2016, 12:41

giulianop ha scritto:
Sul sito dell'Ordine si può trovare quanto il magistero ha risposto alla Santa Sede.

dove esattamente?
"Non è nei titoli di onorificenza che alberga sapienza, scienza e valenza; spesso in quella danza che prima del nome avanza, si cela la più cieca ignoranza".
Avatar utente
pierpu
 
Messaggi: 154
Iscritto il: domenica 9 dicembre 2012, 13:32
Località: Toscana

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda Tilius » venerdì 30 dicembre 2016, 12:44

giulianop ha scritto:Tornando alla discussione, sembrerebbe che dopo la risposta del Magistero con cui dichiarava irricevibile tale commissione, ad oggi nessuna risposta è reazione da oltre tevere e sono passati 7 giorni.

Dubito che le risposte, che certo arriveranno, saranno pubblicizzate con la vivacità tipicamente italiota contemporanea.
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11190
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda giulianop » venerdì 30 dicembre 2016, 12:46

Avatar utente
giulianop
 
Messaggi: 61
Iscritto il: martedì 19 luglio 2011, 11:32

PrecedenteProssimo

Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti