Pagina 70 di 72

Re: Commissione vaticana e SMOM

MessaggioInviato: giovedì 5 luglio 2018, 14:53
da fabrizio guinzio
Anche per me(nel mio piccolo) va tutto bene così come è! Per lo SMOM basterebbero piccoli miglioramenti; altre sono le realtà che attendono un urgente intervento. Sempre a mio sommesso parere.

Re: Commissione vaticana e SMOM

MessaggioInviato: giovedì 5 luglio 2018, 17:05
da Egon von Kaltenbach
Certamente ci sono argomenti più importanti, ma già sarebbe sufficiente che non si sminuisse ciò che c'è e invece, come ho già scritto, in alcune realtà avviene. Con evidenza, chi ha fatto queste considerazioni, non vive questa avvilente diminutio. Fa pertanto bene sapere che non ovunque è così.

Re: Commissione vaticana e SMOM

MessaggioInviato: giovedì 5 luglio 2018, 19:24
da nicolad72
L'uniforme militare - si chiama così - ossia quella con la tunica di color scarlatto lunga fino al di sotto del ginoccho (quindi quando Alessio la definisce effetto minigonna sbaglia) che richiama la redingote è al tempo stesso marziale ed elegantissima e modificarla sarebbe non solo stupido, ma sottolineerebbe come non si conosca la storia del vestire militare.
Altre uniformi l'ordine non ne ha.
Quella che si usa a Lourdes è la (consentitemi il neologismo) smommizzazione dell'abito ivi usato dai barellieri... Poi la vanità - soprattutto degli italiani - l'ha trasformata in una uniforme (in genere dei cc senza le bordure rosse), ma è un abito di servizio che invece di esser blue è nero....
Definire le varie polo e t-shirt come uniformi delegatizie mi par un eccesso visto che le delegazioni manco hanno un loro codice fiscale figuriamoci la potestà di istituire abiti o - come pare che qualcuno abbia fatto - diplomi d'onore.

Re: Commissione vaticana e SMOM

MessaggioInviato: giovedì 5 luglio 2018, 19:42
da brixianus
"Diplomi d'onore" venduti a 150 euro al pezzo, a chiunque si presentasse coi soldi in mano... Una vergogna!

Re: Commissione vaticana e SMOM

MessaggioInviato: venerdì 6 luglio 2018, 12:51
da Elmar Lang
"Diplomi d'onore"? Di cosa si tratta, e per premiare quali onorande gesta?

Re: Commissione vaticana e SMOM

MessaggioInviato: venerdì 6 luglio 2018, 13:39
da Tilius
brixianus ha scritto:"Diplomi d'onore" venduti a 150 euro al pezzo, a chiunque si presentasse coi soldi in mano... Una vergogna!

Una vergogna fino a un certo punto...

Se lo scopo é nobile e se il ricavato é veramente e integralmente destinato alla beneficenza, il problema si riduce a una mera questione di "principio" basata sulla "terminologia" utilizzata.
Ergo: una fisima, o poco più.

Diverso il discorso se invece salta fuori che il ricavato, in tutto o in parte, viene stornato per altri usi (non ultima la beneficenza erogata, in via diretta e privilegiata, da taluni ordini ai titolari degli ordini medesimi, perché - lo sanno tuti - essere ex ha i suoi costi...). In tal caso si scade nell'illecito (morale sempre, e sovente pure penale).
Decisamente un problema più concreto, questo.

Re: Commissione vaticana e SMOM

MessaggioInviato: venerdì 6 luglio 2018, 15:36
da Elmar Lang
Magari, si potrebbe evitare il roboante "diploma d'onore" e chiamare quelle carte "ricevuta per la donazione di €...".

Re: Commissione vaticana e SMOM

MessaggioInviato: venerdì 6 luglio 2018, 21:23
da brixianus
Non si tratta di una mera "fisima": si tratta di vendita di "diplomi" assolutamente irregolari, che vengono di fatto considerati dagli acquirenti come diplomi che sanciscono una "benemerenza" concessa dell'Ordine di Malta o addirittura un'appartenenza alla Religione...
Le racconto la mia esperienza. Nel parlare con un vecchio compagno di scuola, che è comandante di un corpo di polizia locale, salta fuori un discorso sullo SMOM e l'amico mi dice all'incirca CON SORRISETTI E AMMICCAMENTI: "Anche uno dei miei collaboratori ha un diploma di un Ordine cavalleresco, l'ha acquistato a [omissis] per 100-150 euro... Sai, quelle cose un po' così...". Credevo che mi sarebbe stato mostrato un diploma pseudotemplare o simile... e invece mi si sono rizzati in testa gli ultimi capelli nel rimirare un "diploma" con sottoscrizione autentica di un altrettanto autentico DELEGATO SMOM!
Trascrizione del "diploma":
<< Ordine di Malta - Italia - Delegazione di ... - ENCOMIO DI BENEMERENZA [SIC!] conferito al sig. ... "in segno di riconoscimento per la disponibilità e generosità mostrate verso la Delegazione di ... , nell'ambito delle proprie attività istituzionali - N. D'ORDINE ... /2017 - IL DELEGATO ... (timbro e firma)>>
Fate un po' voi!

Re: Commissione vaticana e SMOM

MessaggioInviato: venerdì 6 luglio 2018, 21:41
da brixianus
... in questo forum, qualcuno conosce molto bene l'argomento de quo e la genesi dell' "encomio di benemerenza" (horribile dictu!): il medesimo è cortesemente pregato di esprimere il proprio punto di vista sulla suddetta questione, onde fornire un utile spunto di riflessione e di costruttiva discussione. Può darsi che io abbia frainteso il significato del documento [yikes.gif]

Re: Commissione vaticana e SMOM

MessaggioInviato: sabato 7 luglio 2018, 10:47
da nicolad72
Di fatto si tratta di una orribile messa in scena la cui dinamica è a tutti gli effetti un'attività corruttiva...
Certa gentaglia non dovrebbe neppure essere presa in considerazione per l'ammissione in un ordine cavalleresco, altro che esserne il rappresentante in uno storico territorio per l'Ordine di Malta.

Re: Commissione vaticana e SMOM

MessaggioInviato: sabato 7 luglio 2018, 17:38
da Egon von Kaltenbach
nicolad72 ha scritto:L'uniforme militare - si chiama così - ossia quella con la tunica di color scarlatto lunga fino al di sotto del ginoccho (quindi quando Alessio la definisce effetto minigonna sbaglia) che richiama la redingote è al tempo stesso marziale ed elegantissima e modificarla sarebbe non solo stupido, ma sottolineerebbe come non si conosca la storia del vestire militare.
Altre uniformi l'ordine non ne ha.
Quella che si usa a Lourdes è la (consentitemi il neologismo) smommizzazione dell'abito ivi usato dai barellieri... Poi la vanità - soprattutto degli italiani - l'ha trasformata in una uniforme (in genere dei cc senza le bordure rosse), ma è un abito di servizio che invece di esser blue è nero....
Definire le varie polo e t-shirt come uniformi delegatizie mi par un eccesso visto che le delegazioni manco hanno un loro codice fiscale figuriamoci la potestà di istituire abiti o - come pare che qualcuno abbia fatto - diplomi d'onore.


Sono perfettamente d'accordo che stricto sensu l'uniforme scarlatta sia l'unica in essere presso l'Ordine e pure pienamente concordo con la sua conservazione perché di meglio non si potrebbe fare. In quanto all'altro, convengo che sia solo un abito di servizio. Non concordo invece attribuire a mera, insulsa vanità l'averlo modificato sì da portarlo, da abituccio di bidello, a qualcosa che lo avvicina a quella mancante, vera e propria uniforme ordinaria della quale (mi ripeto) ritengo sarebbe utile dotarsi. Certe innovazioni allorché spontanee e generalizzate stanno semplicemente a indicare che è stata soddisfatta una disattesa esigenza. Ancor meno concordo nell'attribuire alla vanità dei soli connazionali l'uso di decorose divise di servizio, avendone viste altre tutt'altro che spregevoli. Riguardo comunque a questa assai confusa varietà internazionale, non vedo ragione a che essa possa essere condotta a uniformità come del resto accade per le dame, il cui abito appare incomparabilmente più adeguato di quello maschile.

Re: Commissione vaticana e SMOM

MessaggioInviato: sabato 7 luglio 2018, 17:52
da Egon von Kaltenbach
brixianus ha scritto:Non si tratta di una mera "fisima": si tratta di vendita di "diplomi" assolutamente irregolari, che vengono di fatto considerati dagli acquirenti come diplomi che sanciscono una "benemerenza" concessa dell'Ordine di Malta o addirittura un'appartenenza alla Religione...
Le racconto la mia esperienza. Nel parlare con un vecchio compagno di scuola, che è comandante di un corpo di polizia locale, salta fuori un discorso sullo SMOM e l'amico mi dice all'incirca CON SORRISETTI E AMMICCAMENTI: "Anche uno dei miei collaboratori ha un diploma di un Ordine cavalleresco, l'ha acquistato a [omissis] per 100-150 euro... Sai, quelle cose un po' così...". Credevo che mi sarebbe stato mostrato un diploma pseudotemplare o simile... e invece mi si sono rizzati in testa gli ultimi capelli nel rimirare un "diploma" con sottoscrizione autentica di un altrettanto autentico DELEGATO SMOM!
Trascrizione del "diploma":
<< Ordine di Malta - Italia - Delegazione di ... - ENCOMIO DI BENEMERENZA [SIC!] conferito al sig. ... "in segno di riconoscimento per la disponibilità e generosità mostrate verso la Delegazione di ... , nell'ambito delle proprie attività istituzionali - N. D'ORDINE ... /2017 - IL DELEGATO ... (timbro e firma)>>
Fate un po' voi!


Basta scrivere al Gran Priorato di competenza e attendere le decisioni. Non vedo altra soluzione.

Re: Commissione vaticana e SMOM

MessaggioInviato: domenica 9 settembre 2018, 8:34
da Alessio Bruno Bedini
Ieri discutevo con un importante studioso del SMOM del rapporto tra l'Ordine di Malta e il Papa nei secoli.

Tra le tante cose di cui abbiamo parlato mi ha accennato ad un fatto importante accaduto da pochissimo tempo, una sentenza della Segnatura Apostolica in cui si stabilisce la differenza tra il voto di obbedienza che emettono i professi e la promessa di obbedienza che emettono i cavalieri del secondo ceto. Se il voto è infatti obbligante, la promessa di obbedienza fatta dal secondo ceto è una semplice risoluzione, un proposito presente di fare o di non fare delle determinate cose in futuro, e dunque non è vincolante. Questo per comprendere meglio quanto accaduto oltre due anni fa: il Gran Maestro SMOM o il Papa non possono usare la promessa di obbedienza su un Cavaliere in Obbedienza per fargli fare qualcosa che il Cavaliere non vuole fare.

Da queste considerazioni ho sostenuto la necessità per i cavalieri in obbedienza, di trasformare la attuale promessa di obbedienza in voto, magari temporaneo e rinnovabile ogni anno.

Lo studioso mi ha detto di averla fatta lui questa proposta oltre 20 anni fa ma di aver trovato una forte opposizione proprio nei cavalieri tedeschi che probabilmente erano ben consci già allora della differenza tra voto e promessa...

Re: Commissione vaticana e SMOM

MessaggioInviato: domenica 9 settembre 2018, 9:16
da Romegas
Beh, mi sembra un po' la scoperta dell'acqua calda. Conoscevo la differenza tra voto e promessa.

Re: Commissione vaticana e SMOM

MessaggioInviato: domenica 9 settembre 2018, 9:46
da Alessio Bruno Bedini
Romegas ha scritto:Beh, mi sembra un po' la scoperta dell'acqua calda. Conoscevo la differenza tra voto e promessa.


Se la Segnatura Apostolica ha ritenuto di dover intervenire su questo argomento non credo sia ora "la scoperta dell'acqua calda".

E poi caro Piero mi sembra tu eri tra quelli che si erano indignati quando il Gran Cancelliere ha rifiutato di dimettersi su ordine del Gran Maestro... Come vedi in termini di diritto SE von Boeselager aveva fondate ragioni..