Commissione vaticana e SMOM

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Tilius, Mario Volpe, nicolad72

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda Romegas » mercoledì 29 marzo 2017, 18:16

Prima o poi la verità verrà a galla. Le bugie hanno sempre le gambe corte.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4019
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » mercoledì 29 marzo 2017, 18:29

adj ha scritto:Un articolo di Sandro Magister del 23 marzo, a commento di un'intervista rilasciata da Boeselager: http://magister.blogautore.espresso.rep ... -svizzeri/

La replica del direttore dell'ufficio comunicazioni dell'Ordine, Eugenio Ajroldi di Robbiate: http://magister.blogautore.espresso.rep ... ellordine/

La controreplica di Magister, con l'intervento di un altro membro dell'Ordine: http://magister.blogautore.espresso.rep ... 0-milioni/


L'impressione che si ricava da tutta questa storia è che non esista una verità assoluta e tanto meno qualcuno che abbia completamente ragione opposto a qualcuno che abbia completamente torto.
Fuori da ogni dubbio la questione poteva e doveva essere risolta in modo diverso, da tutti i contendenti.
Non c'è stata questa capacità e il rimpianto, di tutti, resterà questo... soprattutto per un Ordine con una fortissima vocazione e tradizione diplomatica!
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6250
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda Romegas » mercoledì 29 marzo 2017, 18:32

Certamente, ma la risposta a ciò che sostiene il portavoce SMOM a mio parere sembra ben documentata e precisa, a differenza di ciò che sostiene Ajroldi.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4019
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda T.G.Cravarezza » mercoledì 29 marzo 2017, 18:47

Per non generare confusione è giusto precisare che il "portavoce SMOM" è appunto Eugenio Ajroldi di Robbiate Direttore Ufficio Comunicazioni dell'Ordine, mentre la replica alla replica di Ajroldi è di un singolo cavaliere che rimane anonimo.
Come giustamente scrive Alessio è difficile stabilire quale sia l'esatta verità visto che i protagonisti della vicenda riportano fatti differenti che per noi "esterni" non sono verificabili se non sulla fiducia.
Rimane il rammarico per come si è evoluta la situazione sia a livello di gestione interna delle diverse posizioni sia a livello diplomatico.
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6093
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda Romegas » mercoledì 29 marzo 2017, 18:55

Comunque la risposta di Ajroldi sa tanto di "arrampicata sugli specchi".
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4019
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda T.G.Cravarezza » mercoledì 29 marzo 2017, 19:01

Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6093
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda Romegas » mercoledì 29 marzo 2017, 19:05

Si, facciamo pure un referendum, tanto.......
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4019
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda pierfe » mercoledì 29 marzo 2017, 19:24



L'idea è splendida e al passo con i tempi, darà senza dubbio ottimi risultati.
Questo magari solo nella forma è la dimostrazione di una apertura mentale al passo con i nostri tempi che rende lo SMOM qualcosa che non ha eguali, come del resto è sempre stato così.

Chi mi conosce sa bene che amo essere avanti con i tempi con l'unico scopo di coinvolgere il numero maggiore di giovani che hanno una apertura mentale più fresca della nostra, parlo dei sessantenni ed ultra, che abbiamo vissuto realtà molto diverse.
Ricordo ancora la Santa Messa in latino e il clero vestito con la talare, ed addirittura una chiesa dove la preghiera era capita solo da chi aveva una cultura umanistica.
Vogliamo davvero questo?
In quegli anni Paolo VI dava alle stampe la Populorum Progressio (lasciando alla biblioteca la Rerum Novarum) e l'Humanae Vitae (lasciando alla soffittà la Casti Connubii), chi non ha vissuto quegli anni non si rende conto di quando moderno e d'amore era quel messaggio.
Oggi dobbiamo vivere il nostro tempo come è accaduto nel tempi passati.
Pier Felice degli Uberti
Pier Felice degli Uberti
Sine virtute nulla nobilitas
pierfe
Presidente IAGI
 
Messaggi: 2064
Iscritto il: domenica 12 gennaio 2003, 2:11
Località: Bologna

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda Romegas » mercoledì 29 marzo 2017, 19:29

Con le conseguenti cose che si vedono oggigiorno...se questa è modernità preferisco il medioevo. Vedo una smania di "modernità fittizia" che non sempre è portatrice di buone nuove, anzi spesso apre la strada alla dissoluzione di principi e regole solo per poter dire di essere "al passo con i tempi", ma quali tempi?
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4019
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » mercoledì 29 marzo 2017, 19:46

Sulle aperture occorre essere cauti.
Soprattutto bisogna chiedersi cosa portano alla Fede, alla Speranza e alla Carità.
Le aperture di Papa Francesco stanno aumentando le vocazioni sacerdotali o religiose? Sta aumentando la fede nei fedeli? Stanno aumentando le donazioni verso i poveri?
Il problema è che tutto questo non sta avvenendo .. a cosa serve dunque essere al passo con i tempi?
Solo per essere alla moda? ;)
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6250
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda Cav.OSSML » mercoledì 29 marzo 2017, 22:28

Mi piace ricordare il seguente pensiero del conte Vittorio Prunas Tola, riportato nella sua opera "l'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro" edita nell'anno 1966, ma ancora oggi attuale: "Nei tempi di tragiche vicende la frenesia di tutto cambiare e la cupidigia di distruzione del passato mirano sovente a cancellare ciò che la tradizione ha lasciato, talvolta nella orgogliosa illusione di nuovissima gente, anche in buona fede, che ogni cosa sia da riformare, e sovente col manifesto o larvato intento di demolire i pilastri fondamentali sui quali ogni civiltà bene ordinata si regge, e ciò coll'appoggio degli improvvisati adulatori dell'ora che passa".
Le tradizioni sono le patenti di nobilità dei popoli.
Avatar utente
Cav.OSSML
 
Messaggi: 164
Iscritto il: giovedì 29 settembre 2011, 15:40
Località: Castrum Maiense

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda nicolad72 » mercoledì 29 marzo 2017, 22:29

Aperte le stalle buoi nuovi non ne sono entrati... e quelli presenti sono scappati... visto che i pastori non hanno più dato loro il cibo di cui avevano bisogno. Belli i risultati delle aperture. Dovremo attendere che passi la generazione che ci ha rovinati economicamente politicamente e spiritualmente per potere sperare in una nuova alba che squarci le tenebre i cui i nostri padri e i nostri nonni ci hanno precipitati.
Immagine
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 9780
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda T.G.Cravarezza » mercoledì 29 marzo 2017, 22:41

Posso suggerire di evitare di trasformare il tema dal cavalleresco al teologico?
Mi pare che il Luogotenente Hoffman non abbia indetto referendum né altre corbellerie similari. Le modalità di modifica della Carta e del Codice rimangono le solite.
Ha solo chiesto unione tra i membri ed eventuali consigli dai cavalieri. Non mi pare nulla di così assurdo né modernista né tragico chiedere ai membri dell'Ordine il loro parere e i loro consigli. Poi starà a chi di competenza vagliarli e prenderli eventualmente in considerazione per le modifiche alla Carta.
Personalmente trovo lodevole e giusto che il Gran Magistero e coloro che si dovranno occupare della riforma della Carta e del Codice invitino i membri dell'Ordine a proporre i loro suggerimenti e le loro opinioni sulla "salute" dell'Ordine e su ciò che ritengono bene rafforzare e ciò che ritengono eventualmente utile modificare.
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6093
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda pierfe » mercoledì 29 marzo 2017, 22:51

Il conte Monaldo Leopardi in confronto a quanto ho letto era un modernista.
Se volete tornare ai "bei" tempi del passato, ricordatevi di spegnere la luce perche si usavano le candele, andate in giro in calesse perchè non esisteva l'automobile, e smettete di scrivere sul forum ma su una tavoletta dove prima ci spalmate la cera proprio come facevano gli antichi romani. Cambiate dietà e non mangiate più i pomodori e loro derivati perchè se li avete assaggiati la colpa è tutta di quel modernista di Cristoforo Colombo e dei suoi pari... e via dicendo.
Detto questo vi lascio a sognare l'età dell'oro, al contrario io invece cerco di godermi la vita a cui sono abituato e che va verso un futuro (non so quanto durarerà) ma sarà avanti e non a ritroso.
Se papa Francesco non è riuscito a radunare concretamente le masse, gli ordii cavallereschi al contrario hanno in questi ultimi 50 anni reclutato persone che nulla hanno a che fare con la loro benemerita storia ed hanno abbassato il livello sociale dei loro appartenenti, ed aggiungo se si svegliasse dal sonno eterno un antico Cavaliere direbbe che non può considerare confratelli quelli che impunemente si dicono oggi cavalieri.
Pier Felice degli Uberti
Pier Felice degli Uberti
Sine virtute nulla nobilitas
pierfe
Presidente IAGI
 
Messaggi: 2064
Iscritto il: domenica 12 gennaio 2003, 2:11
Località: Bologna

Re: Commissione vaticana e SMOM

Messaggioda Elmar Lang » giovedì 30 marzo 2017, 0:06

pierfe ha scritto:(...) Ricordo ancora la Santa Messa in latino e il clero vestito con la talare, ed addirittura una chiesa dove la preghiera era capita solo da chi aveva una cultura umanistica.
Vogliamo davvero questo?
In quegli anni Paolo VI dava alle stampe la Populorum Progressio (lasciando alla biblioteca la Rerum Novarum) e l'Humanae Vitae (lasciando alla soffittà la Casti Connubii), chi non ha vissuto quegli anni non si rende conto di quando moderno e d'amore era quel messaggio.
Oggi dobbiamo vivere il nostro tempo come è accaduto nel tempi passati. (...)


Con tutto il rispetto per le altrui idee, vorrei soggiungere che la mia nonna paterna, che era una contadina friulana nata nel 1896, capiva e conosceva tutto quel che le preghiere in latino volevano dire e sostenere che sarebbe stata necessaria una "cultura umanistica" per poter capire il rito, è riduttivo ed ingiusto verso quei nostri antenati. Il latino era la lingua universale, che unificava la Chiesa, ovunque nel mondo. E forse un tempo -nemmeno lontano- quella bella lingua era assai più viva di oggi, in quanto usata e divulgata.

Il sacerdote vestito dell'abito talare era sempre riconoscibile dalla sua, diciamo, uniforme. La modernità, o per lo meno quella cosa che vogliono farci credere esserlo, ha invece reso tanti sacerdoti, invisibili o confusi nella folla.

Le chiese, in questo tempo moderno ed ammodernato, sono vuote.

E.L.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2511
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

PrecedenteProssimo

Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti