San Giovanni Battista Patrono del SMOM

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

San Giovanni Battista Patrono del SMOM

Messaggioda Ray » martedì 8 dicembre 2015, 18:40

Salve a tutti,

ho letto che Giovanni Battista è il patrono del SMOM.
Qualche anima di buona volontà mi saprebbe come mai ?

Saluti
Ray
 

Re: San Giovanni Battista Patrono del SMOM

Messaggioda nicolad72 » martedì 8 dicembre 2015, 18:59

Lo SMOM o Sovrano Militare Ordine di Malta... è l'abbreviazione di Sovrano Militare Ordine Ospitaliero di San Giovanni di Gerusalemme, detto di Rodi, detto di Malta.

San Giovanni di Gerusalemme o San Giovanni Battista sono la medesima persona.

Non solo San Giovanni Battista è il patrono dell'Ordine di Malta, ma ne è anche il titolare tant'è che i cavalieri di malta sono anche noti con il nome di cavalieri di San Giovanni o Giovanniti (oltre a quelle di Ospitalieri e Gerosolimitani)

Tanti nomi per la medesima cosa.
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10919
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: San Giovanni Battista Patrono del SMOM

Messaggioda Ray » martedì 8 dicembre 2015, 19:41

Ho sempre creduto che San Giovanni di Gerusalemme corrispondeva a Giovanni l'Elemosiniere che wikipedia afferma essere il Patrono dei Cavalieri Ospitalieri (https://it.wikipedia.org/wiki/Giovanni_l%27Elemosiniere) i quali occuparono "L'ospizio, che fu edificato sul luogo del monastero di San Giovanni l'Elemosiniere, serviva i pellegrini cristiani che viaggiavano per visitare i paesi e i luoghi dove Gesù era nato, vissuto, morto, risorto e asceso al cielo." (https://it.wikipedia.org/wiki/Cavalieri_Ospitalieri).
Inoltre potrei sapere i motivi per cui è patrono del SMOM ?
Saluti e Auguri
Ray
 

Re: San Giovanni Battista Patrono del SMOM

Messaggioda nicolad72 » martedì 8 dicembre 2015, 21:08

Credevi male.
Un consiglio: wikipedia non è una fonte attendibile

Visto che l'Ordine di Malta nasce come Ordine di San Giovanni non servono ulteriori spiegazioni la ragione appare assai semplice, addirittura elementare: i fondatori dell'organizzazione guidati dal Beato Gerardo Sasso decisero di aggregarsi scegliendo come protettore il Battista e diedero il suo nome all'ente che fondarono.
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10919
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: San Giovanni Battista Patrono del SMOM

Messaggioda Elmar Lang » giovedì 10 dicembre 2015, 0:14

Wikipedia, essendo un'accozzaglia di notizie in gran parte autoreferenziali, non può essere considerata un'enciclopedia che, in quanto tale, vede le sue voci compilate da esperti di settore.

Quando sui motori di ricerca, eseguo -appunto- una ricerca, mi urta un po' che la prima voce che appare, sia proprio quella di quel sito che, in un modo o nell'altro, si finisce sempre per consultare. La mia biblioteca civica, è a pochi minuti a piedi da casa mia e lì si trova una Treccani abbastanza aggiornata; in circa 10 minuti posso essere a Trento, dove la locale biblioteca è fornitissima di fonti da confrontare.

Internet ci ha abituati ad una fretta eccessiva, purtroppo, e la cosa mi rammenta il proverbio che mio nonno ripeteva spesso: "la gatta frettolosa, ha fatto i gattini ciechi".

E.L.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 3379
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: San Giovanni Battista Patrono del SMOM

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » giovedì 10 dicembre 2015, 0:41

Wikipedia scrive molte balle.
Vi porto proprio l'esempio del Sovrano e Militare Ordine di San Giovanni di Gerusalemme, di Rodi e di Malta:
Alla voce "Ordine di Malta" https://it.wikipedia.org/wiki/Sovrano_m ... e_di_Malta viene detto che questo "È il principale successore dell'antico ordine dei Cavalieri ospitalieri, fondato nel 1048 e reso sovrano il 15 febbraio 1113 da papa Pasquale II."
Infatti c'è una voce a parte per la storia dell'Ordine tra l'XI secolo e il 1798 https://it.wikipedia.org/wiki/Cavalieri_Ospitalieri
Da quanto viene riferito sembra quasi che l'ordine sia stato rifondato dopo il 1798. Anzi da una parte nella voce "Ordine di Malta" c'è proprio un capitolo intitolato "Rifondazione".
Ho il sospetto che questo venga fatto per mettere sullo stesso piano varie organizzazioni.
Nel capitolo "la situazione attuale" della voce "Cavalieri ospitalieri":
L'ordine è stato travagliato da vere e proprie crisi di identità dall'epoca della sua "cacciata" dall'isola di Malta.

Pur non essendo definitiva l'attuale situazione storica, si identificano le seguenti branche riconosciute da Stati nazionali:
  1. Il Sovrano militare ordine di Malta (SMOM), costituito dai Cavalieri rimasti in Italia sotto la protezione della Chiesa cattolica, è l'unico ordine sovrano. Discende dal gran maestro fra' Ferdinando von Hompesch. Egli "abdicò" a favore dello zar Paolo I, alla cui morte papa Pio VII nominò gran maestro fra' Bartolomeo Ruspoli: dopo di lui, fu il turno di fra' Giovanni Battista Tommasi, il quale stabilì la sede dell'ordine a Messina (1803). È l'unico ordine cavalleresco riconosciuto da oltre 80 Stati e gode di un posto di "osservatore" alle Nazioni Unite. Ha un suo governo e molte prerogative di Stato autonomo. Allo SMOM fa capo l'Associazione dei cavalieri italiani del Sovrano Militare Ordine di Malta, da cui dipende il Corpo militare dell'ACISMOM, corpo ausiliario dell Esercito Italiano.
  2. Il Venerabile ordine di San Giovanni, con sede in Londra con a capo S.M. la Regina d'Inghilterra. L'Ordine gestisce ambulanze ed Ospedali, è fortemente diffuso in tutto il Regno Unito. Ha stretto alleanza con lo SMOM.
  3. Ordine di San Giovanni del Baliaggio di Brandeburgo (riconosciuto dalla Germania) Ha stretto alleanza con lo SMOM.
  4. Ordine di San Giovanni del Baliaggio dei Paesi Bassi (riconosciuto dai Paesi Bassi) Ha stretto alleanza con lo SMOM.
  5. Ordine di San Giovanni del Baliaggio di Svezia (riconosciuto dal re di Svezia) Ha stretto alleanza con lo SMOM[8]
  6. A Catanzaro esiste la Reale Arciconfraternita dei Santi Giovanni Battista e Giovanni Evangelista, i cui membri, per sovrana disposizione del Re Carlo III di Sicilia, possono fregiarsi del titolo di "Cavalieri di Malta ad honorem". Sono riconosciuti dallo SMOM.


Detto cosi sembra che queste organizzazioni sono tutte ugualmente discese dai Cavalieri Ospitalieri, cosa assolutamente non vera.
L'attuale Ordine ha una continuità mai interrotta con il vecchio Ordine che era a Rodi prima e a Malta poi.
Invece gli ordini inglesi, olandesi e svedesi sono stati creati da zero solo alla fine del XIX secolo.
La confraternata di Catanzaro .. bè meglio lasciar perdere.. ;)
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 7007
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: San Giovanni Battista Patrono del SMOM

Messaggioda nicolad72 » giovedì 10 dicembre 2015, 0:53

L'attuale ordine è lo stesso di allora.... una continuità storica ininterrotta!

Chiunque può scrivere si wkp .... senza alcun controllo.... per il resto basta fare 1+1
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10919
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: San Giovanni Battista Patrono del SMOM

Messaggioda Elmar Lang » giovedì 10 dicembre 2015, 10:50

Un'enciclopedia vera, ripeto, vede le sue voci compilate da primari esperti di settore, scelti dal comitato scientifico e redattore dell'opera. I detti esperti potranno incorrere in imprecisioni, ma si può avere una buona certezza sulla fondatezza delle voci riportate.

Wikipedia no: è unicamente un immenso sito web, nel quale chiunque può scrivere quel che gli pare, magari inventandosi di sana pianta fonti e bibliografia (succede in numerosissimi casi). Magari, pure un testo dedicato ai reattori nucleari potrebbe essere stato compilato da un esaltato Dr. Stranamore o da uno studente di liceo appassionato di fantascienza, cui si aggiungeranno "correttori" ed ulteriori compilatori d'ogni sorta.

Più consulto Wikipedia, più apprezzo altri siti web, o la ricerca su fonti enciclopediche cartacee (che peraltro stancano meno la vista e consumano meno corrente elettrica, specie se consultate nelle ore diurne.

Ancora riguardo questa pseudoenciclopedia virtuale, mi tornano sempre a mente gli sketches di Crozza nei panni dell'Arch. Fuffas, quando chiede al suo collaboratore fuori campo "...cercami su Wikipedia, ma-ti-ta".

Perdonate la pervicacia nell'off-topic...

E.L.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 3379
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: San Giovanni Battista Patrono del SMOM

Messaggioda T.G.Cravarezza » giovedì 10 dicembre 2015, 14:50

Comunque, al di là degli errori di Wikipedia e del fatto che sia necessario confermare come il patrono dello SMOM sia sicuramente san Giovanni Battista e non l'Elemosiniere, è comunque affascinante questo accostamento dell'Elemosiniere con lo SMOM, anche se "immaginario", perché ben si addice ai carismi melitensi, oltre che nell'omonimia con il vero patrono :)
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6580
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Re: San Giovanni Battista Patrono del SMOM

Messaggioda Tilius » giovedì 10 dicembre 2015, 18:29

Pasquale II ha scritto:Testo della Bolla “Pie postulatio voluntatis

Pasquale Vescovo, servo dei servi del Signore, al suo Venerabile Figlio Gerardo fondatore e maestro dell’Ospedale di Gerusalemme, ed ai suoi legittimi successori, in perpetuo.

Pie Postulatio Voluntatis
© National Library of Malta

La tua domanda nata da una pia volontà deve essere conseguentemente appagata. Tu hai con affetto domandato che fosse confermato, coll’Autorità della Sede Apostolica e posto sotto la protezione del Beato Apostolo Pietro, quell’Ospedale che Tu hai fondato nella città di Gerusalemme, presso la Chiesa di San Giovanni Battista. Noi, pertanto, compiaciuti delle premure con cui pratichi l’ospitalità, con paterna benignità accogliamo la tua istanza ed ordiniamo coll’autorità del presente decreto, che quella Casa del Signore e quell’Ospedale siano d’ora in avanti sotto la tutela della Santa Sede Apostolica e sotto la protezione del Beato Pietro. Comandiamo quindi che siano mantenuti per sempre ed integralmente tutti i beni che, allo scopo di ovviare alle necessità dei pellegrini e dei poveri, sono stati acquisiti da detto Ospedale in seguito alle tue sollecite premure, nelle Chiese di Gerusalemme, o nelle parrocchie di altre città, oppure ti sono state offerte da qualsiasi persona pia, o che, in futuro, per il favore di Dio, ti verranno donate, o avverrà che tu acquisti a qualsiasi giusto titolo, e quelle cose, anche, che dai nostri venerabili fratelli Vescovi della diocesi di Gerusalemme saranno concesse sia a Te che ai tuoi successori ed ai fratelli che ivi si prendono cura dei pellegrini. E, per certo, ordiniamo che le decime delle vostre entrate che raccoglierete in qualsiasi luogo a vostre spese e per le fatiche vostre, senza opposizione dei Vescovi e dei ministri loro, le abbia e le possieda il vostro Ospedale. Diamo anche per ratificate le donazioni ed i tributi che allo stesso Ospedale hanno deliberato i nobili timorati di Dio. Venendo a morte Tu che sei ora il Rettore ed il Maestro di questo luogo, che nessun uomo per qualunque astuzia surrettizia, o per violenza vi sia scelto per guidarlo, se non colui che ì fratelli professi stabiliranno, secondo Iddio, doversi eleggere.

Inoltre confermiamo in perpetuo, tutte le donazioni e i possedimenti che lo stesso Ospedale ha al presente dì qua e dì là dal mare, in Asia ed in Europa, o che in futuro, per dono del Signore, potrà acquisire tanto per Te che ai tuoi successori impegnati nella pia cura dell’Ospedale, e per mezzo vostro al medesimo Ospedale.
In aggiunta a tutto ciò decretiamo che a nessuno sia lecito avventatamente disturbare lo stesso Ospedale, o togliergli le sue proprietà, o quelle tolte trattenerle, diminuirle, o molestarlo con temerarie richieste. Ma che tutti i beni vengano integralmente conservati per giovare alla cura di tutti coloro per il cui sostentamento e per il cui governo furono concessi. E per vero, stabiliamo che restino perpetuamente nella subordinazione ed a disposizione tua e dei tuoi successori, come lo sono oggi, gli ospizi dei pellegrini e i ricoveri dei poveri nelle regioni d’Occidente presso il Borgo di Sant’Edigio, Asti, Pisa, Bari, Otranto, Taranto, Messina e che ora sono celebri sotto il nome gerosolimitano.
Se, dunque, una persona sia essa ecclesiastica o secolare, conoscendo questo documento di nostra emanazione tenterà temerariamente di opporsi ad esso, ed ammonita una seconda e una terza volta non recederà dando una congrua soddisfazione, sia privata del potere e degli onori della sua dignità e sappia d’essere colpevole di commessa iniquità al divino giudizio e sia esclusa dal Santissimo Corpo e Sangue di Dio e del Signore nostro Redentore Gesù Cristo e soggiaccia nell’ultimo giudizio ad un rigoroso castigo.
Al contrario con tutti coloro che osserveranno queste prescrizioni, sia la pace del Signore nostro Gesù Cristo, che possano raccogliere il frutto delle loro buone azioni e ritrovino presso il severo Giudice i premi della pace eterna.
Così sia

Io Pasquale Vescovo della Chiesa Cattolica, sottoscrissi
Io Riccardo Vescovo di Albano, sottoscrissi
Io Landolfo Arcivescovo di Benevento lessi e sottoscrissi
Io Conone Vescovo della Chiesa di Preneste lessi e sottoscrissi
Io Anastasio Cardinal prete al titolo del Beato Clemente, sottoscrissi
Io Gregorio Vescovo di Terracina lessi e sottoscrissi
Io Giovanni Vescovo di Mellito lessi e sottoscrissi
Io Romualdo Cardinale Diacono della Chiesa Romana, sottoscrissi
Io Gregorio Cardinal prete al titolo di San Crisogono lessi e sottoscrissi

Scritto a Benevento per mano di Giovanni Cardinale e Bibliotecario di Santa Romana Chiesa il 15 febbraio, nella sesta indizione nell’anno 1113 dell’Incarnazione del Signore, nell’anno quattordicesimo del Pontificato di Papa Pasquale II.


http://www.orderofmalta.int/pie-postula ... o-gerardo/
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12803
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: San Giovanni Battista Patrono del SMOM

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » giovedì 10 dicembre 2015, 20:02

A titolo di curiosità esiste ancora questa Chiesa di San Giovanni Battista a Gerusalemme?
Cercando nel web esce fuori la chiesa posta a Ain Karem, che si dice sia il luogo natale del Battista, ma si trova a 8 km dalla città vecchia.
Penso sia troppo lontana dunque per ipotizzare che fossero qui insediati gli Ospitalieri.

EDIT: qualche info su wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/Muristan ... sperando che non siano bufale..
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 7007
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: San Giovanni Battista Patrono del SMOM

Messaggioda Cawdor » giovedì 6 agosto 2020, 16:50

qual'è l'immagine/raffigurazione/scultura/pittura più antica di San Giovanni Battista?
come veniva rappresentato San Giovanni Battista nel XIII secolo?

Grazie
Avatar utente
Cawdor
 
Messaggi: 1072
Iscritto il: martedì 29 aprile 2008, 14:48

Re: San Giovanni Battista Patrono del SMOM

Messaggioda Cawdor » giovedì 6 agosto 2020, 17:16

idem per Beato Gherardo de' Saxo/Sasso [o "Gerard du Tunc"/da Tonco]
qual è e di che epoca è la sua prima immagine rappresenta "da" Beato?
Avatar utente
Cawdor
 
Messaggi: 1072
Iscritto il: martedì 29 aprile 2008, 14:48

Re: San Giovanni Battista Patrono del SMOM

Messaggioda Tilius » giovedì 6 agosto 2020, 20:51

Cawdor ha scritto:qual'è l'immagine/raffigurazione/scultura/pittura più antica di San Giovanni Battista?
come veniva rappresentato San Giovanni Battista nel XIII secolo?

Grazie


IL Battesimo di Cristo è episodio raffigurato fin dai primordi dell'arte paleocristiana.
Sebbene non fra i più frequenti.
Lo si ritrova tanto in affresco nelle catacombe (vedi sotto, nelle catacombe di San Callisto, variamente datato agli esordi o al pieno III secolo) quanto scolpito sui sarcofagi (si veda sotto quella di Santa Maria Antiqua a Roma, 270 d.C. circa, esempio particolarmente precoce nel suo mescolare raffigurazioni e stilemi ancora pagani con episodi inequivocabilmente cristiani).
Allegati
AKG926686.jpg
30f668e28de829d5a14ab607e682dd4401910f81.jpg
79c38ab5123c3f5d68b9a6a5a01b9107066b4f17.jpg
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12803
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol


Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti