"Autosospensione" (qualunque cosa significhi...)

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Re: "Autosospensione" (qualunque cosa significhi...)

Messaggioda Tilius » venerdì 14 dicembre 2018, 14:31

Meglio del "Glorioso Pentimento" dell'imperatrice Teodora!
Riabilitata, incensurata e financo nuovamente illibata!
[thumbup.gif]
...
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12557
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: "Autosospensione" (qualunque cosa significhi...)

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » venerdì 14 dicembre 2018, 17:01

L. 15 maggio 1986, n. 194.
Norme sull'Ordine cavalleresco al merito del lavoro
art. 13. Incorre nella perdita dell'onorificenza l'insignito che se ne renda indegno.
La proposta di revoca della onorificenza è comunicata all'interessato affinché, entro il termine di decadenza di giorni trenta, presenti per iscritto le difese da sottoporre alla valutazione del consiglio dell'Ordine, che esprime il proprio parere nei successivi sessanta giorni.
Sono vincolanti per il Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato le richieste di revoca indirizzategli dai soggetti di cui all'articolo 5, comma 1, della presente legge.
Previo parere del consiglio dell'Ordine e su proposta motivata del Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato, la revoca è disposta con decreto del Presidente della Repubblica.


La proposta avrebbero potuto farla tutti i ministri che si sono succeduti dal momento della sua decadenza da senatore.
Quindi non solo il Presidente del Consiglio.

Oggi sarebbe ancora possibile presentare proposta di revoca?
Su questo penso la legge non sia chiarissima, infatti si parla solamente di revoca per chi "se ne renda indegno", cosa alquanto opinabile.
Il termine "indegnità" si riferisce a una questione morale o solamente a chi ha perso determinati requisiti necessari per l'esercizio di taluni diritti?
In questo secondo caso Berlusconi, con la riabilitazione, ha riacquistato tutti i suoi diritti.
Nel caso della moralità sarebbe più complesso il discorso.
Aver avuto una condanna definitiva per quanto l’effetto positivo del periodo di prova abbia estinto la pena detentiva ed ogni altro effetto penale, costituisce motivo di indegnità?
Aver avuto una condanna definitiva, sebbene la riabilitazione faccia tornare una persona incensurata, è ancora un fatto rilevante moralmente?
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6762
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: "Autosospensione" (qualunque cosa significhi...)

Messaggioda Nicolella De Vicaris » mercoledì 26 dicembre 2018, 13:16

Fatta la legge, trovato l'inganno (citando papa' [angel] ). Io Teodora la adoro. Sul mio comodino tengo sempre accanto all'abat-jour la vita di Teodora scritta dal suo amante deluso Procopio di Cesarea, a cui lei non gliela "concesse" mai ... "una soddisfazione" (va bene così? ). Il tutto accuratamente sorvegliato da un bel cane di pezza trovatello che ho adottato mentre si aggirava fra i rifiuti vicino casa, e che adeguatamente rigovernato ho battezzato "Giustiniano cane imperiale di Bisanzio" in onore di un amico di famiglia discendente dell'imperatore. Va da sé che a Ravenna abbiamo fatto già i nostri pellegrinaggi in omaggio a Teodora. Scusatemi, mi sento bizantino nell'anima e ogni volta che mi si nomina Bisanzio me ne vado in brodo di giuggiole [arf2.gif] ciao a tutti.

Damy
Nicolella De Vicaris
 
Messaggi: 145
Iscritto il: martedì 10 aprile 2018, 19:38

Precedente

Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

cron