O.E.S.S.G. - "Istruzione di tenuta nelle Cerimonie"

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Tilius, Mario Volpe, nicolad72

Re: O.E.S.S.G. - "Istruzione di tenuta nelle Cerimonie"

Messaggioda nicolad72 » mercoledì 8 maggio 2013, 10:29

la tradizione mauriziana prevede dei distintivi di grado da applicare sulla cocolla... qualcosa di simile esiste anche per il merito di Savoia

io ritengo che porre i distintivi sul tocco sia sufficientemente sobrio ed esaustivo... come si conviene ad un ordine della Chiesa... (che si ostina a fuggire dall'abito proprio.... l'uniforme!)
Immagine
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 9681
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: O.E.S.S.G. - "Istruzione di tenuta nelle Cerimonie"

Messaggioda Morello » mercoledì 8 maggio 2013, 11:04

Infatti quando ho scritto che va trovata una soluzione chiara e definitiva, mi riferivo anche a questa. Personalmente mi trovo benissimo col solo distintivo di grado sul tocco. Ma come Lei sa, ciclicamente, la problematica relativa al porto (o allo sfoggio) delle onorificenze torna in auge. Io, e non è solo una battuta, mi accontenterei di affittare un frac (che, ahimè, ammetto di non possedere) e farmi fotografare con l'onorificenza. Già è tanto, anzi troppo! Ma, ripeto, una soluzione definitiva "con" o "senza", a mio avviso, sarebbe auspicabile.

Cordialmente


Morello



__________________________
IN IVSTITIA ET PACE PROBITAS
Morello
 
Messaggi: 1037
Iscritto il: lunedì 19 settembre 2005, 8:42

Re: O.E.S.S.G. - "Istruzione di tenuta nelle Cerimonie"

Messaggioda nicolad72 » mercoledì 8 maggio 2013, 11:08

Morello ha scritto:(o allo sfoggio)

per alcuni (ma non tutti e neppure i più, ma ahimè i più udibili ed uditi) il problema è solo questo... basta vedere le scelte imposte da certi "cerimonieri" di certe luogotenenze.... per farsi un'idea ben chiara della situazione tutt'altro che idilliaca.
Immagine
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 9681
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: O.E.S.S.G. - "Istruzione di tenuta nelle Cerimonie"

Messaggioda amedic » mercoledì 8 maggio 2013, 22:28

Non dimentichiamo il problema delle Dame che, fino ad ora, senza le decorazioni sul mantello, non era possibile distinguere. [hmm.gif]
Gli occhi vedono quello che la mente è preparata a comprendere..
Avatar utente
amedic
 
Messaggi: 37
Iscritto il: martedì 6 maggio 2008, 10:16
Località: Alessandria

Re: O.E.S.S.G. - "Istruzione di tenuta nelle Cerimonie"

Messaggioda Maurizio Cosentino » giovedì 9 maggio 2013, 13:03

Morello ha scritto:Infatti quando ho scritto che va trovata una soluzione chiara e definitiva, mi riferivo anche a questa. Personalmente mi trovo benissimo col solo distintivo di grado sul tocco. Ma come Lei sa, ciclicamente, la problematica relativa al porto (o allo sfoggio) delle onorificenze torna in auge. Io, e non è solo una battuta, mi accontenterei di affittare un frac (che, ahimè, ammetto di non possedere) e farmi fotografare con l'onorificenza. Già è tanto, anzi troppo! Ma, ripeto, una soluzione definitiva "con" o "senza", a mio avviso, sarebbe auspicabile.


Gentilissimo Morello,
ma la soluzione definitiva c'è: la recente circolare... almeno fino alla prossima. Nella circolare viene focalizzata l'attenzione non sull'abito, ma su ciò che lo ricopre, quindi, i cerimonieri (quelli delle curie) potranno richiedere (se mai dovessero farlo) solo l'utilizzo dell' abito civile che indicheranno per tutti non solo per l'OESSG, e, nelle cerimonie proprie dell'Ordine, i cerimonieri dell'Ordine faranno altrettanto. Al di là delle variabili sull'abito da indossare, resta codificato chiaramente l'utilizzo e l'ornamento dell'unico "indumento" dell'Ordine, il mantello, ordinario o capitolare che sia, l'uniforme non è più prevista. E' una memoria storica, e per come la vedo io, sia Il suo utilizzo, che l'autorizzazione al suo utilizzo, sono "sanzionabili", perchè violano le disposizioni del Gran Magistero.
...sed sunt quoque qui scire volunt ut aedificent / et charitas est. / Et item qui scire volunt ut aedificentur, / et prudentia est.
Maurizio Cosentino
 
Messaggi: 229
Iscritto il: martedì 3 novembre 2009, 14:30
Località: Napoli

Re: O.E.S.S.G. - "Istruzione di tenuta nelle Cerimonie"

Messaggioda nicolad72 » giovedì 9 maggio 2013, 13:10

Art. 5 paragrafo 1 dell'appendice II dello statuto OESSG
L'uniforme non è più obbligatoria.


Che è cosa diversa da l'uniforme è vietata.

O almeno così in italiano io interpreto la cosa secondo un canone ermeneutico meramente letterale.

Poi le direttive del GMag.ro possono derogare allo statuto approvato dal S. Padre? Ed in Caso di discordanza quale norma prevale?

Poi se dall'applicazione dello statuto e dalla disapplicazione delle disposizioni possono derivare conseguenze di tipo disciplinare... bhè la cosa mi parrebbe preoccupante... anche se vedo che sovente nella chiesa le costituzioni dicono una cosa ma i vertici ne fanno e ne impongono altre... ahimé!
Immagine
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 9681
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: O.E.S.S.G. - "Istruzione di tenuta nelle Cerimonie"

Messaggioda Maurizio Cosentino » giovedì 9 maggio 2013, 23:25

nicolad72 ha scritto:Art. 5 paragrafo 1 dell'appendice II dello statuto OESSG
L'uniforme non è più obbligatoria.
Che è cosa diversa da l'uniforme è vietata.


E' vero, ma nelle disposizioni emesse ai tempi del Gran Maestro Furno, al riguardo dell'uniforme si affermava che non era più da considerarsi in uso perchè l'evoluzione storica dell'Ordine non vedeva confermato il suo aspetto "militare" la cui memoria storica era affidata alla presenza del trofeo sulla decorazione... null'altro. Tale indirizzo era confermato dai suoi successori, anzi prima della recente disposizione i segni d'onore propri dell'Ordine erano addirittura scomparsi dai mantelli, tranne la conchiglia.

nicolad72 ha scritto:Poi le direttive del GMag.ro possono derogare allo statuto approvato dal S. Padre? Ed in Caso di discordanza quale norma prevale?


Non credo che Gran Maestri si siano pronunciati su questo aspetto non potendolo fare, e senza che la Segreteria Vaticana battesse ciglio.

nicolad72 ha scritto:Poi se dall'applicazione dello statuto e dalla disapplicazione delle disposizioni possono derivare conseguenze di tipo disciplinare... bhè la cosa mi parrebbe preoccupante... anche se vedo che sovente nella chiesa le costituzioni dicono una cosa ma i vertici ne fanno e ne impongono altre... ahimé!


Perchè ti parrebbe preoccupante? Nell' ultima circolare si afferma che ciò che essa contiene "sostituisce e integra" ogni precedente normativa
...sed sunt quoque qui scire volunt ut aedificent / et charitas est. / Et item qui scire volunt ut aedificentur, / et prudentia est.
Maurizio Cosentino
 
Messaggi: 229
Iscritto il: martedì 3 novembre 2009, 14:30
Località: Napoli

Re: O.E.S.S.G. - "Istruzione di tenuta nelle Cerimonie"

Messaggioda Morello » venerdì 10 maggio 2013, 11:05

I Cavalieri di Gran Croce continueranno ad indossare la decorazione tradizionale (fascia) sotto il frac (diplomatici, gentiluomini di Sua Santità, addetti di anticamera pontificia)'? Le nuove disposizioni riguardano solo le cerimonie. Quindi i decorati della Gran Croce, potranno optare in base alle circostanze e, quindi, al tipo d'abito?

Grazie e cordialmente.


Morello


__________________________
IN IVSTITIA ET PACE PROBITAS
Morello
 
Messaggi: 1037
Iscritto il: lunedì 19 settembre 2005, 8:42

Re: O.E.S.S.G. - "Istruzione di tenuta nelle Cerimonie"

Messaggioda Maurizio Cosentino » venerdì 10 maggio 2013, 16:41

Nella circolare viene focalizzata l'attenzione non sull'abito, ma su ciò che lo ricopre, il mantello, e su come vanno indossate le decorazioni e le benemerenze (esclusivamente dell'Ordine) su di esso durante le cerimonie. I GR. CR. indosseranno su di esso la commenda al collo e la placca a sinistra. Dopo la cerimonia le decorazioni saranno indossate, secondo l'abito, seguendo le consuetudini.
...sed sunt quoque qui scire volunt ut aedificent / et charitas est. / Et item qui scire volunt ut aedificentur, / et prudentia est.
Maurizio Cosentino
 
Messaggi: 229
Iscritto il: martedì 3 novembre 2009, 14:30
Località: Napoli

Re: O.E.S.S.G. - "Istruzione di tenuta nelle Cerimonie"

Messaggioda Cristiano Ciani » lunedì 11 settembre 2017, 11:16

Venerdi sono stato in Cattedrale a Prato per il Pontificale dell'8 Settembre, presieduto da S.Em. Rev.ma il Card. Comastri. Ho notato, nella delegazione locale dell'OESSG ivi presente, che tutti i titolati a farlo avevano appuntate sul mantello le relative placche.
Cristiano Ciani
 
Messaggi: 586
Iscritto il: lunedì 27 marzo 2006, 23:02

Precedente

Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti