L'enigma del Gran Maestro

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Tilius, Mario Volpe, nicolad72

L'enigma del Gran Maestro

Messaggioda Romegas » martedì 30 ottobre 2012, 1:08

Leggendo il libro "Cronologia de i Gran Maestri dello Spedale della Sacra Religione Militare di S.Gio.Gerosolimitano e dell'Ordine del Santo Sepolcro oggi detti di Malta 1099-1962" tradotto nel 2005 da Fra John Edward Critien, in pratica una raccolta di ritratti di Gran Maestri posti nel Palazzo dell'Inquisitore a Birgu (Malta) e nel Palazzo Magistrale a Roma,con brevi note biografiche, mi sono accorto che compare un Maestro o Rettore (ancora non si usava il titolo di Gran Maestro) dopo il Beato Gerardo da Sasso e prima di Raimondo di Puy. Il suo nome è Fra Roger, di nazionalità sconosciuta, che non compare nella lista ufficiale dello SMOM e che resse l'Ordine presumibilmente tra il 1120 e il 1123. Questo Fra Roger viene menzionato in un atto di un certo Attone, conte d'Abruzzo, del 1120 che donava dei beni che in seguito fecero parte della commenda di Fermo. Questa donazione avvenne in quanto questo conte fu ospitato per un anno nell'ospedale di Gerusalemme e in altre località della Terra Santa. Roger morì nel 1131.
Alain Beltjens nel suo libro "Aux origines de l'Ordre de Malte" del 1995 parla di questo personaggio in varie pagine, e giunge alla conclusione che probabilmente resse le sorti degli Ospitalieri nel periodo da me su citato, in base ad alcuni documenti da lui studiati. Prima di lui,per esempio, se ne occupò Felix de Salles ne suo "Annales de l'Ordre de Malte" edito a Vienna nel 1889.
Mi piacerebbe conoscere l'opinione degli amici del forum, e se qualcuno desidera portare dei contibuti a questo "enigma"storico.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 3988
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: L'enigma del Gran Maestro

Messaggioda Montenotte » mercoledì 31 ottobre 2012, 10:01

Buongiorno,

una prima indicazione dal Codice Diplomatico del 1733

Immagine
When you have eliminated the impossible, whatever remains, however improbable, must be the truth.
Avatar utente
Montenotte
 
Messaggi: 751
Iscritto il: sabato 19 settembre 2009, 21:41
Località: Dipartimento del Tanaro

Re: L'enigma del Gran Maestro

Messaggioda Romegas » mercoledì 31 ottobre 2012, 19:54

Bene Montenotte, ecco già una prima testimonianza storica, che però non dipana la nebbia di questa intricata vicenda.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 3988
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: L'enigma del Gran Maestro

Messaggioda Romegas » giovedì 1 novembre 2012, 17:07

Nel Libro di Padre Miguel de Orcariz "Epitome chronologico de todos los Gran-Maestres de la Sagrada Religion de San Juan..." Pamplona 1766, viene citato questo Fra Roger che avrebbe retto l'Ordine addiritura fino al 1131, e non per poco tempo. Quindi gli studiosi non sembrano concordi già all'epoca.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 3988
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: L'enigma del Gran Maestro

Messaggioda Montenotte » venerdì 2 novembre 2012, 20:41

Buonasera,
Il Paoli, Dell’Origine ed Istituto del Sacro Militar Ordine di San Giovanni Battista Gerosolimitano, cita una lettera di Raimondo

Nel nome del Signore nostro Gesù Cristo, e del gloriosissimo Santo Sepolcro, e delle sante virtù di Gerusalemme, io Raimondo per grazia di Dio dopo la morte di Don Gerardo fatto servo de’ poveri di Cristo con tutto il clero, e popolo santo, che militiamo ivi ad onore di Dio, mandiamo salute e benedizione per parte di Dio onnipotente , e della beata Vergine Maria etc.

L’Autore riporta il testo originale in latino dal Codex Uldericii, Vienna.

Diventa fondamentale, ai fini della discussione, conoscere quali fonti riporta il Beltjens per supportare la sua tesi e come interpreta quanto affermato da Raimondo.
Personalmente mi pare difficile da confutare. [hmm.gif]
When you have eliminated the impossible, whatever remains, however improbable, must be the truth.
Avatar utente
Montenotte
 
Messaggi: 751
Iscritto il: sabato 19 settembre 2009, 21:41
Località: Dipartimento del Tanaro

Re: L'enigma del Gran Maestro

Messaggioda Romegas » venerdì 2 novembre 2012, 23:10

L'autore belga sostiene che Raimondo de Puy non cita Fra Roger in quanto diresse l'Ordine per poco tempo, quindi non meritevole di essere annoverato tra i gran maestri.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 3988
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: L'enigma del Gran Maestro

Messaggioda Montenotte » sabato 3 novembre 2012, 16:59

Il Bosio da notizia della donazione di Attone, datata 1120, riportando che il Conte

dice che era stato raccolto, e ben trattato nello Spedale di Gerusalemme, per lo spatio di un anno intero, insieme con un suo fratello, chiamato Trasimondo, e i servitori suoi; affermando che Fra Ruggiero Governatore dello Spedale, e i fratelli di esso, usata gli haveano quella carità, e fatti molti honori e cortesie.

Bosio ribadisce, tuttavia, che

Nella Religione non si fa memoria d’altro Governatore, o Preside dell’Ospedale, che di Gherardo; e tutte l’historie, conformemente dicono ch’a Gherardo succedette Raimondo dal Poggio;

Aggiungerei che Fulcherio di Chartres afferma che Gerardo morì il 3 settembre 1120, quindi se il Conte avesse avuto l’intenzione di indicare il Preside dello Spedale avrebbe dovuto riferirsi a Gerardo che era certamente a capo dell’Ospedale durante l’anno trascorso da Attone in Terra Santa.
When you have eliminated the impossible, whatever remains, however improbable, must be the truth.
Avatar utente
Montenotte
 
Messaggi: 751
Iscritto il: sabato 19 settembre 2009, 21:41
Località: Dipartimento del Tanaro

Re: L'enigma del Gran Maestro

Messaggioda Romegas » sabato 3 novembre 2012, 23:54

L' Abbate de Vertot, nella sua opera sulla storia dell'Ordine di Malta, non nomina Fra Roger. Penso che ci sia molta confusione!
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 3988
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: L'enigma del Gran Maestro

Messaggioda Montenotte » domenica 4 novembre 2012, 10:52

Non mi pare. A meno che Beltjens non abbia trovato documenti inediti di indubbia autenticità. In caso contrario sussistono pochi dubbi, e il fatto che attualmente lo SMOM non annoveri tal Ruggiero o Roger tra i Gran Maestri mi sembra sufficientemente significativo.

Arrivederci
When you have eliminated the impossible, whatever remains, however improbable, must be the truth.
Avatar utente
Montenotte
 
Messaggi: 751
Iscritto il: sabato 19 settembre 2009, 21:41
Località: Dipartimento del Tanaro

Re: L'enigma del Gran Maestro

Messaggioda Romegas » lunedì 5 novembre 2012, 1:05

Questo Fra Roger è nominato anche a pag.3 dell'opera "Histoire des Chevaliers de l'Ordre de S.Jean de Jerusalem" scritta nel 1659 da Pierre Boissat, in pratica una traduzione in francese del Bosio, quindi non sono pochi coloro che sostengono questa tesi, poi perchè lo SMOM non ha ritenuto di inserirlo nella lista non è dato a sapersi.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 3988
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: L'enigma del Gran Maestro

Messaggioda Romegas » lunedì 19 agosto 2013, 23:36

Riprendo questo argomento, in quanto nel sito web del Corpo della Nobiltà italiana-Circolo giovanile, http://www.cnicg.net, si parla di questa questione in un articolo diella rubrica "studi e approfondimenti".
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 3988
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: L'enigma del Gran Maestro

Messaggioda Romegas » domenica 5 febbraio 2017, 23:32

Recentemente, leggendo il libro sulle origini dell'Ordine di Malta edito lo scorso anno, ho incontrato nuovamente questo personaggio, che secondo gli autori fu maestro o luogotenente per poco tempo. Un altro tassello in questo enigma.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 3988
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma


Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot], T.G.Cravarezza e 2 ospiti