Croce "sacri itineris hierosolymitani"

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Re: Croce "sacri itineris hierosolymitani"

Messaggioda fabione 66 » sabato 30 luglio 2011, 11:40

Sig.Nicolad72

nicolad72 ha scritto:fabione 66 ha scritto:
una esplicita autorizzazione da parte dei Custodi alla riproduzione in miniatura



... a si... e dove. In rete sono pubblicati tutti gli Acta Custodiæ Terræ Sanctæ, ossia la raccolta ufficiale di tutti gli atti dell'autorità conferente questo segno... se trovi questa esplicita autorizzazione ti prego di comunicarcela...



fabione 66 ha scritto:Unisco inoltre una delle medaglie conforme al modello approvato da Sua Santità, ...omissis....
eseguite dall’orefice che ne ha eseguito la decorazione..........e ne conserva la matrice."......


"E ne conserva la matrice"........mi sembrava abbastanza chiaro,che sia prerogativa esclusiva dell'orefice il conio della decorazione

Sig.Valentino
fabione 66 ha scritto:e non mi stupirei se ci fosse una esplicita autorizzazione da parte dei Custodi alla riproduzione in miniatura,
ancor meglio in presenza di una donazione ad ogni acquisto....

Valentino ha scritto:Oblazione prevista:

- Medaglia di oro: 250 US $
- Medaglia di argento: 200 US $
- Medaglia di bronzo: 150 US $


Do ut des?


Mi riferisco alla ..Miniatura di indigena produzione,non alla decorazione rilasciata in Terra Santa

do ut des ...anche in versione little italy

Saluti
Fabio
ci sono molte medaglie testimoni dell'incapacità degli stati a governare ...poche della capacità a fraternizzare... quali emularne le gesta ?
fabione 66
 
Messaggi: 1974
Iscritto il: venerdì 29 ottobre 2010, 10:53

Re: Croce "sacri itineris hierosolymitani"

Messaggioda nicolad72 » sabato 30 luglio 2011, 12:21

fabione 66 ha scritto:"E ne conserva la matrice"........mi sembrava abbastanza chiaro,che sia prerogativa esclusiva dell'orefice il conio della decorazione


Ci traduci questo tuo pensiero... pls?
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10924
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: Croce "sacri itineris hierosolymitani"

Messaggioda fabione 66 » sabato 30 luglio 2011, 14:56

Sig.Nicolad72

nicolad72 ha scritto:fabione 66 ha scritto:
"E ne conserva la matrice"........mi sembrava abbastanza chiaro,che sia prerogativa esclusiva dell'orefice il conio della decorazione


Ci traduci questo tuo pensiero... pls?


"E ne conserva la matrice"
Traduzione :
Ciò vuole dire che le decorazioni "originali ed uniche" sono quelle coniate e rilasciate in Terra Santa dai Padri Custodi
e tutte le altre non manufatte dall'orefice assegnatario non dovrebbero esistere,sia grandi che miniature.
questa è la traduzione del mio"pensiero".....se è errato.. correggermi...pls !
Fabio
ci sono molte medaglie testimoni dell'incapacità degli stati a governare ...poche della capacità a fraternizzare... quali emularne le gesta ?
fabione 66
 
Messaggi: 1974
Iscritto il: venerdì 29 ottobre 2010, 10:53

Re: Miniatura croce Sacri itineris

Messaggioda adj » sabato 30 luglio 2011, 23:01

nicolad72 ha scritto:La terza insegna cos'è... non riesco a capire se si tratti della "conchiglia del pellegrino" cui le fattezze (del solo monile ovviamente) tanto la ricordano o la Palma di gerusalemme in Argento, ma in entrabi i casi le croci dovrebbero essere rosse...

Da quel che si vede escluderei del tutto la palma (che comunque non prevede miniatura, anche se ne ho ahimé viste... [crybaby.gif] )
Mi par strana anche la conchiglia del pellegrino, che tra l'altro non solo non prevede miniatura, ma neanche nastrino, e va indossata unicamente sul mantello OESSG al centro della Croce di Goffredo. Se davvero si trattasse di una miniatura della conchiglia del pellegrino sarebbe - almeno per me - qualcosa di mai visto indossato prima in tal modo, neanche dai più caracollanti pavoni presenti sull'italico suolo.
Ultima modifica di adj il sabato 30 luglio 2011, 23:12, modificato 1 volta in totale.
adj
 

Re: Miniatura croce Sacri itineris

Messaggioda adj » sabato 30 luglio 2011, 23:10

Valentino ha scritto:Oblazione prevista:

- Medaglia di oro: 250 US $
- Medaglia di argento: 200 US $
- Medaglia di bronzo: 150 US $


Do ut des?


Con 1000 USD (meno di 700 Eur) si possono quindi collezionare 4 Medaglie in oro, oppure un bel kit composto da 2 Medaglie oro, una argento e due bronzo.
Se pensate che stia celiando, beh... ho recentemente visto un falerifero indossarne contemporaneamente almeno 3 (forse anche quattro, non ricordo con certezza) di varie classi (e miniature, tanto per restare in tema).
adj
 

Re: Croce "sacri itineris hierosolymitani"

Messaggioda cassinelli » sabato 30 luglio 2011, 23:18

... direi "faleromane"...

Per "stemperare" la cosa, propongo questa "particolarità" (nastro triangolare con "Croce miniaturizzata"):

Immagine
Alessio Cassinelli Lavezzo
Avatar utente
cassinelli
 
Messaggi: 1912
Iscritto il: martedì 26 dicembre 2006, 21:40
Località: Milano

Re: Croce "sacri itineris hierosolymitani"

Messaggioda nicolad72 » domenica 31 luglio 2011, 11:19

All'austriaca...

Quantomeno, nella lex propria, non si parla di come la croce debba essere sospesa al nastro [king.gif]
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10924
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: Croce "sacri itineris hierosolymitani"

Messaggioda ninocento » lunedì 1 agosto 2011, 14:29

Ma a questo punto scusate la mia insistenza e la mia ignoranza in materia ma qua si è continuamente parlato di assenza di atti normativi che regolano la miniatura della Sacri Itineris, ma rileggendo il decreto di istituzione dell'onorificenza (che riporto di seguito) non trovo riscontri in merito a misure o divieto di miniature, ma si parla solo del tipo di croce, delle immagini riprodotte, del colore del nastro, di quando deve essere indossata, etc...ma nulla a che vedere con dimensioni o miniature...pertanto mi pongo un dubbio...ma in quale altre insegne di merito, medaglie o decorazioni cavalleresche gli statuti parlano delle miniature o che le prevedano? io dico che in molti di questi decreti di istituzione di insegne o medaglie al merito, al valore etc.. non si parli minimamente di miniature o nastrini eppure molti le indossano anche di ordini rinomati e benemeriti...pertanto lascio a voi la conseguente deduzione, in caso contrario portatemi tutti i decreti di istituzione delle insegne di tutti gli ordini cavallereschi riconosciuti al mondo e di tutte le decorazioni e medaglie dove oggi si sfoggia il nastrino e la miniatura, ma dove non si parli affatto delle loro istituzione o del loro divieto di porto. Grazie

Questa insegna prende la forma della croce detta Croce di Gerusalemme.

Questi i criteri con i quali devono essere coniate
Da un lato, nel mezzo dove le aste s’incrociano, è scolpita una piccola effige di Leone XIII, con l’iscrizione Leo XIII P.M. creavit, Anno MCM (Istituita da Papa Leone XIII, anno 1900). Intorno intorno, su ciascuna delle aste della croce più grande, sono rappresentati i misteri dell’Annunciazione di Maria Santissima, la Natività del Signore, il suo Battesimo, l’istituzione dell’Eucaristia. Vi si legge questa espressione: L’amore di Cristo Crocifisso ci ha attirato - Christi Amor Crucifixi traxit nos.
Dall’altro lato, al centro della Croce, c’è l’immagine di Cristo Risorto; intorno: Gesù che prega al Getsemani, Gesù flagellato, Coronato di spine, Crocifisso. All’estremità si legge: Ricordo del pellegrinaggio in Terra Santa - Signum Sacri Itineris Hierosolymitani.
Questa insegna sacra dovrà essere portata sulla parte sinistra del petto, pendente da una fascetta di seta rossa, listata al centro da quattro strisce cerulee; i bordi saranno segnati da una linea bianca, rigata a centro in giallo-scuro.
Queste croci saranno coniate in bronzo, in argento o in oro; e saranno concesse a ciascuno secondo il grado e il titolo proprio, secondo il posto occupato nella direzione del pellegrinaggio, e il merito per benefici resi ai Luoghi Santi. Chi per due volte avrà compiuto il suo pellegrinaggio, ha diritto ad essere decorato con la croce d’argento.
Il diritto di conferire questa insegna sacra spetta al Rev.mo Padre Custode di Terra Santa, che, in nome del Sommo Pontefice ne decorerà, con relativo Diploma, i pellegrini: privatamente, se si tratta di pellegrini isolati, o in pubblico e solennemente per i gruppi numerosi.
Per essere decorati con questa Insegna sacra sono richieste alcune condizioni: il pellegrino dovrà essere munito di lettera di referenze del proprio parroco, firmata dall’Ordinario, che attesti l’onestà dei suoi costumi e che ha intrapreso il pellegrinaggio a scopo di devozione; dovrà inoltre lasciare, per la conservazione dei Luoghi Santi, un’offerta di dieci franchi, in aggiunta al prezzo della croce. Questa Insegna sacra si può portare pubblicamente soltanto nelle solennità di culto, nelle processioni o pellegrinaggi, e alla presenza del Sommo Pontefice.


Vi riporto anche il:

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 30 marzo 2001, n.173
Regolamento recante modifica dell'articolo 14 del decreto del Presidente della Repubblica 13 maggio 1952, n. 458, in materia di caratteristiche delle decorazioni per le classi di onorificenze. (GU n. 113 del 17-5-2001)

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Visti gli articoli etc...etc....
Sulla proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri;

Emana il seguente regolamento:

Art. 1.

Modifiche al decreto del Presidente della Repubblica 13 maggio 1952, n. 458

1. L'articolo 14 del regolamento emanato con decreto del Presidente della Repubblica 13 maggio 1952, n. 458, e' sostituito dal seguente: "Art. 14. - Le caratteristiche delle decorazioni per le rispettive classi di cui all'articolo 3, primo e secondo comma, della legge 3 marzo 1951, n. 178, sono specificate nell'allegato al presente decreto.".

2.L'allegato al regolamento emanato con decreto del Presidente della Repubblica 13 maggio 1952, n. 458, e' sostituito dal seguente:

Allegato (previsto dall'articolo 14)

A

La decorazione di 1a classe (Cavaliere di Gran Croce) e' costituita da:

1. una croce patente ritondata smaltata di bianco, filettata d'oro, della misura di mm 52, attraversante due rami di ulivo e di quercia d'oro, fruttati dello stesso, posti in cerchio. La croce e' caricata al centro da uno scudetto circolare d'oro, bordato d'azzurro, recante, nel recto, l'emblema della Repubblica italiana d'oro e, all'interno della bordatura, la scritta in lettere lapidarie maiuscole romane al merito della repubblica; nel verso, l'effigie a sbalzo dell'Italia turrita d'oro e, all'interno della bordatura, le scritte in lettere lapidarie maiuscole romane d'oro, nella semiarea superiore patriae unitati, in quella inferiore civium libertati. La croce va appesa ad una fascia di seta dalla spalla destra al fianco sinistro. La fascia di mm 101 di altezza e' verde bandiera con una lista di rosso per lato di mm 9. Il verde ed il rosso rappresentano i colori dell'Ordine;

2. una placca del diametro di mm 85 a forma di raggiera convessa d'argento, costituita da otto gruppi di raggi ciascuno intagliati a punta di diamante, con sovrapposta al centro la croce uguale a quella gia' descritta. La placca si porta sul petto a sinistra.
Le insegne di Gran Cordone hanno la placca di cui al punto 2. della lettera A) dorata; nei casi previsti, la decorazione dell'Ordine e' appesa a un collare d'oro costituito da maglie di elementi mistilinei.
Identiche caratteristiche hanno le decorazioni di 1a classe per le Signore, con l'unica differenza che la fascia e' di 82 mm di altezza.

B

La decorazione di 2a classe (Grande Ufficiale) e' costituita da:

1. una croce dalle stesse caratteristiche della decorazione di 1a classe; essa va portata al collo appesa adun nastro dei colori dell'Ordine di mm 50 di altezza; con le due liste laterali di rosso di 4 mm ciascuna, poste come sub A);

2. una placca del diametro di mm 80 a forma di raggiera convessa, costituita da quattro gruppi di raggi d'argento intagliati a punta di diamante e caricata al centro dalla croce dell'Ordine descritta sub A.
La decorazione di 2a classe per le Signore e' identica a quella descritta per gli uomini: la croce, pero, viene appuntata sotto la spalla sinistra appesa ad un fiocco di nastro dei colori dell'Ordine.

C

La decorazione di 3a classe (Commendatore) consiste nella sola croce appesa al nastro con i colori dell'Ordine da portarsi al collo, uguale a quella della 2a classe.
Per le Signore, la decorazione di 3a classe e' identica a quella descritta per gli uomini; essa va appuntata sotto la spalla sinistra appesa ad un fiocco di nastro dei colori dell'Ordine.

D

La decorazione di 4a classe (Ufficiale) consiste nella croce uguale a quella di 3a classe, ma con i bracci dorati e della misura di mm 40, appesa ad un nastro con i colori dell'Ordine di mm 37 di altezza, con le due liste laterali di rosso di mm 3 ciascuna, poste come sub A); essa va portata appuntata al lato sinistro del petto.
La decorazione di 4a classe per le Signore e' identica a quella descritta per gli uomini: la croce, pero, viene appuntata sotto la spalla sinistra, appesa ad un fiocco di nastro dei colori dell'Ordine. E La decorazione di 5a classe (Cavaliere) consiste nella croce uguale a quella di 4a classe, ma con i bracci argentati, appesa al medesimo nastro; essa va portata appuntata al lato sinistro del petto. La decorazione di 5a classe per le Signore e' identica a quella descritta per gli uomini: la croce, pero, viene appuntata sotto la spalla sinistra appesa ad un fiocco di nastro dei colori dell'Ordine.

Art. 2.

Disposizione transitoria

1. L'uso delle insegne dell'Ordine "Al merito della Repubblica italiana", conformi al modello di cui all'allegato sostituito dal presente decreto, e' consentito senza limitazione alcuna.
Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sara' inserito nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

Dato a Roma, addi' 30 marzo 2001
CIAMPI
Amato, Presidente del Consiglio dei Ministri


Ditemi dove si parla di miniatura??????? credo che sia lo stesso a quello della Sacri Itineris, anzi in quella dell'onorificenza di Terra Santa non parla neppure di misure!!!!!! Ma di quali lex proprie parlate????
ANTUDO «Animus Tuus Dominus»
Avatar utente
ninocento
 
Messaggi: 90
Iscritto il: sabato 13 novembre 2010, 21:48

Re: Croce "sacri itineris hierosolymitani"

Messaggioda nicolad72 » lunedì 1 agosto 2011, 15:26

Gli atti normativi in genere descrivono e prevedono le "grandi insegne" e solo quelle. Al massimo in qualche caso il "nastrino". Quando poi vengono realizzati i bozzetti ufficiali delle insegne, invece si può vedere la parure completa: rosetta per gli uomini e spillina per le donne, ridotta, nastrino.
Ad esempio per l'OSSI questo è il bozzetto ufficiale delle insegne da Cavaliere

Immagine

questo è il bozzetto ufficiale delle insegne da Cavaliere OMRI

Immagine

in entrambi i casi la normativa si limita (come sempre o quasi) avviene le insegne principali, ma non le alternative a queste.

Lo stesso è stato fatto con il Signum Sacri Itineris Hierosolymitani, ove il decreto istitutivo descrive la foggia delle insegne, poi con la stessa lettera con cui si inviava al Custode di terra santa il decreto istitutivo, e della cosa se ne da menzione nella lettera - già pubblicata in questa discussione alla stregua del decreto istitutivo -, si allegava una copia delle insegne, e quella copia non prevedeva altra insegna se non quella grande, che viene distribuita dalla Custodia, quindi non è previsto per questo segno, né il nastrino, nè la ridotta, nè alcun distintivo da appendere al bavero della giacca, perchè la Santa Sede - che ha istituito questo segno - mai ha previsto questa alternativa.
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10924
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: Croce "sacri itineris hierosolymitani"

Messaggioda fabione 66 » lunedì 1 agosto 2011, 15:37

Sig.Ninocento

fabione 66 ha scritto:fabione 66 ha scritto:
Unisco inoltre una delle medaglie conforme al modello approvato da Sua Santità, ...omissis....
eseguite dall’orefice che ne ha eseguito la decorazione..........e ne conserva la matrice."......


"E ne conserva la matrice"


Una matrice è unica di un tale conio

aggiungo

http://www.governo.it/Presidenza/cerimo ... iende.html

Saluti
Fabio
ci sono molte medaglie testimoni dell'incapacità degli stati a governare ...poche della capacità a fraternizzare... quali emularne le gesta ?
fabione 66
 
Messaggi: 1974
Iscritto il: venerdì 29 ottobre 2010, 10:53

Re: Croce "sacri itineris hierosolymitani"

Messaggioda cassinelli » lunedì 1 agosto 2011, 19:51

Ecco un particolare ricavato da una foto di circa quarant'anni fa...

Se non mi sbaglio, quella centrale dovrebbe essere la miniatura della "Sacri Itineris"...

Cosa ne pensate?

Ho dei dubbi sul nastro...

Immagine
Alessio Cassinelli Lavezzo
Avatar utente
cassinelli
 
Messaggi: 1912
Iscritto il: martedì 26 dicembre 2006, 21:40
Località: Milano

Re: Croce "sacri itineris hierosolymitani"

Messaggioda adj » lunedì 1 agosto 2011, 20:37

cassinelli ha scritto:Ho dei dubbi sul nastro...

Ma, dato il viraggio di colore della foto, il nastro mi pare ci possa stare.
Personalmente ho qualche dubbio in più proprio sulla croce, che sembrerebbe smaltata, o comunque troppo "bianca", ma forse anche questo è un effetto del degrado della foto.
adj
 

Re: Croce "sacri itineris hierosolymitani"

Messaggioda Tilius » martedì 2 agosto 2011, 0:19

cassinelli ha scritto:... direi "faleromane"...

Per "stemperare" la cosa, propongo questa "particolarità" (nastro triangolare con "Croce miniaturizzata")

La crocetta "miniaturizzata" non é una Sacri Itineris ma solo uno spillino turistico-devozionale.
Idem per la barretta.
Il tutto appiccicato impropriamente al nastro della croce, piegato all'austriaca con risultato in questo caso - per quanto io ami il dreiecksband - francamente discutibile. [thumbdown.gif]
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12821
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Croce "sacri itineris hierosolymitani"

Messaggioda Tilius » martedì 2 agosto 2011, 0:23

adj ha scritto:
cassinelli ha scritto:Ho dei dubbi sul nastro...

Ma, dato il viraggio di colore della foto, il nastro mi pare ci possa stare.
Personalmente ho qualche dubbio in più proprio sulla croce, che sembrerebbe smaltata, o comunque troppo "bianca", ma forse anche questo è un effetto del degrado della foto.


Se mia nonna avesse le ruote sarebbe una carriola... (...ma magari é l'effetto del degrado della foto... [dev.gif] )

Assomiglia di più a un merito sansepolcrense (solo che dovrebbe essere smaltata di rosso e non di bianco...)
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12821
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Croce "sacri itineris hierosolymitani"

Messaggioda cassinelli » martedì 2 agosto 2011, 8:51

Tilius ha scritto:Assomiglia di più a un merito sansepolcrense (solo che dovrebbe essere smaltata di rosso e non di bianco...)


Mi pare poco simile...

Immagine
Alessio Cassinelli Lavezzo
Avatar utente
cassinelli
 
Messaggi: 1912
Iscritto il: martedì 26 dicembre 2006, 21:40
Località: Milano

PrecedenteProssimo

Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti