l’Honorable Order of Kentucky Colonels

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Tilius, Mario Volpe, nicolad72

Messaggioda pompiere » mercoledì 15 giugno 2005, 23:10

Grazie mille.
E' disponibile solo su abbonamento?
Sarebbe cosìgentile da indicarmi i costi?
Grazie!
cordialmente
Pompiere
Avatar utente
pompiere
 
Messaggi: 232
Iscritto il: giovedì 10 marzo 2005, 14:38

Messaggioda pierfe » giovedì 16 giugno 2005, 18:14

pompiere ha scritto:Grazie mille.
E' disponibile solo su abbonamento?
Sarebbe cosìgentile da indicarmi i costi?
Grazie!
cordialmente
Pompiere


Il Mondo del Cavaliere è la rivista della Commissione Internazionale permanente per lo studio degli Ordini cavallereschi, ed è la voce dell'Associazione Insigniti Onorificenze Cavalleresche.
La rivista è un trimestrale ed i modi per ricervela sono i seguenti:
1) semplice abbonamento il costo annuale è Euro 31
2) iscrizione in qualità di socio all'Associazione Insigniti Onorificenze Cavalleresche http://www.icocregister.org/aioc/programma.htm . In questo caso oltre alla rivista Il Mondo del Cavaliere si riceve anche il Notiziario semestrale AIOC. Il costo è di Euro 26,00 (ovvero meno del semplice abbonamento, questo perchè noi preferiamo l'associazione e quindi la partecipazione ad una organizzazione seria).
Coloro che voglio associarsi debbono compilare la domanda di ammissione http://www.icocregister.org/aioc/domanda.htm
Fra l'altro sino ad oggi Il Mondo del Cavaliere è l'unica rivista al mondo che tratta la materia premiale.
Pier Felice degli Uberti
Pier Felice degli Uberti
Sine virtute nulla nobilitas
pierfe
Presidente IAGI
 
Messaggi: 2045
Iscritto il: domenica 12 gennaio 2003, 2:11
Località: Bologna

Messaggioda pompiere » giovedì 16 giugno 2005, 18:36

La ringrazio per la cortese e cortesissima risposta.
Nel mio caso io non ho finora avuto il piacere di essere insignito di ordini cavallereschi ma solo di alcuni sistemi premiali degli Stati Uniti.
Cio' è sufficente ad essere ammessi nella vostra stimabile associazione?
Perdoni se approfitto della sua cortesia.
Grazie
Pompiere
Avatar utente
pompiere
 
Messaggi: 232
Iscritto il: giovedì 10 marzo 2005, 14:38

Messaggioda Davide Zamboni » venerdì 17 giugno 2005, 1:06

Cari amici,
leggo con molto interesse queste pagine dedicate ai Kentucky Colonels. I sistemi premiali USA sono un argomento veramente interessante ed importante nel panorama delle distintinzioni onorifiche internazionali. Secondo me è giusto che abbiano, come sottolineato nei post precedenti, il giusto rilievo e prestigio a livello nazionale soprattutto in sodalizi seri come l'AIOC.

Inserisco una foto della Seconda guerra mondiale che ritrae un bombardiere USA battezzato con il nome di KENTUCKY COLONEL a conferma di quanto questo titolo ed ordine sia importante negli Stati Uniti.


Immagine


Ciao a tutti
Davide Zamboni
 
Messaggi: 16
Iscritto il: domenica 5 giugno 2005, 12:44

Messaggioda pierfe » venerdì 17 giugno 2005, 11:46

pompiere ha scritto:La ringrazio per la cortese e cortesissima risposta.
Nel mio caso io non ho finora avuto il piacere di essere insignito di ordini cavallereschi ma solo di alcuni sistemi premiali degli Stati Uniti.
Cio' è sufficente ad essere ammessi nella vostra stimabile associazione?
Perdoni se approfitto della sua cortesia.
Grazie
Pompiere


L'AIOC ammette i soci come:
Soci Ordinari quando sono insigniti di ordini cavallereschi, onorificenze, sistemi premiali concessi da Stati sovrani riconosciuti nella comunità internazionale delle Nazioni. Un sistema premiale se proveniente da una autorità statale non ha nulla di meno di una onorificenza o decorazione, quindi noi li consideriamo validi per l'ammissione come socio ordinario. Aggiungo noi consideriamo soci ordinari anche i membri delle Guardie d'Onore alle Reali Tombe del Pantheon (se leggete gli statuti per accedere era necessaria la croce al merito di guerra...).
Soci Aggregati quando amano la materia cavalleresca e premiale e al momento non sono insigniti di nulla.
Ma noi facciamo 2 distinzioni:
Soci Ordinari ovvero quelli che ne hanno pieno diritto
Soci Aggrettati ovvero quelli che pur amando la materia ed applicando i principi di serietà per il momento non hanno concessioni
Pier Felice degli Uberti
Pier Felice degli Uberti
Sine virtute nulla nobilitas
pierfe
Presidente IAGI
 
Messaggi: 2045
Iscritto il: domenica 12 gennaio 2003, 2:11
Località: Bologna

Messaggioda pompiere » lunedì 27 giugno 2005, 13:02

Grazie delle preziose informazioni.
Provvederò al tesseramento, credo visto che ormai siamo quasi a Luglio sia meglio provvedere a Gennaio con il tesseramento 2006.
Grazie mille!
Avatar utente
pompiere
 
Messaggi: 232
Iscritto il: giovedì 10 marzo 2005, 14:38

Messaggioda pompiere » lunedì 15 agosto 2005, 9:45

Mi chiedevo.... ma è corretto per gli insigniti usare questa formula:

Colonnello (on.) NOME COGNOME ????
Dat virtus locum flammaeque recedunt
(Motto della Federazione Tecnica dei Corpi Pompieri Italiani 1899-1937)
Avatar utente
pompiere
 
Messaggi: 232
Iscritto il: giovedì 10 marzo 2005, 14:38

Messaggioda pierfe » lunedì 15 agosto 2005, 12:37

pompiere ha scritto:Mi chiedevo.... ma è corretto per gli insigniti usare questa formula:

Colonnello (on.) NOME COGNOME ????


In Italia certamente non è corretto l'esatta formula è:
1) Titolo accademico se posseduto, nome e cognome, Kentucky Colonel
2) nome e cognome, Kentucky Colonel

esempio
Dott. Giovanni Rossi
Kentucky Colonel

oppure
Giovanni Rossi
Kentucky Colonel

Nell Stato del Kentucky l'uso e differente

Colonel Giovanni Rossi
Ma questo è seriamente possibile solo nel Kentucky!

Pier Felice degli Uberti
Pier Felice degli Uberti
Sine virtute nulla nobilitas
pierfe
Presidente IAGI
 
Messaggi: 2045
Iscritto il: domenica 12 gennaio 2003, 2:11
Località: Bologna

Messaggioda pierfe » lunedì 15 agosto 2005, 12:37

pompiere ha scritto:Mi chiedevo.... ma è corretto per gli insigniti usare questa formula:

Colonnello (on.) NOME COGNOME ????


In Italia certamente non è corretto l'esatta formula è:
1) Titolo accademico se posseduto, nome e cognome, Kentucky Colonel
2) nome e cognome, Kentucky Colonel

esempio
Dott. Giovanni Rossi
Kentucky Colonel

oppure
Giovanni Rossi
Kentucky Colonel

Nell Stato del Kentucky l'uso e differente

Colonel Giovanni Rossi
Ma questo è seriamente possibile solo nel Kentucky!

Pier Felice degli Uberti
Pier Felice degli Uberti
Sine virtute nulla nobilitas
pierfe
Presidente IAGI
 
Messaggi: 2045
Iscritto il: domenica 12 gennaio 2003, 2:11
Località: Bologna

Messaggioda pompiere » lunedì 15 agosto 2005, 13:16

Grazie mille! Come sempre preciso ed esauriente!
Dat virtus locum flammaeque recedunt
(Motto della Federazione Tecnica dei Corpi Pompieri Italiani 1899-1937)
Avatar utente
pompiere
 
Messaggi: 232
Iscritto il: giovedì 10 marzo 2005, 14:38

Messaggioda pompiere » giovedì 17 novembre 2005, 13:19

Comunico che l'associazione che riunisce i Colonnelli ha modificato la propria medaglia di benemerenza.
Dat virtus locum flammaeque recedunt
(Motto della Federazione Tecnica dei Corpi Pompieri Italiani 1899-1937)
Avatar utente
pompiere
 
Messaggi: 232
Iscritto il: giovedì 10 marzo 2005, 14:38

Messaggioda Lord Acton » giovedì 17 novembre 2005, 13:38

Credo che ogni tanto ne emettano una diversa... ho avuto modo esaminarne più di un modello.

Milord
Lord Acton
 
Messaggi: 2885
Iscritto il: giovedì 10 aprile 2003, 13:42
Località: Napoli

Informazioni

Messaggioda spinnaker » giovedì 23 agosto 2007, 14:40

Egregio Presidente,

scusandomi per la riapertura di questo argomento, Le chiedo se quanto citato
pierfe ha scritto:
pompiere ha scritto:Mi chiedevo.... ma è corretto per gli insigniti usare questa formula:

Colonnello (on.) NOME COGNOME ????


In Italia certamente non è corretto l'esatta formula è:
1) Titolo accademico se posseduto, nome e cognome, Kentucky Colonel
2) nome e cognome, Kentucky Colonel

esempio
Dott. Giovanni Rossi
Kentucky Colonel

oppure
Giovanni Rossi
Kentucky Colonel

Nell Stato del Kentucky l'uso e differente

Colonel Giovanni Rossi
Ma questo è seriamente possibile solo nel Kentucky!

Pier Felice degli Uberti


è suffragato da norma, e nel caso affermativo quale.

Grazie
Con osservanza.

Spinnaker
Avatar utente
spinnaker
 
Messaggi: 385
Iscritto il: venerdì 26 gennaio 2007, 19:02

Re: Informazioni

Messaggioda pierfe » giovedì 23 agosto 2007, 17:32

spinnaker ha scritto:Egregio Presidente,

scusandomi per la riapertura di questo argomento, Le chiedo se quanto citato
pierfe ha scritto:
pompiere ha scritto:Mi chiedevo.... ma è corretto per gli insigniti usare questa formula:

Colonnello (on.) NOME COGNOME ????


In Italia certamente non è corretto l'esatta formula è:
1) Titolo accademico se posseduto, nome e cognome, Kentucky Colonel
2) nome e cognome, Kentucky Colonel

esempio
Dott. Giovanni Rossi
Kentucky Colonel

oppure
Giovanni Rossi
Kentucky Colonel

Nell Stato del Kentucky l'uso e differente

Colonel Giovanni Rossi
Ma questo è seriamente possibile solo nel Kentucky!

Pier Felice degli Uberti


è suffragato da norma, e nel caso affermativo quale.

Grazie


In USA i sistemi premiali hanno pochissime norme scritte e neppure gli statuti esistono in molti sistemi premiali, perchè ogni successore nell'autorità fa come vuole.
Nel Kentucky questo uso è suffragato dalla tradizione, e tutti fanno così
Pier Felice degli Uberti
Pier Felice degli Uberti
Sine virtute nulla nobilitas
pierfe
Presidente IAGI
 
Messaggi: 2045
Iscritto il: domenica 12 gennaio 2003, 2:11
Località: Bologna

Messaggioda Lord Acton » giovedì 23 agosto 2007, 18:52

Giusto...

Esattamente come da noi si usa premettere il "Cav." o il "Comm." sui biglietti da visita, sui quali, se non diversamente specificato, si intende di essere decorati dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Lord Acton
Amiamo il servizio straordinario... le imprese giudicate assurde o impossibili (A. Dumas)
Lord Acton
 
Messaggi: 2885
Iscritto il: giovedì 10 aprile 2003, 13:42
Località: Napoli

PrecedenteProssimo

Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 1 ospite