"Sovrano Ordine di Malta"... e il "militare" dove è finito?

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Tilius, Mario Volpe, nicolad72

Re: "Sovrano Ordine di Malta"... e il "militare" dove è fini

Messaggioda Elmar Lang » venerdì 19 maggio 2017, 23:30

La sigla "SOM" esiste già, ed è quella delle officine ottiche Berthiot, ove l'acronimo significa "Societé Optique et Méchanique".

Al di là delle varie opinioni, credo che la verità stia esattamente nel fatto che la parola "militare", per la moda attuale vada aborrita, eliminata, cancellata, sepolta e dimenticata, all'insegna del mieloso, ipocrita "volemosebbene" oggidì imperante.

Tanto, ben altre milizie, ciecamente determinate, sono pronte a far strame della nostra misericordia.

Scuserete la secchezza del mio dire.

E.L.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2418
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: "Sovrano Ordine di Malta"... e il "militare" dove è fini

Messaggioda Sacha Fornaciari » sabato 20 maggio 2017, 6:40

Già... a Udine qualche anno fa è stata cambiata l'intitolazione di "Piazzale Cadorna", trasformato nel più neutro "Piazzale Unità d'Italia"...
A proposito, in Friuli SOM sta per Società Oli Minerali.

Sacha Fornaciari
Sacha Fornaciari
 
Messaggi: 25
Iscritto il: domenica 5 febbraio 2017, 19:48
Località: Udine

Re: "Sovrano Ordine di Malta"... e il "militare" dove è fini

Messaggioda Cav.OSSML » sabato 20 maggio 2017, 6:57

Elmar Lang ha scritto:La sigla "SOM" esiste già, ed è quella delle officine ottiche Berthiot, ove l'acronimo significa "Societé Optique et Méchanique".

Al di là delle varie opinioni, credo che la verità stia esattamente nel fatto che la parola "militare", per la moda attuale vada aborrita, eliminata, cancellata, sepolta e dimenticata, all'insegna del mieloso, ipocrita "volemosebbene" oggidì imperante.

Tanto, ben altre milizie, ciecamente determinate, sono pronte a far strame della nostra misericordia.

Scuserete la secchezza del mio dire.

E.L.

Perfettamente d'accordo.
L'essenziale oggi è non chiamare le cose con il loro nome.
Mai dire ad esempio guerra.
Le guerre sono diventate missioni di pace per esportare la cd. democrazia e vengono condotte da soldati di pace.
Le tradizioni sono le patenti di nobilità dei popoli.
Avatar utente
Cav.OSSML
 
Messaggi: 159
Iscritto il: giovedì 29 settembre 2011, 15:40
Località: Castrum Maiense

Re: "Sovrano Ordine di Malta"... e il "militare" dove è fini

Messaggioda pierpu » sabato 20 maggio 2017, 9:07

permettetemi: che la formula "Sovrano Militante Ordine di Malta" possa essere una formula proponibile, in questo periodo di riforme statutarie, destinata a diventare futura?
sarebbe il linea con l'impegno concreto quotidiano dei suoi Membri e forse più aderente all'attuale dato carismatico dell'ordine, senza perdere un riferimento sostanziale storico alle gesta passate...
"Non è nei titoli di onorificenza che alberga sapienza, scienza e valenza; spesso in quella danza che prima del nome avanza, si cela la più cieca ignoranza".
Avatar utente
pierpu
 
Messaggi: 162
Iscritto il: domenica 9 dicembre 2012, 13:32
Località: Toscana

Re: "Sovrano Ordine di Malta"... e il "militare" dove è fini

Messaggioda Romegas » sabato 20 maggio 2017, 10:04

Improponibile e alquanto bruttino. Purtroppo lo SMOM rischia di conformarsi ai tempi non recependo le parole di San Paolo e questo non va bene. Tra poco , se continua così, sparirà anche il termine "Sacro" per il Costantiniano.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 3880
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: "Sovrano Ordine di Malta"... e il "militare" dove è fini

Messaggioda Egon von Kaltenbach » sabato 20 maggio 2017, 10:25

A ognuno le sue colpe. Quelle dei cattolici sono anche troppo pubblicizzate, mentre quelle degli immacolati protestanti sono messe da tutti in sordina, ma una ne hanno che domina ogni loro agire ed è l'ipocrisia. Tant'è che è loro l'invenzione del politicamente corretto, in forza del quale, stanno imponendo un'ideologia insopportabile e così pervasiva da coinvolgere anche i più riottosi in un nauseante vortice eversivo la cui forza d'influenza supera le passate imprese della dialettica marxista.
Egon von Kaltenbach
 
Messaggi: 200
Iscritto il: sabato 6 ottobre 2012, 21:08

Re: "Sovrano Ordine di Malta"... e il "militare" dove è fini

Messaggioda adj » sabato 20 maggio 2017, 11:37

pierpu ha scritto:permettetemi: che la formula "Sovrano Militante Ordine di Malta" possa essere una formula proponibile, in questo periodo di riforme statutarie, destinata a diventare futura?
sarebbe il linea con l'impegno concreto quotidiano dei suoi Membri e forse più aderente all'attuale dato carismatico dell'ordine, senza perdere un riferimento sostanziale storico alle gesta passate...

A me pare che l'unica cosa che così non si perderebbe sia la "M".
adj
 
Messaggi: 3796
Iscritto il: domenica 21 gennaio 2007, 19:21
Località: Torino

Re: Modifiche alla Carta e al Codice dello SMOM

Messaggioda adj » sabato 20 maggio 2017, 11:44

T.G.Cravarezza ha scritto:
adj ha scritto:2) Militare: in effetti non combatte più da un bel po' di anni... ma forse non proprio da 200: come la mettiamo con il Corpo Militare? (mi stupisce che proprio tu, Tomaso paia dimenticarlo; e proprio questo andrebbe allora per prima cosa abolito, non un appellativo che configura una continuità storica)

Con tutto il rispetto per il Corpo Militare EI-ACISMOM, paragonarlo all'epopea militare dei cavalieri dell'Ordine dalla sua fondazione alla fine del '700, lo trovo un poco inopportuno e ingiusto.
Inoltre il Corpo Militare EI-ACISMOM non è un "corpo militare" dell'Ordine inteso come Stato, ma è la militarizzazione del personale civile di un'Associazione Nazionale dell'Ordine al fine di assistere la Forza Armata Esercito dello Stato Italiano in caso di guerra o necessità. Quindi giustificare il "militare" odierno dell'Ordine per la presenza di tale Corpo.... lo trovo un poco eccessivo. Ripeto, pur lodando l'importante contributo dato dal Corpo Militare EI-ACISMOM nei suoi 140 anni di vita (di cui 108 con le stellette).

Che non regga il paragone tra l'epopea militare dei cavalieri dell'Ordine e l'attuale Corpo Militare EI-ACISMOM è pacifico.
Quello che volevo sottolineare è che si tratta pur sempre di un qualcosa di militare.
Se i vertici - magari un po' smussati - dell'Ordine tanto si vergognano della sua gloriosa tradizione militare, non si capisce perché si compiacciano di tenere in vita un qualcosa di apertamente militaresco, per giunta nella situazione odierna abbastanza inutile, oltreché con un vago aroma - siamo sinceri - da operetta.
adj
 
Messaggi: 3796
Iscritto il: domenica 21 gennaio 2007, 19:21
Località: Torino

Re: "Sovrano Ordine di Malta"... e il "militare" dove è fini

Messaggioda Romegas » sabato 20 maggio 2017, 12:07

Questa volta dissento, adj. Paragonare il corpo militare a qualcosa simile ad ina operetta è offensivo e nulla a che vedere con i vertici che cercano di nascondere il termine "militare" per motivi assai discutibili.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 3880
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: "Sovrano Ordine di Malta"... e il "militare" dove è fini

Messaggioda Elmar Lang » sabato 20 maggio 2017, 12:23

In Germania, secondo recente normativa federale, alle fiere-mercato ove venissero esposti cimeli o oggetti storico-militari oppure armi, antiche o moderne, non è consentito l'ingresso dei minori, anche se accompagnati.

Nei musei storico-militari, o nei quali fossero esposte armi (antiche o moderne) l'ingresso ai minori è consentito, ma solo se accompagnati da un adulto di almeno 35 anni di età.

E' quindi comprensibile se l'Ordine di Malta voglia adeguarsi ad un sentire ormai internazionale, che mette in salvo le giovani generazioni dal rischio di traumi psichici, fòmiti di ogni sventura.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2418
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: "Sovrano Ordine di Malta"... e il "militare" dove è fini

Messaggioda adj » sabato 20 maggio 2017, 14:17

Romegas ha scritto:Questa volta dissento, adj. Paragonare il corpo militare a qualcosa simile ad ina operetta è offensivo e nulla a che vedere con i vertici che cercano di nascondere il termine "militare" per motivi assai discutibili.

Ovviamente la mia era una provocazione: se ci si vergogna così tanto dei trascorsi militari gloriosi, tanto da modificare in modo più o meno ufficiale o ufficioso il nome stesso dell'Ordine (resta la sigla SMOM che non si capisce più di cosa sia acrostico), bisognerebbe iniziare col rinunciare all'esistenza di un corpo militare che, come ha riconosciuto Cravarezza stesso, è inopportuno e ingiusto "paragonarlo all'epopea militare dei cavalieri dell'Ordine dalla sua fondazione alla fine del '700".
Forse (e anche senza forse) il termine operetta è offensivo, magari a sua volta ingiusto. Spiegatemi però voi, in questi tempi di eserciti di professionisti e di corpi speciali, cosa serva un corpo militare per la massima parte formato di persone - a essere generosi - a mezzo servizio, che in genere indossano la divisa solo per occasioni di rappresentanza (e non si sa bene se dell'Ordine o di se stessi).

[offtopic.gif] Sto diventando cattivo (più di quanto già fossi) e ipercritico (idem), ma non vedo motivi per non esserlo.
adj
 
Messaggi: 3796
Iscritto il: domenica 21 gennaio 2007, 19:21
Località: Torino

Re: "Sovrano Ordine di Malta"... e il "militare" dove è fini

Messaggioda Egon von Kaltenbach » sabato 20 maggio 2017, 15:41

Elmar Lang ha scritto:In Germania, secondo recente normativa federale, alle fiere-mercato ove venissero esposti cimeli o oggetti storico-militari oppure armi, antiche o moderne, non è consentito l'ingresso dei minori, anche se accompagnati.

Nei musei storico-militari, o nei quali fossero esposte armi (antiche o moderne) l'ingresso ai minori è consentito, ma solo se accompagnati da un adulto di almeno 35 anni di età.

E' quindi comprensibile se l'Ordine di Malta voglia adeguarsi ad un sentire ormai internazionale, che mette in salvo le giovani generazioni dal rischio di traumi psichici, fòmiti di ogni sventura.

Non sapevo di questa novità germanica che poco mi stupisce: come ho scritto in altri interventi la situazione psichica di quel paese è come quella di qualcuno che sia stato stuprato. Inoltre le sue classi dirigenti tutto fanno per apparire "corrette" e "buone" oltre ogni ragionevole dire. La faccenda è tanto più ipocrita (ci risiamo) sia per la forte presenza protestante, sia per il confronto col clima geopolitico che stiamo vivendo. Clima che i più attenti tra noi ben sapranno di quanto possa essere potenzialmente prossimo al degenerare in eventi bellici di portata apocalittica: c'è chi parla tranquillamente di first strike (nucleare naturalmente!) e le minacce reciproche tra le maggiori potenze sono sottese a una situazione la cui staticità è solo apparenza. Quanto poi al preservare le giovani generazioni da quello che può accadere con risibili interdizioni giornalmente contraddette dalla violenza nella quale la nostra vita è permeata (linguaggio, spettacoli, cronache ...) fa davvero pena. Quel sentire internazionale qui evocato non è un sentire, ma una condotta imposta e intesa alla completa castrazione di ogni spirito di autonomia e di coscienza di sé, della propria storia e, soprattutto, della difesa del proprio ruolo nel mondo. Spesso mi chiedo come, in tutti questi eventi, non si veda, dal grande al piccolo, l'azione di una ben decisa mano che vuole annientare nei nostri paesi e nelle loro istituzioni ogni traccia della civiltà (religione, coltura, arte, bellezza ...) che li ha sinora caratterizzati.
Egon von Kaltenbach
 
Messaggi: 200
Iscritto il: sabato 6 ottobre 2012, 21:08

Re: Modifiche alla Carta e al Codice dello SMOM

Messaggioda Tilius » domenica 21 maggio 2017, 10:43

Romegas ha scritto:Mi sorprende che Tomaso preferisca una sigla che sa tanto di ordine farlocco già esistente.

E qui debbo concordare con Piero: LA FINE DEL MONDO É VICINAAAAAA!!! :D
Celie a parte, quegli aborti di sigle pseudo-farlocche (e quindi doppiamente farlocche), li hai partoriti tu o derivano da altra fonte?

Sull'elisione del termine Militare, il negare che sia divenuto obsoleto e quindi anche un poco ridicolo, é davvero nascondersi dietro a un dito.
La denominazione SMOM (tanto la sigla quanto la forma estesa cui la sigla si riferisce) é cosa, se non proprio creata (e io sospetti in tal senso li ho, supportati dall'evidenza documentaria), certo adottata in via larga e maggioritaria nell'Ottocento (assai recentemente, quindi), ed essa esprimeva, nel burocratese tipico dell'epoca, quel desiderio wannabe di ritorno alla sovranità militare piena, il quale, se era pia ilusione allora, é puro delirio fantascientifico oggi.
E la presenza del Corpo Militare o l'operare in teatri di guerra non giustifica certo l'uso del termine (in questa filosofia un po' malata anche la CRI potrebbe per assurdo essere definita una istituzione militare!)
Questo é il motivo per il quale ritengo che l'attaccamento all'acronimo SMOM sia l'espressione di un certo qual atteggiamento antistorico (che qualcuno potrebbe banalizzare in ignoranza della storia, ma che io vedo più come negazione), atteggiamento che diviene decuplicato quando si vada oltre e ci si fissi sulla M militare di quell'acronimo..
Ergo, finché il Militare é nascosto nell'acronimo SMOM ci può anche stare: meglio eliderlo pietosamento quando, nel discorso parlato e direi anche nei documenti scritti, si fanno ricorso a forme estese (forme estese che comunque non siano la denominazione formale e piena dell'Ordine, unico caso in cui, chiaramente, non può essere tralasciata alcuna parte).
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11556
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Modifiche alla Carta e al Codice dello SMOM

Messaggioda adj » domenica 21 maggio 2017, 11:11

Tilius ha scritto:Ergo, finché il Militare é nascosto nell'acronimo SMOM ci può anche stare: meglio eliderlo pietosamento quando, nel discorso parlato e direi anche nei documenti scritti, si fanno ricorso a forme estese (forme estese che comunque non siano la denominazione formale e piena dell'Ordine, unico caso in cui, chiaramente, non può essere tralasciata alcuna parte).

Beh, questo mi sa tanto, ma tanto di ipocrisia.
D'altronde, se bisogna adeguarsi il mondo, l'ipocrisia è un elemento essenziale.
adj
 
Messaggi: 3796
Iscritto il: domenica 21 gennaio 2007, 19:21
Località: Torino

Re: "Sovrano Ordine di Malta"... e il "militare" dove è fini

Messaggioda g.iaia » domenica 21 maggio 2017, 13:19

Mi permetterei sommessamente di sottolineare che il Corpo Militare non è espressione dello SMOM, ma solo della ACISMOM che i presenti ben sanno essere altra cosa rispetto all'Ordine. Questo è posto in evidenza anche dal fatto che chiunque, anche non membro dell'Ordine, può chiedere di arruolarsi nel Corpo. Conseguentemente, considerarlo espressione della "militarità" dello SMOM è per me formalmente scorretto.
"Non dormitabit neque dormiet....."
motto cardinalizio di S. Em.za Rev.ma il sign. Cardinale Alfonso Castaldo
g.iaia
 
Messaggi: 87
Iscritto il: giovedì 24 novembre 2005, 18:03
Località: Napoli

PrecedenteProssimo

Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 4 ospiti