Colori,sfondi e figure

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: mcs, Antonio Pompili

Colori,sfondi e figure

Messaggioda FP » venerdì 21 marzo 2003, 18:04

Carissimi amici,

vorrei sapere se una sbarra nera (presumibilmente diagonale da destra a sinistra che divide un blasone) è ricollegabile alla nascita di un figlio illeggittimo, visto che nella mia famiglia,che possiede questo stemma da 22 generazioni, si dice che fu la nascita di un figlio fuori dal matrimonio a determinarne la blasonatura.

Poi vorrei anche sapere generalmente che tipo di sfondo hanno negli stemmi gli astri come le stelle,il sole e la luna, o se hanno dei colori di sfondo a seconda del proprio colore

per es. luna d'oro=sfondo azzurro ecc...

Grazie per la collaborazione,
a risentirci.
~ Tua vivimus luce ~
FP
 
Messaggi: 1550
Iscritto il: giovedì 20 marzo 2003, 15:39

Messaggioda Messanensis » venerdì 21 marzo 2003, 18:28

In effetti la sbarra (che però va da sinistra a destra e non il contrario) poteva essere utilizzata come sbarra di bastardigia, ad indicare un ramo discendente da un figlio illegittimo. Inoltre secondo il Ginanni il nero è il più ignobile dei colori. Nonostante ciò non credo che una sbarra nera dia la certezza di discendere da un figlio illegittimo. Inoltre spesso le leggende familiari non hanno alcun fondamento storico, oppure nel corso dei secoli distorcono la vera realtà storica.
Quanto al colore di sfondo degli astri non esiste una regola.
Cordiali saluti,
Rosario
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1614
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda FP » venerdì 21 marzo 2003, 19:47

Grazie per la risposta. Il fatto è che nella mia famiglia, ci sono delle voci alquanto contrastanti al riguardo. Quello che cerco di capire è quale stemma appartiene a me: ci sono stati infatti nella storia della mia casata due stemmi: uno d'azzurro al sole d'oro sormontante una falce di luna d'oro e uno di colore di sfondo non identificato con una sbarra diagonale nera (di verso, allora, da sinistra a destra,anche se Dario de Judicibus dice che la sbarra araldica è di verso contrario) e non riesco a capire quale dei due stemmi in realtà mi appartenga. Purtroppo molti documenti araldici della mia famiglia,molto antica e di origine nobile, sono andati scomparsi. Non saprei come risalire al mio vero stemma...Tutti e due gli stemmi sono molto antichi (XV secolo) ma pare che solo il primo di questi si trovasse effettivamente sul nostro palazzo gentilizio, nel nostro ex feudo.

Come fare un po' di luce su questi fenomeni?I registri dell'ex Regno di Napoli sono andati scomparsi....Posso solo fare delle teorie.

Grazie comunque, chi vuole può provare a rispondermi, magari riesco a fare davvero un po' di luce una volta per tutte.

A risentirci.
~ Tua vivimus luce ~
FP
 
Messaggi: 1550
Iscritto il: giovedì 20 marzo 2003, 15:39

Messaggioda FP » venerdì 21 marzo 2003, 20:18

Messanensis ha scritto:In effetti la sbarra (che però va da sinistra a destra e non il contrario) poteva essere utilizzata come sbarra di bastardigia, ad indicare un ramo discendente da un figlio illegittimo. Inoltre secondo il Ginanni il nero è il più ignobile dei colori. Nonostante ciò non credo che una sbarra nera dia la certezza di discendere da un figlio illegittimo. Inoltre spesso le leggende familiari non hanno alcun fondamento storico, oppure nel corso dei secoli distorcono la vera realtà storica.
Quanto al colore di sfondo degli astri non esiste una regola.
Cordiali saluti,
Rosario


Volevo,caro signore, chiederle un'altra cosa. Visiti questo link e mi dica se lo stemma che vede è analogo a quello da me descritto, con una sbarra a scacchi simile alla mia.

Grazie.
~ Tua vivimus luce ~
FP
 
Messaggi: 1550
Iscritto il: giovedì 20 marzo 2003, 15:39

Messaggioda FP » venerdì 21 marzo 2003, 20:19

SCUSI HO DIMENTICATO PROPRIO IL LINK:

http://www.basilicata.cc/paesi_taddeo/t ... /96a87.htm
~ Tua vivimus luce ~
FP
 
Messaggi: 1550
Iscritto il: giovedì 20 marzo 2003, 15:39

Messaggioda MVC » venerdì 21 marzo 2003, 21:15

Gentile Conteschweinfurt,

per quanto concerne la bastardigia, in effetti la sbarra ( ma anche la banda) nera ne era uno dei simboli più usati.
Specialmente se scorciata, che non tocchi cioè gli angoli dello scudo.

A questo punto, però, va precisato che la bastardigia NON era necessariamente un segno di infamia o di vergogna. Questa accezione negativa è di epoca tardo medievale e moderna, poichè in origine ( e fino al pieno Medioevo) dire "bastardo" equivaleva semplicemente a dire
figlio NATURALE.

Si hanno esempi di Signorie ereditate da figli naturali non legittimi ( tenga, però, conto che la Signoria, specie se di Banno o Territoriale era un' entità
del tutto slegata dalle concessioni regie e dagli obblighi fedudali, e dunque
la famiglia Signorile era molto più allargata di quanto fossero quelle titolate feudali).
E perfino il Normanno della battaglia di Hastings, Guglielmo il Conquistatore, detto anche il Bastardo, si firmava a volte proprio con quest'ultima parola. Parola che a noi può sembrare offensiva, ma che indicava comunque una paternità illustre.

Cosa ben diversa, invece, sono altri segni di infamia vera e propria ( lo scudo capovolto o l'elmo volto a sinistra,ecc. ma essi indicavano delitti, empietà, fellonia, disonore verso i genitori ecc.).

Premesso ciò, per lo stemma che lei descrive, (quello bandato di nero), si tratta di un esempio evidente di arma personale, ancorchè riconducibile ad una stessa Casata.
E dunque la presenza di un secondo stemma ( che potrebbe essere quello familiare) di per sè potrebbe significare molto poco.

Per appurare se lei discende direttamente dal titolare di questo stemma bandato, credo sarebbe il caso di svolgere una ricerca genealogica, partendo dal suo diretto ascendente più lontano di cui è CERTO, e risalire indietro per vedere se si imbatte in questo antenato "Illegittimo".

Ricerca che andrebbe fatta ( a prescindere dai registri e titoli nobiliari) nei registri parrocchiali, in quelli della Curia, negli Archivi di stato, in quelli storici comunali ecc.

La condizione essenziale, però, è quella di conoscere il nome di questo suo eventuale antenato e il periodo nel quale è vissuto.

Per i Campi degli astri, mi associo al gent.mo Sig. Messanensis nel confermare che non vi è alcuna regola ( salvo quella della sovrapposizione, ovviamente)

Cordialmente
MVC
MVC
 

Messaggioda Messanensis » sabato 22 marzo 2003, 0:43

Lo stemma che mi ha fatto vedere presenta una banda. Quindi il suo stemma ha una banda nera e non una sbarra. A quanto ha giustamente detto il gentilissimo sig. MVC aggiungo soltanto che secondo il Crollalanza la banda fu una brisura molto rara: dalla descrizione che mi fa del secondo stemma, che - se non ho capito male - presenta come figura soltanto la banda, non ritengo assolutamente che potesse essere un segno di bastardigia.
Cordiali saluti,
Rosario
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1614
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda FP » sabato 22 marzo 2003, 13:35

No, infatti lo stemma che le ho proposto non è uguale a quello della nostra famiglia, poichè appunto il mio ha una "sbarra nera" per definizione storica. Le volevo solo far vedere un esempio per vedere se avevo capito. A quanto pare...non molto...comunque ho capito che in certi casi tale sbarra indicava un figlio NATURALE.

Grazie a lei e al sig.MVC, che già mi conosce.
~ Tua vivimus luce ~
FP
 
Messaggi: 1550
Iscritto il: giovedì 20 marzo 2003, 15:39

Messaggioda Messanensis » sabato 22 marzo 2003, 15:29

Credo che lei stia facendo una enorme confusione tra banda e sbarra...
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1614
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda FP » sabato 22 marzo 2003, 15:40

Infatti, però nel mio caso trattasi di sbarra nera. Ignori quel mio link :) poichè era solo una curiosità personale.

Tanti saluti e ringraziamenti,

Conteschweinfurt
~ Tua vivimus luce ~
FP
 
Messaggi: 1550
Iscritto il: giovedì 20 marzo 2003, 15:39

Messaggioda Messanensis » sabato 22 marzo 2003, 16:13

Mi può togliere una curiosità? Se per il primo stemma, che si trovava nel suo palazzo, ha la certezza che apparteneva alla sua famiglia, come fa ad essere altrettanto sicuro che quello con la sbarra nera sia anch'esso della sua famiglia? E' forse rappresentato su qualche lapide o su un quadro?
Cordiali saluti.
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1614
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda FP » sabato 22 marzo 2003, 22:26

Giusta domanda, è contenuto nella nostra ex cappella privata, su una lapide antica.

Tanti saluti.
~ Tua vivimus luce ~
FP
 
Messaggi: 1550
Iscritto il: giovedì 20 marzo 2003, 15:39


Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti