Semplice ma...

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: mcs, Antonio Pompili

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » venerdì 22 ottobre 2004, 19:22

Alessio Bruno Bedini ha scritto:...(omissis)..."di rosso al palo decussato d'oro e di rosso, accompagnato da decusse di rosso e d'oro" :P
di solito mi sembra che ciò 'che sta ai lati del palo' si indichi con 'accompagnato' :P


...sì, ma in questo caso il vecchio frate si permette di insistere, ed ha i 8) suoi motivi (che poi capirete) per esortare a seguire alla lettera il primo suggerimento di mcs...

...che qui ripeto: di rosso, al palo d'oro...

...continuate voi, badando alle figure! :wink:

Bene :D valete
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » venerdì 22 ottobre 2004, 19:57

provo:

di rosso al palo d'oro, fusato dell'uno nell'altro, il capo d'Angio :P (mamma, com'è complicato :D )
Ultima modifica di Alessio Bruno Bedini il venerdì 22 ottobre 2004, 20:14, modificato 1 volta in totale.
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 7024
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Messaggioda antonio_conti » venerdì 22 ottobre 2004, 20:03

Provo a ragionare:
tolto il capo d'Angiò resta un'arma che a me pare interzata in palo, le tre parti che compongono l'arma sono a loro volta decussate (meglio dire inquartate in decusse?), la prima di rosso e d'oro, la seconda d'oro e di rosso, la terza come la prima.

Dunque:

Interzato in palo, il 1° e 3°, inquartati in decusse di rosso e d’oro, il 2° dell’uno nell’altro, col capo d’Angiò.
Libertà vo cercando
antonio_conti
 
Messaggi: 827
Iscritto il: venerdì 21 febbraio 2003, 0:35
Località: Fano & Urbino

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » venerdì 22 ottobre 2004, 20:14

Alessio Bruno Bedini ha scritto:provo:

di rosso al palo d'oro, fusato dell'uno nell'altro


Bello, :P soprattutto per il ragionamento che è sotteso alla frase, ma... :shock: attenzione: per fusato si intende un campo totalmente coperto da fusi, ognuno dei quali di minime dimensioni rispetto al campo stesso... :oops:

Ci stiamo avvicinando, pian piano...

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » venerdì 22 ottobre 2004, 20:22

antonio_conti ha scritto:...(omissis)...Interzato in palo, il 1° e 3°, inquartati in decusse di rosso e d’oro, il 2° dell’uno nell’altro, col capo d’Angiò.


...perchè :? arretra, caro Antonio? L'amico Alessio è già sulla strada buona, lo segua :wink: dunque...

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » venerdì 22 ottobre 2004, 20:25

Avevo pensato di non blasonare il fusato ma i singoli fusi ma era troppo complesso e troppo lungo farlo

forse è più semplice così

"di rosso al palo d'oro, fusato di 3 (fusi) dell'uno nell'altro, il capo d'Angio"
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 7024
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Messaggioda mcs » venerdì 22 ottobre 2004, 21:45

Scusate...ma siete proprio certi che si tratti di fusi e non di altro :wink: ?

mcs
Avatar utente
mcs
Moderatore Forum Araldica
 
Messaggi: 1839
Iscritto il: lunedì 22 dicembre 2003, 19:45
Località: Romagna

Messaggioda antonio_conti » venerdì 22 ottobre 2004, 22:13

Caro fra' Eusanio,
questo stemma parrebbe essere come le nuvole, ognuno vede una cosa diversa.
L'ipotesi del fusato appare intrigante ma... io scorgo a colpo d'oggio un interzato.
Nell'ipotesi che si possa parlare di un interzato, la mia blasonatura sarebbe corretta? Io invero non ne sono molto convito per la posizione direi sintattica del decussato (o inquartato in decusse) all'interno della frase.

Naturalmente potremmo concordare sul fusato nell'ipotesi in cui la nostra Sibilla romagnola volesse dirci più in là se la famiglia è (per esempio) Fusi, Fusatti o simile (ho appena visto su http://www.araldicacivica.it che Fusignano (RA) ha attualmente un altro stemma, anche se i colori gli smalti sono gli stessi... chissà...
Libertà vo cercando
antonio_conti
 
Messaggi: 827
Iscritto il: venerdì 21 febbraio 2003, 0:35
Località: Fano & Urbino

Messaggioda Landenulfo da Sarno » sabato 23 ottobre 2004, 0:16

Provo:
"di rosso al palo di oro, sul tutto tre losanghe dell'uno nell'altro".

Caro magister come sono andato?
[...] E allora non essere troppo generoso nel distribuire la morte nei tuoi giudizi [...] (J.R.R. Tolkien, Il Signore degli Anelli, Lib. I)
Avatar utente
Landenulfo da Sarno
 
Messaggi: 150
Iscritto il: domenica 4 luglio 2004, 14:03
Località: Sarno

Messaggioda Landenulfo da Sarno » sabato 23 ottobre 2004, 5:24

...ooops:

(le quattro losanghe) "... toccanti con le estremità i bordi superiore ed inferiore dello scudo, la prima e l'ultima uscenti (o nascenti) dai fianchi".

Anche se più precisa, mi sembra tuttavia troppo lunga come blasonatura e priva di quell'efficacia che la brevità porta con sé. Cmq sono giunto al seguente blasone:

"di rosso al palo di oro, sul tutto 4 losanghe dell'uno nell'altro, toccanti con le estremità i bordi superiore ed inferiore dello scudo, la prima e l'ultima uscenti (o nascenti) dai fianchi".

Lo spazio geometrico del campo, però, non può contenere quattro losanghe a tutto campo -poiché esse sono dei quadrati ruotati di 45°- e non mi spiego perché mcs scriva "siete sicuri che sono proprio dei fusi".

Ma, allora, che figure sono?

Salvami magister, sto brancolando nel buio!

PS: magari, leggendo questo messaggio in orario più decente! :wink:
[...] E allora non essere troppo generoso nel distribuire la morte nei tuoi giudizi [...] (J.R.R. Tolkien, Il Signore degli Anelli, Lib. I)
Avatar utente
Landenulfo da Sarno
 
Messaggi: 150
Iscritto il: domenica 4 luglio 2004, 14:03
Località: Sarno

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » sabato 23 ottobre 2004, 12:16

Acc Landenulfo a che ora ti alzi la mattina :wink: :wink: :wink:


comunque non mi sembrano losanghe (la cui base è maggiore dell'altezza) ma fusi (di cui appunto l'altezza è maggiore della base)

inoltre con la tua blasonatura si potrebbe anche capire che le losanghe (o fusi) sono: uno in toto all'interno del palo e gli altri due in toto all'esterno.
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 7024
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Messaggioda mcs » sabato 23 ottobre 2004, 15:47

Mi permetto di dissentire da queste ultime definizioni :? : la losanga, dicesi di figura di quattro punte due delle quali sono più strette ed acute delle altre, ed una di esse serve di base alla figura, mentre il fuso è una figura più lunga, simile al fuso naturale (Tribolati).

mcs
Avatar utente
mcs
Moderatore Forum Araldica
 
Messaggi: 1839
Iscritto il: lunedì 22 dicembre 2003, 19:45
Località: Romagna

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » sabato 23 ottobre 2004, 16:23

ehm .. si MCS credo abbiate ragione, avendo presente la differenza tra fusato e losangato credevo fosse lo stesso tra fuso e losanga

provo così:

"di rosso al palo d'oro, sul tutto 3 losanghe dell'uno nell'altro, il capo d'Angio"

però non si capisce bene la posizione delle losanghe (sembra che siano l'una in toto all'interno del palo e le altre 2 in toto all'esterno)
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 7024
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Messaggioda mcs » sabato 23 ottobre 2004, 17:50

Mi preme puntualizzare una cosa: sia si tratti di losanghe che di fusi, sono sempre rombi in senso verticale (a meno che non sia specificato diversamente nella blasonatura)...solo che i primi sono più "larghi" dei secondi...quindi, anche il losangato ed il fusato, si differenziano per il numero di "rombi" presenti :roll: . Es. una fascia losangata ne può avere 4, mentre una fusata ne ha 6 o più, ecc.

mcs
Avatar utente
mcs
Moderatore Forum Araldica
 
Messaggi: 1839
Iscritto il: lunedì 22 dicembre 2003, 19:45
Località: Romagna

Messaggioda Landenulfo da Sarno » sabato 23 ottobre 2004, 23:32

Salve, sono appena ritornato in casa da una giornata alquanto stancante (vedi l'ora in cui mi sono alzato!). :D

Allora, proviamo un poco a riannodare i temi del discorso. Più che giusto è l'appunto che ci ha mosso MCS, caro Bedini (però, che brutto rivolgersi in 3° persona, posso utilizzare la 2°?). Io sono stato fuorviato da una occhiata alquanto frettolosa del Bascapè-Del Piazzo, in cui il losangato è rappresentato con una rete di quadrati inclinata di 45° rispetto alla normale.

Poi...

Io avevo proposto nella seconda blasonatura quattro fusi/losanghe (e dato il numero sembrerebbero essere le seconde) poste in fascia di cui il 1° ed il 4° escono per metà dai fianchi -a mo' di quarto di decusse, poniamo-.

Cmq, bando ad ulteriori spiegazioni poco illuminanti; e se si trattasse di un losangato di modulo grande 'steso' su di un campo recante il palo di rosso? :?:
[...] E allora non essere troppo generoso nel distribuire la morte nei tuoi giudizi [...] (J.R.R. Tolkien, Il Signore degli Anelli, Lib. I)
Avatar utente
Landenulfo da Sarno
 
Messaggi: 150
Iscritto il: domenica 4 luglio 2004, 14:03
Località: Sarno

PrecedenteProssimo

Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti