Quale stemma per i Gandolfo di San Giuseppe

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: mcs, Antonio Pompili

Quale stemma per i Gandolfo di San Giuseppe

Messaggioda G.Grifeo di Partanna » mercoledì 23 giugno 2004, 15:28

Gentili Signori,

Avrei bisogno di assistenza per una verifica.

Nel compilare graficamente l'albero genealogico di famiglia, sto individuando gli stemmi e le armi complete delle famiglie imparentate.

Uno degli intoppi viene proprio da mia nonna paterna, Sebastiana Gandolfo dei Baroni di San Giuseppe.

Ho trovato due versioni dello stemma (una da me ricostruita secondo indicazioni dei testi consultati alla Biblioteca Centrale di Roma).

Adesso mando i due disegni al nostro Cravarezza per la messa in visione e per la Vostra analisi.

Grazie a tutti

P. S.: Vi avviso, di questi dubbi durante la mia ricostruzione ne ho trovati più di qualcuno. Li sottoporrò alla Vostra attenzione.
Noli Me Tangere
Avatar utente
G.Grifeo di Partanna
 
Messaggi: 308
Iscritto il: mercoledì 9 giugno 2004, 12:28
Località: Roma

Messaggioda T.G.Cravarezza » giovedì 24 giugno 2004, 13:05

Gentili Signori,
ecco gli stemmi in questione:

Immagine

Immagine
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6585
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Messaggioda G.Grifeo di Partanna » giovedì 24 giugno 2004, 18:41

Mi ero dimenticato un particolare importante.

Dal Libro d'Oro della nobiltà italiana - così come riportato nel sito all'indirizzo: http://www.castellammareonline.com/golf ... ili21.html : Famiglia originaria di Vizzini del secolo XVI.

La descrizione che trovo sullo stemma Gandolfo è questa:
Arma: di azzurro, alla torre d'oro torricellata di un pezzo, alla ghibellina, aperta e finestrata di nero, sinistrata da un leone del secondo, ed un guerriero armato al naturale, uscente dalla torricella, impugnante una bandiera d'argento, astata di nero, caricata di una croce di rosso.

La bandiera l'ho vista descritta in altri testi anche con colori inversi (bandiera rossa, astata di nero, caricata di una croce di argento).

Ma ne "Il Blasone in Sicilia - dizionario storico araldico della Sicilia" di V. Palizzolo Gravina, Barone di Raimone - Palermo 1871-75, editori Visconti & Huber, ho trovato l'altra descrizione con miniatura (in b/n), quella con i due leoni: Arma d'azzurro, con un castello sormontato da tre torri merlate di tre pezzi, aperto e finestrato del campo, accostato da due leoni, affrontati e controrampanti, il tutto d'oro.

Dovrebbe comunque averla vinta il Libro d'Oro? :?:
Noli Me Tangere
Avatar utente
G.Grifeo di Partanna
 
Messaggi: 308
Iscritto il: mercoledì 9 giugno 2004, 12:28
Località: Roma

Gandolfo

Messaggioda salluzzo » venerdì 25 giugno 2004, 13:55

Carissimo Giuseppe Grifeo
volevo farti notare che ad oggi un ramo degli Emauele deve possedere il titolo di baroni di San Giuseppe, io non conosco comunque l'arma, potrebbero avere delle relazioni con i Gandolfo, a cui ti riferisci.

Altra cosa che ti volevo fare notare in riferimento al primo stemma con torre e leoni controrampanti su fondo blu, detto stemma che si riscontra sul testo di Palazzolo Gravina, a mio avviso privo di una descrizione genealogica della famiglia, fa supporre che tale arma sia stata forse vista o consultata in documenti o edifici dal Palazzolo Gravina o dal Villabianca, a cui si riferisce l'autore, appartenuti ai Gandolfo, sarebbe opportuno trovare altri riscontri può darsi che sia di altra famiglia.

Inoltre ritornando allo stemma dei Lentini di Castelvetrano, questa arma l'avevo già notata proprio perchè lo stemma della famiglia Lentini riporta un arma simile nella parte bassa, è possibile che sia la stessa arma e quindi legato al nostro territorio o a famiglia appartenente a questo territorio.

Buon Lavoro Giuseppe
salluzzo
 
Messaggi: 34
Iscritto il: domenica 18 aprile 2004, 16:33
Località: Castelvetrano

Messaggioda G.Grifeo di Partanna » domenica 27 giugno 2004, 15:44

Ebbene sì,

leggo che il Mugnos assegna ai Lentini un'arma di rosso con cinque fuselli d'oro accollati in banda (aggiungendo un fiore, anch'esso in oro, secondo altre versioni che ho trovato in testi alla Biblioteca centrale di Roma - se non ricordo male un giglio?). Vedo pure che la famiglia (ramo di Castelvetrano) avrebbe aggiunto un'arma d'azzurro con due leoni d'oro affrontati e controrampanti ad una torre merlata dello stesso.

L'unica differenza è proprio nella torre: per i Gandolfo dovrebbe esserci un "castello sormontato da tre torri merlate di tre pezzi, aperto e finestrato del campo".

La similitudine comunque è grande (se ho detto un'eresia in campo araldico, non me ne vogliate. Non sono un'esperto).

Continuo a vedere che anche un ramo degli Emanuele (da un Coraldo, secondogenito di Coraldo I, che diede origine al casato di Trapani e dal Re Giacomo ebbe la baronia del feudo di Culcasi e Mangiadaini in territorio di Salemi) aveva il titolo di Baroni di San Giuseppe.

Nell'indirizzo web da me indicato in un precedente messaggio sui Gandolfo qui visibile, si dice (presumo come copiato dal Libro d'Oro che viene segnato come riferimento): "Col titolo di Barone di S. Giuseppe qual discendente da Giovan Filippo (1771), fu iscritto Giovan Battista, di Giovan Filippo, di Giovan Battista.Col titolo di Nobile dei Baroni di S. Giuseppe furono iscritti Ercole, di Giovan Battista, di Ercole, coi fratelli Giuseppe, Maria Costanza, Marianna e Faustina; non che Gaetano, di Ercole, di Giovan Battista, con le sorelle Marianna e Filomena, e Pompeo, di Giovan Battista, di Giovan Filippo, coi figli Giovanni Nicodemo, Giuseppe, Francesco, Rosario, Caterina, Maria, Maria Pia e Maria Mare Stella.".

Peraltro, raccomando di visitare il sito in questione, sempre che non lo conosciate già. C'è una bella raccolta di nobili famiglie siciliane, con solo qualche piccolo errore di link (a volte - poche - dalla descrizione di una famiglia, si passa ad una pagina con stemma del tutto diverso da quello che dovrebbe essere).

Tornando al discorso principale, in verità, dopo mia nonna paterna e sua sorella gemella, non credo siano sopravvissuti altri Gandolfo di San Giuseppe. Se esistessero, ne ho perse completamente le tracce.

Sul possesso del titolo quindi non saprei proprio rispondere, anche in merito al dilemma Emanuele/Gandolfo.

Devo ritornare in biblioteca ad indagare e approfondire la cosa non appena tornerò in Sicilia.

A presto
Noli Me Tangere
Avatar utente
G.Grifeo di Partanna
 
Messaggi: 308
Iscritto il: mercoledì 9 giugno 2004, 12:28
Località: Roma

Messaggioda G.Grifeo di Partanna » lunedì 28 giugno 2004, 0:18

Altra nota curiosa sugli Emanuele.

All'indirizzo web http://www.famiglia-nobile.com/links.asp?CatId=630 collegato alla pagina http://www.castellammareonline.com/golf ... ili21.html
(si arriva al primo link cliccando a sinistra nel colonnino dei cognomi e precisamente su quello degli Emanuele) viene fuori la sezione dedicata appunto agli Emanuele.

Guardate l'intera Arma e la descrizione che se ne fa al fondo del testo su questa famiglia.

Vi si dice che lo scudo è "accollato da 8 bandiere di alleanza" e tra queste vi trovo anche quella dei Grifeo (anche se con le tre bande azzurre inclinate al contrario)

In Araldica come si spiega questo spiegamento di bandiere di alleanza?

Che implicava?

Storicamente non ho trovato testi che mi descrivessero legami tra la mia famiglia e quella degli Emanuele. Ma potrebbe essere semplicemente una lacuna documentale.

Sugli altri stemmi tracciati nelle bandiere, trovo differenze da quelli da me rintracciati (vedere stemma Beccadelli).

Concordate? Oppure si tratta di versioni più arcaiche e quindi storicamente esatte?

Grazie e a presto.
Noli Me Tangere
Avatar utente
G.Grifeo di Partanna
 
Messaggi: 308
Iscritto il: mercoledì 9 giugno 2004, 12:28
Località: Roma

Gandolfo

Messaggioda salluzzo » mercoledì 30 giugno 2004, 21:52

la famiglia Gandolfo in un volume integrativo successivo al Blasone di Paliizzolo Gravina viene cosi descritto:
questa è una nobile famiglia, discendente dalla spagna secondo alcuni scrittori di blasone, e dalla Catalogna secondi altri: venne in Sicilia al 1527 a mezzo di un Gandolfo di Gandolfo, da cui seguitò il cognome; n'esiste un ramo in palermo, rappresentato da Federico barone di S. Giuseppe, figlio della nobilissima signora dei marchesi Vannucci; un altro ramo in Vizzini rappresentato allora dal barone Gandolfo Gandolfo, oggi dal fratello cav. ed un'altro ramo in Licodia Eubea dall'attuale sindaco.
Armasi di campo azzurro con castello, sormaontato da tre torri merlati con due leoni d'oro.
sperò possa messere di aiuto per lo studio dello stemma.
ciao Giuseppe
salluzzo
 
Messaggi: 34
Iscritto il: domenica 18 aprile 2004, 16:33
Località: Castelvetrano

Messaggioda Messanensis » venerdì 2 luglio 2004, 17:38

G.Grifeo di Partanna ha scritto:Vi si dice che lo scudo è "accollato da 8 bandiere di alleanza" e tra queste vi trovo anche quella dei Grifeo (anche se con le tre bande azzurre inclinate al contrario)

In Araldica come si spiega questo spiegamento di bandiere di alleanza?

Che implicava?

Storicamente non ho trovato testi che mi descrivessero legami tra la mia famiglia e quella degli Emanuele. Ma potrebbe essere semplicemente una lacuna documentale.


Per testi cosa intende? Anche atti notarili ed atti parrocchiali? O soltanto i libri di storia/genealogia/araldica?


Sugli altri stemmi tracciati nelle bandiere, trovo differenze da quelli da me rintracciati (vedere stemma Beccadelli).
Concordate? Oppure si tratta di versioni più arcaiche e quindi storicamente esatte?

Per quanto riguarda i Beccadelli si tratta sicuramente di una versione più arcaica dello stemma.

Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1620
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Re: Gandolfo

Messaggioda Messanensis » venerdì 2 luglio 2004, 17:48

salluzzo ha scritto:la famiglia Gandolfo in un volume integrativo successivo al Blasone di Paliizzolo Gravina


Questo volume integrativo fu scritto sempre dal Palizzolo Gravina? Quando fu stampato?
Cordiali saluti.
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1620
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda Messanensis » venerdì 2 luglio 2004, 18:00

G.Grifeo di Partanna ha scritto:Dovrebbe comunque averla vinta il Libro d'Oro?


Penso proprio di sì. Per lo meno questa era l'arma usata dagli ultimi rappresentanti della famiglia e dunque anche dalla sua ava.
Ed è la stessa arma che riporta il Mango nel suo Nobiliario del 1912-15.

Il Palizzolo Gravina dice di trarre l'arma dal Villabianca (vissuto nel '700): potrebbe trattarsi di una variante antica dello stemma dei Gandolfo.
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1620
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Gandolfo

Messaggioda salluzzo » venerdì 2 luglio 2004, 20:25

Per il testo Palizzolo Gravina dovrò controllare in biblioteca non appena possibile vi comunico i dati.
Cordiali saluti Giuseppe
salluzzo
 
Messaggi: 34
Iscritto il: domenica 18 aprile 2004, 16:33
Località: Castelvetrano

Messaggioda G.Grifeo di Partanna » martedì 6 luglio 2004, 9:02

Messanensis ha scritto:
G.Grifeo di Partanna ha scritto:Vi si dice che lo scudo è "accollato da 8 bandiere di alleanza" e tra queste vi trovo anche quella dei Grifeo (anche se con le tre bande azzurre inclinate al contrario)

In Araldica come si spiega questo spiegamento di bandiere di alleanza?

Che implicava?

Storicamente non ho trovato testi che mi descrivessero legami tra la mia famiglia e quella degli Emanuele. Ma potrebbe essere semplicemente una lacuna documentale.


Per testi cosa intende? Anche atti notarili ed atti parrocchiali? O soltanto i libri di storia/genealogia/araldica?




Il mio riferimento è solo a libri di storia/genealogia/araldica. Per questo non riesco a capire quell'insieme di bandiere di alleanza.
Più che altro mi piacerebbe capire se araldicamente significano un legame parentale o altro.

Rispondo con ritardo perchè questa volta ai vostri interventi non mi è arrivata alcuna mail di avviso. Forse mi sfugge qualcosa del meccanismo informatico di un forum.

Grazie ancora.
Noli Me Tangere
Avatar utente
G.Grifeo di Partanna
 
Messaggi: 308
Iscritto il: mercoledì 9 giugno 2004, 12:28
Località: Roma

Messaggioda Messanensis » martedì 6 luglio 2004, 11:46

G.Grifeo di Partanna ha scritto:
Il mio riferimento è solo a libri di storia/genealogia/araldica. Per questo non riesco a capire quell'insieme di bandiere di alleanza.
Più che altro mi piacerebbe capire se araldicamente significano un legame parentale o altro.


Lo dice il nome stesso: "bandiere di alleanza", quindi di matrimonio, di parentela. Significa che la famiglia Emanuele era imparentata con i Grifeo, i Beccadelli, ecc., ecc.
Se questi matrimoni non Le risultano nei libri non c'è da meravigliarsi: da consultare ci sono anche gli atti notarili e gli atti parrocchiali...

Cordialmente,
Rosario
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1620
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina


Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 6 ospiti