Casualmente...

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: mcs, Antonio Pompili

Casualmente...

Messaggioda mcs » lunedì 21 giugno 2004, 15:59

Casualmente, o per "deformazione", ho incrociato lo sguardo su una lapide murata in un angolo quasi nascosto della chiesa di S. Francesco di Faenza; purtroppo nessuno mi ha saputo dare notizie specifiche al riguardo...i documenti antichi sono conservati presso la locale Biblioteca Comunale, purtroppo chiusa per restauri (come minimo) per sei mesi nella sua parte "storica"...mi dispiacerebbe attendere tanto a lungo prima di saperne di più.
Qualcuno può aiutarmi?
Grazie.

mcs
Avatar utente
mcs
Moderatore Forum Araldica
 
Messaggi: 1839
Iscritto il: lunedì 22 dicembre 2003, 19:45
Località: Romagna

Re: Casualmente...

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » lunedì 21 giugno 2004, 16:02

mcs ha scritto:Casualmente, o per "deformazione", ho incrociato lo sguardo su una lapide murata in un angolo quasi nascosto della chiesa di S. Francesco di Faenza; purtroppo nessuno mi ha saputo dare notizie specifiche al riguardo...i documenti antichi sono conservati presso la locale Biblioteca Comunale, purtroppo chiusa per restauri (come minimo) per sei mesi nella sua parte "storica"...mi dispiacerebbe attendere tanto a lungo prima di saperne di più.
Qualcuno può aiutarmi?
Grazie.

mcs


:shock: ...era davvero così orrendo ciò che hai veduto, ineffabile mcs, tanto da non riuscircelo nemmeno a spiegare o a descrivere?!

Bene :mrgreen: vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda mcs » lunedì 21 giugno 2004, 16:08

Sulla tua pazienza...si è già detto abbastanza...e non voglio ripetermi.
Aspetta un attimo...e vedrai :? .

mcs
Avatar utente
mcs
Moderatore Forum Araldica
 
Messaggi: 1839
Iscritto il: lunedì 22 dicembre 2003, 19:45
Località: Romagna

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » lunedì 21 giugno 2004, 16:12

mcs ha scritto:Sulla tua pazienza...si è già detto abbastanza...e non voglio ripetermi.
Aspetta un attimo...e vedrai :? .

mcs


... :( ... :oops: ... :cry: ...!

Bene :?: vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda T.G.Cravarezza » lunedì 21 giugno 2004, 16:37

Gentili Signori,
ecco lo stemma:
Immagine

Stemma molto semplice e con un animalemeno usato rispetto a leoni, aquile et similia: il toro (almeno sembra un toro, dato che la coda è alzata).
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6585
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » lunedì 21 giugno 2004, 18:01

Vero, caro Tomaso: un toro, sostenuto da un colle, al capo caricato da tre gigli.

L'iscrizione che contorna la lapide ribadisce trattarsi dell'estrema dimora (o casa perpetua, per usare gli stessi termini originali) della famiglia Urelli, se non leggo male il cognome capovolto sul bordo inferiore dell'insieme. Leggo però benissimo la data del manufatto, 1538, che ben s'attaglia alle eleganti forme dell'insieme, ed in particolare al polito scudo ovale in cartiglio che, per quanto consunto (di certo stava su un qualche pavimento...), è perfettamente leggibile.

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda Franz Joseph von Trotta » lunedì 21 giugno 2004, 18:15

Se dunque gli occhi del ns. "vecchio" frate sono ancora validi, (ma non abbiamo materia per dubitarne!) e l'iscrizione è stata ben letta per essere degli Urelli, l'emblema sarebbe chiaramente parlante essendovi rappresentato un "uro", termine ancestrale ed arcaico - da "ur" vocabolo pre-indoeuropeo - che significa appunto toro.

Saluti cordiali.

F.J.V.T.
«Ich bin das Wilde, Dumpfe, das man schlug,
Das man erschlagen, weil es fremd und stumm…»
G. Kolmar
Avatar utente
Franz Joseph von Trotta
 
Messaggi: 1664
Iscritto il: martedì 2 dicembre 2003, 13:57

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » lunedì 21 giugno 2004, 18:33

Troppo :oops: buono, caro Franz Joseph, e molto :P suggestiva la tua ipotesi...

...anche se forse un po' troppo "colta" e scientifica per una famiglia il cui cognome potrebbe ben aver seguito questo parlante cammino: Torelli ---> Turelli ---> Urelli... :wink:

Bene vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda mcs » lunedì 21 giugno 2004, 18:36

Si, in effetti il "vecchio frate" ha letto bene...e credo che quel SR, stia per "Suor".
Presumo che anche lei, F.J.V.T., abbia visto giusto.
Confermo, inoltre, che la "piastra di marmo" faceva parte di un pavimento, ossia quello della vecchia chiesa, sulla quale venne poi ricostruita quella attuale nel 1740, smontando quanto esisteva della precedente...

mcs
Avatar utente
mcs
Moderatore Forum Araldica
 
Messaggi: 1839
Iscritto il: lunedì 22 dicembre 2003, 19:45
Località: Romagna

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » lunedì 21 giugno 2004, 18:52

mcs ha scritto:Si, in effetti il "vecchio frate" ha letto bene...e credo che quel SR, stia per "Suor".

Plausibile, :P plausibile...

Presumo che anche lei, F.J.V.T., abbia visto giusto.
Confermo, inoltre, che la "piastra di marmo" faceva parte di un pavimento, ossia quello della vecchia chiesa, sulla quale venne poi ricostruita quella attuale nel 1740, smontando quanto esisteva della precedente...

mcs


...e, guarda caso, anche in altro topic si sta parlando di stravolgimento di pavimenti, e di altre analoghe operazioni :roll: culturali...

L'artefice sembra essere stato un valente lapicida: se ne sa nulla?

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » lunedì 21 giugno 2004, 19:46

Egregi colleghi,
mi permetto di tornare allo stemma oggetto di questo discorso: osserviamolo nuovamente insieme, per favore.

Più lo si guarda, più se ne resta ammirati: perfette le proporzioni dei contenuti interni allo scudo (il capo occupa il terzo superiore dell'intero scudo; i gigli lo empiono per bene; il colle occupa il terzo inferiore di ciò che resta; il toro ne riempie i restanti due terzi;), eccellente la delineatura delle figure (gigli e toro sono pieni, massicci, belli, armoniosi, formalmente perfetti fin nei particolari), incantevole l'equilibrio estetico di tutto l'insieme.

Davvero un bellissimo ritrovamento, mcs...

Bene :P valete
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda Messanensis » lunedì 21 giugno 2004, 21:56

mcs ha scritto:Si, in effetti il "vecchio frate" ha letto bene...e credo che quel SR, stia per "Suor".


Secondo me SR sta per "Ser": Ser Nicoletta Urelli (Nicoletta nel 1538 era nome di uomo, almeno qui in Sicilia).
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1620
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda Franz Joseph von Trotta » martedì 22 giugno 2004, 8:22

Si concordo, lo stemma è armonioso, equilibrato e, sopratutto il toro, naturalistico ma con una sintesi delle forme molto "araldica". Una piccola grande opera.

Sul valore parlante dell'arma la strada del cognome potrebbe essere quella indicata da Fra Eusanio (Torelli ---> Turelli ---> Urelli...anche se a mio avviso ci sono un po' tanti passaggi) mentre per il semplice "uro" possiamo pensare che non doveva essere poi cosi ignoto ricordando la sua classica forma latina "urus".

Piuttosto a me pare di scorgere la scritta posta così: "Domus perpetua Sr Nicoleta Urelli et suoi mdxxxviii" il Sr iniziale effettivamente potrebbe essere come suggerisce Messinensis la contrazione di Messer, Ser, Sr… : il Nicoletta, quindi, non sarebbe che un distinto messere in calzamaglia!

A voi il topic.

F.J.V.T.
«Ich bin das Wilde, Dumpfe, das man schlug,
Das man erschlagen, weil es fremd und stumm…»
G. Kolmar
Avatar utente
Franz Joseph von Trotta
 
Messaggi: 1664
Iscritto il: martedì 2 dicembre 2003, 13:57

Messaggioda mcs » martedì 22 giugno 2004, 9:58

Grazie a tutti...veramente...il mio rammarico è di non poter cercare riscontri certi sui documenti...ancor più perchè, conoscendo la rapidità con la quale vengono portati avanti i lavori di ristrutturazione...temo che gli archivi non saranno accessibili per tempi ben più lunghi :( ...

mcs
Avatar utente
mcs
Moderatore Forum Araldica
 
Messaggi: 1839
Iscritto il: lunedì 22 dicembre 2003, 19:45
Località: Romagna

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » mercoledì 23 giugno 2004, 14:55

Il rammarico è nostro...

...ma noi :P sappiamo attendere!

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14


Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti