Passeggiata araldica 2

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: mcs, Antonio Pompili

Passeggiata araldica 2

Messaggioda Messanensis » venerdì 18 giugno 2004, 14:10

Cari colleghi,
ho pensato di continuare la passeggiata araldica che abbiamo iniziato con il Sig. Marcello Cantone.
Vi propongo uno stemma risalente al 1769, fotografato nella Chiesa di S. Papino a Milazzo, che ho inviato al Sig. Cravarezza affinchè, con la solita cortesia, lo inserisca nel forum.
Aspetto i vostri commenti.
Cordialmete,
Rosario
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1620
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda T.G.Cravarezza » venerdì 18 giugno 2004, 14:35

Gentili Signori,
ecco lo stemma inviatomi:
Immagine
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6585
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » venerdì 18 giugno 2004, 20:24

Grazie, caro Tomaso.

Caro Rosario,
ha fatto benissimo a proseguire :wink: la passeggiata, e per di più portando tutti noi verso uno stemma che è degno rappresentante dell'antica e bella arte siciliana dei "marmi mischi"!

L'intarsio marmoreo è uno dei modi più brillanti per esaltare le doti cromatiche di uno stemma (talvota anche le sue volumetrie) e, sebbene questo esemplare sia piuttosto andante (a causa della non puntuale commistione fra i singoli "ritagli" di marmo che lo compongono), ben rende l'idea di una metodologia che ha saputo, e sa tuttora, esprimersi a livelli estetici di grande pregio.

Sa mica a quale famiglia appartenga?

Bene :D valete
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda Messanensis » venerdì 18 giugno 2004, 22:38

Caro Frà Eusanio,
lo stemma si trova sul pregevole monumento funebre di Don Alberto Zirilli, figlio di Don Diego Zirilli e Bucalo e di Donna Caterina Cocuzza e Del Pozzo.
Quindi ci troviamo di fronte ad un inquartato Zirilli-Cocuzza-Bucalo-Del Pozzo. La cosa interessante è che per tre di queste famiglie (le ultime tre citate) ci troviamo di fronte a degli stemmi diversi rispetto a quelli riportati dai vari nobiliari-blasonari siciliani.
La cosa strana invece è che il quarto Zirilli appare speculare rispetto al solito (con un sinistrocherio al posto del destrocherio).
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1620
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda Marcello Cantone » sabato 19 giugno 2004, 17:35

Ho messo mano a confrontare gli stemmi contenuti nei quarti, speriamo che ne viene fuori qualcosa.
A primo impatto, non conoscendo le famiglie a cui si riferivano le armi, ho creduto che quella contenuta nel 3° quarto era una variante della famiglia Giudice.

Non riesco a capire cosa sta, di rosso, sopra ogni monte nel 2° quarto è forse fuoco?

Marcello
Marcello Cantone
 
Messaggi: 216
Iscritto il: lunedì 19 aprile 2004, 11:25
Località: Adrano (CT)

Messaggioda MMT » sabato 19 giugno 2004, 17:57

Marcello Cantone ha scritto:Non riesco a capire cosa sta, di rosso, sopra ogni monte nel 2° quarto è forse fuoco


sembrerebbero dei frutti! :roll:


Michele Tuccimei di Sezze
MMT
 
Messaggi: 4654
Iscritto il: lunedì 13 gennaio 2003, 17:01
Località: Roma

Messaggioda Messanensis » sabato 19 giugno 2004, 18:29

Michele Tuccimei di Sezze ha scritto:
Marcello Cantone ha scritto:Non riesco a capire cosa sta, di rosso, sopra ogni monte nel 2° quarto è forse fuoco


sembrerebbero dei frutti! :roll:

Michele Tuccimei di Sezze


Esatto, caro Michele!
Si tratta di tre zucche (cucuzze in siciliano).
L'arma contenuta nel 3° quarto in effetti ricorda vagamente quella della famiglia Lo Giudice, ma dato che si conoscono con certezza i quattro avi del committente (Don Antonino Zirilli, Donna Teresa Bucalo, Don Antonino Cocuzza, Donna Domenica del Pozzo) possiamo escludere questa ipotesi.
Proviamo a fare una descrizione araldica dello stemma?
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1620
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda Marcello Cantone » lunedì 21 giugno 2004, 16:27

Nel 1° quarto non riesco a vedere se la lancia, del sinistrocherio vestito di rosso, è in banda con la punta rivolta verso il leone o in palo?

Nel 2° sopra le cucuzze sono foglie o altro?

Saluti Marcello


P.S. Guardate lo stemma di questa felpa cosa vi ricorda?

http://www.eshirt.it/shop.php?zoom=1&lato=1

Che coincidenza :lol: :lol: !
Invio gli stemmi di Zirilli e e Del Pozzo tratte dal Mango.
Marcello Cantone
 
Messaggi: 216
Iscritto il: lunedì 19 aprile 2004, 11:25
Località: Adrano (CT)

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » lunedì 21 giugno 2004, 17:07

Messanensis ha scritto:Caro Frà Eusanio, lo stemma si trova sul pregevole monumento funebre di Don Alberto Zirilli, figlio di Don Diego Zirilli e Bucalo e di Donna Caterina Cocuzza e Del Pozzo.

Grazie! :wink:

Quindi ci troviamo di fronte ad un inquartato Zirilli-Cocuzza-Bucalo-Del Pozzo. La cosa interessante è che per tre di queste famiglie (le ultime tre citate) ci troviamo di fronte a degli stemmi diversi rispetto a quelli riportati dai vari nobiliari-blasonari siciliani.

Ci scateneremo... 8)

La cosa strana invece è che il quarto Zirilli appare speculare rispetto al solito (con un sinistrocherio al posto del destrocherio).


Questo stemma è (o è stato) in simmetria con un suo "gemello" a lui speculare?

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » lunedì 21 giugno 2004, 19:31

Messanensis ha scritto:...(omissis)...Proviamo a fare una descrizione araldica dello stemma?


Proviamo, caro Rosario... a dispetto della scarsa chiarezza di alcune figure (soprattutto le più piccole), di molti contorni, e di alcuni smalti (i quali tutti, ho preferito porre fra parentesi), azzardo un:

Inquartato da un filetto d'argento: nel 1° d'azzurro, al (destrocherio) di carnagione, manicato di rosso, (impugnante un [...]?), uscente dal cantone destro del capo, ed accompagnato in quello sinistro della punta da un leone d'oro, coronato (dello stesso?), sostenuto dalla campagna di rosso, a due fasce d'azzurro; nel 2° d'argento, a tre montagne affiancate di verde, ognuna sormontata da una zucca di (rosso), fogliata al naturale, al colmo d'argento, sostenuto da un filetto d'oro; nel 3° troncato semipartito da un filetto d'argento: in a) d'oro, all'aquila di nero; in b) di rosso pieno; in c) di verde pieno; nel 4° di rosso, al (pozzo al naturale), fondato su di una zolla di verde, accostato da due (serpi affrontati al naturale?), e sormontato da una crocetta greca (biforcata) d'oro.

Salvo errori ed omissioni... :oops:

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda T.G.Cravarezza » lunedì 21 giugno 2004, 19:52

Gentili Signori,
eccoVi gli stemmi Del Pozzo
Immagine

e Zerilli
Immagine
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6585
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » lunedì 21 giugno 2004, 19:55

Grazie, caro Tomaso.

Ecco ( :oops: purtroppo) la prima conferma che il livello estetico di questo "marmo mischio" non è elevatissimo... basti rapportare i due disegni rispettivamente al 4° ed al 1° quarto del manufatto! :roll:

Bene :D valete
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda Messanensis » lunedì 21 giugno 2004, 20:20

Attenzione a non prendere per oro colato quello che si trova nei blasonari.
Questo ne è un esempio lampante.
Innanzitutto la rappresentazione dello stemma fatta dal Mango non corrisponde alla sua descrizione (che ha copiato pari pari dal Galluppi): "troncato nel primo d'azzurro, al braccio destro di carnagione, impugnante una lancia al naturale in sbarra combattente il leone rivolto d'oro; nel secondo d'azzurro, a tre fasce cucite di rosso". Infatti nella raffigurazione del Mango il braccio destro tiene in sbarra una lancia, ma con la punta dalla parte opposta rispetto a dove si trova il leone! Strano modo per combatterlo! :D
Ma c'è soprattutto da notare che nello stemma marmoreo il sinistrocherio tiene in sbarra tre lance. A parte la stranezza del fatto che lo stemma sia speculare rispetto al solito, in tutti gli altri stemmi Zirilli visibili nel territorio di Milazzo (e sono un bel pò): a) il braccio (destro) tiene sempre tre lance e non una; b)il leone poggia sempre sulla prima fascia di rosso (come si vede nello stemma marmoreo) e non sulla partizione; c) Il leone è coronato.
Lascio giudicare voi gli errori (o le mancanze) nella blasonatura, piuttosto approssimativa, fatta dal Galluppi e ripetuta dal Mango.
Poi nel 4° quarto Frà Eusanio aveva visto benissimo: si tratta di due serpenti e non credo che la scarsa abilità di un artista possa arrivare al punto di trasformare due draghi in due serpenti, invertire i colori del pozzo con quelli del campo ed infine aggiungere una croce biforcata!
Rispondo infine al Sig. Marcello Cantone: nel 2° quarto sopra le zucche ci sono le foglie, ma l'intarsio di marmo verde in alcuni punti è mancante: si sarà staccato col passare del tempo.
Ultima modifica di Messanensis il lunedì 21 giugno 2004, 20:32, modificato 1 volta in totale.
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1620
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda Messanensis » lunedì 21 giugno 2004, 20:31

fra' Eusanio da Ocre ha scritto:
Messanensis ha scritto:La cosa strana invece è che il quarto Zirilli appare speculare rispetto al solito (con un sinistrocherio al posto del destrocherio).


Questo stemma è (o è stato) in simmetria con un suo "gemello" a lui speculare?


Attualmente no. Ritengo nemmeno in passato perchè si trova in posizione centrale alla sommità del monumento.
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1620
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » lunedì 21 giugno 2004, 20:41

...e quindi, caro amico, il "no" è sicuro! Ed il fatto che il destrocherio nel 1° quarto esca dal cantone destro del capo, ancor più sicuro... :roll:

...a conferma di quanto sia facile trovare, passeggiando :wink: in giro, varianti più o meno libere e lecite agli stemmi che leggiamo sui libri.

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Prossimo

Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti